Ho fatto imbiancare il mio appartamento. Al momento di emettere fattura l'imbianchino mi ha chiesto i dati per la fattura. Io svolgo attività di professionista autonomo in regime di vantaggio e la sede della mia personale attività è il mio appartamento, quello che ho fatto imbiancare, nel quale risiedo con la mia famiglia. Per avere una documentazione della spesa da imputare a "componenti negativi del reddito" ho fornito oltre il mio codice fiscale personale, la mia partita Iva. Ho poi ricevuto la fattura ma, con mia sorpresa, non comprendeva l'Iva. Ho chiesto al mio imbianchino chiarimenti che mi ha dato dicendo che da un pò di tempo quando fattura ad una partita Iva usa la Reverse Charge (io non sapevo di tale procedura). Ho poi approfondito la conoscenza della Reverse Charge ma ho capito, (se ho ben capito) che nel mio caso forse si poteva evitare in quanto, come regime dei minimi, non ho alcuna possibilità di registrare la fattura, integrata con l'Iva, non sono tenuto ad alcuna registrazione (l'Iva è per me solo un costo).
Mi chiedo e chiedo gentilmente: è corretto aver applicato la Reverse charge a tale operazione? Forse dovevo esigere di fatturare come "privato consumatore" con il mio codice fiscale? Se ho ben capito,dato il mio regime fiscale, ora con F24 dovrei versare autonomamente l'IVA che non mi è stata addebitata: è corretto? Ma con quale aliquota: il 10% o il 22%?
Spero essere stato chiaro e confido nella risposta di qualcuno che sa!
Grazie e cordiali saluti.