+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 50 di 74

[Landing Page] stile madri?

Ultimo Messaggio di Giorgiotave il:
  1. #1
    User Attivo
    Data Registrazione
    Dec 2004
    Località
    abito sulla luna e ogni volta che mi telefono è un'interrurbana
    Messaggi
    2,413

    [Landing Page] stile madri?

    Obiettivi: Studio dello Stile
    Pagina: www. tecniche-di-memoria.com/
    Dati attuali: X
    Descrizione: se è ot o sconveniente cancellate questa discussione (ecco così mi sono parato il c__o heheh)

    www. tecniche-di-memoria.com/

    è una mia impressione o questo è lo stile usato da madri per fare le landing?

    magari è un cliente oppure è uno che copia lo stile.
    Ultima modifica di Giorgiotave; 29-07-07 alle 19:54

  2. #2
    User L'avatar di fello
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Bologna
    Messaggi
    578
    Direi che lo stile è sicuramente quello di Madri...

  3. #3
    User Attivo L'avatar di lukas
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Südtirol / Alto Adige
    Messaggi
    1,203
    Citazione Originariamente Scritto da fello
    Direi che lo stile è sicuramente quello di Madri...
    E' quello di Madri, ma non è che è Madri quello che ha inventato quello stile.
    I siti americani che vendono certi tipi di prodotti online sono tutti fatti con quello stile.
    Hello Kitty ti amooooo, ma perché non entri a far parte della regia???

  4. #4
    User L'avatar di vecchio999
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    Rimini
    Messaggi
    45
    Citazione Originariamente Scritto da lukas

    E' quello di Madri, ma non è che è Madri quello che ha inventato quello stile.
    I siti americani che vendono certi tipi di prodotti online sono tutti fatti con quello stile.
    a tal proposito vorrei segnalare due link: "Could YOU be the next
    Internet Millionaire?": http://www.marketingtips.com/tipsltr.html, unitamente al ricordo di Corey Rudl scritto da Marco Loguercio sul suo blog http://www.search-marketing.it/sembl...dio-corey.html

    _D
    Davide Vecchini

  5. #5
    Moderatore L'avatar di dechigno
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,454
    Infatti... madri ha applicato le conoscenze americane al mercato italiano, creando landing di questo genere...

    Ma ci sono alcune cose, che a mio avviso, Enrico perfezionerebbe...

  6. #6
    Esperto L'avatar di nbriani
    Data Registrazione
    May 2005
    Località
    Guadalajara, Mexico
    Messaggi
    1,944
    Segui nbriani su Twitter Aggiungi nbriani su Google+ Aggiungi nbriani su Facebook Aggiungi nbriani su Linkedin Visita il canale Youtube di nbriani

    Re: stile madri?

    Citazione Originariamente Scritto da Tymba
    ...è una mia impressione o questo è lo stile usato da madri per fare le landing?

    http://www.acmeformazione.it/prodotto_successo.htm

  7. #7
    Esperta L'avatar di nelli
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Località
    Firenze
    Messaggi
    1,829
    Segui nelli su Twitter Aggiungi nelli su Facebook Aggiungi nelli su Linkedin
    io non ho visto gli esempi americani, ma forse madri ha aggiunto qualcosa allo stile.. l'avrà adattato al contesto italiano?

    cmq se fossi capitata per caso sulla pagina segnalata da tymba avrei sicuramente cercato il logo di madri da qualche parte nella pagina!
    Il mio blog di web marketing: www.elenafarinelli.it

  8. #8
    Esperto L'avatar di Stuart
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Località
    Torino
    Messaggi
    3,877
    Premesso che secondo me non è fuori luogo una discussione su queste landing nella sezione web marketing, sarebbe interessante conoscere il piglio con cui è stata aperta. Se provocatorio o cosa...

    Cordialmente,
    Stuart
    210720082115

  9. #9
    User Attivo L'avatar di Catone
    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    2,729
    Stuart ha ragione, se per studio è assolutamente legittimo citare una fonte anche senza mascherare il link.
    Lexitrad.it - Traduzioni per studi legali e comunicazione integrata

  10. #10
    Esperto L'avatar di Stuart
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Località
    Torino
    Messaggi
    3,877
    Citazione Originariamente Scritto da Catone
    ...se per studio è assolutamente legittimo citare una fonte anche senza mascherare il link.
    Anche!

    La mia domanda -questa sì che era provocatoria- era per portare la discussione ad un livello più generico. Mi spiego meglio.

    Madri.com organizza dei corsi di webmarketing. Ho ragione di credere che siano anche molto validi.
    Tra le tecniche di webmarketing insegnate c'è anche quella della creazione di landing-pages, secondo il modello americano (mi sembra che si sia tutti più o meno d'accordo sul fatto che questo tipo di landing sia in auge oltreoceano da almeno 6 anni).

    Un webmaster quindi esce dal corso e comincia a mettere a frutto gli insegnamenti facendo delle landing pages per il suo sito. Immancabilmente gli verranno fuori landing di questo tipo.

    E' interessante quindi osservare che, agli occhi degli addetti ai lavori, verrà considerato un clone di Madri. Nel caso specifico, il link proposto da nbriani risolve ogni enigma, ma in generale? Chi segue gli insegnamenti di webmarketing di Madri è destinato a essere -ingiustamente- considerato un clone?

    E non mi dilungherò sul fatto che a mio -sindacabilissimo- parere, il modello americano non è così fruttuoso in italia, e che sempre a mio parere esistono landing pages più adatte al popolo italico. Volevo solo manifestare una riflessione che mi ha stimolato l'apertura di topic di Tymba (nulla contro ovviamente), tendenzialmente sarcastica nei confronti del sito preso in esame.


    Cordialmente,
    Stuart
    210720082115

  11. #11
    Esperto
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Genova
    Messaggi
    533
    E non mi dilungherò sul fatto che a mio -sindacabilissimo- parere, il modello americano non è così fruttuoso in italia, e che sempre a mio parere esistono landing pages più adatte al popolo italico. Volevo solo manifestare una riflessione che mi ha stimolato l'apertura di topic di Tymba (nulla contro ovviamente), tendenzialmente sarcastica nei confronti del sito preso in esame.
    mi associo per un semplice fatto. le convezioni socio-geografiche del web 1.0

  12. #12
    User Attivo L'avatar di Catone
    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    2,729
    Capisco Stuart. Hai ragione dipende dai punti di riferimento. Un seo americano che guarda l'italia e vede le landing di madri potrebbe dire: "guarda mi hanno copiato". E così fino a colui che per primo ha creato una landing simile. Che però non è l'inventore in toto perchè avrà preso spunto da vari altri siti, un pezzo qui e un pezzo lì.

    Quindi giustamente non voglio più sentire dire che una door usa lo stile di Madri pena il ban.

    Scherzi a parte, anche secondo me il modello americano difficilmente fa breccia in italia. Le landing di Madri sono buone ma potrebbero anche essere migliorate. A mio avviso ad esempio, e lo dico senza assoluta presunzione, visto che potrei solo allacciare le scarpe a Enrico Madrigano, sono (quelle poche che ho visto) un po' lunghette e l'aspetto grafico potrebbe essere rivisto. Però non ho dati statistici e quindi parlo così tanto per dire la mia.

    Il concetto di landing, del tutto in una pagina, a volta mi sembra incoerente con i principi di copywriting per il web, la dissonanza cognitiva, la confusione, di cui si parlava qualche post fa è sempre in agguato e io mi sto sempre più convincendo che il modello vincente fra qualche mese sarà il minisito di tre/quattro pagine costruito secondo il principio della piramide capovolta (prima l'essenziale e poi il secondario) con, appunto, una pagina generale generica e delle pagine secondarie ottimizzate non più per i motori di ricerca, ma per le categorie di utenti che potrebbero navigare la pagina principale.

    Idee buttate lì...
    Lexitrad.it - Traduzioni per studi legali e comunicazione integrata

  13. #13
    User Attivo L'avatar di lukas
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Südtirol / Alto Adige
    Messaggi
    1,203
    Citazione Originariamente Scritto da Stuart
    e che sempre a mio parere esistono landing pages più adatte al popolo italico. t
    Quoto, in parte.
    Io quando mi sono iscritto al corso Madri ho apprezzato molto la sua landing page ed è per quella bella landing page piena di informazioni che mi sono iscritto.
    Credo che a seconda del target in Italia devi sviluppare una landing page diversa.
    Hello Kitty ti amooooo, ma perché non entri a far parte della regia???

  14. #14
    Esperto L'avatar di Stuart
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Località
    Torino
    Messaggi
    3,877
    Citazione Originariamente Scritto da Stealth
    ...le convezioni socio-geografiche del web 1.0
    Esattamente.

    Citazione Originariamente Scritto da Catone
    ....io mi sto sempre più convincendo che il modello vincente fra qualche mese sarà il minisito di tre/quattro pagine costruito secondo il principio della piramide capovolta (prima l'essenziale e poi il secondario) con, appunto, una pagina generale generica e delle pagine secondarie ottimizzate non più per i motori di ricerca, ma per le categorie di utenti che potrebbero navigare la pagina principale.
    Hai interpretato alla perfezione il mio pensiero

    Ne parlavo qualche giorno fa con un cliente al momento orientato verso la strada delle landing Usa/Madri style, e gli ho confidato le mie perplessità non sul modello in sè, quanto sull'effettivo potere persuasivo che possono avere sull'utenza italiana. E mi sono spinto ad indicare proprio il minisito come alternativa e verificare, nel giro di un mesetto, se il rapporto di conversione aumenta.

    E lo schema che seguirei è proprio quello che hai delineato. Una pagina principale, due pagine di approfondimento, una sale page.

    Ad esempio ridurrei drasticamente la presenza dei classici "testimonial" all'interno della landing page (pardon: landing minisite ).

    Tanto ai testimonial non ci crede nessuno, sia che siano fasulli che siano reali.
    In italia siamo culturalmente abituati a diffidare di tutto e di tutti, soprattutto quando ci troviamo di fronte a messaggi in qualche modo pubblicitari. Emblematico l'esempio della tizia che, con aria affranta, parla dei propri problemi gengivali e di come li ha risolti grazie ad un noto dentifricio, e poi dopo due spot eccola che corre felice con l'assorbente con le ali pronta a gettarsi col paracadute e quando torna serve un bel gelato all'intera famigliola, composta da due bambini biondi e un uomo, che nello spot precedente aveva un brutto raffreddore e grazie alla moglie (una diversa, forse l'amante?) veniva a conoscenza di un farmaco miracoloso contro i mali di stagione.

    Guardiamo anche la diversità delle televendite Americane e Italiane: le prime sono fatte prevalentemente di filmati di repertorio (a volte in computer graphics) e decine e decine di testimonial soddisfatti che con aria sognante descrivono i prodigi del prodotto reclamizzato; nelle seconde , se penso al successo di Home Shopping Europe / MediaShopping raramente si vedono testimonial: anzi, il prodotto viene mostrato in funzione, con un tizio che lo usa in diretta (mitico il World Tool Case ) e una voce fuori campo che ti fa tutto il social engineering del caso.

    Persino la cara (a me no!) vecchia (questo sì) Wanna Marchi, nelle sue fortunatissime televendite ha fatto solo parzialmente uso dei testimonial (erano per lo più lettere del pubblico che venivano lette): la vera fortuna l'ha fatta simulando telefonate in diretta: l'aleatoria soddisfazione del pubblico non veniva comunicata per sentito dire ma era sbattuta in faccia direttamente.

    Quando si fa web (pur sfruttando il web un modello di comunicazione diverso da tv, radio, paper), non si può totalmente dimenticare la cultura dell'utenza cui ci rivolgiamo. Il popolo italiano è quello dell' a ME non MI frega nessuno: un prodotto, un servizio, un soggiorno in hotel, glielo devi presentare minuziosamente, facendo sì ricorso alla sintesi (che sul web premia sempre) ma neanche bombardarlo di grassetti e h2 inframezzando i paragrafi con bottoni Paypal e form di iscrizione ad una newsletter.

    Se non fosse ancora sufficientemente chiaro, ho espresso personali opinioni, e le mie vogliono essere obiezioni costruttive a corollario del titolo del topic "Stile madri?" , anche perchè se Catone è pronto ad allacciare le scarpe a Madri, io sono pronto a lustrargliele

    Citazione Originariamente Scritto da lukas
    Io quando mi sono iscritto al corso Madri ho apprezzato molto la sua landing page ed è per quella bella landing page piena di informazioni che mi sono iscritto.
    Credo che a seconda del target in Italia devi sviluppare una landing page diversa.
    Sicuramente. E ripeto che è l'ultima delle mie intenzioni criticare il madri-style. Sto semplicemente cercando di capire se è l'unico modo possibile di creare landing page che in italia assicurino conversion di riguardo.
    Domanda veloce. Se tu dovessi fare una landing per il tuo sito, ti ispireresti a quelle di Madri? Presumo di si. E faresti bene. Ti farebbe piacere però che venisse aperto un thread sul Forum GT in cui ci si chiede se sei cliente o clone di Madri?


    Cordialmente,
    Stuart
    210720082115

  15. #15
    User L'avatar di Obeah Man
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Messaggi
    98
    Recentemente ho avuto modo di fare un piccolo test.

    Per cominciare direi che per creare una buona landing (page o mini-sito che sia) è necessario considerare, oltre al bene/servizio di cui tratta, da dove arriva il visitatore.

    Io considero due macro categorie:

    1. PPC dai motori di ricerca

    2. banner e messaggi DEM

    La differenza maggiore sta nel tempo che il visitatore sarà disposto a dedicarci.

    Nel caso del PPC questo tempo sarà verosimilmente maggiore dal momento che è egli stesso che sta cercando qualcosa.
    In questo caso la scelta del mini sito o landing in stile madri mi sembra più appropriata.

    Nel secondo caso invece, voglio approfittare dell'occasione che il visitatore mi dà puntando sulla brevità del messaggio e sull'incisività. Non posso e non voglio dimenticare che chi vede la mia pagina è lì "per caso".

    Tornando al mio test.

    Campagna PPC. Associate alle stesse keywords ed al raggiungimento dello stesso numero di clicks ho alternato tre diverse landing.

    La prima era una pagina con una particolare attenzione all'aspetto grafico, testo ridotto al minimo indispensabile ed incentrato sul prodotto e relativa call to action.

    La seconda era una pagina in stile madri (vogliamo dire all'americana?) con le caratteristiche che conosciamo tutti.

    La terza era un mini sito con atterraggio sulla pagina maggiormente incentrata sul prodotto, un paio di pagine di approfondimento ed una pagina che presentava l'azienda.

    I risultati migliori sono venuti proprio da questa terza soluzione.

    Con questo nulla voglio togliere allo stile di madri che certo sa quello fà.

    Bless,
    Obeah Man
    obeahman.info: sounds spammy, doesn't it?

  16. #16
    Moderatore L'avatar di dechigno
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,454
    Sarebbe interessante sapere che percentuali di successo che ottengono le diverse tipologie di landing page...

    In questo modo potremmo analizzarne le differenze (vantaggi e svantaggi) ed infine creare un "nuovo modo di fare landing", cioè di convertire la visita in azione...

  17. #17
    Esperto L'avatar di piernicola
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Rabat
    Messaggi
    384

    Re: stile madri?

    Citazione Originariamente Scritto da Tymba
    se è ot o sconveniente cancellate questa discussione (ecco così mi sono parato il c__o heheh)

    www. tecniche-di-memoria.com/

    è una mia impressione o questo è lo stile usato da madri per fare le landing?

    magari è un cliente oppure è uno che copia lo stile.
    Almeno potevi lasciarmi il link!

    Cmq ti do l'interpretazione autentica.

    Non ho "copiato" lo stile di Madri perché è un modo di scrivere che utilizzo da anni, anzi ho scritto parecchie cosette in Inglese per clienti stranieri (in Italia non pagano per questo genere di cose ).

    Se è simile a qualcosa scritta da Enrico è semplicemente perché abbiamo scritto insieme una pagina di promozione ad un corso e ne ho utilizzato dei pezzi (così come i box di sottoscrizione all'autoresponder).

    Aggiungo che la pagina non è definitiva ma un test (infatti non è sul mio sito principale).

  18. #18
    Esperto L'avatar di piernicola
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Rabat
    Messaggi
    384
    Citazione Originariamente Scritto da dechigno
    Sarebbe interessante sapere che percentuali di successo che ottengono le diverse tipologie di landing page...

    In questo modo potremmo analizzarne le differenze (vantaggi e svantaggi) ed infine creare un "nuovo modo di fare landing", cioè di convertire la visita in azione...
    Personalmente con quel tipo di Landing Pages ho sempre avuto molto successo (altrimenti farei altro).

    Il test in questione ha una ottima percentuale di conversione su ppc e su visite targettizzate (non dico quanto ma superiore al 1%) mentre fa schifo su visite non qualificate.

    (edit: ho appena scoperto che parte delle visite "non qualificate" forse provengono da una click fraud, quindi non fa testo)

  19. #19
    Esperto L'avatar di piernicola
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Rabat
    Messaggi
    384
    Citazione Originariamente Scritto da Stuart
    E' interessante quindi osservare che, agli occhi degli addetti ai lavori, verrà considerato un clone di Madri. Nel caso specifico, il link proposto da nbriani risolve ogni enigma, ma in generale? Chi segue gli insegnamenti di webmarketing di Madri è destinato a essere -ingiustamente- considerato un clone?
    Capisco il tuo ragionamento ma non credo che chi ha un particolare stile si debba "preoccupare" più di tanto.

    Credo che il problema sia più di chi esprime un giudizio approssimativo che di chi lo subisce. Ma ovviamente sono mie convinzioni.



    P.S. Il commento non si intende rivolto a Tymba (che a quanto pare è una colonna portante del forum e che ringrazio per l'interessamento), è una semplice considerazione generica.

  20. #20
    Esperto L'avatar di Stuart
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Località
    Torino
    Messaggi
    3,877
    Ciao piernicola , benvenuto sul Forum GT

    Citazione Originariamente Scritto da piernicola
    Capisco il tuo ragionamento ma non credo che chi ha un particolare stile si debba "preoccupare" più di tanto.
    Credo che il problema sia più di chi esprime un giudizio approssimativo che di chi lo subisce. Ma ovviamente sono mie convinzioni.
    Il mio dubbio riguardo al mood del post iniziale era anche molto influenzato dal fatto che si stesse analizzando lo stile di un sito legittimo senza il dovuto contradditorio. Contradditorio che, grazie al tuo intervento, ora c'è stato.


    Cordialmente,
    Stuart
    210720082115

  21. #21
    User Attivo L'avatar di ArkaneFactors
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Località
    Antipodi
    Messaggi
    1,481
    Citazione Originariamente Scritto da Stuart
    Madri.com organizza dei corsi di webmarketing. Ho ragione di credere che siano anche molto validi.
    Tra le tecniche di webmarketing insegnate c'è anche quella della creazione di landing-pages, secondo il modello americano (mi sembra che si sia tutti più o meno d'accordo sul fatto che questo tipo di landing sia in auge oltreoceano da almeno 6 anni).
    Forse volevi dire obsoleto oltreoceano da almeno 6 anni. <g>

    A me quel modello di landing page lì, ultralunga e infarcita di (pseudo)testimonial e altre info non verificabili, fa molto sito-imbonitore-che-sta-cercando-di-persuadermi-ad-acquistare-snake-oil. Di solito premo Back entro i primi 5 secondi. Altro che iscrivermi alla newsletter...

    Poi, oh, ogni scarrafone è bell' a madri sua...

  22. #22
    Esperto L'avatar di Stuart
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Località
    Torino
    Messaggi
    3,877
    Citazione Originariamente Scritto da ArkaneFactors
    Forse volevi dire obsoleto oltreoceano da almeno 6 anni
    Uhm.... no... volevo dire in 'uso' più che in auge, visto che se ne trovano ancora facilmente nei siti USA.... poi ho lasciato auge...suonava meglio

    Cordialmente,
    Stuart
    210720082115

  23. #23
    Esperta L'avatar di Fuffissima
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Messaggi
    923
    Citazione Originariamente Scritto da ArkaneFactors
    Forse volevi dire obsoleto oltreoceano da almeno 6 anni. <g>

    A me quel modello di landing page lì, ultralunga e infarcita di (pseudo)testimonial e altre info non verificabili, fa molto sito-imbonitore-che-sta-cercando-di-persuadermi-ad-acquistare-snake-oil. Di solito premo Back entro i primi 5 secondi. Altro che iscrivermi alla newsletter...
    Anche io ho sviluppato questa strana "allergia" alle landing troppo aggressive.

    Credo però che non si tratti di una semplice questione di moda e di obsolescenza.
    Quotando gli interventi di Stuart, tengo a ribadire che il modello proposto è palesemente pensato per un "substrato culturale" differente, abituato a messaggi più diretti e più "forti".
    Per quanto una landing american style possa portare a risultati migliori rispetto ad una pagina generica, senza dubbio potrebbe essere rivisto e migliorato di molto alla luce della maggiore diffidenza tipica della cultura europea. A dire la verità non è neppure necessario effettuare un test per provare la fondatezza di questi presupposti

    Per rendere meglio l'idea che una promozione in stile americano può dare ad un italiano, provate a dare un'occhiata al sito http://www.miracleblade.com/ e ditemi che ne pensate del titolo che promuove il prezzo finale rispetto al valore della merce - A value of $230 for only $39,95! ()

    A me ad esempio pare davvero troppo poco credibile un ribasso superiore all'80%, ma per un americano si tratta di un'offerta appetibile e iper conveniente. Non voglio dire che questo tipo di comunicazione non funzioni, ma probabilmente puntare su leve differenti darebbe risultati superiori al di fuori degli States.
    I'm Nothing™ - -> NON CLICCARE <-

  24. #24
    User
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Località
    Parma
    Messaggi
    169
    Citazione Originariamente Scritto da Fuffissima
    Per quanto una landing american style possa portare a risultati migliori rispetto ad una pagina generica, senza dubbio potrebbe essere rivisto e migliorato di molto alla luce della maggiore diffidenza tipica della cultura europea. A dire la verità non è neppure necessario effettuare un test per provare la fondatezza di questi presupposti
    Non sono molto d'accordo sul fatto che non sia necessario testare.

    Che degli addetti ai lavori abbiano il fastidio per un certo tipo di landing page non significa che non possano funzionare.

    Mi risulta che Madri testi e ritesti anche varie lunghezze di landing, minisiti, etc.

    E se sceglie di continuare a scrivere tanto non credo lo faccia per abitudine quanto perché, a quanto pare, per lui funziona così.

    E funziona anche tra gli addetti ai lavori, visto che in uno dei suoi corsi che ho frequentato tutti che dicevano "mah, non mi piace lo stile troppo aggressivo"... eppure avevano pagato mille euro a testa per essere lì
    Partecipa anche tu al sondaggio dei porcellini! :-)

    Homer: Kids, you tried your best and you failed miserably. The lesson is, never try. :D

  25. #25
    Moderatore L'avatar di dechigno
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,454
    Citazione Originariamente Scritto da copyone
    E funziona anche tra gli addetti ai lavori, visto che in uno dei suoi corsi che ho frequentato tutti che dicevano "mah, non mi piace lo stile troppo aggressivo"... eppure avevano pagato mille euro a testa per essere lì

  26. #26
    User Attivo
    Data Registrazione
    Dec 2004
    Località
    abito sulla luna e ogni volta che mi telefono è un'interrurbana
    Messaggi
    2,413
    porco cane che vespaio che ho suscitato.
    prima di tutto chiedo scusa se qualcuno si è sentito offeso! (e per primo all'autore del sito che abbiamo il piacere di avere tra di noi, benvenuto!)

    in seconda battuta ho iniziato questo 3d (che, mea culpa, poi mi sono dimenticato) per avviare una discussione su quel partioclare stile di landing che si trova più volte in giro per il web proprio per capire che conversione si ottiene.

    sorry again per la mia cattiva capacità di esprimermi, non era affatto un'accusa.

  27. #27
    User Attivo L'avatar di Catone
    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    2,729
    Beh il tuo post è stato positivo sono venuti fuori molti interventi quindi continua così!
    Lexitrad.it - Traduzioni per studi legali e comunicazione integrata

  28. #28
    User Attivo
    Data Registrazione
    Dec 2004
    Località
    abito sulla luna e ogni volta che mi telefono è un'interrurbana
    Messaggi
    2,413

  29. #29
    Esperto L'avatar di piernicola
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Rabat
    Messaggi
    384
    Citazione Originariamente Scritto da Catone
    Beh il tuo post è stato positivo sono venuti fuori molti interventi quindi continua così!
    Infatti, anche per me è positivo.

    E vorrei a questo punto "espandere" la discussione e renderla concreta.

    Ecco due punti che a mio avviso andrebbero analizzati.

    Il primo è quello esposto da ArkaneFactors:

    ultralunga e infarcita di (pseudo)testimonial e altre info non verificabili
    E' un punto che mi fa pensare molto in quanto nonostante il fatto che si tratti di testimonianze vere (nel caso specifico sono state prese da una mailing list che gestisco ed i personaggi sono conosciuti), non sono verificabili.

    In passato ho provato a mettere i dettagli per rendere le persone reperibili per un "controllo", ma non mi va di ledere la privacy dei miei clienti ANCHE se mi autorizzassero in quella direzione.

    Voi come vi comportereste?


    Un altro punto interessante è il fatto che tutti parlino di "adattare alla mentalità locale" ma nessuno entra nello specifico.

    Cosa andrebbe a vostro avviso fatto per "adattarsi" alla mentalità locale?
    Io ho sempre lavorato online e sempre con quello stile (dal 2000).
    Ma sono pronto a cambiarlo per migliori risultati.

    Tenendo presente che tra i miei obiettivi c'è anche quello di filtrare e tenere fuori alcune tipologie di persone.

    E' una mia scelta di business, discutibile ma personale.

    Grazie dei consigli,
    Piernicola

  30. #30
    Esperto L'avatar di piernicola
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Rabat
    Messaggi
    384
    Citazione Originariamente Scritto da Catone
    Il concetto di landing, del tutto in una pagina, a volta mi sembra incoerente con i principi di copywriting per il web, la dissonanza cognitiva, la confusione, di cui si parlava qualche post fa è sempre in agguato e io mi sto sempre più convincendo che il modello vincente fra qualche mese sarà il minisito di tre/quattro pagine costruito secondo il principio della piramide capovolta (prima l'essenziale e poi il secondario) con, appunto, una pagina generale generica e delle pagine secondarie ottimizzate non più per i motori di ricerca, ma per le categorie di utenti che potrebbero navigare la pagina principale.

    Idee buttate lì...
    Ho ricevuto questa osservazione anche io dal mio consulente attuale ed infatti stiamo ultimando il minisito da mettere al posto di quello che c'è ora.

    Sarà online tra un paio di giorni e tra qualche mese vi farò sapere.

    Personalmente sono dubbioso, ma visto che quello è un sito test sono ben felice di provare qualcosa di nuovo e portarne a casa l'insegnamento.

    Come dice sempre un famoso consulente americano che ho la fortuna di avere come amico: "non posso permettermi di avere un ego, costa troppo"

  31. #31
    Esperta L'avatar di nelli
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Località
    Firenze
    Messaggi
    1,829
    Segui nelli su Twitter Aggiungi nelli su Facebook Aggiungi nelli su Linkedin
    Citazione Originariamente Scritto da Tymba
    porco cane che vespaio che ho suscitato.
    prima di tutto chiedo scusa se qualcuno si è sentito offeso! (e per primo all'autore del sito che abbiamo il piacere di avere tra di noi, benvenuto!)

    in seconda battuta ho iniziato questo 3d (che, mea culpa, poi mi sono dimenticato) per avviare una discussione su quel partioclare stile di landing che si trova più volte in giro per il web proprio per capire che conversione si ottiene.

    sorry again per la mia cattiva capacità di esprimermi, non era affatto un'accusa.
    MA SCHERZI??? ce ne fossero di più di interventi che spingono come il tuo!! ti dobbiamo solo RINGRAZIARE
    saluto ovviamente anche piernicola, siamo molto contenti di avere avuto le sue risposte

    a questo punto mi sembra che le opzioni siano 2:

    landing page più o meno "stile madri" (giusto per capirsi) ma da adattare allo stile italiano (anche se non è stato chiarito come).

    vs

    minisito di 3-4 pagine con una pagina generica ma mirata e altre di approfondimento / dettaglio

    chi la vincerà?

    una domanda per chi non è praticissimo di landing: dove le posizionate?
    Il mio blog di web marketing: www.elenafarinelli.it

  32. #32
    Esperto L'avatar di alexs2k
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Taranto
    Messaggi
    2,107
    ciao ragazzi ....che bel topic... quasi quasi dico la mia....

    Innanzitutto credo, da quello che ho letto, che si stia un pò troppo generalizzando e mi spiego meglio.....

    Credo che sia un tantino azzardato parlare di differenza di "conversione" tra landing page e minisiti senza specificarne gli obiettivi e prima di ogni altra cosa "il settore"....

    Concordo col fatto che ciò che funziona in USA non è detto che funzioni in Italia.....
    ....come sono convinto che in italia ciò che funziona per vendere corsi di inglese potrebbe non funzionare per vendere mozzarelle...
    ....è davvero difficile dunque individuare la giusta metodologia da applicare il maniera orizzontale a tutti i settori....

    Anche io sto scrivendo delle landing page (primissima esperienza) rifacendomi al metodo "madri" (proprio perchè la loro landingpage ha "incastrato" anche me )...

    ....vi dirò che trattandosi di un settore completamente diverso le difficoltà che incontro non riguardano la forma ma il contenuto e cioè ciò che ci scrivo...
    ...qualunque "forma" vogliamo adottare senza un "contenuto persuasivo" non credo IMHO faremmo tanta strada....

    Riassumendo le cretinate che ho detto: non dovremmo forse concentraci a testare i "contenuti"?

    p.s. non è ammesso il lancio di insalata

    ciao ragazzi, buona giornata
    Alessandro Sportelli

  33. #33
    Esperto L'avatar di piernicola
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Rabat
    Messaggi
    384
    Citazione Originariamente Scritto da alexs2k
    ....come sono convinto che in italia ciò che funziona per vendere corsi di inglese potrebbe non funzionare per vendere mozzarelle...
    ....è davvero difficile dunque individuare la giusta metodologia da applicare il maniera orizzontale a tutti i settori....
    Ottima considerazione, complimenti!

    In effetti se dovessi scrivere una scheda prodotto di un PC probabilmente non inizierebbe con "hai mai provato l'emozione di tornare a casa con un PC nuovo di zecca e non vedi l'ora di spacchettarlo e metterlo in funzione?" (anche se tutto sommato tanto male non è )

    Nei casi specifici miei e di madri vendiamo informazioni, e quindi ci rivolgiamo a persone in cerca di informazioni.... che non disdegnano di leggersi mezz'ora di pagina di vendita.

    E' una generalizzazione che mi viene da 5, 6 anni di esperienza nella vendita in internet di corsi/prodotti/etc.

    Sono sempre pronto a cambiare idea, ma per ora la lunghezza ha premiato.

    Piernicola

    P.S. Ovviamente dipende anche da persona a persona, con i miei vecchi clienti la lettera di vendita è "ué, è uscito un nuovo prodotto, costa X, ti serve?"

  34. #34
    Non iscritto
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Messaggi
    794
    Premesso che trovo utili tutti gli spunti letti in questa discussione, vorrei uscire dal seminato e cogliere un altro aspetto.

    Vi siete mai chiesti perché tutti prendano in giro Wanna Marchi, ma lei ha fatto i milioni?
    Vi siete mai chiesti perché tutti dicono di voler cancellare i reality show, intanto quelle trasmissioni fanno share da paura?
    Vi siete mai chiesti perché tutti dicono di non amare il calcio, poi gli stadi sono stracolmi?

    Noi troppo spesso sui forum discutiamo tra noi, ci confrontiamo, diciamo ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, ma scordiamo una cosa fondamentale.

    Gli utenti di Internet, prima di essere visitatori e navigatori, sono persone, con una loro testa, che usano come gli pare, fregandosene di ciò che secondo noi è giusto o sbagliato.

    Che voglio dire?

    Che non c'è una landing giusta ed una sbagliata, una tenere ed una aggressiva, una vuota ed una piena. C'è una landing giusta per quel tipo di visitatore, per quel tipo di servizio, per quel contesto.

    A volte bisogna essere "stra-commerciali", a volte è meglio essere soft. A volte bisogna avere una pagina con tutte le informazioni inline, a volte le informazioni accessorie devono stare fuori, a piramide rovesciata (che è un concetto vecchio di anni, molti anni, molti più della Rete).


    1) fai una landing
    2) metti un sistema di tracking
    3) alimenta con una campagna di pay per click per un paio di settimane
    4) controlla
    ...
    ripeti (o metti in parallelo) con una landing di tipo diverso


    Quando poi farai un secondo progetto per un altro cliente, rifai tutti i test. Ti potrà stupire verificare che cambiando il settore, cambia il risultato.
    Come dire: cambiando l'ordine degli addendi, cambia il risultato.

    [...rumore di fradefra che scappa per evitare i pomodori....]

  35. #35
    Moderatore L'avatar di dechigno
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,454
    Citazione Originariamente Scritto da fradefra

    1) fai una landing
    2) metti un sistema di tracking
    3) alimenta con una campagna di pay per click per un paio di settimane
    4) controlla
    ...
    ripeti (o metti in parallelo) con una landing di tipo diverso
    Sono perfettamente d'accordo, tranne che per un'unica cosa...
    secondo me, un vero test (con sistema di tracking) per essere affidabile dev'essere eseguito sempre in parallelo... infatti il contesto temporale (sempre a mio avviso) risulta essere un fattore determinante...

  36. #36
    Non iscritto
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Messaggi
    794
    Citazione Originariamente Scritto da dechigno

    Sono perfettamente d'accordo, tranne che per un'unica cosa...
    secondo me, un vero test (con sistema di tracking) per essere affidabile dev'essere eseguito sempre in parallelo... infatti il contesto temporale (sempre a mio avviso) risulta essere un fattore determinante...
    Se è per lo stesso progetto, sì, lo penso anche io.

  37. #37
    Esperto L'avatar di alexs2k
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Taranto
    Messaggi
    2,107
    Citazione Originariamente Scritto da fradefra
    Quando poi farai un secondo progetto per un altro cliente, rifai tutti i test. Ti potrà stupire verificare che cambiando il settore, cambia il risultato.
    Come dire: cambiando l'ordine degli addendi, cambia il risultato.
    Grande Fradefra....almeno so di non aver scritto una caxxxta
    Alessandro Sportelli

  38. #38
    Esperto L'avatar di Stuart
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Località
    Torino
    Messaggi
    3,877
    Citazione Originariamente Scritto da fradefra
    Vi siete mai chiesti perché tutti prendano in giro Wanna Marchi, ma lei ha fatto i milioni?
    Perchè, stando a quanto la Giustizia italiana ha recentemente appurato, li estorceva.
    Prima di arrivare all'estorsione, ha sviluppato un modello nuovo di televendita, improntata sul social-engineering più puro (sia che vendesse creme anticellulite --- "ciccione fate schifo e vostro marito vi lascerà!!"--- sia che vendesse riti voodoo. Inoltre ha scelto ottimamente il target: anche qui sempre il medesimo, ossia la gente che ha problemi (di peso, di calvizie, di soldi, di salute, di sfiga generica).

    Sulle landing Usa/Madri: un approccio aggressivo e 'urlato', può sicuramente avere impatto su una gran fetta di audience, ma dipende cosa si vende. Per una lozione anticalvizie probabilmente mi orienterei su questo tipo. Per un hosting, un software (serio), un servizio probabilmente mi orienterei verso la creazione di un minisito. Il tempo di creazione è lo stesso (insomma + o -) e mi consentirebbe un maggior dettaglio su prodotto.

    Citazione Originariamente Scritto da fradefra
    Vi siete mai chiesti perché tutti dicono di voler cancellare i reality show, intanto quelle trasmissioni fanno share da paura?
    Ottimo spunto. I reality sono stati una ventata di freschezza nel panorama Tv italiano, prima del GF1 abbastanza stantìo e soddisfavano una serie di impulsi incosci dell'individuo: voyeurismo e il mito dello sconosciuto che diventa famoso.
    Lo share degli ultimi reality (GF, Music Farm...) è stato infinitamente più basso delle aspettative. Indice probabilmente che il pubblico ne è assuefatto.

    Sulle landing Usa/Madri: anche qui secondo me c'è da mettere in conto una sorta di assuefazione a questo stile. 5 anni fa una determinata forma comunicativa mi affascinava. Vederla ora applicata in italia mi fa dire "Ah!".

    Citazione Originariamente Scritto da fradefra
    Vi siete mai chiesti perché tutti dicono di non amare il calcio, poi gli stadi sono stracolmi?
    Il calcio è il calcio
    E il calcio si vende da solo. Mai visto uno spot suggerire esplicitamente "andate allo stadio". Non ce n'è bisogno.

    Sulle landing Usa/Madri: crea un servizio / prodotto innovativo che possa interessare ad una vasta fetta di pubblico (bambini, donne, uomini, anziani, teenager..) e si venderà da solo.


    Citazione Originariamente Scritto da fradefra
    Che non c'è una landing giusta ed una sbagliata, una tenere ed una aggressiva, una vuota ed una piena. C'è una landing giusta per quel tipo di visitatore, per quel tipo di servizio, per quel contesto.
    Sono d'accordo, e non sono l'unico a quanto pare.
    Utopisticamente parlando sarebbe necessaria una landing diversa per ogni visitatore, che in qualche modo tenga conto della sua sensibilità, del suo vissuto, delle sue aspettative, dei suoi desideri.


    Citazione Originariamente Scritto da fradefra
    1) fai una landing
    2) metti un sistema di tracking
    3) alimenta con una campagna di pay per click per un paio di settimane
    4) controlla
    ...
    ripeti (o metti in parallelo) con una landing di tipo diverso
    E' ciò che, se non ho capito male, farà a breve Piernicola sul sito preso in esame ad inizio topic e sono certo che ne condividerà ---almeno in parte, non è che possa venire sul Forum a dire i fatti suoi --- i risultati.


    Cordialmente,
    Stuart
    210720082115

  39. #39
    User Attivo L'avatar di Catone
    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    2,729
    Concordo con quanto detto da Fradefra anche se faccio notare che qui cerchiamo, laddove possibile, di creare delle linee guida (parola grossa, forse meglio dei consigli) generiche che funzionino nel caso medio.

    Ora so che qualcuno mi assalirà e mi dirà che non esiste nel web un "caso medio". Io rispondo, che è vero, ma che comunque vi sono dei principi generali applicabili a tutte le situazioni.

    E sono proprio questi che mi piacerebbe tirare fuori in tutti i post, mi pare che qui abbiamo raggiunto lo scopo.

    Quanto agli esempi citati noto una contraddizione, oltre a vendere una prima volta la landing deve permettere di reiterare l'azione. D'accordo se vendo una pelliccia o un'automobile posso essere soddisfattissimo anche se il cliente non tornerà da me la prossima volta. Ma se la landing promuove un oggettino da 10 euro, perdere il cliente significa di fatto un mezzo fallimento. E quindi molti degli esempi fatti da Fradefra cadono in questa contraddizione (reality in primis, i dati di ascolto vedono la trasformazione da spettacolo di massa a spettacolo di quasi nicchia), con un'eccezione Wanna Marchi, che è riuscita a reiterare l'acquisto, ma con una modalità estorisiva e quindi non mi sento di prenderla come esempio statisticamente rilevante.

    D'accordissimo quando si dice che bisogna provare, testare e valutare ogni tipo di landing.
    In effetti, spesso, è solo l'osservazione empirica che permette di definire la struttura più adatta allo scopo, si parte dall'intuizione su quale possa essere la strategia più adatta (quanto ad una landing), ma si deve testare anche la strategia opposta e quella intermedia.

    Infine noto che pochi hanno parlato del linguaggio, della sintassi, della grammatica, del gergo. Indipendentemente dallo stile della landing, americano, di Madri o qualsiasi altro, se la landing non è scritta bene, senza errori, se non genera curiosità e fiducia in pochi istanti è perdente, sempre.

    Quindi nel mio piccolo dico, cerchiamo di scrivere il miglior testo possibile, corretto, ricco di spunti e che faccia innamorare il potenziale cliente del nostro prodotto, che gli ispiri fiducia e onestà e poi valutiamo tutti gli altri aspetti delle landing.
    Lexitrad.it - Traduzioni per studi legali e comunicazione integrata

  40. #40
    Non iscritto
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Messaggi
    794
    Citazione Originariamente Scritto da Catone
    ...Infine noto che pochi hanno parlato del linguaggio, della sintassi, della grammatica, del gergo. Indipendentemente dallo stile della landing, americano, di Madri o qualsiasi altro, se la landing non è scritta bene, senza errori, se non genera curiosità e fiducia in pochi istanti è perdente, sempre....
    Questo non l'ho detto, perché l'ho abbondamente ribadito nel mio intervento al SES di Milano e quindi sono più che d'accordo.
    La comunicazione è sempre su più livelli. Le immagini, i colori, i testi. Ed i testi non sono gli ultimi per importanza, tutt'altro.

  41. #41
    User Attivo L'avatar di Catone
    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    2,729
    Lo immagino Fra! Ma purtroppo al SES non ci sono potuto andare, mi mancano alcune slide da leggermi tra cui le tue!

    Lexitrad.it - Traduzioni per studi legali e comunicazione integrata

  42. #42
    Esperto L'avatar di piernicola
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Rabat
    Messaggi
    384
    Citazione Originariamente Scritto da Catone
    Quanto agli esempi citati noto una contraddizione, oltre a vendere una prima volta la landing deve permettere di reiterare l'azione. D'accordo se vendo una pelliccia o un'automobile posso essere soddisfattissimo anche se il cliente non tornerà da me la prossima volta. Ma se la landing promuove un oggettino da 10 euro, perdere il cliente significa di fatto un mezzo fallimento. E quindi molti degli esempi fatti da Fradefra cadono in questa contraddizione (reality in primis, i dati di ascolto vedono la trasformazione da spettacolo di massa a spettacolo di quasi nicchia), con un'eccezione Wanna Marchi, che è riuscita a reiterare l'acquisto, ma con una modalità estorisiva e quindi non mi sento di prenderla come esempio statisticamente rilevante.
    Ovviamente dipende da cosa intendi per "perdere" il cliente.

    Non ritorna più sul sito?
    Acquista una volta e poi non continua ad acquistare?

    Faccio un esempio personale.

    Madri ha organizzato due seminari con me da cui sono nati due videocorsi dei relativi eventi.

    Le landing avevano due obiettivi:
    1) iscrizione all'autoresponder con un minicorso (vero, con quattro lezioni selezionate e non 4 email che dicevano "frequenta il corso" )
    2) acquisto del seminario/video

    E' vero che con quel tipo di sito non si offre una risorsa consultabile nel tempo e che "fidelizzi" il cliente, ma se almeno uno dei due obiettivi del sito è raggiunto allora la sua necessità cessa di esistere.

    Ed una volta raggiunto questo obiettivo sta a te.

    Dipende dalla qualità del tuo prodotto e dalla tua capacità di gestire le relazioni con i clienti.

    E dipende da quanto sei in grado di far si che le aspettative che crei siano in linea con ciò che i clienti riceveranno.

    Buon week end,
    Piernicola

  43. #43
    L'avatar di Giorgiotave
    Data Registrazione
    Oct 2004
    Località
    Monasterace
    Messaggi
    40,598
    Visita il canale Youtube di Giorgiotave
    Enrico Madrigrano ribadisce sempre il concetto e l'importanza dello split-test.

    Quello è solo uno stile di landing page che rende un TOT.

    Noi ce ne possiamo inventare altre 10000, l'importante è testare come dice spesso anche Fradefrà.

    Testare quella landing in contemporanea con le altre, muovendo un solo fattore per vedere come cambia tutto


  44. #44
    Esperto L'avatar di piernicola
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Rabat
    Messaggi
    384
    Citazione Originariamente Scritto da piernicola

    Ho ricevuto questa osservazione anche io dal mio consulente attuale ed infatti stiamo ultimando il minisito da mettere al posto di quello che c'è ora.

    Sarà online tra un paio di giorni e tra qualche mese vi farò sapere.
    Eccolo qui, mancano ancora degli elementi ma è già online

    http://www.tecniche-di-memoria.com

    Appena ho dei dati vi faccio sapere come va,
    Piernicola

  45. #45
    Esperto L'avatar di Stuart
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Località
    Torino
    Messaggi
    3,877
    Citazione Originariamente Scritto da Giorgiotave
    Enrico Madrigrano ribadisce sempre il concetto e l'importanza dello split-test.
    Citazione Originariamente Scritto da piernicola
    Eccolo qui, mancano ancora degli elementi ma è già online
    http://www.tecniche-di-memoria.com

    Appena ho dei dati vi faccio sapere come va,
    Piernicola
    Mia opinione. Molto meglio di prima.
    Ovviamente secondo il mio personalissimo modo di vedere le landing

    Sarà interessante vedere se aumenta la percentuale di conversione.


    OT: figo l'uso del sIFR per i titoli.


    Cordialmente,
    Stuart
    210720082115

  46. #46
    Esperto L'avatar di piernicola
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Rabat
    Messaggi
    384
    Citazione Originariamente Scritto da Stuart

    Mia opinione. Molto meglio di prima.
    Ovviamente secondo il mio personalissimo modo di vedere le landing

    Sarà interessante vedere se aumenta la percentuale di conversione.


    OT: figo l'uso del sIFR per i titoli.


    Cordialmente,
    Stuart
    Girerò i complimenti a chi di dovere (anche se legge questo forum e quindi lo sa ).

    Per me è un esperimento ed il sito mi piace MOLTO di più di prima (lo avevo fatto da solo come test).

    Aspettiamo le conversioni...

    Piernicola

  47. #47
    Moderatore L'avatar di dechigno
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,454
    Ottimo! Tienici informati... così possiamo "testare" come va rispetto alle landing stile "Americano"...

    Grazie per la tua disponibilità a condividere le tue esperienze con l'intero forum...

  48. #48
    L'avatar di Giorgiotave
    Data Registrazione
    Oct 2004
    Località
    Monasterace
    Messaggi
    40,598
    Visita il canale Youtube di Giorgiotave
    Grazie piernicola per condividere con noi questi dati, è un bene prezioso la condivisione delle informazioni per crescere tutti insieme


  49. #49
    Esperto L'avatar di piernicola
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Rabat
    Messaggi
    384
    Citazione Originariamente Scritto da Giorgiotave
    Grazie piernicola per condividere con noi questi dati, è un bene prezioso la condivisione delle informazioni per crescere tutti insieme

    Grazie a voi dei suggerimenti!

  50. #50
    User
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    Rome
    Messaggi
    517
    Citazione Originariamente Scritto da Fuffissima
    Per rendere meglio l'idea che una promozione in stile americano può dare ad un italiano, provate a dare un'occhiata al sito http://www.miracleblade.com/ e ditemi che ne pensate del titolo che promuove il prezzo finale rispetto al valore della merce - A value of $230 for only $39,95! ()

    A me ad esempio pare davvero troppo poco credibile un ribasso superiore all'80%, ma per un americano si tratta di un'offerta appetibile e iper conveniente. Non voglio dire che questo tipo di comunicazione non funzioni, ma probabilmente puntare su leve differenti darebbe risultati superiori al di fuori degli States.
    Ciao, ti dico la verità, anche io ero convinto che questo modello americano non convinca molto...quando mi dicono:" e solo in 10 giorni ha cambiato vita e ora ha una Ferrari"... sono automaticamente portato a cambiare pagina, si sa che gli statunitensi sono più creduloni come popolo rispetto agli europei, molto più diffidenti, per non parlare degli italiani poi.
    Però ti devo dire, che il sito dei coltelli mi ha fatto venire voglia di comperarli subito..dico davvero, non ho letto niente, ho visto solo il video, lo so che non può essere verità quello che vedo ma..essendo un appassionato di cucina e avendo molti problemi con i miei coltelli, sono anche disposto a credere ad una bugia palese, per quel prezzo così basso.

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.