Salve,

considerando che il software/programmi per elaboratore sono ai fini della legge "opere dell'ingegno" e coperti dalla tutela del diritto d'autore,
mi domando se da "completo" privato (non autonomo/professionista/società), posso sviluppare un software e poi cederlo ad una società - cedendo integralmente il diritto d'autore e ricadendo nel (favorevole) regime dei redditi diversi/ no inps?

Se sì, quali sono gli elementi propri del rapporto, oltre chiaramente la completa autonomia/creatività nell'opera dell'ingegno? Assenza di continuità? Possibilità che l'opera/software sia commissionata o deve essere preesistente? Limiti quantitativi/importo modesto?

Mi pare di capire che se lo sviluppo fosse svolto nell'ambito di una professione o di una attività commerciale, il contratto ricadrebbe nella disciplina del contratto di prestazione d'opera o di appalto....

In sostanza, se e quando il software (sviluppo e/o cessione) può essere ragionevolmente qualificato - anche sotto il profilo fiscale - come cessione di diritti sull'opera dell'ingegno ?

Grazie mille!!