Per una cartella di pagamento ritenuta errata ho richiesto l'esercizio dell'autotutela all'AdE. Ho ritenuto illegittimo l'imponibile sul quale è stata calcolata la tassazione separata per il TFR 2014 pagato da INPS (f.do Garanzia + f.do Tesoreria). Sulla base dei documenti rilasciatimi e dei bonifici bancari risulta che ho riscosso € 3009.15 in meno: da qui la mia richiesta di autotutela (consigliatami anche dall'AdE perché c'era qualcosa da chiarire con INPS)
Richiesto da parte mia chiarimenti all'INPS mi è stata rilasciata una dichiarazione per l'AdE contraddittoria (tanto che anche AdE non ha capito) ma IO INVECE HO CAPITO CHE NON MI E' STATA LIQUIDATA LA SOMMA DI CUI SOPRA (TRATTASI DI ANTICIPO 2013 TRATTENUTO DUE VOLTE IN FASE DI CALCOLO SALDO TFR - sia da F.do Garanzia che da F.do Tesoreria).Tuttavia gli importi comunicati con il 770 sono quelli "reali" come se non avessero fatta la doppia trattenuta e non corrisponedono alle CU rilasciate a suo tempo.
Non so ancora l'esito dell'autotutela ma non vorrei che INPS (che ha già modificato i numeri emettendo due o tre 770 integrativi/rettificativi) facesse un ennesima manipolazione. Ho la sensazione che ci sia sotto qualcosa non limpido e, non avendo soddisfazione, vorrei minacciare una denuncia penale contro ignoti.
Sto facendo la mia battaglia con INPS per riscuotere i 3009.15 euro mancanti, dopo di che la cartella AdE sarebbe corretta.
Cosa devo fare con AdE? Lasciare terminare l'iter dell'autotutela o chiedere qualcosa di diverso ?
Grazie