Buongiorno a tutti,
da qualche anno gestisco un clan di simdriver, ossia di "piloti virtuali", organizzando e gestendo dei campionati virtuali online.

Il sito, attualmente, è a carattere completamente amatoriale (siamo appena una 30ina di ragazzi e non circola manco l'ombra di un centesimo bucato ) ma non nego che mi piacerebbe farlo evolvere al punto tale da farlo diventare la mia prossima e futura professione.
Il progetto è già bello che e pronto ma i miei dubbi riguardano esclusivamente l'ambito fiscale.

A settembre mi piacerebbe iniziare ad offrire i contenuti del sito a pagamento sottoforma di pacchetti semestrali/annuali (es: se sei un pilota e vuoi correre devi pagare x €, se vuoi fondare la tua scuderia personale devi fare l'abbonamento di y €), ma non so come dovermi muovere in ambito fiscale.
E' obbligatorio aprire la P. IVA o posso lavorare i primi mesi in maniera diversa, giusto da scongiurare il rischio di aprire una società che offre un prodotto che non interessa a nessuno o con entrate irrisorie?
Sarebbe bello, infatti, poter iniziare a lavorare mantenendo comunque lo spirito amatoriale del clan, senza correre il rischio di dovermi trovare a pagare delle cifre non sostenibili qualora il progetto dovesse naufragare ancor prima di partire...