+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 50 di 51

Sono un privato che ha Adsense

Ultimo Messaggio di i2m4y il:
  1. #1
    User Newbie
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    9

    Sono un privato che ha Adsense

    Ho letto i vostri post in giro...e sono quantomeno distrutto...cioè sembrerebbe che uno come me tra complicatissime tasse e altri problemi burocratici non possa guadagnare col proprio sito...

    Io e un mio "socio", entrambi ragazzi laureandi quindi che non fanno affatto di professione i publisher, gestiamo il sito unico in Italia e riconosciuto dal calciatore del capocannoniere di serie A Luca Toni (www.lucatoni.net). Abbiamo un contratto con AdSense e i rendimenti, stando almeno alle statistiche del sito (che poi a quanto sembra non diverranno mai veri soldi nelle nostre tasche) non sono malissimo...

    Detto ciò, io sono totalmente ignorante di tutto ciò che concerne la burocrazia del servizio, e sono un totale privato che avendo un sito casualmente (casualmente sta ceppa..) molto ben avviato che è diventato un vero "prodotto", si ritrova ad avere una fonte di guadagno tra le mani. Non la posso dunque utilizzare a quanto voi dite???

    Vorrei davvero dei chiarimenti in toto, da vero ignorante (quindi niente post in cui si ripetono numeri e cose, voglio proprio capire se possibile)...e so che vi chiedo un favore enorme in quanto saranno cose trite e ritrite, forse ovvie, ma non per me. Magari contattatemi via mail/msn [email protected]

    Grazie

  2. #2
    Esperto L'avatar di Rinzi
    Data Registrazione
    Feb 2005
    Località
    Roma
    Messaggi
    5,462
    ciao e benvenuto
    la risposta che cerchi è qui

  3. #3
    User Newbie
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    9
    Scusa se telo faccio notare, ma come ho scritto sopra io ho letto gia anche quel post...credi che uno nella mia condizione di ignoranza sia in grado di capire ciò che c'è scritto dentro? (ignoranza ovviamente burocratica...) per questo chiedevo spiegazioni..

  4. #4
    Esperto L'avatar di Rinzi
    Data Registrazione
    Feb 2005
    Località
    Roma
    Messaggi
    5,462

    Re: Sono un privato che ha Adsense

    Citazione Originariamente Scritto da briking
    Ho letto i vostri post in giro...
    non hai specificato quale topic avessi letto e quello che ti ho linkato meritava di nn essere perso

    perchè non riporti la parte che non ti è chiara

  5. #5
    User
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    127
    Rinzi scusa se mi permetto, ma credo sia molto chiaro quello che briking non ha capito...
    Vuole sapere se lui che non ha P.I. ha un metodo per potere cmq intascare questi soldi... Non sò ad esempio se può appoggiarsi a qualche amico che abbia la p.i. o qualche altro modo!!!
    Scusa briking ma io sinceramente non mi sono mai fatto questo problema in quanto posseggo Partita Iva [/quote]

  6. #6
    Utente Premium L'avatar di Tuonorosso
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Lecco
    Messaggi
    1,997
    Citazione Originariamente Scritto da briking
    Scusa se telo faccio notare, ma come ho scritto sopra io ho letto gia anche quel post...credi che uno nella mia condizione di ignoranza sia in grado di capire ciò che c'è scritto dentro? (ignoranza ovviamente burocratica...) per questo chiedevo spiegazioni..
    briking, perchè usi questo tono? Personalmente non mi piace molto, ma nonostante tutto Rinzi ti ha risposto.

    Ebbravo Rinzi!

    Io non l'avrei fatto

  7. #7
    User Newbie
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    9
    Scusa ma il tono nn era polemico *_* cmq nel dubbio sn persona educata...scusa

    Ma se io mi sn iscritto da privato il dubbio è: nn basta il codice fiscale per ottenere i soldi e poi ci pago su le tasse?O altrimenti come detto utilizzare qualcuno che abbia partita iva...che so io!?O altri metodi..insomma non per dire cifre ma io non voglio buttare via (finora ho fatto 28 dollari in 12 giorni) i soldi...piuttosto li do in beenficenza auauaua ma davvero, mi parrebbe stupido non informarmi su come si fa! Cmq la parte che non mi è chiara...tutto!!! Mi spiace ma proprio sono negato per cose del genere... Per questo chiedevo gentilmente spiegazioni

  8. #8
    User
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    127
    Vabbè sul fatto che si è posto in modo sbagliato sono daccordo con Tuonorosso

  9. #9
    User Newbie
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    9
    E dai esagerati...davvero...neanche me ne sono accorto AND ho chiesto persino scusa...

  10. #10
    L'avatar di Giorgiotave
    Data Registrazione
    Oct 2004
    Località
    Monasterace
    Messaggi
    43,105
    Visita il canale Youtube di Giorgiotave
    Ciao briking e Benvenuto

    Vediamo se nella sezione web fisco e leggi ti sanno dire di più

    Consigli in mail e pvt non sono graditi perchè altri utenti potrebbero avere il tuo stesso problema e questo Forum non avrebbe senso di esistere.

    Fai il bravo

    Giorgio
    Ecco il Calendario de La Settimana della Formazione: fino a Maggio è completamente gratuita.
    Su cosa ti formerai? Google, SEO, Content Marketing, Social Network, E-commerce e Turismo!

  11. #11
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947

    Re: Sono un privato che ha Adsense

    Citazione Originariamente Scritto da briking
    Detto ciò, io sono totalmente ignorante di tutto ciò che concerne la burocrazia del servizio, e sono un totale privato che avendo un sito casualmente (casualmente sta ceppa..) molto ben avviato che è diventato un vero "prodotto", si ritrova ad avere una fonte di guadagno tra le mani. Non la posso dunque utilizzare a quanto voi dite???
    Ciao Brinkin e benvenuto nel forum.

    In effetti non diamo risposte in privato ma in pubblico per i motivi che ti ha detto Giorgio.

    Ora venendo al tuo quesito.

    Hai "un sito molto ben avviato che è diventato un "prodotto". Sta in questa frase la chiave di volta per capire che non ci sono modi per rendere servizi pubblicitari continuativi senza:
    - Partita Iva
    - Impresa (almeno individuale)
    - Iscrizione camera commercio
    - Inps
    - autorizzazione amministrativa
    - .....

    Avere Adsense sul proprio sito equivale a prestare continuativamente ed in maniera professionale (servizi pubblicitari) e ciò, civilisticamente, fiscalmente e previdenzialmente equivale a condurre una attività d'impresa.

    Sta a te capire cosa vuoi fare ora.... lasciar perdere adsense od "inquadrarti" come si deve (per questo ricorri ad un commercialista di fiducia).

    Potrei azzardare che ospitare un singolo banner su un proprio sito per un paio di mesi possa essere inquadrato come occasionale, ma il sistema adsense vuole che tu lo ospiti per mooooolto tempo (più tempo, più guadagni) quindi c'è continuatività, professionalità e quindi non c'è via di scampo.

    Non entro nel merito di appoggiarsi a partite iva esistenti.... vorrebbe dire prima cedere il "prodotto" e farlo così entrare nella sfera giuridica di colui al quale ti appoggeresti ... sono sicuro che questo non lo vuoi.

    Sorry.

    Paolo

  12. #12
    User
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    127
    i2m4y una curiosità!
    Nel caso in cui il sito sia intestato ad una persona ma la partita iva sia intestata alla madre (quindi massimo rapporto di fiducia) la madre può emettere fattura?

  13. #13
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Ciao, perchè nessuno (e mi riferisco agli omini grigioverdi) possa dire nulla dovrebbe esserci identità tra chi ha l'account Adsense, il proprietario del sito ed il titolare di P.Iva.

    E' solo così infatti che il titolare di partita iva potrebbe emettere fattura per ricavi derivanti da un qualcosa (sito web e account adsense) che rientra nella sua sfera giuridica.

    Che sia tua madre nulla cambia per un verificatore... perchè io dovrei emettere fattura per ricavi da affitto di un garage non di mia proprietà (tanto per capirci)????

    Al limite potresti fare una scrittura privata tra te e tua madre in cui dai a lei in comodato gratuito l'uso ed i diritti del tuo sito web sino al xx/xx/2008 per esempio.
    Ma non saprei come farti "volturare" l'account adsense.

    Paolo.

  14. #14
    User
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    127
    Al limite potresti fare una scrittura privata tra te e tua madre in cui dai a lei in comodato gratuito l'uso ed i diritti del tuo sito web sino al xx/xx/2008 per esempio.
    Ok quindi questo è un metodo per non correre rischi!!!

    Ma non saprei come farti "volturare" l'account adsense.
    Che significa "volturare" l'account adsense?

  15. #15
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Scusa,

    come fare a far intestare l'account adsense che hai a tua madre.

    Disdire il tuo e riattivarne uno a suo nome?!?!?!

  16. #16
    User
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    16
    Perdonate la mia ignoranza in materia commerciale.

    Sono di coccio e leggendo le risposte a questo topic che interessa anche a me non ho capito se un privato puo' mettere nel suo sito gli annunci adsense (regolamento di gg permettento).

    Io ho capito che non lo puo' fare, giusto?

    Ma possibile che dei tanti siti sui quali si vedono gli annunci adsense tutti hanno p. iva?

    Secondo me non tutti ce l'hanno, e se ho ragione come fanno a farsi pagare?

  17. #17
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Si hai capito bene non può un privato da privato.

    Molti fanno le cose e poi si pongono i problemi, se se li pongono... o se vogliono porseli.

    Per sentito dire (io non uso adsense) Google paga tutti se si rispettano i suoi regolamenti.

    Ciao.

    Paolo

  18. #18
    User
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    127
    i2m4y una curiosità... 6 forse l'unico dei moderatori che non ha il cappellino di Natale in testa...
    Perchè?

  19. #19
    Utente Premium L'avatar di Tuonorosso
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Lecco
    Messaggi
    1,997
    perchè lui è il VERO BABBO NATALE!!!!

  20. #20
    User
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    16
    Non essendo un commercialista mi attengo a quando letto in questo forum anche perche' vedo che c'e' competenza.

    Dentro di me pero' penso che un'escamotage per essere pagati da google da privati ci deve essere altrimenti non mi spiego questa larga diffusione di esso. Lo si vede da per tutto su tantissimi siti.

    Se e' cosi quelli che fanno ritenuta d'acconto o altre cose sono degli evasori? Certo se vogliono rischiare che rischino pure. Ma metti che uno ci fa tipo 1000 euro all'anno certo non gli conviene prendere la partita iva, ma non gli conviene nemmeno non metterseli in tasca. E allora come fa?

    Nemeno io uso adsense ma la questione mi ha incuriosito 8)

  21. #21
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Dilemma dei dilemmi.

    Hai ragionissima... molti stanno pensando internet quale zona franca dove seguire le regole fiscali (e non solo) è un plus.... ma non un passaggio obbligato.

    Vogliamo aiutare l'agenzia delle entrate contro gli evasori???

    Niente di più semplice:

    - si crea un spider che viaggia in rete trova domini che ospitano adsense e simili (basta che legga il codice delle pagine);
    - automaticamente il software cerca il n. di p.iva in home page e lo verifica in baca dati (ricordo che esporre in home il numero è obbligatorio). Grazie algoritmo di creazione delle partite iva è facile "leggere" la home alla ricerca di tale numero.

    Se non vi è la partita iva, si accende lampadina nel software ministeriale che verifica con il "who is" a chi è intestato il dominio.... e se soggetto italiano.... tiè "pizzicato" l'evasore!!!!
    Logicamente sarebbe uno spider "mutevole" anti cloacking !!!

    Semplice no.

    Paolo.

  22. #22
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Citazione Originariamente Scritto da BINGO
    i2m4y una curiosità... 6 forse l'unico dei moderatori che non ha il cappellino di Natale in testa...
    Perchè?
    Perchè io credo a Gesù Bambino e mai potrei accostarmi a lui mettendomi in testa una culla!!!


  23. #23
    User
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    127
    Se non vi è la partita iva, si accende lampadina nel software ministeriale che verifica con il "who is" a chi è intestato il dominio.... e se soggetto italiano.... tiè "pizzicato" l'evasore!!!!
    i2m4y Non credo che Lucar voglia evadere qualche tassa!!!
    Chiede solo un consiglio su un possibile metodo per pagare cmq il dovuto senza però essere soggetto ad aprire partita iva... Tutto qui
    La partita iva sarebbe per lui un ulteriore costo, oltre alle tasse che giustamente, E RIPETO GIUSTAMENTE, dovrebbe pagare in base all'importo dell'assegno adsense!!!
    Mi sembra anche ragionevole ciò che chiede... Non crede?
    Se lei, rispettando cmq la legge, ha 2 possibilità:
    1) Pagare tasse x 100
    2) Pagare tasse x 50
    Quale possibilità sceglie??? Paga 100 ???
    Non credo

  24. #24
    User
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    22
    Citazione Originariamente Scritto da i2m4y
    Se non vi è la partita iva, si accende lampadina nel software ministeriale che verifica con il "who is" a chi è intestato il dominio.... e se soggetto italiano.... tiè "pizzicato" l'evasore!!!!
    Anche il sito di Giorgio verrebbe pizzicato

  25. #25
    User
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    127
    Anche il sito di Giorgio verrebbe pizzicato
    Quello che dico io è:
    Perchè andare a pizzicare un privato che guadagna qualche cosina con adsense, senza avere la partita iva, ma che sull'assegno adsense paga cmq le tasse con regolare dichiarazione dei redditi, e non andare invece a pizzicare quelli che in altri settori guadagnano tantissimo ed evadono cifre incredibili???

    MISTERO

  26. #26
    User
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    16
    Il giusto sarebbe pizzicarli tutti.
    Ma pongo un altra domanda in materia fiscale. Supponiamo un webmaster senza p.iva con adsense o simili affiliazioni iu un anno guadagna 1000 euro e ci paga l'iva con ritenuta di acconto che mi sembra giustissimo.

    Come sopra specificato e' comunque un trasgressore in quanto tale compenso non rientra tra le prestazioni occasionali ecc... e quindi perseguibile dalla legge che gli ...che gli fara'?

    una multa? e di quanto?

  27. #27
    User
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    127
    Supponiamo un webmaster senza p.iva con adsense o simili affiliazioni iu un anno guadagna 1000 euro e ci paga l'iva con ritenuta di acconto che mi sembra giustissimo.
    Guarda manco io sono un esperto in materia fiscale ma credo:
    1) Iva si paga nel momento in cui hai Partita Iva
    2) Ritenuta d'acconto si applica sulle prestazioni occasionali
    Potrei anche sbagliarmi

    e quindi perseguibile dalla legge che gli ...che gli fara'?
    La Guardia di Finanza la prima cosa che guarda è se tu hai pagato o meno... Quindi importante è innanzitutto pagare!!!
    Poi dipende dal finanziere che ti fà l'eventuale verifica se ti vuole creare problemi o meno sul fatto che magari hai pagato senza avere partita iva o con partita iva altrui

  28. #28
    User
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    16
    Ora credo di aver colmato la mia curiosita' nel senso che secondo me tanti webmaster pagano l'iva con ritenuta e credono di essere apposto solo cosi posso spiegare il fatto che tanti webmaster lo hanno nel proprio sito

  29. #29
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Scusatemi se ho dato l'impressione di essere sgarbato con qualcuno, non era mia intenzione.

    In effetti l'iva si versa SOLO se sia ha partita iva e si fanno operazioni imponibili.
    Gli occasionali se pagassero l'iva si "autodenuncerebbero" perchè sarebbe come dire, sono consapevole di avere un'attività che mi costringe ad avere la p.iva, ma, nonostante ciò non la apro.

    Tranne qualche raro caso di bannerino ospitato per pochissimo tempo e raramente direi che le prestazioni occasionali (quelle che chiamate con ritenuta) non si possono usare per servizi pubblicitari. Questo è un mio parere, ma mi sembra ragionevole.

    Ciao.

  30. #30
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Difficile dire a che multe si andrebbe in contro...

    si avrebbe evaso di tutto e di più.

    Direi che per 1000 euro si potrebbe arrivare tranquillamente a 5-10.000 euro (tra iva, inps, dichiarazioni, contabilità ecc.).

  31. #31
    User
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    16
    Io personalmente dico che prima di fare qualsiasi attivita' e' meglio affidarsi ad: commercialista () ,altrimenti si rischia di sbagliare il piu' delle volte in buona fede

  32. #32
    Utente Premium L'avatar di Deantenea
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Senigallia AN
    Messaggi
    97
    Ho tre diverse ipotesi da farvi valutare, o grandi esperti di fisco e tasse...

    1) Ma se io non incasso soldi e li accumulo soltanto.
    diciamo che tra sei mesi o un anno apro una partita IVA, incassare i le entrate di adsense anche per il periodo in cui non avevo partita iva diventa una cosa accettabile?

    2) Dichiarare le entrate adsense senza partita IVA ma come "proventi delle opere d'ingengo".
    Il mio commercialista (mia sorella), sostiene che è possibile fino ad una certa cifra.

    3) faccio firmare ai miei cugini, Larry e Sergei, un Co.Co.Pro.

    Quali sono all'incirca i costi fissi annuali per tenere aperta una partita IVA?

    Grazie,
    Deantenea

  33. #33
    User L'avatar di piero
    Data Registrazione
    May 2005
    Località
    Roma
    Messaggi
    73
    Quali sono all'incirca i costi fissi annuali per tenere aperta una partita IVA?
    inoltre, sapete qual è la tipologia di professione da dichiarare per avere la P.IVA meno costosa?
    mi hanno detto che nei vari casi c'è comunque un minimo presunto che deve essere pagato anche se si incassa 1euro

  34. #34
    User L'avatar di isa_81
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Veneto
    Messaggi
    65
    sto leggendo questi topic, sono molto utili.
    Interessa molto anche a me. Bella coversazione.
    tenetemi informata....

  35. #35
    User L'avatar di piero
    Data Registrazione
    May 2005
    Località
    Roma
    Messaggi
    73
    allora, riepilogo quello che ho capito, anche sulla base di qualche altra discussione: i versamenti dovrebbero essere quasi tutti in percentuale sul fatturato, senza quote fisse:
    - IVA: 20%
    - INPS: dal 4 al 17%
    - IRPEF: 23% sopra i 5.000 euro
    questo è positivo, visto che mettendosi in regola si intasca meno, ma non c'è rischio di pagare quote fisse che superano i ricavi quando questi sono ancora pochi.

    quello che non ho capito è:
    - come funziona IRAP: dovrebbe essere una % variabile da regione a regione e dovrebbe aver eliminato la tassa sulla salute, che invece era una quota fissa;
    - se è vero che non esistono dei minimali (gli studi di settore c'entrano qualcosa?).

    qualcuno mi da una mano?

  36. #36
    Utente Premium L'avatar di Tuonorosso
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Lecco
    Messaggi
    1,997
    Citazione Originariamente Scritto da piero
    allora, riepilogo quello che ho capito, anche sulla base di qualche altra discussione: i versamenti dovrebbero essere quasi tutti in percentuale sul fatturato, senza quote fisse:
    - IVA: 20%
    - INPS: dal 4 al 17%
    - IRPEF: 23% sopra i 5.000 euro
    questo è positivo, visto che mettendosi in regola si intasca meno, ma non c'è rischio di pagare quote fisse che superano i ricavi quando questi sono ancora pochi.

    quello che non ho capito è:
    - come funziona IRAP: dovrebbe essere una % variabile da regione a regione e dovrebbe aver eliminato la tassa sulla salute, che invece era una quota fissa;
    - se è vero che non esistono dei minimali (gli studi di settore c'entrano qualcosa?).

    qualcuno mi da una mano?
    Io da quello che ho capito:
    - con AdSense l'iva ti viene rimborsata da Google.
    - INPS credo che i valori siano quelli ma, se io sono un dipendente e apro P.IVA l'INPS devo pagarlo lo stesso o mi vale quello da dipendente?
    - IRPEF come hai detto tu

    Quindi io sarei intenzionato ad aprire la p.iva nonostante sia un dipendente specialmente se non pago l'INPS.

    Aspettiamo Paolo

  37. #37
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Direi che per avere adsense con un corretto inquadramento giuridico serve:

    - almeno impresa individuale (costo commercialista / iscriz. reg. imprese c/o Camera commercio - circa 600 euro compresi diritti e bolli);
    - apertura P.Iva (costo commercialista già compreso sopra);
    - iscrizione Inps commercianti (se non avete altra copertura INPS per altra attività prevalente, es. da dipendente) (dal 01.01.2006 è automatica all'iscrizione al registro imprese) con contributi fissi annuali di circa il 17,50% su circa 13500 euro.... e un conguaglio finale sul vero reddito se eccedente i 13500 euro.
    - autorizzazione amministrativa del comune per agenzia d'affari (vedere altro topic recente di questa sezione - normalmente ci pensa l'imprenditore in prima persona)

    quindi si avrà:

    Irpef: aliquote a scaglioni (tenete in considerazione che se avete altri redditi, questo reddito aggiuntivo sconterà aliquote più alte sin da subito) con detrazioni e deduzioni;
    Irap: 4,25% per l'eccedente 8000 euro di base imponibile;
    Tutti gli adempimenti IVA;
    Tutti gli adempimenti dichiarativi e contabili;
    Tutti gli eventuali adempimenti previdenziali;
    Costi commercialista annui;
    ...........

    Direi moooolto spannometricamente che se non si superano i 10000 euro di reddito annuo forse il gioco non vale la candela



    Paolo

  38. #38
    Utente Premium L'avatar di Tuonorosso
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Lecco
    Messaggi
    1,997
    Sempre perfetto Paolo!

    Quindi io che sono dipendente posso togliere completamente la spesa dell'INPS?

    Grazie ancora!

  39. #39
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Figurati Tuono............. poichè però non sono un consulente del lavoro, prima di prendere qualsiasi decisione ti chiedo di far visita di persona all'ufficio INPS di Lecco e chiedere bene in merito all'esonero dall'iscrizione (e versamento) se esiste altra copertura previdenziale Inps come dipendente (e questa è e rimane attività prevalente).
    Per gli artigiani ho già assodato questo.

    Paolo

  40. #40
    Utente Premium L'avatar di Tuonorosso
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Lecco
    Messaggi
    1,997
    ottimo, la ditta dove lavoro è artigiana.

    Passerò cmq a chiedere.

    Grazie ancora!

  41. #41
    User
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Messaggi
    10
    ma quindi scusate non ho capito se un privato senza ditta e P.I. può iscriversi ad Adsense e accumulare crediti per poi (in caso di convenienza o meno) mettersi in regola per tutto qualora gli convenga

    Ciao e complimenti per questo forum!

  42. #42
    User
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Messaggi
    78
    Citazione Originariamente Scritto da i2m4y
    - autorizzazione amministrativa del comune per agenzia d'affari (vedere altro topic recente di questa sezione - normalmente ci pensa l'imprenditore in prima persona)
    ciao Paolo
    scusami se ritorno su questo tema, ma ho già sentito 2 commercialisti e nessuno dei due è riuscito a chiarirmi la situazione (da uno sto aspettando che approndisca il mio caso... dovrebbe contattarmi oggi o lunedì).

    Sei sicuro che sia necessaria la forma di agenzia di affari (o pubblicità)?
    Un commercialista mi ha detto di no chiaramente (lui non aveva dubbi) ed un'altro come ti ho detto deve approfondire la materia perchè non aveva avuto altri casi simili.

    Ritorno sui miei dubbi... ma l'agenzia di affari non è valida solo in caso di intermediazione? perchè nei clusters (ormai sto diventando esperto ... scherzo) si fa sempre riferimento a intermediazione?

    Ricordo a tutti che richiedere l'autorizzazione in comune (nel caso di agenzia di affari è obbligatoria per l'iscrizione in camera di commercio) non è una cosa così semplice:
    - predisporre un tariffario (nel mio comune mi hanno detto che non accettano "range", ma che bisogna indicare chiaramente il prezzo che ci si vuole fare pagare... e nel caso di internet mi sembra un'assurdità)
    - indicare un locale accessibile al pubblico e che abbia tutti i requisiti di legge (autorizzazione vigili del fuoco, sanità etc...)... quindi la vedo dura da casa
    etc...

    Mi sembra assurdo che per accettare sul proprio sito della pubblicità di Google (o da privati o ditte) sia necessario creare un'agenzia di affari.

    ciao
    AD

  43. #43
    User
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    26
    Sulla materia credo che l'agenzia delle entrate dovrebbe dire qualcosa.
    Ad esempio, leggo questo:

    Domanda:
    Gentilissimo Dottore, le scrivo per una questione che diviene di giorno in giorno più spinosa e mi spinge a vagare da un forum ad un altro alla ricerca di risposte. Il quesito, al contrario del dubbio, è molto semplice. Disponendo di partita IVA come ditta individuale ed ospitando gli annunci di Google "adsense", bisogna (all'atto di ricevere il pagamento) emettere fattura nei confronti Google con o senza iva? Il mio commercialista sostiene di sì. Nel dettaglio mi fa applicare lo scorporo all'importo percepito. Molti colleghi, in rete, fatturano senza iva. Ho letto la sua precedente risposta in merito a spazi pubblicitari su siti italiani ma richiesti dagli USA. Mi sembra di capire che l'iva vada inserita. Può delucidarmi in merito al caso specifico? Nel ringraziarla la saluto cordialmente.

    Risposta:
    Se possiamo considerare l'inserimento degli annunci Google-adsense quali "spese di pubblicità" (dei siti inserzionisti) o comunque "prestazioni di servizi rese tramite mezzi elettronici" si ricade nell'ipotesi di cui all'art. 7 - comma 4 - lett. D - del DPR 633/1972 (IVA) e pertanto le prestazioni in oggetto sono fuoti dal campo di applicazione dell'IVA in quanto rese ad un soggetto (Google) avente sede fuori dall'Unione Europea. Quindi l'IVA non ci vuole.

    Inoltre, se non sbaglio, l'agenzia delle entrate ha già risposto a un interpello NON considerando pubblicità qualcosa simile ad adsense (è così?).

    Dunque, io mi domando:
    supponiamo che da privato riceva soldi da adsense, li fatturo con CF e senza iva e poi li dichiaro nel modello unico come redditi extra. Qual è il rischio che corro se sbaglio a fare così?
    Aprire una agenzia di pubblicità è veramente assurdo. E poi che senso ha l'autorizzazione del mio comune quando i server stanno non so nemmeno bene dove e la pubblicità sarebbe in tutto il mondo su web? boh!
    Il mio comune che c'entra?

  44. #44
    User
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Messaggi
    78
    Citazione Originariamente Scritto da emanuelen
    Dunque, io mi domando:
    supponiamo che da privato riceva soldi da adsense, li fatturo con CF e senza iva e poi li dichiaro nel modello unico come redditi extra. Qual è il rischio che corro se sbaglio a fare così?
    Aprire una agenzia di pubblicità è veramente assurdo. E poi che senso ha l'autorizzazione del mio comune quando i server stanno non so nemmeno bene dove e la pubblicità sarebbe in tutto il mondo su web? boh!
    Il mio comune che c'entra?
    Se veramente è necessario aprire un'agenzia di pubblicità (e ripeto, dal mio punto di vista, no, considerato che non si fa intermediazione di pubblicità... essere agente pubblicitario significa proprio essere intermediario), allora la legge dice che per l'iscrizione al Registro Imprese è necessaria l'autorizzazione del comune dove si esercità l'attività di impresa.
    NON SI SCAPPA... che poi in comune non abbiano la minima idea di come far coincidere i requisiti di quest'autorizzazione con le caratteristiche di Google (o altri sistemi... tipo vendita di banner sul proprio sito) è un altro discorso.
    Ma il comune c'entra eccome, perchè senza la loro autorizzazione in camera di commercio non ti iscrivono.

    Detto questo, non penso che tu possa fatturare alcunchè senza avere partita iva e senza avere una forma d'impresa... in ogni caso come privato non lo puoi fare.

    Spero di saltarci fuori in tempi brevi

    AD

  45. #45
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Ciao a tutti,

    premesso che non sono uno specialista di licenze autorizzative e licenze, cui normalmente pensa il cliente devo dire che c'è molta incertezza sul tema dell'agenzia d'affari per vendere pubblicità sui siti propri.... dunque non intermediando per terzi.

    Il collega che si occupa di licenze che ho contattato, prima mi ha detto nooooo è solo intermediazione...... poi è tornato sui suoi passi facendo riferimento ad una circolare del ministero dell'industria che parla incidentalmente di tali agenzie d'affari e del relativo regolamento di attuazione.

    La trovate qui:

    http://www.lapraticaforense.it/articolo.php?idart=117

    Precisamente dove si dice:

    Questa indicazione consente di considerare agenzie d’affari non solo i soggetti che si offrono quali intermediari, rispetto ad affari altrui, ma anche i soggetti che, attraverso tale forma di organizzazione dell’attività, intendono vendere anche beni propri.

    Al paragrafo 4.

    Da lì discenderebbe, a suo giudizio, l'obbligo di considerarsi agenzia d'affari anche per la vendita di spazi conto proprio (anche se si tratta di servizi e non di beni).

    Paolo

  46. #46
    User
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Messaggi
    78
    Citazione Originariamente Scritto da i2m4y
    Ciao a tutti,
    premesso che non sono uno specialista di licenze autorizzative e licenze, cui normalmente pensa il cliente devo dire che c'è molta incertezza sul tema dell'agenzia d'affari per vendere pubblicità sui siti propri.... dunque non intermediando per terzi.
    Il collega che si occupa di licenze che ho contattato, prima mi ha detto nooooo è solo intermediazione...... poi è tornato sui suoi passi facendo riferimento ad una circolare del ministero dell'industria che parla incidentalmente di tali agenzie d'affari e del relativo regolamento di attuazione.
    Ok Paolo, però si parla di vendite all'asta... per me il discorso è:
    oltre all'attività di intermediazione, possono rientrare anche vendite dirette di beni (ho un sito d'aste e occasionalmente vendo anche beni miei)... ovvero se è prevalente comunque l'intermediazione.
    Ma se io non faccio MAI intermediazione (e non mi interessa farlo) vale ancora questo discorso?

    Ma se non rientrano nell'attività di agenzia di pubblicità, allora come vanno inquadrate? vendita di servizi?


    Citazione Originariamente Scritto da i2m4y
    La trovate qui:
    http://www.lapraticaforense.it/articolo.php?idart=117
    Precisamente dove si dice:

    Questa indicazione consente di considerare agenzie d’affari non solo i soggetti che si offrono quali intermediari, rispetto ad affari altrui, ma anche i soggetti che, attraverso tale forma di organizzazione dell’attività, intendono vendere anche beni propri.
    qui si dice però
    "attraverso tale forma di organizzazione dell'attività, intendono vendere anche beni propri"

    non si dice "intendono vendere beni propri", ma "ANCHE" beni propri.

    uff

    Ma se, mettiamo il caso, io avviassi l'attività non come "agenzia di pubblicità", e poi la cosa di dimostrasse obbligatoria... cosa rischio?

    sigh!

    AD

    PS.
    sempre mille grazie per la tua disponibilità Paolo

  47. #47
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Figurati,

    ho pensato anche io alle cose che tu hai evidenziato.... alle stesse, anche prima di postare.

    Effettivamente anche io mi sto formando l'opinione che sia ragionevole non avere l'onere di tale inquadramento e di tale autorizzazione amministrativa se si vende servizi pubblicitari esclusivamente conto proprio e dunque su spazi propri.

    Se ci si ferma al dato letterale della norma ed anche del regolamento attuativo dell'art. 115 TULPS in effetti mi sembrerebbe applicabile alla sola intermediazione (esattamente come dici tu).

    Una idea potrebbe essere quella di fare un interpello diretto al ministero dell'industria, ma penso che la risposta arriverebbe (se arriverebbe) tra un anno.

    Un'altra..... trovare un altro codice attività sufficientemente vicino, ma che non parli di agenzia od intermediazione (cosicchè alla Camera commercio non sorgano sospetti di possibili autorizzazioni).

    Hai già fatto ricerca per simili codici????

    Paolo

  48. #48
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    AVVISO:

    Per la questione dell'agenzia pubblicitaria / autorizzazioni si continua di qui:

    http://www.giorgiotave.it/forum/viewtopic.php?t=7025

    Grazie

    Paolo

  49. #49
    User
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Messaggi
    39
    Citazione Originariamente Scritto da i2m4y
    Tranne qualche raro caso di bannerino ospitato per pochissimo tempo e raramente direi che le prestazioni occasionali (quelle che chiamate con ritenuta) non si possono usare per servizi pubblicitari. Questo è un mio parere, ma mi sembra ragionevole.
    Volevo porre una riflessione, ma siamo sicuri nel caso specifico di adsense che siano da considerarsi servizi pubblicitari?

    Io non prendo un soldo dagli annunci esposti sul sito, bensi' e' google che si fa pagare per questo servizio. E' Gooogle che fornice servizi pubblicitari, io, tramite l'inserimento dei codici dei banner, ho ceduto a lui i diritti di sfruttamento del mio sito. I soldi che google mi fornisce non possono essere inquadrati come diritti d'autore?

    Io ho pubblicato un libro una diecina di anni indietro e tuttora ricevo dei lauti compensi (circa 10 dollari di Singapore all'anno :P): un libro penso che sia del tutto paragonabile ad un sito web, contiene pubblicita' e vengo pagato periodicamente.

    M.

  50. #50
    User
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    26
    A me sembra molto sensato dichiarare adsense come "proventi da opere d'ingegno", perché in fondo è di questo che si tratta.
    Un sito web è assimilabile a una pubblicazione, ha dei contenuti originali. Si tratta di un'opera d'ingegno, come un libro o un disco.
    Poter fare davvero così sarebbe una svolta, e il mio commercialista è possibilista (deve studiare meglio la cosa, ma la sua prima opinione è questa).

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.