+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 4 di 4

Busta paga liquidazione emessa ma non pagata e regime fiscale

Ultimo Messaggio di totoscat il:
  1. #1
    User
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    19

    Busta paga liquidazione emessa ma non pagata e regime fiscale

    Salve a tutti,

    vi pongo il seguente quesito che in realtà è più da consulente del lavoro che da commercialista: nel caso in cui a fine anno, novembre nel caso in questione, venga emessa busta paga di liquidazione delle competenze per fine rapporto di lavoro dipendente avvenuta il mese precedente nella quale vengano riconosciuti ratei di tredicesima, quattordicesima, ferie, permessi e festività soppresse non godute con regime fiscale ordinario nonché il TFR a tassazione separata ma gli importi non vengano corrisposti nelle scadenze prefisse dal CCNL, qualora il pagamento avvenga l’anno successivo gli importi, almeno per la parte dei ratei di retribuzione maturati, dal punto di vista normativo, devono essere ricalcolati e assoggettati al regime della tassazione separata in quanto da considerarsi arretrati da lavoro dipendente o no?

    Ed infine un ultimo chiarimento il termine ultimo entro il quale poter considerare il pagamento non avvenuto nell’annualità successiva è se quest'ultimo è avvenuto non oltre il 10 gennaio o essendo la busta paga di novembre già con il primo gennaio andrebbe considerato come nuova annualità?

    Grazie per l’attenzione e a coloro i quali potranno rispondermi

  2. #2
    User
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    19
    Quesito troppo complicato o contorto?

  3. #3
    Esperto L'avatar di trust
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Brescia
    Messaggi
    590
    Salve,
    in questo caso il lavoratore dipendente è tenuto a indicare i soli importi incassati nel 2018: in particolare, devono essere riportati nella dichiarazione dei redditi gli importi incassati entro il 12 gennaio (principio di cassa allargato).
    Se nella Cu appaiono degli importi che non sono stati erogati, questi non devono essere dichiarati, anche se il datore di lavoro abbia comunque effettuato il versamento delle ritenute.
    Al momento dell’effettivo pagamento delle retribuzioni, queste saranno assoggettate alla tassazione ordinaria, se il mancato pagamento iniziale dipendeva dalla volontà del datore di lavoro, dunque entreranno nel 730 o nel modello Unico dell’anno in cui sono stati realmente percepiti. Negli altri casi, ad esempio per grave dissesto finanziario dell’azienda o al verificarsi di una procedura concorsuale, gli importi devono essere sottoposti alla tassazione separata e non devono essere indicati nella dichiarazione dei redditi.

  4. #4
    User
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    19
    Grazie, chiaro ed esaustivo.

+ Rispondi alla Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.