Il Castello di Villandry è posizionato nell’omonima cittadina di circa mille abitanti, nella regione di Centre Val de Loire. Il Castello è famoso in tutto il mondo oltre per la sua bellezza architettonica e il suo meraviglioso stile, anche per i suoi magnifici giardini. Vi consigliamo di scoprire questo magnifico castello e i suoi giardini prenotando un tour Valle della Loira con visita a Villandry.

Il Castello di Villandry è l’ultimo dei grandiosi castelli rinascimentali costruiti sulle rive del fiume “Loire”, infatti, fu realizzato nel 1532 da Jean Le Breton seguendo lo stile e i principi allora in voga, il quale rase al suolo un vecchio castello conservando solo la vecchia torre che ancora oggi si può ammirare alle spalle del cortile principale. Questa meravigliosa opera architettonica rimase per oltre due secoli alla famiglia Le Breton, per poi passare nel 1754 nelle mani del Marchese de Castellane, il quale realizzò le dependances ai lati del cortile anteriore e ridisegnò l’interno del castello adeguandolo agli standard di comfort di quel periodo, ed infine, nel 1906 fu acquistato dal dottor Carvallo, bisnonno degli attuali proprietari, che spese somme ingenti per la ristrutturazione dell’edificio e per la realizzazione di quelli che vengono considerati i più bei giardini del mondo.

Il Castello, il quale nel 2009 è stato classificato come Turismo di Qualità dal Ministero del Turismo, è celebre per i suoi giardini, ammirati ogni anno da migliaia di turisti provenienti da ogni parte del mondo. I giardini, distribuiti su tre livelli, ricostruiscono un tipico giardino francese del XIV secolo e combinano estetismo ed armonia. Questi giardini sono divisi in diverse terrazze, ciascuna con le proprie caratteristiche, infatti, passeggiando tra i suoi viali troviamo il giardino ornamentale, con i primi quattro quadranti che simboleggiano l’amore e altri che rappresentano simbolicamente la musica, il giardino dell’acqua, dove si può ammirare lo straordinario specchio d’acqua, il giardino dei semplici, che comprende piante aromatiche e medicinali, e l’orto ornamentale, che mescola fiori ed ortaggi in diversi motivi geometrici.