+ Rispondi alla Discussione
Pagina 3 di 7 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 101 a 150 di 326

Ulteriori considerazioni per Adsense e impresa

Ultimo Messaggio di kruk il:
  1. #101
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Ti ringrazio e mi piace discorrere di questa questione perchè imparo anche io.

    Purtroppo però devo nuovamente dissentire..... tu sei l'ultimo anello della catena che porta il messaggio al navigante e dunque tu fai servizi pubblicitari.
    Questo non lo dico io ma è un principo stabilito da una sentenza della corte di giustizia UE che cito nel topic top..... e quindi principio quasi equivalente a legge in Italia.... ed immediatamente applicabile.

    Credo che qualsiasi verificatore vedrebbe in primis il contenuto pubblicitario, poi forse parteciperebbe a discussioni tecniche/informatiche varie, ma penso che un bel verbale l'avrebbe già scritto.

    Alle volte la testa al toro la taglia la prassi quotidiana..... PURTROPPO.

    Paolo

  2. #102
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    156
    Citazione Originariamente Scritto da i2m4y Visualizza Messaggio
    ... tu sei l'ultimo anello della catena che porta il messaggio al navigante e dunque tu fai servizi pubblicitari.
    No, non "porto il messaggio" al navigante - ne sono completamente estraneo. Il messaggio viaggia direttamente dai server di Google al browser del navigante. Non ho modo di vedere/controllare quali messaggi Google visualizza nell'area sulla "mia pagina web". Non solo non posso controllare cosa combina Google, ma addirittura mi è vietato controllarlo! Google non mi fornisce l'elenco dei propri clienti inserzionisti, e mi vieta addirittura di generare "impressioni artificiali" sulle pagine per ottenere un'elenco dei hostname pubblicizzati...

    Non a caso Google inserisce nell'angolo in basso a destra di ogni area banner o sopra la lista dei link testuali la scritta "Ads by Google" (ovvero "Annunci Google" nella versione italiana), per dire chiaro e tondo, che questi annunci sono forniti da Google e non da me.

    Questo non lo dico io ma è un principo stabilito da una sentenza della corte di giustizia UE ... e quindi principio quasi equivalente a legge in Italia...
    Come spieghi allora, che in Germania (paese UE) si deve fatturare esente IVA? Gli introiti AdSense sono esenti tasse siccome provenienti da servizio reso online a ditta extra-UE (legge tedesca: § 3a IV UStG).

    Credo che qualsiasi verificatore vedrebbe in primis il contenuto pubblicitario, ... Alle volte la testa al toro la taglia la prassi quotidiana..... PURTROPPO.
    Quindi mi dai ragione?!? :-)

  3. #103
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Sinceramente non ti so dire il perchè la legislazione tedesca dia quel modus operandi... posso solo commentare quella italiana, che vuole la fatturazione con Iva sulla base di tutto quanto ho scritto (interpretando) nel mio topic in rilievo.

    In fondo comunque, reputo solo una piccola complicazione questa cosa..... perchè comunque GG paga anche l'ulteriore Iva al publisher.

    Paolo

  4. #104
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    156
    Citazione Originariamente Scritto da i2m4y Visualizza Messaggio
    In fondo comunque, reputo solo una piccola complicazione questa cosa..... perchè comunque GG paga anche l'ulteriore Iva al publisher.
    Cerco di evitare le complicazioni inutili... :-)

    Vedo però un'altra implicazione molto più problematica: assumiamo che possa "controllare" le pubblicità pubblicate tramite il programma AdSense, solo perché apparentemente sul mio sito (ignoriamo per adesso la scritta "Ads by Google" all'interno dell'area AdSense), ne devo assumermi anche le responsabilità!
    Ma posso io essere responsabile per le pubblicità fornite da Google?

    Ho appena letto di un caso (in Germania - toh!), dove il webmaster di un sito che partecipa al programma Adsense, ha ricevuto un'avviso da un'avvocato per aver pubblicato pubblicità illecita (un prodotto dimagrante...). Il webmaster/publisher ora cosa deve fare? Cestinare l'avviso, perchè estraneo ai fatti? L'avviso avrebbe dovuto riceverlo Google...

  5. #105
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    In casi come questi, che esulano dal mio lavoro per trascendere in quello degli avvocati, non posso che richiamare una sentenza del tribunale di Aosta che condannò il titolare di un blog (a memoria) perchè su suo sito era stato pubblicato da un utente un messaggio diffamatorio.

    Io non sono del tutto contrario a questa impostazione responsabilizzante per i titolari dei siti.... soprattutto se poi da quanto è pubblicato traggono guadagni..... dunque non sarei contrario alla responsabilità (mediata) anche per i publisher.... in fondo possono sempre rimuovere i riquadri adsense.

    Paolo

  6. #106
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    156
    Citazione Originariamente Scritto da i2m4y Visualizza Messaggio
    ... una sentenza del tribunale di Aosta che condannò il titolare di un blog (a memoria) perchè su suo sito era stato pubblicato da un utente un messaggio diffamatorio.

    Io non sono del tutto contrario a questa impostazione responsabilizzante per i titolari dei siti.... soprattutto se poi da quanto è pubblicato traggono guadagni..... dunque non sarei contrario alla responsabilità (mediata) anche per i publisher.... in fondo possono sempre rimuovere i riquadri adsense.
    Chi gestisce un forum, un blog o un guestbook può rimuovere messaggi diffamatori, siccome questi messaggi si trovano sul suo sito.

    Chi invece aderisce ad AdSense non può togliere l'eventuale pubblicità illecita, siccome non ne ha alcun controllo.

    Se i publisher si devono assumere le responsabilità per quello che Google pubblica nella "propria" area, vedo nero!

    Assurdo!!! Io affitto un'appartamento ad una coppia di Chissadove... Lui uccide lei nel "mio appartamento", ed io come "proprietario" dell'appartamento vado in galera?!?

  7. #107
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    No, direi che la cosa è leggermente diversa e riguarda il messaggio.... se tu ti accorgessi che adsense pubblica annunci illeciti dovresti rimuovere l'adesione al sistema adsense.... cosa di 5 minuti.... altrimenti ne saresti co-diffusore al pubblico.

    A mio giudizio sarebbe corretto valutare una corresponsabilità, vista la facilità con cui è possibile eliminare tale co-diffusione.

    Paolo
    Ultima modifica di i2m4y; 18-12-07 alle 12:35

  8. #108
    Utente Premium L'avatar di bmastro
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    1,940
    Citazione Originariamente Scritto da i2m4y Visualizza Messaggio
    No, direi che la cosa è leggermente diversa e riguarda il messaggio.... se tu ti accorgessi che adsense pubblica annunci illeciti dovresti rimuovere l'adesione al sistema adsense.... cosa di 5 minuti.... altrimenti ne saresti co-diffusore al pubblico.

    A mio giudizio sarebbe corretto valutare una corresponsabilità, vista la facilità con cui è possibile eliminare tale co-diffusione.

    Paolo
    sei un pò drastico, Paolo
    più che rimuovere l'adesione ad Adsense io rimuoverei il banner pubblicitario illecito usando i filtri che si hanno a disposizione (cosa che tra l'altro testimonia il fatto che un certo controllo sulla pubblicità si ha veramente)
    Top Web Hosting - Il Web Hosting ideale per chi ha più siti internet

  9. #109
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    156
    Citazione Originariamente Scritto da bmastro Visualizza Messaggio
    sei un pò drastico, Paolo
    più che rimuovere l'adesione ad Adsense io rimuoverei il banner pubblicitario illecito usando i filtri che si hanno a disposizione (cosa che tra l'altro testimonia il fatto che un certo controllo sulla pubblicità si ha veramente)
    Il problema rimane: non posso sapere quali banner Google visualizza, e quindi non posso sapere quali filtri aggiungere.
    Inoltre nel mio paese potrebbe essere vietato fare pubblicità per tabacchi, alcoolici, giochi d'azzardo e case chiuse... ma Google mi permette di filtrare solo un massimo di 200 "concorrenti". Sappiamo bene, che i produttori di suddetti "beni" a livello mondiale sono ben più di 200 (e gran parte di loro sono sicuramente clienti AdWords di Google), e quindi mi è impossibile filtrarli tutti.

    Cosa mi resta a fare allora?
    Semplice, basta vedere le cose come sono: la responsabilità per quanto visualizzato nell'area "Ads by Google" è di Google, non mia - ed io ne esco pulito.

  10. #110
    Utente Premium L'avatar di bmastro
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    1,940
    Citazione Originariamente Scritto da kruk Visualizza Messaggio
    Il problema rimane: non posso sapere quali banner Google visualizza, e quindi non posso sapere quali filtri aggiungere.
    Inoltre nel mio paese potrebbe essere vietato fare pubblicità per tabacchi, alcoolici, giochi d'azzardo e case chiuse... ma Google mi permette di filtrare solo un massimo di 200 "concorrenti". Sappiamo bene, che i produttori di suddetti "beni" a livello mondiale sono ben più di 200 (e gran parte di loro sono sicuramente clienti AdWords di Google), e quindi mi è impossibile filtrarli tutti.

    Cosa mi resta a fare allora?
    Semplice, basta vedere le cose come sono: la responsabilità per quanto visualizzato nell'area "Ads by Google" è di Google, non mia - ed io ne esco pulito.
    beh, adesso non esagerare
    la pubblicità che viene visualizzata è correlata al contenuto del sito. Se tu nel tuo sito parli di PC non ti appare di sicuro la pubblicità di alcolici, siti porno, casinò o altro. E comunque la policy di Google è molto restrittiva e attenta a non ledere le leggi locali. I casi del genere sono più unici che rari.

    In ogni caso, è evidente che sia possibile un controllo sulla pubblicità, sarà anche molto ridotto per te, ma a tutti gli effetti è possibile attuarlo e quindi questa responsabilità attiva, pur se piccola, sta a dimostrare che la pubblicazione degli adsense non è un semplice lavoro di programmazione.
    Top Web Hosting - Il Web Hosting ideale per chi ha più siti internet

  11. #111
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    156
    Citazione Originariamente Scritto da bmastro Visualizza Messaggio
    In ogni caso, è evidente che sia possibile un controllo sulla pubblicità, sarà anche molto ridotto per te, ma a tutti gli effetti è possibile attuarlo e quindi questa responsabilità attiva, pur se piccola, sta a dimostrare che la pubblicazione degli adsense non è un semplice lavoro di programmazione.
    Evidente dici? Ti do 1000 Euro, se mi fai vedere come faccio ad avere "controllo sulle pubblicità" che Google inserisce nei propri spazi AdSense.

    Ripeto: io come webmaster non ho alcun controllo sugli annunci AdSense. Decide tutto Google. Posso solo scegliere tra un numero limitato di contenitori (posizione, dimensione e colore - che tra l'altro vengono approvati da Google), ed indicare un limitato numero di concorrenti. E naturalmente posso decidere di non partecipare più al programma AdSense.
    Ultima modifica di kruk; 18-12-07 alle 18:27

  12. #112
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Citazione Originariamente Scritto da kruk Visualizza Messaggio
    Cosa mi resta a fare allora?
    Semplice, basta vedere le cose come sono: la responsabilità per quanto visualizzato nell'area "Ads by Google" è di Google, non mia - ed io ne esco pulito.
    Non concordo.

    Ti resta da fare altro.... ad esempio eliminare la tua iscrizione al sistema adsense.... sarebbe troppo comodo altrimenti.

    Pensi che se tu locassi un appartamento a terroristi, consapevole di farlo, non saresti tacciato di favoreggiamento ?!?!!? Non penso proprio.... quindi anche in una visione come la tua di "pura locazione di spazi", non puoi permetterti di disinteressarti di quello che fa Google, ma lo devi monitorare e resta a te la scelta se accettare il rischio di esserne corresponsabile un domani per eventuali violazioni di norme.

    Sono un po' drastico perchè non conosco alla perfezione Adsense sotto il profilo tecnico. E' logico che se esistono sistemi per evitare di far visualizzare gli ads incriminati si dovranno usare quelli.

    Paolo

  13. #113
    Utente Premium L'avatar di bmastro
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    1,940
    Citazione Originariamente Scritto da kruk Visualizza Messaggio
    Evidente dici? Ti do 1000 Euro, se mi fai vedere come faccio ad avere "controllo sulle pubblicità" che Google inserisce nei propri spazi AdSense.
    se vuoi ti dò la dimostrazione pratica sul mio sito.
    Non mi piace la pubblicità di una certa compagnia aerea perchè il giorno che dovevo prendere l'aereo erano in sciopero e mi hanno rovinato la vacanza?
    La sego all'istante usando un filtro che elimina il loro URL di destinazione del banner.
    Questa è una forma di controllo della pubblicità, seppur semplice. Il controllo non deve essere necessariamente totale per dimostrare che non si tratta di lavoro di semplice programmazione
    Top Web Hosting - Il Web Hosting ideale per chi ha più siti internet

  14. #114
    Utente Premium L'avatar di bmastro
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    1,940
    Citazione Originariamente Scritto da kruk Visualizza Messaggio
    Evidente dici? Ti do 1000 Euro, se mi fai vedere come faccio ad avere "controllo sulle pubblicità" che Google inserisce nei propri spazi AdSense.

    Ripeto: io come webmaster non ho alcun controllo sugli annunci AdSense. Decide tutto Google. Posso solo scegliere tra un numero limitato di contenitori (posizione, dimensione e colore - che tra l'altro vengono approvati da Google), ed indicare un limitato numero di concorrenti. E naturalmente posso decidere di non partecipare più al programma AdSense.
    scusa kruk, già che ci sei, mi dai l'indirizzo del tuo sito?
    così vado a dare un'occhiata alla pubblicità che hai (o che ha Google )
    magari mettilo in firma, così non fai spam
    Top Web Hosting - Il Web Hosting ideale per chi ha più siti internet

  15. #115
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    156
    Citazione Originariamente Scritto da i2m4y Visualizza Messaggio
    Non concordo.
    Pensi che se tu locassi un appartamento a terroristi, consapevole di farlo, non saresti tacciato di favoreggiamento ?!?!!? Non penso proprio....
    Ho enfatizzato la parola "consapevole" - e su ciò sono d'accordo. Ma nel caso di Google purtroppo non sono consapevole.

    quindi anche in una visione come la tua di "pura locazione di spazi", non puoi permetterti di disinteressarti di quello che fa Google, ma lo devi monitorare e resta a te la scelta se accettare il rischio di esserne corresponsabile un domani per eventuali violazioni di norme.
    Sono un po' drastico perchè non conosco alla perfezione Adsense sotto il profilo tecnico. E' logico che se esistono sistemi per evitare di far visualizzare gli ads incriminati si dovranno usare quelli.
    Ripeto per l'ennesima volta:
    • non posso monitorare quello che fa Google, Google mi vieta addirittura di generare page-impression artificiali sulle mie pagine. Posso andare a visitare le mie pagine, ma i banner che vi trovo sono di volta in volta diversi e diversi da quelli che vedono gli altri visitatori. Google infatti sceglie i banner non solo in base al contenuto del sito, ma anche in funzione di chi visita il sito.
    • non esistono sistemi per evitare di far visualizzare ads incriminati (è una richiesta di molti webmaster poter mantenere una specie di blacklist - ma finora Google non l'ha implementata. Google permette solo di filtrare i siti di alcuni concorrenti)
    • non ho modo di sapere, se Google pubblica un banner illecito sul mio sito (lo scopro solo grazie ai visitatori che mi avvertono a posteriori o grazie ad un eventuale ingiunzione...)
    Se vuoi sapere come funziona Adsense "sotto il profilo tecnico", lascia che ti dica, che l'analogia col display che io noleggio al negoziante è molto azzeccata: io posso semmai essere responsabile per il corretto funzionamento del display, man non per il contenuto che vi inserirà il negoziante stesso. Quello che fa il negoziante con il mio display esula dal mio controllo.

  16. #116
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    156
    Citazione Originariamente Scritto da bmastro Visualizza Messaggio
    se vuoi ti dò la dimostrazione pratica sul mio sito.
    Non mi piace la pubblicità di una certa compagnia aerea...?
    La sego all'istante usando un filtro che elimina il loro URL di destinazione del banner.
    1. Stai abusando delle funzioni che Google ti mette a disposizione, siccome i filtri sono pensati per evitare di pubblicizzare concorrenti non per altro.
    2. Puoi eliminare solo una URL alla volta (ed al massimo 200), ma non puoi dire a Google di eliminare tutte le pubblicità che riguardano ad esempio prodotti dietologici.
    3. per applicare un filtro devi prima sapere quali sono gli inserzionisti. Ma questo lo scopri solo a posteriori (quando cioè i relativi banner sono già apparsi sul tuo sito). Google infatti non ti svela quali sono i propri clienti.
    Ultima modifica di kruk; 18-12-07 alle 22:15

  17. #117
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    156
    Citazione Originariamente Scritto da bmastro Visualizza Messaggio
    scusa kruk, già che ci sei, mi dai l'indirizzo del tuo sito? così vado a dare un'occhiata alla pubblicità che hai (o che ha Google )
    magari mettilo in firma, così non fai spam
    Spiacente. Evito di invitare gente sul mio sito, qualcuno di voi potrebbe fare troppi click...
    E Google potrebbe reagire escludendomi dal programma AdSense per click-fraud.

    Dopo tanti mesi ho finalmente raggiunto i 100 dollari, e non vorrei rovinarmi questa piccola festa.

  18. #118
    Utente Premium L'avatar di bmastro
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    1,940
    Citazione Originariamente Scritto da kruk Visualizza Messaggio
    [LIST=1][*]Stai abusando delle funzioni che Google ti mette a disposizione, siccome i filtri sono pensati per evitare di pubblicizzare concorrenti non per altro.
    veramente nel regolamento adsense c'è scritto:
    "Il filtro per gli annunci della concorrenza ti consente di bloccare la pubblicazione di determinati annunci sulle tue pagine, ad esempio gli annunci della concorrenza."
    E queste sono parole testuali del regolamento.

    Non specifica che devono essere utilizzati esclusivamente per la concorrenza. E comunque è molto generico anche sul termine concorrenza, volendo cavillare non specifica nemmeno la concorrenza di chi. Insomma io volendo potrei bloccare i banner della concorrenza di una compagnia aerea che mi piace, pur non possedendo nessuna compagnia aerea.

    Il regolamento originale in lingua inglese è ancora più chiaro.
    Ti riporto sempre le parole testuali:
    "Google AdSense provides the functionality to block specific ads from appearing on your pages. Although Google ads are highly targeted to the content of your page, there may be situations in which you don't want to display particular advertisements -for example, you may wish to block ads leading to competitors' sites."
    Ultima modifica di bmastro; 18-12-07 alle 23:28
    Top Web Hosting - Il Web Hosting ideale per chi ha più siti internet

  19. #119
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    156
    Citazione Originariamente Scritto da bmastro Visualizza Messaggio
    veramente nel regolamento adsense c'è scritto:...
    Veramente non si tratta del regolamento (li non c'è menzione di filtri), ma della pagina help con le istruzioni su come usare i "Competitive Ad Filter".
    Ed anche in italiano il servizio si chiama "Filtri per gli annunci della concorrenza".

    Quindi è chiaro: Google ha introdotto questi filtri per filtrare i concorrenti, ma "accetta", che vengano usati a propria discrezione - quindi, se vuoi, per escludere qualsiasi url che non ti piace.

    Ma ripeto, questa funzione è ben lontana da darci un controllo, e può solo essere utilizzata a posteriori, quindi su banner che già sono stati pubblicati. Nelle istruzioni stesse Google ci spiega come individuare gli url da escludere: "To block an ad, you'll need to enter either the display URL or the destination URL into your filter. The display URL is the URL shown within the text of the ad..." Quindi Google presuppone che il banner che vogliamo escludere già è stato visualizzato.

    Inoltre il filtro avrà effetto solo dopo qualche ora...
    (nel frattempo chi si assume le eventuali responsabilità?)

  20. #120
    Utente Premium L'avatar di bmastro
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    1,940
    Citazione Originariamente Scritto da kruk Visualizza Messaggio
    Veramente non si tratta del regolamento (li non c'è menzione di filtri), ma della pagina help con le istruzioni su come usare i "Competitive Ad Filter".
    Ed anche in italiano il servizio si chiama "Filtri per gli annunci della concorrenza".

    Quindi è chiaro: Google ha introdotto questi filtri per filtrare i concorrenti, ma "accetta", che vengano usati a propria discrezione - quindi, se vuoi, per escludere qualsiasi url che non ti piace.

    Ma ripeto, questa funzione è ben lontana da darci un controllo, e può solo essere utilizzata a posteriori, quindi su banner che già sono stati pubblicati. Nelle istruzioni stesse Google ci spiega come individuare gli url da escludere: "To block an ad, you'll need to enter either the display URL or the destination URL into your filter. The display URL is the URL shown within the text of the ad..." Quindi Google presuppone che il banner che vogliamo escludere già è stato visualizzato.

    Inoltre il filtro avrà effetto solo dopo qualche ora...
    (nel frattempo chi si assume le eventuali responsabilità?)
    vedo che continui a credere fermamente in quello che dici, pur essendo chiaramente evidente che si tratta di pubblicazioni pubblicitarie e non di programmazione.
    Purtroppo per te sarà praticamente impossibile convincere quelli del fisco
    Top Web Hosting - Il Web Hosting ideale per chi ha più siti internet

  21. #121
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    156
    Citazione Originariamente Scritto da bmastro Visualizza Messaggio
    vedo che continui a credere fermamente in quello che dici, pur essendo chiaramente evidente che si tratta di pubblicazioni pubblicitarie e non di programmazione.
    Sono convintissimo di quello che dico: io non pubblico pubblicità - le pubblicità le pubblica Google "sulle proprie pagine web". Io non pubblico nient'altro che un codice Javascript, e non ho alcun controllo sulle pubblicità che gestisce Google. E io non mi reputo una persona qualunque, ma sono laureato in scienze dell'informazione, ho fatto la tesi sul web, sono stato uno dei primi in Italia a sviluppare siti web, e ho io stesso scritto un piccolo browser e contribuito alla prima versione di Netscape. Quindi conosco molto bene il funzionamento tecnico del web.

    Chiarimento tecnico: Gli "ads" di Google sono in verità delle vere e proprie pagine web, gestite, generate ed inviate al visitatore direttamente da Google. Queste piccole "pagine HTML" dette anche IFrame vengono sovrapposte alla mia pagina. Quindi queste pubblicità (contrariamente a quanto può sembrare) non fanno parte del contenuto delle mie pagine, ma vengono sovrapposte alle mie pagine (simile ai Popup - solo che la posizione è fissa)... Questo dettaglio tecnico é fondamentale per capire come funziona AdSense.

    I visitatori (compresi il fisco e voi, che fate fatica a capire il funzionamento) potrebbero credere che quei banner fanno parte della pagina, quando in verità non è così. Google stessa sa, che è difficile capire questo dettaglio, quindi fa bene a indicare chiaramente in ogni proprio IFrame che si tratta di "Ads by Google", per distinguere questa "area" dal resto della area visiva nel browser.

    Quindi la responsabilità per il contenuto delle aree pubblicitarie le deve prendere Google o semmai l'inserente (che è cliente di Google, non mio), ed io fatturo a Google un servizio di "inserimento codice Javascript" e non un servizio pubblicitario.

    Purtroppo per te sarà praticamente impossibile convincere quelli del fisco
    Sarà difficile, questo l'ho capito anche discutendo con voi. Ma la verità sta dalla mia parte. Se sarà necessario, combatterò fino in fondo per aver ragione.
    Ultima modifica di kruk; 20-12-07 alle 12:25

  22. #122
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Riconosco in pieno le tue capacità e conoscenze tecniche... ma non capisco, cordialmente, il perchè ti voglia incaponire sull'aspetto tecnologico, quando ai fini fiscali conta il solo risultato finale.

    Anche la pagna di giornale è tecnicamente una "stampa offset a 256k colori" che "sta sopra" un foglio di carta grezzo.... epuure l'editore che è l'artefice di tutto ciò fattura a chi vuole quella pagina un "servizio pubblicitario".

    Come lo fa anche la TV che tecnicamente trasmette un segnale in modulazione di frequenza che manipola la luminosità dei pixel di uno schermo del ricevente.

    Quello che conta non è la tecnica che sta sotto, sopra o di fianco.... quello che conta è la sostanza finale... tu sul tuo sito fai comparire un messaggio commerciale per cui vieni pagato.... questo già solo basta.

    Paolo

  23. #123
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    156
    Citazione Originariamente Scritto da i2m4y Visualizza Messaggio
    Riconosco in pieno le tue capacità e conoscenze tecniche... ma non capisco, cordialmente, il perchè ti voglia incaponire sull'aspetto tecnologico, quando ai fini fiscali conta il solo risultato finale.

    .... quello che conta è la sostanza finale... tu sul tuo sito fai comparire un messaggio commerciale per cui vieni pagato.... questo già solo basta.
    Sbagli.

    Ripeto per l'ennesima volta: c'è una differenza fondamentale tra quello che fa un editore con il proprio giornale, e quello che faccio io: IL CONTROLLO
    • L'editore decide cosa pubblicare sul proprio giornale, e quindi deve assumersi le responsabilità
    • Google pubblica annunci sul mio sito (NON IO!), quindi Google deve prendersi le responsabilità
    Io proprio non me la sento di rispondere su eventuali illeciti commessi da Google o suoi clienti inserzionisti, perché quello che fa Google è completamente fuori dal mio controllo.

    Io non ne posso essere responsabile. E quindi non fatturo "pubblicità" (che infatti non faccio), ma un servizio di "inserimento codice" a Google.
    Ultima modifica di kruk; 28-12-07 alle 17:24

  24. #124
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Purtroppo dissento, e mi fermo, è pienamente sotto tuo controllo.... puoi decidere se ospitarlo o no.... più controllo di così.

    Paolo

  25. #125
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    156
    Citazione Originariamente Scritto da i2m4y Visualizza Messaggio
    Purtroppo dissento, e mi fermo, è pienamente sotto tuo controllo.... puoi decidere se ospitarlo o no.... più controllo di così.
    Devoto-Oli: "ospitare": di luogo o ambiente in cui uno o più oggetti siano contenuti o custoditi...

    Purtroppo le pubblicità di Google non sono "contenuti" nei mio sito web, ma vengono sovrapposti alla pagina visualizzata dal browser di chi ospita il mio sito. Quindi né il luogo della pubblicazione, né il contenuto sono sotto mio controllo.

    Posso decidere di non partecipare più al programma AdSense, ma per quale motivo? Non sono responsabile di quello che Google invia ai visitatori, quindi non ho motivo di terminare il servizio, a meno che qualcuno mi fa notare eventuali irregolarità da parte di Google o suoi inserzionisti.
    Come per l'appartamento: se qualcuno mi fa notare, che sto ospitando terroristi, li butto fuori. Ma finchè non ho motivo di ritenere che i miei ospiti stanno commettendo reati, non mi vedo responsabile per il loro operato.

  26. #126
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Ospitare, partecipare, mantenere, foraggiare, consentirne il giaciglio ecc. poco interessa il verbo.... poco interessa che sia "in sospensione" sul restante layout del sito..... ciò che conta è il risultato.... quella è e resta l'ultimo anello della campagna pubblicitaria.... se non ti piace il regime iva di quelle operazioni puoi legittimamente non partecipare a quel programma.... se partecipi però non vedo chanches alternative per l'inquadramento fiscale.

    Idem penso per la responsabilità penale in caso di messaggi illeciti (ma qui non è il mio campo e dunque lascio ad altri).

    Paolo

  27. #127
    Banned
    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    140
    [QUOTE=i2m4y;421720]Ospitare, partecipare, mantenere, foraggiare, consentirne il giaciglio ecc. poco interessa il verbo.... poco interessa che sia "in sospensione" sul restante layout del sito..... ciò che conta è il risultato.... quella è e resta l'ultimo anello della campagna pubblicitaria.... se non ti piace il regime iva di quelle operazioni puoi legittimamente non partecipare a quel programma.... se partecipi però non vedo chanches alternative per l'inquadramento fiscale.

    Idem penso per la responsabilità penale in caso di messaggi illeciti (ma qui non è il mio campo e dunque lascio ad altri).

    Paolo[/QUOT

    Io concordo pienamente con quanto detto dall'esperto informatico (Kruk). Un editore vero valuta, pensa, decide, stabilisce prezzi e poi ordina allo stampatore cosa stampare, quindi distribuisce. Un webmaster subisce. Subisce tutto, tranne il prendere la decisione di inserire o non inserire un codice.
    Capita che Google non avendo pubblicità faccia uscire scritte del tipo: Salve gente, Tanti auguri di Buon Natale 2008.
    Ed io, che sono contro tutti, scherzo, non voglio assolutamente queste scritte nel mio sito. Eppure non posso toglierle, perchè non saprò mai se sono pubblicate e quando saranno pubblicate. Che Grande Editore che sono! Non controllo il mio servizio.

    Secondo il tuo ragionamento conta solo che nel mio sito si vede un messaggio pubblicitario, ma non conta chi lo gestisce, chi decide i prezzi... Non conta il Controllo. Non conta chi decide.
    Il mio commercialista sostiene, d'accordo con me, che si tratta in sostanza di fittare uno spazio del mio sito dietro compenso incerto.
    In pratica come fitto 3 metri quadrati del mio terreno (ad un Editore) per mettere un cartellone pubblicitario (il codice adsense) così pubblico Adsense sul mio sito.
    Se poi non conta chi Controlla, allora quando viene l'Editore e cambia pubblicità il responsabile sono io che ho fittato il terreno?!
    Dunque divento Editore senza mai aver mosso un dito.
    In sostanza tu fai passare il principio che Azioni Simili definiscono il soggetto economico in modo inequivocabile. Questo mi sembra assurdo: vendo un'auto sono rivenditore, vendo una casa sono agenzia immobiliare, preparo una cena ad amici e sono un'agenzia di catering...
    Secondo me il principio valido è Soggetti Economici simili definiscono Azioni Simili. In sostanza due editori faranno più o meno le stesse cose, ma non sono due editori due persone che vendono un libro: uno magari è un editore e l'altro è un semplice autore o magari si vende un libro usato.
    Ancora un esempio: l'azienda edile del mio paese si promuove con magliette pubblicitarie e le regala ad amici e parenti. Io metto la maglietta/e tutto l'anno esponendo la loro pubblicità. Sono per questo Editore?
    Tu dirai: ma lo fai con continuità e vieni pagato. No, perchè anche sul mio terreno ci sta la pubblicità con continuità e vengo pagato.
    Secondo, non pubblico con continuità il codice, ma una sola volta. Il messaggio appare con continuità, ma le mie azioni, come quelle dell'Editore, non sono continue.
    E poi cosa significa: fare con continuità? Significa fare con continuità tutte le azioni che compie un editore o visualizzare un messaggio con continuità? Secondo me da intendersi fare con continuità le azioni che compie un Editore vero: controllo, decisione, pubblicazione.
    Terzo, in riferimento alla maglietta: sono pagato (si fa per dire) in base alle persone che si rivolgeranno all'azienda facendo il mio nome (Pay per Click casalingo).
    Insomma non basta produrre uno stesso risultato per essere lo stesso soggetto economico professionale e continuativo e di questo la Legge, se ti dà ragione, ne deve prendere atto.
    La Legge si adegua ai tempi e deve prendere atto che Internet è un nuovo mondo e che le definizioni di un tempo sono a volte senza significato nel virtuale.
    Ultima modifica di lodiablo; 06-01-08 alle 16:06

  28. #128
    Banned
    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    140
    Citazione Originariamente Scritto da bmastro Visualizza Messaggio
    se vuoi ti dò la dimostrazione pratica sul mio sito.
    Non mi piace la pubblicità di una certa compagnia aerea perchè il giorno che dovevo prendere l'aereo erano in sciopero e mi hanno rovinato la vacanza?
    La sego all'istante usando un filtro che elimina il loro URL di destinazione del banner.
    Questa è una forma di controllo della pubblicità, seppur semplice. Il controllo non deve essere necessariamente totale per dimostrare che non si tratta di lavoro di semplice programmazione
    Salve. Io ti propongo di eleminare le scritte che Google fa apparire nel tuo sito quando non ha pubblicità. Ma non togliendole del tutto. Fai un elenco di scritte che tu non vuoi fare apparire e poi caso mail Google DECIDE di far apparire, a tua insaputa, tu le blocchi.
    Ad esempio, se tu non vuoi che esca la scritta "Auguri di Buon Anno", fai in modo che se Google DECIDE di farla uscire tu la blocchi. Ripeti la stessa cosa per ogni scrita possibile e diventerai un veggente.
    Lo puoi fare subito e per sempre. Se ci riesci.
    Dai pensare ad un controllo perchè si possa decidere di non visualizzare un url mi sembra ridicolo è come dire ti do 3 magliette e decidi tu quale mettere.
    Quando si parla di Controllo di un Editore si deve far riferimento al controllo vero: la decisione.
    Editore = apparizione di un messaggio pubblicitario in un sito mi sembra un'assurdità che solo in Italia potrà essere vera (forse!).
    Non tutti i commercialisti la vedono allo stesso modo. Come mai?

  29. #129
    Utente Premium L'avatar di bmastro
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    1,940
    Citazione Originariamente Scritto da lodiablo Visualizza Messaggio
    Salve. Io ti propongo di eleminare le scritte che Google fa apparire nel tuo sito quando non ha pubblicità. Ma non togliendole del tutto. Fai un elenco di scritte che tu non vuoi fare apparire e poi caso mail Google DECIDE di far apparire, a tua insaputa, tu le blocchi.
    Ad esempio, se tu non vuoi che esca la scritta "Auguri di Buon Anno", fai in modo che se Google DECIDE di farla uscire tu la blocchi. Ripeti la stessa cosa per ogni scrita possibile e diventerai un veggente.
    Lo puoi fare subito e per sempre. Se ci riesci.
    Dai pensare ad un controllo perchè si possa decidere di non visualizzare un url mi sembra ridicolo è come dire ti do 3 magliette e decidi tu quale mettere.
    Quando si parla di Controllo di un Editore si deve far riferimento al controllo vero: la decisione.
    Editore = apparizione di un messaggio pubblicitario in un sito mi sembra un'assurdità che solo in Italia potrà essere vera (forse!).
    Non tutti i commercialisti la vedono allo stesso modo. Come mai?
    guarda, senza star là a fare esempi campati in aria ti posso fare l'esempio direttamente col mio sito in calce. Riguarda i voli low cost.
    Se voglio eliminare la pubblicità della Ryan Air, oppure della Sky Europe, lo faccio senza tanti problemi.
    Questo vuol dire avere un controllo sulla pubblicità.
    Top Web Hosting - Il Web Hosting ideale per chi ha più siti internet

  30. #130
    Banned
    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    140
    Citazione Originariamente Scritto da bmastro Visualizza Messaggio
    guarda, senza star là a fare esempi campati in aria ti posso fare l'esempio direttamente col mio sito in calce. Riguarda i voli low cost.
    Se voglio eliminare la pubblicità della Ryan Air, oppure della Sky Europe, lo faccio senza tanti problemi.
    Questo vuol dire avere un controllo sulla pubblicità.
    Scusa, ma non si tratta di eliminare un url, la cui cosa è fattibile ad un qualsiasi webmaster, ma devi dimostrare che sei tu ad aver il controllo della tua azienda e non che il controllo è nelle mani di Google.
    Il mio esempio mostra chiaramente che un'azienda professionale e continuativa può farlo, perchè ogni volta che gli arriva una nuova richiesta di pubblicità che rientra nella lista può escluderla. Un webmaster che usa Adsense non può farlo.
    E questo è fondamentale a capire che il controllo non è nelle sue mani.
    Se un giorno Google decidesse di non pubblicare pìù annunci saresti sempre un'azienda se non togli il codice (e comunque non visualizzi messaggi)? Insomma, se mettere il codice, l'unica azione che fai, ti fa diventare azienda devi restare azienda anche quando i messaggi non appaiono più. E questo mi sembra un'altra grande contraddizione.
    Possiamo accettare anche quello che suggeriscono qui sul forum, e magari lo dice anche la Legge, ma dobbiamo constastare che stiamo operando nel mondo dei Pazzi, fuori ogni regola di buon senso e fuori da ogni diritto di uguaglianza e libertà.
    Cosa diversa è se in un tuo sito metti della pubblicità di aziende che ti contattano ( o trovi) alle quali fai un regolare contratto, gli stabilisci il prezzo del servizio e la durata (Così hai il controllo).
    Allora e solo aallora fai quello che fa un'attività professionale e continuativa che opera nel settore della pubblicità

  31. #131
    Utente Premium L'avatar di bmastro
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    1,940
    Citazione Originariamente Scritto da lodiablo Visualizza Messaggio
    Cosa diversa è se in un tuo sito metti della pubblicità di aziende che ti contattano ( o trovi) alle quali fai un regolare contratto, gli stabilisci il prezzo del servizio e la durata (Così hai il controllo).
    Allora e solo aallora fai quello che fa un'attività professionale e continuativa che opera nel settore della pubblicità
    in effetti io faccio anche questo.
    Cosa che consiglio a tutti quando raggiungono una certa massa critica di visitatori in un loro sito.
    Top Web Hosting - Il Web Hosting ideale per chi ha più siti internet

  32. #132
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Il webmaster non subisce alcunchè.... non ho mai visto Adsense col fucile alle spalle di un webmaster obbligarlo a pubblicare.... il webmaster ha la facoltà di non aderire.... questo è ben più che sufficiente.

    Il webmaster pubblica una sola volta il codice... poi il web lo propaga.... esattamente come l'editore stampa una volta la rivista e poi le edicole la propagano.... identico.

    Sia chiaro io mi metto sempre sotto il profilo sostanziale ad esaminare la questione perchè sarà sicuramente così vista dai verificatori e probabilmente anche da giudici fiscali.

    Paolo

  33. #133
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    156
    Citazione Originariamente Scritto da i2m4y Visualizza Messaggio
    ... non ho mai visto Adsense col fucile alle spalle di un webmaster obbligarlo a pubblicare ...
    Il webmaster pubblica una sola volta il codice... poi il web lo propaga.... esattamente come l'editore stampa una volta la rivista e poi le edicole la propagano.... identico.
    lodiablo l'ha capito, e concorda con me.
    Ma purtroppo bmastro, i2m4y ed altri non hanno ancora capito come funziona il web, e quindi continuano a sostenere, che noi webmaster "pubblichiamo" allo stesso modo come pubblicano gli editori...

    Ri-ripeto: noi webmaster NON PUBBLICHIAMO le pubblicità.. Le pubblicità vengono inviati ai browser direttamente dai server di Google, quindi completemente fuori dal nostro controllo.
    Google fattura, gestisce e pubblica i messaggi pubblicitari, e non noi.

    È come se su Italia1 vediamo il film di Batman interrotto da spazi pubblicitari. Quei spazi sono gestiti da Mediaset (o chi per loro), e non dalla Warner Bros! La Warner Bros non ha alcun controllo su quelle pubblicità, e non può assumersi le responsabilità, anche se la Warner Bros percepisce soldi da Mediaset.

  34. #134
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    156
    Per essere ancora più chiaro: le pubblicità di AdSense vengono sovrapposti da Google alla pagina web DOPO che questa viene visualizzata nel browser di chi visita il mio sito.

    Allo stesso modo come le pubblicità nei film vengono inserite dalla Mediaset DOPO che la Warner Bros ha dato copia del film alla Mediaset, quindi fuori dal controllo della WB.

    La WB può solo decidere di non noleggiare il film alla Mediaset (ma questo non è ovviamente motivo, di rendere la WB co-responsabile del contenuto dei spazi pubblicitari).

  35. #135
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Non importa il quando avviene ed il come avviene la trasmissione degli spot adsense, ciò che importa sono due fattori fondamentali:

    1) il risultato finale visualizzato nel browser dal navigatore (cioè la sostanziale immagine dei vostri siti con pubblicità);

    2) Tale "effetto finale pubblicitario" nel browser del navigatore finale può essere stoppato dal webmaster, che può eliminare la sua iscrizione adsense e dunque quel codice rimosso dal sito. Senza l'azione fondamentale del webmaster non si produrrebbe alcun effetto pubblicitario nel browser del navigatore.

    Ciò è davvero sufficiente a dire che si tratta dell'ultimo anello di una campagna pubblicitaria, quindi servizi pubblicitari e quindi il webmaster che permette la visualizzazione finale di quell'effetto pubblicitario nel browser dell'utente è anche impreditore di servizi pubblicitari.

    Tecnicamente poi non mi interessa se "il messaggio finale pubblicitario nel video del navigatore" è fatto con trasmigrazione molecolare di Google o con un omino che disegna con l'Uniposca. ;-)

    "Non avrò ancora capito come funziona il web", ma penso che saper applicare le norme mi veda con qualche esperienza. ;-)

    Paolo

  36. #136
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    156
    Citazione Originariamente Scritto da i2m4y Visualizza Messaggio
    Non importa il quando avviene ed il come avviene la trasmissione degli spot adsense, ciò che importa sono due fattori fondamentali:
    1) il risultato finale visualizzato nel browser dal navigatore (cioè la sostanziale immagine dei vostri siti con pubblicità);

    "Non avrò ancora capito come funziona il web", ma penso che saper applicare le norme mi veda con qualche esperienza. ;-)
    Allora prova un po' a spiegare alla WB, che è responsabile delle pubblicità gestite da Mediaset, perché "solo il risultato finale conta", ed il risultato finale (che lo spettatore vede sullo schermo), è un film con all'interno delle pubblicità.

    Ti auguro buona fortuna!

  37. #137
    Utente Premium L'avatar di bmastro
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    1,940
    Citazione Originariamente Scritto da kruk Visualizza Messaggio
    Allora prova un po' a spiegare alla WB, che è responsabile delle pubblicità gestite da Mediaset, perché "solo il risultato finale conta", ed il risultato finale (che lo spettatore vede sullo schermo), è un film con all'interno delle pubblicità.

    Ti auguro buona fortuna!
    il tuo esempio non mi pare calzante.
    Paragoni un sito web ad un film, quando invece sarebbe più giusto paragonare il sito web ad un'emittente televisiva.
    Top Web Hosting - Il Web Hosting ideale per chi ha più siti internet

  38. #138
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    La WB ha creato il contenuto artistico, non ha il controllo del mezzo televisivo che lo tramette (Mediaset).

    Il webmaster non solo ha il controllo del contenuto (artistico) del suo sito ma anche il pieno controllo della sua diffusione in rete.

    Sostanziale differenza.

    Paolo
    Ultima modifica di i2m4y; 10-01-08 alle 15:00

  39. #139
    User L'avatar di ...Lord Zarcon
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    10
    Ho letto tutte e 9 pagine... ma le domande devo farvele lo stesso, perchè.. non sono in grado ancora di rispondermi da solo.

    prima domanda:

    Ho un blog personale, con adsense inserito e ultimamente ricavo mediamente dai 2 ai 3 $ al giorno..
    nel corso del 2007 ho ricevuto due pagamenti.. da 100€ circa ciascuno per i quali però non ho dichiarato nulla perchè non sapevo come fare.

    In questi giorni ho intenzione di parire una partita iva anche per altri scopi, e quindi potrei regolarizzare la mia situazione.. solo che rimangono quei 200 euro del 2007.. che sono comunque nello storico di adsense. Come posso regolamentare quei ricavi?


    seconda domanda:
    il parking, e quindi in TOTALE reindirizzamento di un dominio verso una società (in questo caso SEDO) come lo dobbiamo interpretare?
    Che tipo di p.iva devo aprire? che settore? che tipo di percentuali applicare? SEDO è una società estera (tedesca) che paga senza tener conto delle norme fiscali vigenti nei diversi paesi. Quindi dalla cifra X dovrei detrarre una cifra Y in % (di quanto?) da pagare in tasse...

    Potete aiutarmi a fare chiarezza? Grazie

  40. #140
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    156
    Citazione Originariamente Scritto da bmastro
    il tuo esempio non mi pare calzante.
    Paragoni un sito web ad un film, quando invece sarebbe più giusto paragonare il sito web ad un'emittente televisiva.
    Tra tutti i paragoni finora fatti (con case editrici, terreni in affitto o televisori in noleggio etc.) le parallele con la WarnerBros che produce i film, e Mediaset che vi inserisce le pubblicità mi pare il più azzeccato.

    Citazione Originariamente Scritto da i2m4y Visualizza Messaggio
    La WB ha creato il contenuto artistico, non ha il controllo del mezzo televisivo che lo tramette (Mediaset).
    Esatto! Io creo le pagine web (con contenuto artistico o d'autore), ma non ho il controllo sul browser che le visualizza.

    Il webmaster non solo ha il controllo del contenuto (artistico) del suo sito ma anche il pieno controllo della sua diffusione in rete.
    Sostanziale differenza.
    E qui c'è la sottile differenza: il webmaster controlla la diffusione delle pagine web solo fino all'uscita dal server web. Poi le pagine attraversano i server dei provider ed alla fine vengono visualizzati sullo schermo del navigante.

    I provider potrebbero filtrare o alterare il contenuto delle mie pagine web (molti provider infatti lo fanno - per vari motivi). Ed il browser del navigante può visualizzare la pagina web come desidera (alcuni non visualizzano flash, altri sono infetti da malware e sovrappongono dei banner alla mia pagina a mia insaputa...).

    Allo stesso modo come la WB controlla i filmati solo fino alla consegna degli stessi alla Mediaset o al cinema che li proietta sullo schermo.

    Quali pubblicità la Mediaset, il cinema o Google inseriscono negli "spazi concordati" si sottrae al controllo (mio o di WB), siccome questo inserimento di pubblicità avviene a posteriori.

    La WB stipula un contratto con Mediaset, fissando modalità di pagamento, numero e "posizione" degli inserti pubblicitari permessi ecc. . Mediaset potrebbe anche non interrompere il filmato, o visualizzare un augurio natalizio invece della pubblicità.
    La WB permette a Mediaset di inserire pubblicità nella propria opera d'arte esattamente come io permetto a Google di inserire pubblicità AdSense.

    Se Mediaset abusa di questi spazi e vi inserisce pubblicità per medicinali vietati, case chiuse o altro, la WB è libera di ritirare la licenza di proiettare il filmato. La WB potrebbe anche mettere nel contratto una lista di ditte per le quali non è permesso inserire pubblicità nel filmato (come io posso filtrare URL di alcuni concorrenti).

  41. #141
    Utente Premium L'avatar di bmastro
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    1,940
    Citazione Originariamente Scritto da kruk Visualizza Messaggio
    Tra tutti i paragoni finora fatti (con case editrici, terreni in affitto o televisori in noleggio etc.) le parallele con la WarnerBros che produce i film, e Mediaset che vi inserisce le pubblicità mi pare il più azzeccato.


    Esatto! Io creo le pagine web (con contenuto artistico o d'autore), ma non ho il controllo sul browser che le visualizza.



    E qui c'è la sottile differenza: il webmaster controlla la diffusione delle pagine web solo fino all'uscita dal server web. Poi le pagine attraversano i server dei provider ed alla fine vengono visualizzati sullo schermo del navigante.

    I provider potrebbero filtrare o alterare il contenuto delle mie pagine web (molti provider infatti lo fanno - per vari motivi). Ed il browser del navigante può visualizzare la pagina web come desidera (alcuni non visualizzano flash, altri sono infetti da malware e sovrappongono dei banner alla mia pagina a mia insaputa...).

    Allo stesso modo come la WB controlla i filmati solo fino alla consegna degli stessi alla Mediaset o al cinema che li proietta sullo schermo.

    Quali pubblicità la Mediaset, il cinema o Google inseriscono negli "spazi concordati" si sottrae al controllo (mio o di WB), siccome questo inserimento di pubblicità avviene a posteriori.

    La WB stipula un contratto con Mediaset, fissando modalità di pagamento, numero e "posizione" degli inserti pubblicitari permessi ecc. . Mediaset potrebbe anche non interrompere il filmato, o visualizzare un augurio natalizio invece della pubblicità.
    La WB permette a Mediaset di inserire pubblicità nella propria opera d'arte esattamente come io permetto a Google di inserire pubblicità AdSense.

    Se Mediaset abusa di questi spazi e vi inserisce pubblicità per medicinali vietati, case chiuse o altro, la WB è libera di ritirare la licenza di proiettare il filmato. La WB potrebbe anche mettere nel contratto una lista di ditte per le quali non è permesso inserire pubblicità nel filmato (come io posso filtrare URL di alcuni concorrenti).
    guarda, forse tu ti divertirai anche ad arzigogolare con modalità di trasmissione o esempi vari, ma ti assicuro che quelli della finanza non perdono tempo.
    Loro pensano così:
    tu hai un sito
    il tuo sito trasmette pubblicità
    quindi tu trasmetti pubblicità

    ma sei sul serio convinto di star facendo il programmatore per Google?
    Top Web Hosting - Il Web Hosting ideale per chi ha più siti internet

  42. #142
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    156
    Citazione Originariamente Scritto da ...Lord Zarcon Visualizza Messaggio
    Ho letto tutte e 9 pagine...
    Complimenti! Almeno le nostre discussioni non passano inosservate. :-)

    Un consiglio: rivolgiti al tuo consulente fiscale. Se nel 2007 non hai svolto attività lavorative (non avevi partita iva), e gli introiti da AdSense equivalgono ad una mancia, la situazione è semplice (ma te lo spiegherà il tuo commercialista).

    E un'informazione, che aiuta a te o al tuo commercialista di inquadrare meglio quello che fai: Il dominio non è tuo, ma ti viene assegnato dal NIC (infatti tu paghi un tot all'anno per utilizzarlo). Questo dominio l'hai "subaffittato" a SEDO...

  43. #143
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    156
    Citazione Originariamente Scritto da bmastro Visualizza Messaggio
    tu hai un sito
    il tuo sito trasmette pubblicità
    quindi tu trasmetti pubblicità
    Assolutamente no: il mio sito NON trasmette pubblicità. Mai in nessun momento le pubblicità si trovano sul mio sito/server o sono sotto il mio controllo. Le pagine web del mio sito vengono inviate ai visitatori "senza pubblicità", ma con soli spazi vuoti. In questi spazi vuoti ALTRI possono inserire pubblicità.

    ma sei sul serio convinto di star facendo il programmatore per Google?
    Io fatturo il servizio di "inserimento codice Javascript" a Google. Se poi lo volete considerare programmazione o meno non m'interessa. Trovo esagerato definirlo "programmazione", siccome il lavoro di programmazione è molto più creativo...
    Ultima modifica di kruk; 10-01-08 alle 16:46

  44. #144
    Utente Premium L'avatar di bmastro
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    1,940
    Citazione Originariamente Scritto da kruk Visualizza Messaggio
    E un'informazione, che aiuta a te o al tuo commercialista di inquadrare meglio quello che fai: Il dominio non è tuo, ma ti viene assegnato dal NIC (infatti tu paghi un tot all'anno per utilizzarlo). Questo dominio l'hai "subaffittato" a SEDO...
    Vedo che hai anche dei domini in parking.
    Sulla base della tua interpretazione, come risolvi la dichiarazione dei guadagni che ottieni dal parking?
    Top Web Hosting - Il Web Hosting ideale per chi ha più siti internet

  45. #145
    Utente Premium L'avatar di bmastro
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    1,940
    Citazione Originariamente Scritto da kruk Visualizza Messaggio
    Io fatturo il servizio di "inserimento codice Javascript" a Google
    e qual'è la tua tariffa a prestazione?
    Top Web Hosting - Il Web Hosting ideale per chi ha più siti internet

  46. #146
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    156
    Citazione Originariamente Scritto da bmastro Visualizza Messaggio
    Vedo che hai anche dei domini in parking.
    Sulla base della tua interpretazione, come risolvi la dichiarazione dei guadagni che ottieni dal parking?
    Non io, Lord Zarcon ha dei dominii in parking.

    Io non ho mai preso soldi da SEDO - ma al contrario ho comprato dei dominii attraverso SEDO.

    Io i dominii preferisco utilizzarli piuttosto che parcheggiarli. :-)

  47. #147
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Citazione Originariamente Scritto da kruk Visualizza Messaggio
    E qui c'è la sottile differenza: il webmaster controlla la diffusione delle pagine web solo fino all'uscita dal server web. Poi le pagine attraversano i server dei provider ed alla fine vengono visualizzati sullo schermo del navigante.

    E' proprio qui che non condivido:

    io ho 3 o 4 siti web.

    Orbene nessuno di essi visualizza alcuna pubblicità quando si materializza graficamente come unione di pixel sul video del navigante.

    Perchè?

    Semplice.... ho deciso di non mettere nessun codice che consenta la materializzazione di contenuti (se di adsense: pubblicitari al 99,9%) sul browser del navigante.

    Ho dunque dimostrato di avere il pieno controllo di quanto voglio far manifestare al navigatore:

    - sito web "pulito"

    oppure

    - sito web "sporcato" da annunci

    Questo basta a darti il pieno controllo e dunque a decidere se fare o non fare servizi pubblicitari.... perchè non esistono vie di mezzo o arrivano i contenuti pubblicitari o non arrivano.... non importa come tecnicamente ciò avviene.... al fisco ed al giudice comunitario.


    Paolo

  48. #148
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    156
    Citazione Originariamente Scritto da i2m4y Visualizza Messaggio
    io ho 3 o 4 siti web.
    .... ho deciso di non mettere nessun codice che consenta la materializzazione di contenuti (se di adsense: pubblicitari al 99,9%) sul browser del navigante.
    Tu hai il controllo se aderire ad AdSense o meno, se permettere ad altri di inserire pubblicità o meno... Ma dal momento che permetti ad altri di inserire pubblicità, il controllo non ce l'hai più. Perché loro inseriscono le pubblicità non nelle tue pagine, ma in una copia delle stesse.

    È come se tu avessi un cartellone vuoto sul tuo terreno, io ne faccio una foto (con il tuo permesso - ti pago) e vi appiccico la scritta CocaCola (sulla foto!). Tu non hai mai pubblicato pubblicità della CocaCola, eppure sulla foto del "tuo cartellone" che io vedo la pubblicità c'è!

    - sito web "pulito"
    oppure
    - sito web "sporcato" da annunci
    Filmato di Batman "sporcato" da pubblicità della Cocacola - e chi ne è responsabile? La WarnerBros?!? La WB ha permesso a Mediaset di inserirvi le pubblicità. La WB ha preso soldi dalla Mediaset - e non pochi!!!
    Ultima modifica di kruk; 10-01-08 alle 17:28

  49. #149
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    156
    Citazione Originariamente Scritto da ...Lord Zarcon Visualizza Messaggio
    SEDO è una società estera (tedesca) che paga senza tener conto delle norme fiscali vigenti nei diversi paesi. Quindi dalla cifra X dovrei detrarre una cifra Y in % (di quanto?) da pagare in tasse...
    Non è SEDO, che deve conoscere le leggi del tuo paese, ma sei tu a doverti informare...

    Ho spulciato nelle "AGB" (condizioni contrattuali) di SEDO (Punto 7.6.):
    "Hat der Kunde seinen Sitz in der Europäischen Union und muss der Kunde bei Rechnungstellung an die Sedo GmbH Umsatzsteuer in Rechnung stellen, so versteht sich das Sedo-Klickguthaben als Guthaben ohne Umsatzsteuer und ausgezahlt wird ein Betrag inklusive Umsatzsteuer"

    traduco:
    Se il cliente ha sede nella UE e deve emettere fattura a Sedo srl incluso di iva, il credito è da intendersi senza iva e verrà pagato un importo inclusivo di iva.

  50. #150
    User
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    98
    Ho letto anch'io con grande interesse tutta la discussione. Secondo la mia opinione, ha pienamente ragione kruk. E' assurdo paragonare la situazione di un webmaster che inserisce qualche riga di codice scritto da google nelle sue pagina a quella di chi veramente svolge l'attività di vendita di pubblicità, come ad esempio fanno Comprabanner, Juiceadv o molte altre concessionarie online. L'attività di un webmaster è completamente diversa da quella dei soggetti che vendono pubblicità. Un webmaster che usa adsense, dedicherà, esagerando, l'1% del suo tempo a questioni legate agli annunci pubblicitari (ovvero scegliere dove e come inserire il codice fornito da google), mentre per il 99% si occupa di attività quali la creazione di contenuti, la gestione tecnica del sito etc etc. Una consessionaria pubblicitaria dedica il 100%, e non l'1%, a ciò che invece riguarda la pubblicità. Come si può fiscalmente considerare nello stesso modo due attività tanto differenti??? A me sembra assurdo. In ogni caso riporterò sul forum nei prossimi giorni anche il parere del mio commercialista, cui mi rivolgerò presto.
    Un saluto a tutti.

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 3 di 7 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.