Buongiorno a tutti; in considerazione della competenza e precisione delle risposte che ho potuto constatare sul forum, vorrei presentarvi un quesito. Sto valutando la possibilità di trasferire la mia attività in Svizzera (è un'ipotesi, ma, se accadesse, vorrei trasferire realmente in toto la società, oltre che il sottoscritto).

La mia domanda è la seguente: poichè i miei clienti sono esclusivamente privati europei i quali acquistano i prodotti proposti dalla nostra società, credo che, operando tramite un magazzino svizzero, essi siano costretti a pagare iva e dazio alla consegna degli articoli. Si tratterebbe di un modus operandi assolutamente non compatibile con le necessità della nostra clientela.

A tal proposito mi domandavo:
1) E' possibile operare con un magazzino "franco iva" (scusate se dico delle inesattezze) che possa lasciare a carico della mia società tutti gli oneri legati ad iva e dazio senza richiedere, pertanto, nessun costo aggiuntivo alla clientela all'atto della ricezione dei prodotti?

2) Sarebbe possibile, in alternativa, secondo quelle che sono le vostre esperienze e conoscenze, operare tramite una società svizzera che, però, abbia un magazzino, magari non di proprietà (utilizzando che so un magazzino di logistica) in un'altra nazione europea (in questo caso la scelta ricadrebbe dove i costi di stoccaggio, spedizione e logistica siano più competitivi oppure dando la priorità alla vicinanza del magazzino rispetto ai nostri mercati principali)? In questo caso, la clientela, ricevendo un prodotto, ad esempio, dalla Germania o da un altro paeuse europeo, sarebbe esentata dal pagamento di oneri aggiuntivi?

Grazie per le vostre preziose considerazioni.