Oggi a Bologna, su Via Amedeo Parmeggiani, si discuteva della nuova Giulia con gli amici della concessionaria. Nello specifico si confrontava la nuova nata in casa Alfa con le principali rivali, la Mercedes AMG C63 e la BMW M3 . Si tratta praticamente di una sfida epica, parliamo di tre colossi automobilistici, Alfa Romeo, BMW e Mercedes.I 510 CV dell’Alfa Romeo Giulia equipaggiata con il V6 3.0 di concezione Ferrari hanno tutte le carte in regola per rivaleggiare con i 436 CV della BMW M3 (che ha un “sei in linea” turbo da 3 litri) e i 510 del 4.0 V8 biturbo che equipaggia la Mercedes Mercedes AMG C63 S (di cui esiste anche la versione C63 con 476 CV).Nonostante le tedesche abbiano dalla loro una tradizione specifica consolidata che risale a fine anni 80, la Giulia mette sul piatto una meccanica raffinata, portando un’italiana al confronto diretto con i mostri sacri come non accadeva dai tempi della Lancia Thema 8.32.L’Alfa sulla carta è la più veloce con una punta velocistica – 320 km/h dichiarati – fino a poco tempo fa riservata alle sole supercar; la Mercedes segue a quota 290 km/h, la BMW si ferma a 250 km/h autolimitati. Sullo scatto i 3”9 dell’Alfa Romeo “bruciano” di un soffio i 4”1 della Mercedes e i 4”1 della BMW.Le sensazioni offerte dalle tre si preannunciano molto forti. Un confronto su strada sarà d’obbligo, ma questo potrà avvenire solo nel nella primavera del 2016 quando l’Alfa Romeo Giulia arriverà sul mercato, e meno male che ho la concessionaria sotto casa, su via Amedeo Parmeggiani!