+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 13 di 13

Detrazioni figli con borsa di studio

Ultimo Messaggio di tippolo il:
  1. #1
    User Newbie
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    7

    Detrazioni figli con borsa di studio

    Nell'anno 2007 mio figlio ha ricevuto un cud08 per redditi da borsa di studio di circa 9.000 euro. Sullo stesso c'è scritto qualcosa come "non fiscale"...Cosa vuol dire che posso comunque averlo a carico per 12 mesi? Grazie

  2. #2
    Consiglio Direttivo L'avatar di Nimue del Lago
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Trieste
    Messaggi
    5,325
    Ci sono solo alcuni redditi considerati esenti e sono indicati precisamente:
    (fonte: istruzioni 730)
    Redditi esenti e rendite che non costituiscono reddito
    Ai fini dell’esenzione sono equiparate alle pensioni privilegiate ordinarie corrisposte ai militari di leva (sent. n. 387 del 4-11 luglio 1989 della Corte Costituzionale):
    • le pensioni tabellari spettanti per menomazioni subite durante il servizio di leva prestato in qualità di allievo ufficiale e/o di ufficiale di complemento nonché di sottufficiali (militari di leva promossi sergenti nella fase
    terminale del servizio);
    • le pensioni tabellari corrisposte ai Carabinieri ausiliari (militari di leva presso l’Arma dei Carabinieri) e a coloro che assolvono il servizio di leva nella Polizia di Stato, nel corpo della Guardia di Finanza, nel corpo dei Vigili del Fuoco e ai militari volontari semprechè la menomazione che ha dato luogo alla pensione sia stata contratta durante e in dipendenza del servizio di leva o
    del periodo corrispondente al servizio di leva obbligatorio.
    Sono altresì esenti:
    • la maggiorazione sociale dei trattamenti pensionistici prevista dall’articolo 1 della L. 29 dicembre 1988, n. 544;
    • l’indennità di mobilità di cui all’art. 7, comma 5, della L. 23 luglio 1991, n. 223, per la parte reinvestita nella costituzione di società cooperative;
    • l’assegno di maternità, previsto dalla L. n. 448 del 1998, per la donna non lavoratrice;
    • le pensioni corrisposte ai cittadini italiani divenuti invalidi e ai congiunti di cittadini italiani deceduti a seguito di scoppio di armi e ordigni esplosivi lasciati incustoditi o abbandonati dalle Forze armate in tempo di pace in occasione di esercitazioni combinate o isolate;
    • le pensioni corrisposte ai cittadini italiani, agli stranieri e agli apolidi divenuti invalidi nell’adempimento del loro dovere o a seguito di atti terroristici o di criminalità organizzata ed il trattamento speciale di reversibilità corrisposto ai superstiti delle vittime del dovere, del terrorismo o della criminalità organizzata;
    • gli assegni per la collaborazione ad attività di ricerca conferiti dalle università, dagli osservatori astronomici, astrofisici e vesuviano, dagli enti pubblici e dalle istituzioni di ricerca di cui all’art. 8 del D.P.C.M. 30 dicembre
    1993, n. 593, e successive modificazioni e integrazioni, dall’Enea e dall’ASI.

    Per quanto riguarda le borse di studio, sono esenti:
    • le borse di studio corrisposte dalle regioni a statuto ordinario, in base alla L. 2 dicembre 1991, n. 390, agli studenti universitari e quelle corrisposte dalle regioni a statuto speciale e dalle province autonome di Trento e Bolzano allo stesso titolo;
    • le borse di studio corrisposte dalle università e dagli istituti di istruzione universitaria, in base alla L. 30 novembre 1989, n. 398, per la frequenza dei corsi di perfezionamento e delle scuole di specializzazione, per i corsi di dottorato di ricerca, per attività di ricerca post-dottorato e per i corsi di perfezionamento all’estero;
    • le borse di studio bandite dal 1° gennaio 2000 nell’ambito del programma “Socrates” istituito con decisione n. 819/95/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 14 marzo 1995, come modificata dalla decisione n. 576/98/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio, nonché le somme aggiuntive corrisposte dall’Università, a condizione che l’importo complessivo annuo non sia superiore a euro 7.746,85;
    • le borse di studio corrisposte ai sensi del D.Lgs. 8 agosto 1991, n. 257 per la frequenza delle scuole universitarie di specializzazione delle facoltà di medicina e chirurgia;
    • borse di studio a vittime del terrorismo e della criminalità organizzata nonché agli orfani ed ai figli di quest’ultimi (legge 23 novembre 1998 n. 407).

    Le rendite Inail, esclusa l’indennità giornaliera per inabilità temporanea assoluta, non costituiscono reddito e quindi non hanno alcuna rilevanza
    ai fini fiscali. Parimenti non costituiscono reddito le rendite aventi analoga natura corrisposte da organismi non residenti.
    Nelle ipotesi in cui i contribuenti ricevano una rendita dall’Ente previdenziale estero a titolo risarcitorio per un danno subito a seguito di incidente
    sul lavoro o malattia professionale contratta durante la vita lavorativa dovranno produrre all’Agenzia delle Entrate – Direzione Centrale Accertamento – una autocertificazione nella quale viene dichiarata la natura risarcitoria della somma percepita. Tale autocertificazione deve essere presentata una sola volta, e quindi se presentata per anni precedenti non deve essere riprodotta.
    Tutti gli altri casi costituiscono reddito e comportano che suo figlio non possa essere considerato a carico.

    Saluti

  3. #3
    User Newbie
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    7
    grazie gentilissimo
    mi sapresti anche dire da che pag. delle istruzioni 730 hai preso cio' ke hai scritto ? grazie

  4. #4
    Consiglio Direttivo L'avatar di Nimue del Lago
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Trieste
    Messaggi
    5,325
    Si trova nell'appendice alla voce redditi esenti

  5. #5
    User Newbie
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    7
    grazie mille

  6. #6
    User Newbie
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    7
    Ho consultato le istruzioni del 730 ma non sono convinto su cosa fare. Ho consultato un paio di consulenti ma mi hanno dato risposte diverse. La dicitura esatta nelle annotazioni del cud è: ZZ Assegno esente fiscalmente ai sensi della legge 476/1984. E questa legge non è indicata espressamente nelle istruzioni del 730 per quel che riguarda i redditi esenti. Pero' il reddito totale non compare al punto 1 del cud (che è vuoto) , ma solo al punto 12 della parte c-dati inps. Che fare?

  7. #7
    Banned L'avatar di Cont@bile
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Villa San Giovanni - Gioia Tauro
    Messaggi
    946
    Nella legge da te citata all'art. 4 si ritrova esattamente quanto postato da Nimue

    "le borse di studio corrisposte dalle regioni a statuto ordinario, in base alla L. 2 dicembre 1991, n. 390, agli studenti universitari e quelle corrisposte dalle regioni a statuto speciale e dalle province autonome di Trento e Bolzano allo stesso titolo;".

  8. #8
    User Newbie
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    7
    ossia le detrazioni spettano comunque nonostante l'assegno di 9000 euro? grazie per la pazienza

  9. #9
    User Newbie
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    3
    Salve sono un pensionato inps che ha percepito nel 2008 euro 30429 lorde ed ha usufruito per suo figlio, facente parte del nucleo familiare, delle detrazioni d'imposta. A questo figlio laureato in ing. meccanica sono stati corrisposti da giugno a ottobre 2008, da parte dell'università Roma Tre, compensi di 4147 euro in base all'art.4 DPR 22/7/96 N.322.
    Da novembre a tutt'oggi percepisce, come titolare di una borsa di studio dottorato ricerca, euro 1136 lordi mensili. A questo punto posso continuare ad usufruire delle detrazioni d'imposta per mio figlio?
    In attesa di una cortese risposta, invio distinti saluti

  10. #10
    User Newbie
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    3
    Scusate se uppo, nessuno mi sa aiutare?

  11. #11
    User L'avatar di tippolo
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Lecce
    Messaggi
    146
    Citazione Originariamente Scritto da Lillo43 Visualizza Messaggio
    Da novembre a tutt'oggi percepisce, come titolare di una borsa di studio dottorato ricerca, euro 1136 lordi mensili.
    Cosa intendi per lordi?
    Ciò sta a significare che sono soggetti ad IRPEF.
    Affinchè una prsona sia a carico questi deve aver percepito un reddito annuo lordo INFERIORE a 2840,51 Euro

  12. #12
    User Newbie
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    3
    L'importo di euro 4147, frutto della collaborazione ad attività di ricerca, è stato conferito dall'università Roma Tre ed è stato assoggettato a ritenuta d'acconto del 20%. Invece l'importo di 1136 euro mensili corrisposto dall'università come borsa di studio dottorato ricerca non è soggetto a tassazione irpef.

  13. #13
    User L'avatar di tippolo
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Lecce
    Messaggi
    146
    Non lo puoi indicare a carico.
    Ultima modifica di Nimue del Lago; 25-03-09 alle 14:28 Motivo: Iniziare la frase con la maiuscola e terminarla con un punto.

+ Rispondi alla Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.