AGENZIA PROMOTER: ALESSANDRO MELUZZIPRESENTA IL LIBRO "FOLLIE. STORIE DI DELITTI E DI CASTIGHI"ALL'UNIVERSITÀ PONTIFICIA SALESIANA DI TORINO
Il noto psichiatra e opinionistatelevisivo Alessandro Meluzzi insieme al professor Ezio Risotti, si occupadell'organizzazione degli interessanti incontri dedicati ai "Dialoghi tra scienza e fede" per"i Martedì culturali dell'Unireba"che si svolgono dal 21 al 28 Maggio 2013, nel contesto istituzionale dellafacoltà di scienze dell'educazione dell'Università Pontificia Salesiana a Torino.Di recente Meluzzi, è intervenuto in conferenza dinanzi ai detenuti del carceredi San Vittore a Milano e affiancato dal manager Salvo Nugnes Direttore di AgenziaPromoter, ha parlato sul tema "Uomo,famiglia e società" ricevendo una calorosa accoglienza.

Martedì 28 Maggio alle ore 18.00presso l'Aula Don Bosco in Piazza Conti di Rebaudengo 22 a Torino, Meluzzipresenta il libro "Follie. storie didelitti e di castighi" (Politeia) che già dalla copertina con larievocazione dell'opera artistica di Goya "Saturno che divora i suoi figli" accentra l'attenzione suun'icona di archetipa ferocia e spietatezza. Viene affrontato il discorso sulmale così come si evince dal fascino sempre più morboso e pervasivo, che vieneesercitato sul pubblico dalle storie di sangue più efferate.
Come afferma Andrea Gripponell'introduzione "Ci siamoassuefatti alle cattive notizie e anzi spesso andiamo oltre l'assuefazione e lanostra nera curiosità ci conduce verso l'ossessione di sapere tutto".

Le pagine della cronaca in questianni si sono riempite di argomenti, che appartengono al giornalismo dellacronaca nera diventando il fulcro della stampa e dell'informazione popolare eacquisendo notevole rilevanza comunicativa e massmediologica. Per Meluzziriflettere sulla psicologia e sull'antropologia del "male" significa anche rivolgere uno sguardo critico eanalitico sulla natura profonda dell'uomo, sulle sue emozioni e motivazionispesso oscure e misteriose.
Meluzzi spiega "Il libro tratta di fatti ed eventi di cuitutti serbano il ricordo recente e che ancora spesso abitano il presente dellacronaca e forniscono anche occasione e spunti di meditazione e di speranza. Nell'universodell'animo umano luce e buio coabitano in un eterno inesorabile chiaroscuro".