+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 50 di 99

Calcolo retribuzione netta contratto a progetto

Ultimo Messaggio di Lua il:
  1. #1
    User
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    13

    Calcolo retribuzione netta contratto a progetto

    Salve a tutti

    Vorrei sapere come si calcola la retribuzione di un contratto a progetto.
    Nel caso specifico per avere uno stipendio netto di € 1.100,00 quanto dovrebbe essere lo stipendio lordo?
    Da una ricerca su internet ho trovato che l'aliquota previdenziale della gestione separata per il 2010 è del 27%; mentre per quanto riguarda l'aliquota irpef dovrei considerare un aliquota media del 25%.
    Addizionale regionale 1,6% ed addizionale comunale 0,6%.
    Qualcuno può aiutarmi?

    Ringrazio in anticipo

  2. #2
    Esperto
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    393
    buongiorno marcobilly
    Per avere un compenso netto di € 1100 mensili il tuo compenso lordo deve essere di circa € 1500 lordi (annuale € 18000). Il calcolo è il seguente.
    compenso lordo € 1500
    meno contributi Inps 8,91% ( 1/3 di 26,72%) € 137
    meno irpef (319-109) € 210
    meno addizionali reg. e com. € 30
    compenso netto € 1127 (circa)
    Sono state considerate solo le detrazioni per lavoro.
    Le addizionali al momento non verranno pagate, ma saranno detratte l’anno prossimo o conguagliate sul 730 o Unico. Il calcolo considera questo reddito come unico e per 365 giorni consecutivi in un anno. I redditi a cavallo di due anni subiscono delle modifiche in base al reddito imponibile di ciascun anno.
    Saluti
    mario

  3. #3
    User
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    13
    Intanto Grazie mille per la risposta.

    Avrei però ancora un dubbio ovvero:

    I 2/3 dei contributi Inps dell'azienda non vengono anche detratti dallo stipendio lordo del progettista? Stipendio che quindi in questo caso sarebbe minore?

  4. #4
    Esperto
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    393
    Buongiorno marcobilly
    No, i 2/3 del contributo Inps sono a carico del datore di lavoro ed il compenso non subirà questa detrazione. Rimane a tuo carico solo 1/3 del contributo.
    Saluti
    mario

  5. #5
    User Newbie
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    milano
    Messaggi
    2
    Mi intrometto nella discussione per chiedere una cosa a Mario che mi sembra molto competente.
    E' la prima volta che lavoro con un contratto a progetto e non so che netto mensile chiedere.
    Generalmente avevo un contratto CCNL commercio da 1700 euro netti mese.

    Considerando che con un contratto a progetto non ho: 13esima, 14esima, TFR, ferie, ROL, malattia, non avrò la possibilità futura di chiedere un'eventuale sussidio di disoccupazione.....ecc

    Quanto dovrei chiedere di stipendio netto mensile? il 70-80% in più?

    Grazie mille.

    Gabriele

  6. #6
    Esperto
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    393
    Buongiorno lelazza
    Penso che tu intenda il reddito netto più le mensilità aggiuntive e Tfr che in totale dovrebbe essere di circa € 25000/26000.
    Per avere un compenso annuo netto di questo importo il tuo compenso lordo deve essere di circa € 38400 lordi. Il calcolo è il seguente.
    compenso lordo € 38400:12 = mensile € 3200
    meno contributi Inps 8,91% ( 1/3 di 26,72%) € 285
    meno irpef (800-57) € 743
    meno addizionali reg. e com. € 44 circa
    compenso netto € 2128 (circa) x 12 mesi = € 25536 circa nette
    Anche in questo caso sono state considerate solo le detrazioni per lavoro. Le addizionali regionali e comunali al momento non verranno pagate, ma saranno detratte l’anno prossimo o conguagliate sul 730 o Unico. I redditi a cavallo di due anni subiscono delle modifiche in base al reddito imponibile di ciascun anno.
    Per quanto riguarda le ferie ed i riposi nel rapporto di co.co.pro. non c’è l’obbligo di una presenza specifica, mentre per le altre voci puoi dare un valore forfetario di € 100/200 mensili o a tuo piacere con l’accordo del committente.
    Saluti
    mario

  7. #7
    User Newbie
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    milano
    Messaggi
    2
    Grazie mille Mariovannini.

    Dopo settimane sono riuscito ad avere la risposta che cercavo.

    La ringrazio ancora e le auguro un buon fine settimana.

    Gabriele

  8. #8
    User Newbie
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Località
    torino
    Messaggi
    2

    Calcolo retribuzione co.co.pro

    Volevo chiedere una informazione a Mario. Io percepisco 1400.00 euro netti al mese per 13 mensilita'. Con il calcolo del tfr quanto sarebbe il mio stipendio netto. Volevo un consiglio, su come comportarmi riguardo al contratto, da me stipulato con l'azienda, nel senso che inizialmente, l'impegnativa di assunzione era a tempo indeterminato scritta. Gli ultimi 10 giorni di preavviso, mi ha convocato il nuovo datore di lavoro e mi ha chiesto di accettare un contratto a progetto. Lui si e' giustificato dicendomi che avrebbe ricevuto soldi dalla comunita' europea. Cosa posso fare per tutelarmi?

  9. #9
    Esperto
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    393
    Buonasera luigi12
    Non ho ben compreso la dinamica dei contratti ed in quale tipologia sei adesso inquadrato.
    Ti pregherei di essere più chiaro sulla descrizione di “retribuzione nette di € 1400”. Ritengo che volessi dire € 1400 lordi più eventuale valore teorico del TFR equiparato ad un contratto di lavoro a tempo indeterminato.
    Nella seconda parte del quesito sembra che tu abbia dato le dimissioni, con preavviso dato alla precedente azienda, per essere assunto nella nuova.
    Se hai già firmato il contratto di assunzione a tempo indeterminato, l’azienda non può cambiare il contratto a meno che tu non sia d’accordo, e quindi deve tenere fede agli impegni assunti.
    Nel rapporto a tempo determinato non hai garanzie sul posto di lavoro e quindi al termine del contratto a progetto l’azienda può non rinnovarti, o prolungare, il contratto senza obblighi da parte sua.
    Resto in attesa di tue nuove comunicazioni.
    Saluti
    mario

  10. #10
    User Newbie
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Località
    torino
    Messaggi
    2

    Buonasera Mario

    Volevo precisare riguardo al contratto che io ho, diciamo nella precedente ditta e metalmeccanico piccola industria. E percepisco al netto della busta paga 1400.00 euro cioe' circa 2000.00 euro lordi. La mia curiosita' e sapere quanto dovro' percepire con contratto a co.co.pro. Lo so che lui dovrebbe attenersi al contratto da noi stipulato in precedenza e so benissimo che potrei inpuntarmi. Ma con quale esito, iniziare un rapporto di lavoro con attriti fin dall'inizio. Ho gia chiesto al sindacato ma mi e' stato detto di fare buon viso a cattivo giuoco. Ho anche detto che mi sarei aspettato di iniziare a lavorare con quello che si era concordato all'inizio. Ma mi e' stato detto che con questo tipo di contratto loro avrebbero avuto dei soldi dalla comunita' europea e che quindi avrebbero risparmiato. Diciamo che non mi e' mai capitato in tutta la mia vita lavorativa una ditta simile. E sinceramente spero di andarmene il prima possibile. Purtroppo loro hanno cambiato il tutto 10 giorni prima della fine del mio preavviso. E se io dicessi di no al co.co.pro. potrebbero non assumermi? Cosa potrei fare io? Grazie

  11. #11
    Esperto
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    393
    Buonasera luigi12
    Se il tuo reddito attuale lordo annuale è di circa € 26000 (2000x13) e quello netto € 18200 più valore Tfr di € 1800 circa per un totale di € 20000 annuale, il calcolo sarà il seguente.
    compenso lordo co.co.pro da concordare € 28000
    meno contributi Inps 8,91% ( 1/3 di 26,72%) € 2494
    meno irpef (6287-1017) € 5270
    meno addizionali reg. e com. € 400 circa (dipende dalla residenza)
    compenso netto annuale € 19836 circa, netto mensile per 12 mesi € 1653.
    Sono state considerate solo le detrazioni per lavoro. Le addizionali regionali e comunali al momento non verranno pagate, ma saranno detratte l’anno prossimo o conguagliate sul 730 o Unico. I redditi a cavallo di due anni subiscono delle modifiche in base al reddito imponibile di ciascun anno.
    Per quanto riguarda le ferie ed i riposi nel rapporto di co.co.pro. non c’è l’obbligo di una presenza specifica.
    Se rifiuti il co.co.pro. sono obbligati ad assumerti, con ricorso al giudice e con i tempi lunghi. Sicuramente nel nuovo posto di lavoro, però, avrai un periodo di prova, anche se minimo, al termine del quale possono licenziarti. Controlla questa clausola nella tua lettera di assunzione come dipendente.
    In ogni caso, come dici, è meglio accettare la proposta in attesa che la situazione si evolva in meglio.
    Il finanziamento della Comunità Europea legato ad un contratto a progetto è solo una sciocchezza.
    Per quanto riguarda la risposta non puoi ricevere messaggi privati in quanto la tua casella risulta piena.
    Saluti
    mario

  12. #12
    User Newbie
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Località
    torino
    Messaggi
    1
    salve a tutti!
    ho appena stipulato un contratto a progetto ma non conoscerò il suo valore netto prima di fine gennaio 2011, perciò mi rivolgo a lei.

    nella parte del corrispettivo è scritto testuali parole:

    per la realizzazione del progetto viene pattuito di corrispondere a XXX la somma lorda di 22.000 euro. il pagamento avverrà a mezzo bonifico bancario a decorrere dal 28 gen 2011.

    sugli importi erogati verranno effettuate le ritenute fiscali previdenziali ed assistenziali nonchè per l'assicurazione contro gli infortuni secondo quanto prescritto dalle norme di legge.

    nella quantificazione del corrispettivo si è tenuto conto, come previsto dall'art. 63 del dgls 276/2003, della quantità e qualità del lavoro e dei compensi corrisposti normalmente per analoghe prestazioni di lavoro autonomo.



    non ho famiglia a carico, ho 27 anni, domiciliato a torino ma residente a rende (CS).

    mi sapreste dire quale sarà il mio netto ed eventualmente se potrei aver diritto a qualche detrazione (spese mediche etc...)?

  13. #13
    Esperto
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    393
    buongiorno s.donato
    Il calcolo sull’intero compenso annuale è di seguito indicato.
    compenso lordo € 22.000
    meno contributi Inps 8,91% ( 1/3 di 26,72%) € 1960
    meno irpef (4811-1169) € 3642
    compenso netto € 16398 (22000-1960-3642)
    Il compenso netto dovrà essere diviso per 12 mensilità, o altro. Se verranno corrisposte, formalmente, la XIII e la XIV il riparto dell’irpef potrebbe subire delle modeste modifiche.
    Sono state considerate solo le detrazioni per lavoro.
    Non ho inserito la trattenuta per le addizionali regionali e comunali perché al momento non verranno pagate, ma saranno detratte l’anno prossimo o conguagliate sul 730 o Unico del 2012.
    Addizionali regionali Calabria 2009 (1,4%) € 281
    Addizionali regionali Rende 2009 (0,80%) € 160
    Il contributo Inail dipende dal tipo di rischio che verrà determinato. Potrebbero essere circa € 50/70 annuali.
    I redditi a cavallo di due anni subiscono delle modifiche in base al reddito imponibile di ciascun anno. Nel tuo caso il calcolo si svolge interamente nel 2011.
    Le altre deduzioni dal reddito (assicurazioni vita, prestazioni sanitarie e medicinali, e molte altre) devono essere detratte dal reddito annuale in sede di dichiarazione (UNICO o 730) e l’eventuale credito può essere chiesto a rimborso (nel 730) oppure, a scelta, può essere riportato all’anno successivo, utilizzato per pagare altre imposte o chiesto a rimborso (UNICO).
    Saluti
    mario

  14. #14
    User Newbie
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    1
    Buonasera Mario,
    Scusa se ti disturbo ma vorrei approfittare della tua competenza e soprattuto pazienza.
    Sono un cassa integrato e proprio in questi giorni mi è stato offerto un contratto di lavoro a progetto.
    Ammetto che sono totalmente ignorante in materia avendo avuto per 10 anni un contratto a tempo indeterminato.
    Mi è stata fatta un'offerta e vorrei chiederti delucidazioni in merito.
    Mi è stato proprosto un lordo di 24.200 + 300 euro di rimborso spese mensile nette.
    Dal foglio conteggio di conversione che mi è stato inviato risulta che il netto mensile è pari a 1921 euro e quindi 96,78 nette giornaliere. Ovviamente facendo un calcolo a 20 giornate lavorative al mese. La retribuzione lorda annua è calcolata invece a 220 giornate lavorative. E' giusta la cifra al netto che mi è stata riferita?
    Inoltre con un contratto a progetto ho letto che i 2/3 dei versamenti INPS sono a carico dell'azienda mentre 1/3 a carico del lavoratore.
    Per quel 1/3 devo fare qualcosa io???Se sì come? Scusa l'ignoranza ma non sò proprio come funzionano questi maledetti contratti a progetto.

    Grazie in anticipo per la risposta...

  15. #15
    Esperto
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    393
    buongiorno maudit77
    Non ho compreso il riferimento ai 220 giorni. Nel calcolo fiscale valgono i giorni di reddito, nel senso che se si dichiara il reddito per l’intero anno bisogna indicare 365 giorni e non quelli effettivamente lavorati nell’ambito di un periodo continuativo, a meno che questo non risulti da altri documenti (per fare alcuni esempi: CUD del datore di lavoro, apertura o chiusura partita Iva, termine contratto di locazione, ecc.).
    Comunque il calcolo, per l’intero anno, è il seguente e presumendo che il rimborso spese (?) non entri nel calcolo dell’imponibile.
    Dal lordo di € 24200 devi detrarre i contributi Inps a tuo carico (1/3 di 26,72%).
    compenso lordo € 24200
    meno contributi Inps € 2156
    meno Irpef € 4250 (5352-1102)
    meno addizionali regionali e comunali circa € 420.
    Compenso netto € 17374 (24200-2156-4250-420)
    Compenso mensile per 12 mesi € 1448 più € 300 = € 1748 totale netto mensile.
    Come detto in altre occasioni se il reddito è cavallo di due anni il calcolo sarà diverso a causa delle detrazioni e dell’importo dell’imponibile.
    Le addizionali verranno pagate l’anno successivo.
    Il rapporto di co.co.pro. è simile a quello di lavoro dipendente e per l’INPS a tuo carico, come per i versamenti irpef, provvederà il tuo datore lavoro che a febbraio dell’anno successivo ti rilascerà il CUD. Se non hai altri redditi o spese da portare in detrazione non sei obbligato a fare il 730 o l’UNICO.
    Saluti
    mario

  16. #16
    User Newbie
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Località
    Italia
    Messaggi
    1
    Salve a tutti,
    Ho avuto una proposta lavorativa su Milano come consulente informatico, il contratto proposto e un contratto a progetto per 3 mese, quanto dovrrei chiedere per questo tipo di contratto se il mio costo giornaliere (come libero profesionista) e di 260euro+IVA

    Grazie in anticipo per la vostra risposta.
    Saluti

  17. #17
    User Newbie
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Località
    Napoli
    Messaggi
    3
    Ciao MarioVannini,
    mi rivolgo a te in quanto ho notato che sei molto esperto nel fatto di calcoli lordo/netto.
    Vorrei capirne di più a riguardo, specialmente nel come calcolare le varie detrazioni.
    Dal contributo lordo annuale vanno detratti i contributi INPS (i 2/3 di 26,72%) giusto?
    Quello che non mi è chiaro è come calcolare l'IRPEF; quella sottrazione che fai non mi è molto chiara.
    Le addizionale comunali/regionali come le calcolo? variano da regione a regione e da comune a comune immagino no?

    Attendo tuo cortese riscontro in merito.

    Grazie mille e buone feste.

    Valerio

  18. #18
    Esperto
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    393
    Buongiorno adil1307
    Se il compenso giornaliero è di € 260 (fattura a terzi?) presumibilmente il tuo compenso mensile è di € 5720 e per 3 mesi di € 17160.
    Il calcolo come lavoro a progetto, per tre mesi, è il seguente.
    compenso lordo € 17160
    meno contributi Inps a tuo carico (8,91%) € 1529
    meno Irpef € 3295 (3620-325)
    meno addizionali regionali e comunali circa € 300.
    Compenso netto € 12036 (17160-1529-3295-300)
    Compenso mensile per 3 mesi € 4012.
    Il calcolo è stato fatto con detrazioni per un periodo di tre mesi. In questo caso le detrazioni sono minime. Se, invece, il compenso fosse stato riferito a soli tre mesi (busta paga) l’irpef sarebbe stata molto più alta (circa € 1600 mensili) per effetto dell’applicazione dell’aliquota marginale più elevata.
    Le addizionali verranno pagate con conguaglio al termine del contratto.
    Il conteggio riproporzionato con un compenso netto da lavoratore autonomo non è proponibile per le seguenti varianti:
    - il contributo Inps del 26,72% è interamente a tuo carico
    - le imposte ed i contributi vengono pagati sul reddito netto (reddito lordo meno costi dell’attività, contributi previdenziali, ammortamenti, ecc.)
    - Il reddito netto si riferisce ad un periodo di tassazione annuale e non di tre mesi.
    Senza conoscere tutti questi dati, e che conoscerai solo al termine dell’esercizio, non è possibile fare un raffronto.
    Spero di essere stato chiaro.
    Saluti
    mario

  19. #19
    Esperto
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    393
    Buongiorno valerix
    Il calcolo si sviluppa in questi termini.
    - contributo Inps a tuo carico 8,91% pari ad un terzo del 26,72%. I restanti due terzi sono a carico del datore di lavoro. Questi contributi sono deducibili dal reddito.

    - Detrazioni irpef
    a - redditi fino a € 8000 la detrazione è di € 1840

    b – redditi da € 8000 fino a € 15000 il calcolo è il seguente. 1338+(502x(15000-reddito imponibile/7000). es. con reddito di € 10000 = 1338+(502x(15000-10000)/7000=1338+358

    c – redditi dal € 15000 fino a € 55000 il calcolo è il seguente. 1338+(55000-reddito imponibile/40000). es. con reddito di € 30000 = 1338x(55000-30000)/40000 =836

    d – redditi oltre € 55000 detrazioni zero.

    Questi sono i calcoli principali delle detrazioni. In ogni caso le detrazioni non possono scendere sotto € 690 per rapporti di lavoro a tempo indeterminato e ad € 1380 per rapporti di lavoro a tempo determinato. Ci sono poi altre piccole detrazioni aggiuntive per redditi tra € 23000 e € 28000.
    Queste detrazioni vanno applicate al lordo delle imposte Irpef calcolate secondo gli scaglioni di imposta del 23% fino a € 15000, del 27% oltre € 15000 fino a € 28000, del 38% oltre € 28000 fino a € 55000, ecc.

    - Le addizionali regionali e comunali si applicano sullo stesso imponibile irpef e se risulta dovuta l’irpef.
    Ogni regione e comune ha la sua aliquota. Ad esempio Campania 1,40% e Napoli 0,50%.
    Saluti
    mario

  20. #20
    User Newbie
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Località
    Napoli
    Messaggi
    3
    Buongiorno Mario,
    ti ringrazio tantissimo della esauriente spiegazione.

    Ti chiedevo queste cose per capire quanto mi ritroverei a fronte di una proposta lavorativa.
    Mi sono stati offerti 2400 euro lordi mensili e vorrei capire che tipo di netto in busta mi ritroverò a fine mese; mi è stato detto che mi ritroverei 1700 euro circa (quindi il 27% in meno circa). Potresti confermarmi quanto mi hanno detto facendomi vedere i calcoli necessari (assunzione a progetto regione lazio).

    Ti ringrazio e ti auguro buone feste.

    Valerio

  21. #21
    Esperto
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    393
    Buonasera valerix
    Il calcolo sull’intero compenso annuale è di seguito indicato considerando un reddito annuale di 28.800 (2400X12)
    compenso lordo € 28.800
    meno contributi Inps 8,91% ( 1/3 di 26,72%) € 2566
    meno irpef € 5481 (6483-1002)
    compenso netto € 20753 (28800-2566-5481)
    Il compenso netto dovrà essere diviso per 12 mensilità pari a € 1729 mensili.
    Sono state considerate solo le detrazioni per lavoro.
    Le addizionali regionali e comunali al momento non verranno pagate, ma saranno detratte l’anno prossimo o conguagliate sul 730 o Unico del 2012.
    Addizionali regionali Lazio 2009 (1,4%) € 367 annuali
    Addizionali regionali Roma 2009 (0,50%) € 131 annuali
    Il costo del contributo Inail a tuo carico dipende dal tipo di rischio che verrà determinato. Potrebbero essere circa € 50 annuali.
    I redditi a cavallo di due anni subiscono delle modifiche in base al reddito imponibile di ciascun anno. Nel tuo caso il calcolo si svolge interamente nel 2011.
    Saluti
    mario

  22. #22
    User Newbie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Modena
    Messaggi
    2

    tassazione contratto a progetto

    Buongiorno Mario,
    sono nuova e leggendo le tue risposte penso che tu sia in grado ti rispondere alla mia domanda!
    Ho firmato un contratto a progetto con una società di 3 mesi.
    Retribuzione lorda (per tre mesi) 2250,00 (750 al mese).
    Sapresti dirmi al netto quanto sarebbe?
    Ti ringrazio molto

    Valentina

  23. #23
    Esperto
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    393
    Buonasera ValeCoku
    Il calcolo del tuo compenso netto è il seguente.
    Contributi Inps € 200 (8,91% di € 2250)
    Imponibile Irpef € 2050 (2250-200)
    Irpef € zero in quanto l’imposta di € 472 è inferiore al minimo delle detrazioni pari a € 1380.
    Il tuo compenso netto è quindi di € 2050 (2250-200)
    Saluti

    mario

  24. #24
    User Newbie
    Data Registrazione
    May 2011
    Località
    pavia
    Messaggi
    4

    richiesta calcolo lordo annuale da netto come autonomo

    Gentilissimo Mario,
    ho letto le tue competenti risposte e ti chiederei di dedicarmi per un attimo la tua professionalità.
    Mio marito ingegnere elettronico, finora dipendente, deve sottoporre una proposta economica per un lavoro di tipo informatico (seguire alcuni progetti nuovi e attività manutentive abituali) di durata per ora annuale. Non gli è stato detto con quale tipo di rapporto, se co.co.pro. o con partita IVA.
    Abbiamo fatto alcuni calcoli e vorremmo arrivare ad un netto mensile intorno ai 4.800€, che includerebbe già 13a, 14a, TFR ecc. non più percepiti .
    Potresti calcolarci quanto dovrebbe richiedere come compenso annuale come co.co.pro. oppure con partita iva, per arrivare a tale netto? Spero di essere stata chiara.
    Grazie per la tua disponibilità.
    Roberta

  25. #25
    User Newbie
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Modena
    Messaggi
    2
    Grazie molte Mariovannini,
    mi sei stato veramente d'aiuto!
    ciao ciao

  26. #26
    Esperto
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    393
    Buonasera Robertapavia
    Invio il calcolo richiesto come co.co.pro.
    Il compenso lordo iniziale è di € 103.000.
    Dal compenso si deve detrarre il contributo INPS gestione separata a tuo carico.
    compenso lordo € 103.000
    meno contributi Inps 8,91% ( 1/3 di 26,72%) € 9177
    imponibile IRPEF € 93822
    IRPEF su imponibile netto € 33513
    Addizionali regionali Lombardia 2011 (0,91%) € 1221
    Addizionali comunali Pavia € 544.
    compenso netto € 58484 (103000-9177-33513-1221-544)
    Il contributo Inail dipende dal tipo di rischio che verrà determinato. Potrebbero essere circa € 1000 annuali di cui 1/3 a tuo carico.
    Il compenso netto mensile è di € 4846 (58484-333:12)
    Sono state considerate solo le detrazioni per lavoro. Nel tuo caso € zero.
    Le addizionali regionali (€ 1221) e comunali (€ 544) al momento non verranno pagate, ma saranno detratte l’anno prossimo o conguagliate sul 730 o Unico del 2012, o al termine del progetto.
    Comunque i redditi a cavallo di due anni subiscono delle modifiche in base al reddito imponibile di ciascun anno. Nel tuo caso il calcolo si svolge teoricamente nel 2011.
    Per la seconda parte del quesito ci sono da fare delle considerazioni.
    Con l’apertura di una Partita Iva il contributo Inps del 26,72% è completamente a tuo carico, ma sarà deducibile dal tuo reddito.
    Esempio
    Compenso lordo € 128000
    Meno contributi INPS 26,72% pari a € 34200
    Imponibile Irpef € 93800.
    Il resto del calcolo Irpef e addizionali è lo stesso.
    Compenso netto circa € 58500 (128000-34200-33513-1221-544).
    Come detto in altre occasioni questo è un calcolo che si riferisce ad una situazione di normale attività annuale. Nel caso di primo anno di attività i contributi Inps saranno pagati, e quindi deducibili, nell’anno successivo comportando, nei primi due anni di attività, degli scostamenti di pagamento contributi e di imposte.
    Inoltre dal compenso lordo di € 128000 puoi detrarre tutti i costi inerenti l’attività. Questo determina una diminuzione dell’imponibile fiscale e contributivo e quindi delle imposte e contributi, con aumento del reddito netto.
    Spero di essere stato chiaro. Se hai una idea dei costi dell’attività si può determinare un nuovo imponibile.
    Saluti
    mario

  27. #27
    User Newbie
    Data Registrazione
    May 2011
    Località
    pavia
    Messaggi
    4
    Gentilissimo Mario,
    ho passato una settimana a interpellare consulenti del lavoro e commercialisti, e senza ottenere risultati precisi! Ti ringrazio veramente tantissimo e non so come potrei sdebitarmi! Se hai bisogno qualche consulenza informatica, ovviamente mio marito è disponibile.
    Solo due domande:
    per ottenere un netto di € 5500 come ci hanno consigliato, per ovviare ai minori contributi rispetto al reddito dipendente, alla necessità di assicurazione professionale, al rischio disoccupazione etc., dovrei rifare i tuoi calcoli, mantenendo le stesse percentuali per arrivare al lordo?
    Inoltre, ci hanno detto che nella gestione separata, sia come co.co.pro. che come autonomo, c'è un massimale di circa 25.000€ ad anno solare per il pagamento dei contributi. E' ancora valida la norma ed è applicabile nel nostro caso?
    Mille grazie ancora!
    Roberta

  28. #28
    User Newbie
    Data Registrazione
    May 2011
    Località
    Ravenna
    Messaggi
    7

    calcolo retribuzione netta

    Buonasera,

    ho trovato questo forum navigando in rete e spero di poter approfittare della vostra gentilezza. Sto cercando in tutti i modi, e senza successo finora, di capire quale sarà la mia retribuzione netta, ovvero quante saranno le liquidità di cui potrò disporre, contando tutte le imposte.
    Ho avuto un contratto di prestazione occasionale da gennaio 2011 ad aprile 2011 compresi, con un compenso di 1250 euro lordi mensili. Adesso, cioè da maggio 2011 compreso e fino a dicembre 2011 compreso dovrei firmare un contratto a progetto per il quale mi si propongono 10.000 euro al lordo delle ritenute fiscali previdenziali e assistenziali, in 8 rate da 1250 euro lordi ciascuna.
    Vorrei sapere quale sarà il mio netto e, se è possibile fare una previsione anche di massima, se troverò delle "sorprese" quando l'anno prossimo andrò a fare la dichiarazione dei redditi. Sono residente a Ravenna, il nucleo familiare è composto solo da me stessa e sono nullatenente. Il mio datore di lavoro stima 1.000 euro circa di netto e sostiene che dovrò detrarre solo 8% di Inps, 5 euro di Inail e 1/3 di Irpef. Invece al sindacato mi hanno detto che dovrei chiedere almeno 1350 euro per avere un netto di 1.000.
    Grazie se potrete aiutarmi,

    Valentina

  29. #29
    Esperto
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    393
    Buonasera robertapavia
    In effetti, dopo un controllo, mi sono accorto che la formula di calcolo non ha considerato il contributo Inps fino al massimale. Sicuramente c’è stato un problema al momento dell’inserimento dei dati.
    In ogni caso il massimale Inps per i contributi co.co.pro. è molto elevato e nel 2011 è di € 93622.
    Ecco i nuovi calcoli.
    -Nel primo caso (rapporto co.co.pro) i contributi massimi che pagherai (8,91% di 93622) sono di € 8342.
    Per avere lo stesso imponibile irpef di € 93822, del primo esempio, la tua retribuzione lorda sarà di € 102.164. Quindi 102164-8342= 93822.
    Per il resto il calcolo è lo stesso.
    -Nel secondo caso (partita Iva) si procederà allo stesso modo.
    Contributi Inps del 26,72% su massimale di € 93622 pari a € 25015.
    Per avere lo stesso imponibile irpef di € 93800, del secondo esempio, il tuo compenso lordo sarà di € 118815.
    Quindi 118815-25015= 93800.
    Per il resto il calcolo è lo stesso.
    Per l’altra risposta il discorso è più complesso.
    La parte di contributi Inps dipendenti che resta a carico del datore di lavoro è più elevata.
    In genere l’aliquota complessiva oscilla tra il 40% e il 42% (IVS, Cig, mobilità, Cuaf, ecc.) di cui solo il 9,19% è a carico del lavoratore. Quindi in genere l’aliquota Inps dipendenti che resta a carico dell’azienda è del 33% circa.
    Inoltre l’accantonamento IVS (pensione) nel caso di co.co.pro. è del 26% mentre quella di lavoro dipendente è del 33% a cui corrisponde, ovviamente, una pensione più elevata.
    Per ovviare a queste differenze di trattamento, pari a circa 1l 15%-16%, dovresti maggiorare il tuo compenso lordo del 27% circa tenendo presente che ad un maggiore compenso corrisponde una maggiore irpef e addizionali.
    Il calcolo teorico considera, pertanto, che se aumenti il compenso del 27% questo compenso subirà una tassazione del 45% circa.
    Quindi 27% di maggiorazione lorda meno 45% di imposte = 15% di maggiorazione netta.
    In ogni caso questi sono calcoli teorici ma che possono servire ad avere una idea degli importi di contribuzione e imposizione sul compenso.
    Devi in ogni caso vedere concretamente se con queste somme riesci ad ottenere delle assicurazioni di valore equivalente.
    Spero di essere stato caro. Se hai dubbi riscrivi.
    Cordiali saluti
    mario

  30. #30
    User Newbie
    Data Registrazione
    May 2011
    Località
    pavia
    Messaggi
    4
    Sei stato chiarissimo, grazie!
    Se non esiste un massimale anche per i contributi da dipendente, ho fatto il conto che attualmente mio marito ha un totale di 35.000 euro di contributi tra i suoi e quelli dell'azienda, quindi rispetto al massimale da autonomo o co.co.pro.,(25.000), mancano 10.000 euro netti, che lordi diventano 14.300, da compensare.
    Ti ringrazio tantissimo per l'aiuto prezioso che mi hai dato!
    Roberta

  31. #31
    Esperto
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    393
    Buonasera Robertapavia
    Scusa se non ho compreso bene il tuo ragionamento.
    Se tuo marito ha un contributo Inps (azienda e dipendente) di € 35000 significa che il suo compenso annuale lordo è di circa € 85000/90000.
    Tieni conto che se il lavoratore è privo di anzianità contributiva al 31.12.95 e si iscrive all’Inps (retribuzione) al 01.01.96 ha il massimale imponibile come gli altri rapporti di lavoro.
    Il massimale che indichi per i contributi co.co.pro di € 25000 circa si riferisce all’Inail (assicurazione infortuni).
    Forse per massimale intendi il totale dei contributi Inps su di redditi co.co.pro.
    Resto in attesa e invio cordiali saluti.
    mario

  32. #32
    Esperto
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    393
    Buonasera ValentinaC
    Invio il calcolo approssimativo.
    Reddito lordo € 10000
    Contributi Inps € 891 (8,91% su 10000)
    Reddito imponibile € 9109 (10000-891)
    Irpef € 937 (2095-1158)
    Addizionale regionale Emilia Romagna € 100
    Addizionale comunale Ravenna € 52
    Reddito netto € 8017 (10000-891-937-100-55)
    Reddito mensile € 1002 circa
    Il contributo Inail forse è di € 100 annuali (rischio minimo) di cui un terzo a tuo carico.
    Le addizionali regionali e comunali verranno pagate l’anno prossimo (conguaglio a fine anno oppure 730 o Unico).
    Per quanto riguarda la dichiarazione dei redditi annuale ti troverai in questa situazione.
    Imposte totali su € 14109 (9109+5000) per irpef e addizionali € 2100 circa
    Imposte già pagate con il rapporto di co.co.pro € 1092.
    Sicuramente il tuo committente con rapporto occasionale ha effettuato la ritenuta d’acconto di € 1000 (20% di 5000) e quindi dal saldo finale potrai detrarre la ritenute subita.
    Conguaglio finale da pagare € 8 (2100-1092-1000)
    Spero di essere stato chiaro.
    Saluti
    mario

  33. #33
    User Newbie
    Data Registrazione
    May 2011
    Località
    pavia
    Messaggi
    4
    Buongiorno Mario,
    in effetti il tuo calcolo sul lordo di mio marito è giusto. Dato che come co.co.pro. non si possono pagare più di 25.000 € di contributi, rimane una differenza in termini di contributi versati di 10.000 €.
    Grazie per la tua pazienza con noi ignoranti!
    Roberta

  34. #34
    User Newbie
    Data Registrazione
    May 2011
    Località
    Ravenna
    Messaggi
    7
    Gentile Mario,

    molte grazie, è stato molto chiaro.
    Se non le è troppo disturbo approfitterei della sua disponibilità per chiederle anche come posso calcolare in autonomia il lordo che voglio raggiungere. Mi spiego meglio: ho ben chiara, ovviamente, la cifra netta che voglio ricevere come stipendio, ma come posso fare i calcoli necessari a trovar il lordo da chiedere al datore di lavoro? Ipotizziamo il caso di un contratto a progetto. Se fosse così gentile da scrivermi le formule, il procedimento per effettuare il calcolo, le sarei grata.

    Saluti,

    Valentina

  35. #35
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jun 2011
    Località
    genova
    Messaggi
    1
    Buonasera,scrivo pe la prima volta e mi auguro possiate essermi d'aiuto per chiarirmi le idee.
    Vengo al dunque.
    Ho sottoscritto da poco un Contratto a Progetto,nel quale è stabilito all'articolo 4 Trattamento Economico" quanto segue:
    "...è stabilito un compenso pari al 10% delle vendite da lui realizzate ed un minimo di € 3000,00 annui,al netto delle ritenute fiscali e previdenziali poste dalla legge a carico del collaboratore."
    Abbiamo pattuito una retribuzione mensile in base al venduto.
    A questo punto mi e vi chiedo:
    se ,per esempio,in un mese vendo per € 30.000,00(I.V.A. esclusa) quanto dovrebbe essere il mio compenso netto?
    E quali sono i conti da fare autonomamente per sapere il netto di ogni mese?
    Grazie.
    Massi

  36. #36
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Località
    Viareggio
    Messaggi
    1

    Compenso lordo annuo/mensile

    Salve a tutti! Io dovrei contrattare il compenso per il mio prossimo lavoro in una nuova società che vorrebbe propormi un contratto a progetto. Avrei intenzione di chiedere un compenso che al netto mensile si aggiri sui 1700 Euro. A quanto ammonterebbe il lordo annuo/mensile con le aliquote attuali? Grazie per la vostra risposta!

  37. #37
    Esperto
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    393
    Buonasera ValentinaC
    Mi scuso per il ritardo nel risponderti.
    Non esiste una formula per calcolare l’importo inverso dal netto al lordo.
    Ti posso solo suggerire un percorso che puoi adattare alle tue esigenze.
    Se hai in mente un importo, per esempio € 2000, devi considerare che su un teorico annuale lordo di € 24000 (2000x12) devi pagare imposte per € 3450 (23% fino a € 15000) ed € 2430 (27% su € 9000) per un totale di € 5880 a cui devi togliere € 1047 di detrazioni, più circa 1,5%-2% per le addizionali Reg. e Com.. In pratica 5880-1047+480= € 5313
    Il netto sarà di € 18687. Se l’importo non ti soddisfa (circa € 1500 mensili nette) devi fare altre prove.
    Quando avrai trovato un reddito netto che ti soddisfa devi trovare il reddito lordo. Per avere un reddito imponibile irpef (al netto INPS) di € 24000 (esempio) devi maggiorare l’importo della ritenuta 8,91% inps a tuo carico.
    Il calcolo è il seguente. € 24000/0,9109 = 26347 (0,9109 è il risultato % di base 100 – 8,91). L’importo di € 26347 è quello da cui devi iniziare a fare i calcoli.
    E quindi € 26347-2347 (8,91% di 26347)=24000

    Il calcolo delle imposte e contributi di cui sopra si sviluppa in questi termini.
    - contributo Inps a tuo carico 8,91% pari ad un terzo del 26,72%. I restanti due terzi sono a carico del datore di lavoro. Questi contributi sono deducibili dal reddito.
    - Detrazioni irpef
    a - redditi fino a € 8000 la detrazione è di € 1840
    b – redditi da € 8000 fino a € 15000 il calcolo è il seguente. 1338+(502x(15000-reddito imponibile/7000). es. con reddito di € 10000 = 1338+(502x(15000-10000)/7000=1338+358
    c – redditi dal € 15000 fino a € 55000 il calcolo è il seguente. 1338+(55000-reddito imponibile/40000). es. con reddito di € 30000 = 1338x(55000-30000)/40000 =836
    d – redditi oltre € 55000 detrazioni zero.
    Questi sono i calcoli principali delle detrazioni. In ogni caso le detrazioni non possono scendere sotto € 690 per rapporti di lavoro a tempo indeterminato e ad € 1380 per rapporti di lavoro a tempo determinato. Ci sono poi altre piccole detrazioni aggiuntive per redditi tra € 23000 e € 28000.
    Queste detrazioni vanno applicate al lordo delle imposte Irpef calcolate secondo gli scaglioni di imposta del 23% fino a € 15000, del 27% oltre € 15000 fino a € 28000, del 38% oltre € 28000 fino a € 55000, ecc.
    - Le addizionali regionali e comunali si applicano sullo stesso imponibile irpef e se risulta dovuta l’irpef.
    Ogni regione e comune ha la sua aliquota.
    Il calcolo è alquanto complesso per chi non abbia una consuetudine dell’argomento e per la variante legata al reddito annuale che può modificare il calcolo netto.
    Se hai altri dubbi riscrivi e se non hai particolari problemi puoi sempre chiedere al forum il calcolo che ti riguarda.
    Cordiali saluti
    mario

  38. #38
    Esperto
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    393
    Buonasera djfabry
    Il lordo ammonta a circa € 2450 ( € 29400 annuali).
    Il calcolo è il seguente
    € 29400 – 8,91% (Inps) = 2620
    Imponibile Irpef e addizionali € 26780 (29400-2620)
    Irpef e addizionali (reg. e com. circa 2% - 2,5%) su € 26780 = € 6340 circa
    Netto annuale € 29400-2620-6340= 20440
    Netto mensile € 1700 circa.
    Cordiali saluti
    mario

  39. #39
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Località
    verona
    Messaggi
    1

    pagamento inps reditto da fonte estera

    Citazione Originariamente Scritto da mariovannini Visualizza Messaggio
    Buongiorno lelazza
    Penso che tu intenda il reddito netto più le mensilità aggiuntive e Tfr che in totale dovrebbe essere di circa € 25000/26000.
    Per avere un compenso annuo netto di questo importo il tuo compenso lordo deve essere di circa € 38400 lordi. Il calcolo è il seguente.
    compenso lordo € 38400:12 = mensile € 3200
    meno contributi Inps 8,91% ( 1/3 di 26,72%) € 285
    meno irpef (800-57) € 743
    meno addizionali reg. e com. € 44 circa
    compenso netto € 2128 (circa) x 12 mesi = € 25536 circa nette
    Anche in questo caso sono state considerate solo le detrazioni per lavoro. Le addizionali regionali e comunali al momento non verranno pagate, ma saranno detratte l’anno prossimo o conguagliate sul 730 o Unico. I redditi a cavallo di due anni subiscono delle modifiche in base al reddito imponibile di ciascun anno.
    Per quanto riguarda le ferie ed i riposi nel rapporto di co.co.pro. non c’è l’obbligo di una presenza specifica, mentre per le altre voci puoi dare un valore forfetario di € 100/200 mensili o a tuo piacere con l’accordo del committente.
    Saluti
    buongiorno mario
    io sto per iniziare una collaborazione con una società estera (associazione internazionale per una malattia diffusa). lavorerò fisicamente all’interno di una struttura che, come azienda, non può assumermi. La società estera ha sede fiscale in belgio. non ha mai dovuto stipulare un contratto con una persona residente all’estero prima e vogliono semplicemente farmi un bonifico ogni mese senza un’assunzione, con una lettera di incarico, e si aspettino che io mi arrangi a versare tutto quello che c’è da versare per tenermi in regola in Italia. Stiamo parlando di un progetto di 6 mesi per circa 20 ore alla settimana per cui io vorrei percepire un compenso netto di €1200. Non ho partita IVA. Non ho altro lavoro dipendente, ogni tanto faccio qualche contratto di collaborazione con altre società.
    vorrei sapere come mi devo comportare, e quanto costerò a loro?

  40. #40
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Località
    Pisa
    Messaggi
    2

    Itaglia...

    Salve Mario,

    approfitterei della tua gentilezza per chiederti il calcolo seguente.
    Premetto che vivo all'estero da anni e non concepisco piu' che in italia un lavoratore non dipendente possa prendere meno di un dipendente: dovrebbe prendere molto di piu' visto che deve assicurarsi da solo il futuro (flessibilita' a senso unico per le aziende... allucinante)
    Comunque mi verra' probabilmente proposto un cocopro da settembre per 12 mesi, zona Milano.
    Io sono nullatenente, risiedo ancora in Italia, e su stato di famiglia con mia madre che ha casa di proprieta', ma pensione di 400 euro al mese.
    Negli ultimi anni ho pagato tutte le mie tasse all'estero e non ho fatto dichiarazioni di sorta in Italia.
    Supponendo che mi offrano 35000, quanto prenderei di netto?
    Grazie in anticipo e saluti.

  41. #41
    User
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Località
    belize
    Messaggi
    38
    Ci sono moltissimi siti che propongono il conteggio online anche guidato. Di seguito quello su cedolo.com :

    N Descrizione Valore
    1 Tipologia soggetto Parasubordinato
    2 Tipologia di calcolo Annuale
    3 Importo iniziale 35.000,00 Lordo
    4 Importo fringe benefit 0,00
    5 Importo netto 0,00
    6 Mensilità retribuite 12
    7 INPS Parasubordinato intero
    8 INPS azienda % 17,81
    9 INPS soggetto % 8,91
    10 INAIL tasso 4,00
    11 Previdenza complementare azienda % 0,00
    12 Previdenza complementare dipendente % 0,00
    13 Assistenza sanitaria integrativa azienda 0,00
    14 Assistenza sanitaria integrativa dipendente 0,00
    15 Applica detrazioni lavoro Si
    16 Applica detrazioni famigliari a carico No
    17 Considera indeducibilità IRAP No
    18 Applica addizionale regionale Lombardia
    19 Aliquota addizionale comunale 0,5
    20 COSTO 41.305,81
    21 IRAP indededucibile 0,00
    22 Trattamento di fine rapporto 0,00
    23 Contributi INPS c/o azienda 6.233,50
    24 Contributi aggiuntivi c/o azienda 0,00
    25 Inail c/o azienda 72,31
    26 Ratei per mensilità aggiuntive 0,00
    27 LORDO 35.000,00
    28 Fringe benefit 0,00
    29 Inps c/o soggetto -3.118,50
    30 Contributi c/o soggetto 0,00
    31 Inail c/o soggetto -36,15
    32 Imponibile fiscale 31.845,35
    33 Irpef lorda -8.421,23
    34 Detrazioni lavoro 774,43
    35 Detrazioni familiari 0,00
    36 Addizionale regionale -445,83
    37 Addizionale comunale -159,23
    38 Elemento netto 0,00
    39 NETTO 23.593,49

  42. #42
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Località
    Pisa
    Messaggi
    2
    Si' ma non e' mica facile saper compilare tutti quei campi...

  43. #43
    User Newbie
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Località
    Spresiano
    Messaggi
    1
    Buona sera a tutti.
    Scusate ma sono un pò confuso. Ho una piccola attività con diversi collaboratori. Il commercialista (che è in ferie - per questo mi appello umilmente a Voi ) mi ha detto ( ho il dubbio di aver capito male ) che fino a Eu 7.500,00 annuo, non si deve fare la rittenuta d'acconto ma sì sul eccedente..... Ho sempre creduto che si versava su qualsiasi importo il 20 % di ritenuta.... Adesso ho cercato di capire su diversi topici di questo forum ma mi sono confuso.... Mi potete per corteisa darmi un chiarimento? Ringrazio molto Enèas

  44. #44
    User Newbie
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Località
    San Lazzaro di Savena
    Messaggi
    1
    Salve, ho appurato che il livello qualitativo delle risposte è molto alto e mi complimento. Devo proporre a un'azienda una collaborazione (il collaboratore/consulente sarei io) che sia alternativa a un rapporto di lavoro autonomo con partita IVA . Vorrei proporre un contratto a progetto e devo tenere conto che il costo azienda tollerabile globale è 700 Euro a giornata (valore che otterrei in un rapporto di fatturazione con partita IVA). A che valore dovrei esporre le giornate nel contratto di Co.pro per ottenere l'obiettivo costo azienda che mi viene imposto ??
    Supponendo 45 giornate anno quanto sarebbe il mio reddito netto (nell'ipotesi che questo sia il mio unico introito) ?? Thanks

  45. #45
    User
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    114
    Buongiorno.
    Sono disegnatore con p.iva iscritto alla gestione separata.
    Con una retribuzione lorda mensile di 1560 euro (compresa iva) per 12 mensilità il netto quanto sarebbe piu' o meno?
    Il datore di lavoro mi paga la ritenuta d'acconto.
    Un ringraziamento di cuore a chi mi aiuterà!

  46. #46
    User
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Località
    belize
    Messaggi
    38

    x Kaiser Soze

    1560 senza iva (che è neutra, in quanto la riscuoti per poi versala al fisco) sono 1300 euro al mese, per 12 mesi sono 15600 lordi annuali. Presumo che paghi il 26,72% all'INPS come gestione separata, che non paghi l'IRAP, ipotizzo che risiedi in Lombardia per l'addizionale regionale e che la coomunale sia al 0,2%. Carico i dati su cedolo.com e di seguito il risultato:
    28 LORDO 15.600,00
    31 Inps c/o soggetto -4.168,32
    34 Imponibile fiscale 11.431,68
    35 Irpef lorda -2.629,29
    36 Detrazioni lavoro 958,05
    37 Detrazioni familiari 0,00
    38 Addizionale regionale -102,89
    39 Addizionale comunale -22,86
    41 NETTO 9.634,69
    Il fatto che ti viene pagata la ritenuta d'acconto su ogni fattura è un aspetto finanziario che non influisce sulle tasse da pagare ma solo sul momento del pagamento (così come il pagamento delle addizionali). L'irpef che paghi nell'anno è quello indicato nel conteggio, che pagherai al 20% su ogni fattura ed il saldo in dichiarazione dei redditi.

  47. #47
    User
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Località
    belize
    Messaggi
    38

    X Doohan

    Se il costo max per l'azienda è 700 euro, fattura 700 euro + iva - ritenuta d'acconto e senza rivalsa.
    Se lavori 45 giornate, ha un reddito di euro 31500 a cui togliere l'inps al 26,72%, irpef (considerando le detrazioni lavoro autonomo) addizionali regionali e comunali, per un netto indicativo di euro 17.800

  48. #48
    User
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    114
    Dovrei avere come ritenuta 312 euro al mese per 12 mesi (3744 euro all'anno).
    Li tolgo dall'irpef e dall'inps?
    Il netto sarebbe 9.634,69+3744?

  49. #49
    User
    Data Registrazione
    Apr 2011
    Località
    belize
    Messaggi
    38
    la ritenuta è un acconto IRPEF, pertanto in corso d'anno pagheresti 3744, poi quando fai l'Unico a giugno dell'anno successivo fai il conteggio dell'IRPEF ed addizionali effettivamente dovute (2629,29 - 958,05 + 102,89 + 22,86) e detrai quanto già versato (3744), pertanto dal punto di visat dell'IRPEF verrebbe restituita la differenza ... se non che verserai anche l'INPS per euro 4168,32. Il netto dell'anno sarà giusto di 9634,69, solo che percepirai un dei soldi quando emetti la fattura, poi dovrai pagare l'iva, l'anno successivo la dichiarazione dei redditi eccc... è in questo che dicevo che gli effetti finanziari rendono difficoltoso capire il saldo. Quello che conta è l'effetto economico: se tu lavori solo 1 anno il saldo di tutto sarà appunto quello indicato (9634).

  50. #50
    User
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    114
    Se lavoro sempre per la stessa cifra per più anni i 3744 li detraggo l'anno dopo dall'IRPEF ed addizionali effettivamente dovute (2629,29 - 958,05 + 102,89 + 22,86) e dall'inps; e quindi il reddito netto sarebbe 9.634,69+3744?

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.