Sono tante le novità che caratterizzano la trentesima edizione di Effetto Venezia, in programma a Livorno nel Quartiere Venezia dal 29 luglio al 2 agosto 2015. A cominciare dal sito internet www.livorno-effettovenezia.it, completamente rinnovato nella veste grafica, nei servizi offerti agli utenti e nei contenuti.

Il portale contiene al suo interno tutte le informazioni inerenti al programma della manifestazione, come le schede relative agli spettacoli, nonché i dettagli in merito ai servizi utili offerti per quanti parteciperanno a Effetto Venezia.

Il sito è stato pensato e progettato anche per continuare a essere attivo oltre la durata della manifestazione. È stata, infatti, prevista la possibilità di archiviare le passate edizioni del festival all’interno del portale. Inoltre, il sito web è stato realizzato per essere attrattivo e fruibile allo stesso modo sia dai livornesi sia dai turisti che non conoscono la zona. Proprio per questo, il sito è arricchito con una sezione interamente dedicata alla descrizione della città e delle location che ospiteranno gli eventi, con le peculiarità culturali, storiche, architettoniche.

A questo proposito è stata ideata un’altra novità: un virtual tour del quartiere Venezia accessibile dal sito, con la possibilità di visitare in modo tridimensionale, con la tecnologia di Street View, tutti gli angoli e le emergenze dell’area che ospiterà Effetto Venezia, per valorizzarla e farla apprezzare ai turisti nel migliore dei modi, dando luce a palazzi, teatri e al porto, entrando nelle chiese, come la Chiesa di San Ferdinando e la Chiesa di Santa Caterina, e tra le mura della Fortezza Nuova e della Fortezza Vecchia. Sarà, inoltre, inserito nel portale un video realizzato dall’alto attraverso un drone, che mostrerà l’intero quartiere da una prospettiva suggestiva del tutto originale.

Infine, il sito è mobile friendly, fruibile in modo ottimale anche da qualsiasi dispositivo mobile, tablet o smartphone, oltre che da computer.
Per quanto riguarda la manifestazione, durante il festival sarà attiva come ogni anno una redazione di giornalisti ad hoc che seguirà in tempo reale il festival, realizzando video, interviste e articoli, aggiornando il portale in tempo reale con contenuti sempre nuovi.

Un altro aspetto innovativo è la maggiore integrazione del portale con i canali social, come la pagina Facebook, che in pochi giorni ha superato abbondantemente i nove mila ‘mi piace’. È attivo anche il social network Instagram, con la possibilità offerta agli utenti di inserire fotografie della manifestazione direttamente nella home page del sito. Per accedere al servizio, basta scattare una fotografia e caricarla sul social network con l’hashtag #effettovenezia: le immagini sono inserite in automatico sul sito ufficiale della manifestazione.

Il sito web è stato realizzato da Gianluigi Guarnotta, art director, e sviluppato dall’agenzia Zaki Design.

La manifestazione Effetto Venezia è promossa dal Comune di Livorno con la collaborazione del Teatro Goldoni, con il contributo di Regione Toscana, Fondazione Livorno, Port Authority Livorno, BancaCras, e con il sostegno di CIR Food, Benetti, OLT Offshore LNG Toscana, Monte dei Paschi di Siena, Mukki, Porto di Livorno 2000, Toremar, Lusben.

Per quanto riguarda il programma, si alterneranno sul palco concerti di artisti livornesi d’eccellenza: Nada (2 agosto), Bobo Rondelli ( 30 luglio), Karima (29 luglio), Roberto Luti dei Playing for Change ( 31 luglio), Gary Baldi Bros (1° agosto). Tra gli ospiti anche Platinette. In calendario, inoltre, eventi di musica classica: Modo Antiquo diretto dal livornese Federico Maria Sardelli, e Favole in Musica, concerto per pianoforte dedicato alle favole per i bambini del pianista livornese Gabriele Baldocci, accompagnato dalla voce di Amanda Sandrelli. Ancora, spazio al cinema, alle mostre fotografiche, all’artigianato e all’enogastronomia.