Fare web marketing per un’impresa turistico alberghiera è assodato essere oramai una strada dalla quale non si può più in alcun modo prescindere. Questo vale anche per le destinazioni. La crisi ha particolarmente accentuato alcune esigenze di gestire con maggior attenzione il proprio business e le relazioni con i propri mercati. Le tecnologie, che da un lato imperversano con sempre nuove innovazioni, contribuiscono in maniera determinante a individuare nuove strade e nuovi metodi di lavoro. Ma non sempre queste sono conosciute come si dovrebbero, spesso è errato l’approccio alle stesse, il più delle volte manca una visione strategica dell’utilizzo delle innovazioni disponibili sul mercato.
E molto acceso è il dibattito su quanto introdurre e praticare attività di web marketing possa contribuire concretamente al revenue dell’impresa. C’è molto scetticismo tra gli operatori, molti dei quali non credono ad esempio all’efficacia delle attività di social media marketing o che stentano a comprendere il peso che ha oggi la web reputation e come si possa andare oltre la semplice valutazione delle tariffe dei concorrenti per ottimizzare i propri risultati.

A molti dei quesiti aperti e agli argomenti caldi che interessano o dovrebbero stimolare l’attenzione di imprenditori, hotel manager, revenue manager e di quanti si occupano di web marketing turistico, è dedicato il prossimo WHR Web Hotel Revenue Seminar - http://www.webhotelrevenue.com - in programma a Roma dal 9 all’11 dicembre 2010.
All’atteso evento formativo si incontreranno gli esperti protagonisti indiscussi delle strategie del 21 secolo in fatto tecnologie, revenue e ospitalità: i rappresentati di Rate Tiger, Blastness, Globres, Expedia, Trivago, Lastminute.com, saranno sul palco per parlare di revenue e web marketing. Con loro ci saranno altri illustri ospiti: interverranno infatti l’Isnart (Istituto Nazionale di Ricerche Turistiche), Serenissima Informatica, Trust You, Evols, Gestione Albergo, BookingBlog. Attesa anche la presenza di Google, Facebook, Tripadvisor, FastBooking.

Il programma prevede il primo giorno argomenti sul tema “Fare Revenue, Hotel Revenue strategico-operativo: nuovi trend, strategie e strumenti”, il secondo giorno incentrato più sui territori con “Revenue Italia, Marketing, Brand & Hospitality Management per le destinazioni”, e per ultimo il “Revenue tra presente e futuro, Web, Mobile e Social Media Marketing: i risultati del Web e l’impatto sul Revenue”.

Insomma sul tavolo ci sarà che da discutere su molti punti chiave tra i quali:
• Il prezzo basso aumenta la domanda o sposta solo la clientela?
• Benchmarking: efficacia o danno?
• Analisi del dato storico e forecasting
• Flessibilità delle politiche commerciali ed invenduto
• Velocità di prenotazione: analisi del Pick-up
• Tariffa bassa o Revenue?

• Competitive set: competitori o partner?
• Il Revenue crea una destinazione?
• Italia: siamo all’anno “0″ del Revenue
• Benchmarking a consuntivo sul territorio
• Osservatorio del turismo – dati 2009/2010
• Web Marketing per le destinazioni
• Revenue e risorse umane

• Web Reputation per il Revenue
• Brand Reputation: amplificatori dei valori positivi o negativi
• UGC: il cliente come nuovo commerciale
• Mobile Marketing
• Social Media Marketing: scelta o necessità?
• Vendita attraverso i Social Media
• GDS passato o futuro?

Coloro che sono interessati a questi temi non dovrebbero perdersi la partecipazione al WHR, credo possa essere una importante occasione di crescita, di informazione e scambio...quindi di relazioni professionali che possono contribuire a svolgere meglio il proprio lavoro in ambito sia revenue che di web marketing.