+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 2 di 2

Uscita da snc di un socio

Ultimo Messaggio di marcocarrieri il:
  1. #1
    User Newbie
    Data Registrazione
    Aug 2018
    Localitą
    Firenze
    Messaggi
    2

    Uscita da snc di un socio

    Buongiorno a tutti, sono socio al 50% di una snc, nata nel 2008 da due ditte individuali.La ditta "A" con 10 anni circa di attivitį, la ditta "B" con 5.
    Le due ditte collaborano gģį da 5 anni e si occupano di impianti termoidraulici.Al momento della nascita della societį, viene concordato dai due soci un riconoscimento alla ditta A per l'avviamento dell'attivitį giį consolidata,con un buon parco clienti e per la compropfietį delle attrezzature.La ditta "B"non puó fare fronte alla spesa della cifra stabilita, viene deciso quindi di chiedere un finanziamento,intestato alla societį di € 30.000
    di cui: 20.000 per il riconoscimento al socio "A"
    e 10.000 per estinguere un finanziamento esistente relativo all'acquisto di un furgone (del socio "A")
    Viene stabilito che il socio "A" avendo piś esperienza con la clientela e con la gestione amministrativa si sarebbe occupato maggiormente di tali aspetti,mentre il socio "B", con magggior esperienza cantieristica, si sarebbe occupato della fase realizzativa dei lavori.
    Al raggiungimento dei 10 anni di attivitį, Il socio "B"
    facendo un bilancio della societį, che nei suddetti anni ha dovuto chiedere due ulteriori finanziamenti,per bisogno di liquiditį e dopo aver fatto presente, piś di una volta, al socio "A" che c'era qualcosa di sbagliato nella gestione amministrativa, comunicava al socio "A"l'intenzione di uscire dalla societį.
    La domanda del socio "B" é questa:
    Puó chiedere che al momento della chiusura della societį; che deve affrontare delle spese per i debiti accumulati, il rientro da parte del socio "A" del riconoscimento iniziale di € 20000 ?
    Considerando che:
    L'avviamento dell'attivita precedente e la maggior esperienza amministrativa si sono rilevete inadeguate.
    Il nome della ditta (conosciuto da molti anni) rimarrebbe al socio "A"
    Il parco clienti non é divisibile.

    Inoltre la societį dal momento della nascita si assunta l'onere per il raggiungimento del luogo di lavoro da parte del socio "A"che abita fuori cittį a differenza del socio "B".Tale onere si puó quantificare in circa 300,00 € mensili.
    3.300 € annui
    33.000 in 10 anni di attivitį.
    Si puó tenere conto anche di tali spese ?

    I due soci continueranno la loro attivitį individualmente dopo la chiusura della societį ed essendo il parco clienti legato maggiormente al socio "A", il socio "B"si troverį svantaggiato nel ricomiciare la sua attivitį.
    ll socio " B" ( cioé io) vorrebbe che nelle spese per la chiusura della ditta, venissero considerati gli aspetti sopra descritti e non al 50% per cento come propone il socio "A" in quanto ritiene che il socio A abbia giį avuto vari vantaggi.
    Scusate la lunghezza del post e grazie per eventuali consigli.

  2. #2
    ModSenior L'avatar di marcocarrieri
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Localitą
    Rovigo
    Messaggi
    16,661
    Ciao e benvenuto nel Forum GT.
    Ho spostato la tua domanda in questa sezione in quanto pił adatta.

+ Rispondi alla Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB č Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] č Attivato
  • Il codice [VIDEO] č Attivato
  • Il codice HTML č Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.