+ Rispondi alla Discussione
Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 51 a 100 di 105

Residente in Italia ma impiegato in Svizzera

Ultimo Messaggio di Puci il:
  1. #51
    User Newbie L'avatar di Danalisi
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Milano
    Messaggi
    2

    Brutte notizie

    Ragazzi miei brutte notizie!
    La mia collega residente in Veneto e domiciliata in Svizzera a gennaio pagherà 10000 euro circa di arretrati...

    Vale ancora l'accordo bilaterale di cui tanto si é parlato per la famosa fascia dei 20 km dal confine ma solo fino al 2010...

    Presto v'inoltrero' documentazione in materia formitami dall'azienda.

    Io, intanto, mi trasferisco a Como.

    Abbracci e buona fortuna!

    P.S. Pare ci siano dei comuni che pur essendo ad una distanza maggiore del raggio dei 20km facciano eccezione...





    [quote=IvanDrago;553346]Ragazzi, non contento della risposta dell'ufficio frontalieri di Como, ho inviato una mail all'Agenzia delle entrate (se si può chiamare mail una roba con max 800 caratteri...) chiedendo informazioni.
    Qui sotto trovate la mia richiesta e la risposta che mi hanno fornito.


    Testo richiesta informazioni:
    Buongiorno,..dal primo settembre ho iniziato la mia prima attività come dipendente di una azienda in Svizzera. La Svizzera mi ha rilasciato un permesso per frontalieri (permesso G) in quanto dal giugno 2007 grazie ai nuovi accordi Svizzera-UE è considerato frontaliere qualunque cittadino europeo e non più solamente chi abita nella fascia di confine. ..Secondo l'accordo bilaterale tra Italia e Svizzera il lavoratore frontaliere viene tassato solamente in Svizzera, l'azienda per cui lavoro infatti mi tassa lo stipendio alla fonte...Volevo sapere se io, essendo residente a Milano sono tenuto a dichiare il mio reddito e a pagare le imposte anche in Italia oppure rientro nelle condizioni dell'accordo bilaterale per cui pago solo in Svizzera.

  2. #52
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,945
    Su consiglio di una gentilissima collega di Como posto qui questo link che si reputa di interesse per questa discussione:

    http://www.giorgiotave.it/forum/cons...tml#post577061

    Paolo

  3. #53
    User Newbie
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Messaggi
    1

    Mio contributo

    Ciao a tutti,
    volevo portare il mio contributo in fatto di reddito prodotto all' estero.

    Ecco la mia situazione:
    Residente in Italia: Roma (Comune ovviamente fuori dai tradizionali 20km)
    Assunto a tempo indeterminato per un' azienda svizzera: Lugano
    Permesso da fronatliere (rientro settimanale)
    Soggiorno a Lugano per piu' di 183 giorni all' anno.

    Concordo su tutto quanto detto nel link per cio' che riguarda i cosi' detti nuovi frontalieri ocst.com/pagine/tassazione_fuorizona.htm (mettete www davanti al link).

    tranne quanto segue:
    "...si farà riferimento alla disciplina generale dettata dall'articolo 15, paragrafo 1, della Convenzione contro le doppie imposizioni conclusa fra Italia e Svizzera, ai sensi del quale il reddito di lavoro dipendente prodotto in Svizzera da un residente italiano è tassato sia in Italia che in Svizzera. "

    Secondo me quanto espresso dall' agenzia dell' entarta non e' corretto.
    A tal proposito vi rimando al seguente link: altalex.com/index.php?idstr=58&idnot=7682 (mettete www davanti al link).

    Qui viene spiegato , secondo il mio modesto parere in maniera corretta l' interpretazione dell 'aricolo 15. In questo caso si fa riferimento all' accordo bilaterale tra l' Italia e la Francia. L' articolo 15 per quasi tutte le convenzione è lo stesso (è quello del modello OCSE).

    Se confrontate l' aticolo 15 della convenzione Italia-Francia con quello tra l' Italia e la Svizzera vedrete che a parte il paragrafo 4 (che tratta i frontalieri) le parole sono le stesse.

    Estrapolo dal link l' interpretazione che la cassazione da' all' articolo 15 della convenzione italo-francese:
    "L'art. 15, paragrafo 1, della convenzione italo-francese, disciplina specificamente la tassazione dei redditi derivanti da "lavoro subordinato" e dispone che "i salari, gli stipendi e le altre remunerazioni analoghe che un residente di uno Stato riceve in corrispettivo di un'attività dipendente sono imponibili soltanto in detto Stato, a meno che tale attività non venga svolta nell'altro Stato. Se l'attività è quivi svolta, le remunerazioni percepite atal titolo sono imponibili in questo altro "Stato." In altri termini, il criteri primario per la individuazione dello Stato legittimato ad effettuare il prelievo fiscale, sui redditi derivanti da lavoro subordinato, resta quello della residenza del contribuente. Tuttavia, se l'attività lavorativa viene svolta in uno Stato diverso da quello della residenza, viene riconosciuto a tale Stato il potere di effettuare il prelievo (territorialità della fonte del reddito). In pratica, in questa seconda ipotesi, lo Stato di residenza rinuncia ad applicare il criterio della tassazione oggettivo in base al presupposto soggettivo e dell'"utile mondiale", riconoscendo all'altro Stato contraente il diritto di applicare il criterio di tassazione oggettivo in base alla territorialità della fonte del reddito, in ragione della reciprocità della autolimitazione. Quindi, nella specie, in assenza di altre norme, la S. avrebbe dovuto essere tassata in Italia, luogo di produzione del reddito (inconformità anche alle disposizioni del TUIR)."

    Ditemi voi perche' lo stesso articolo (il 15) deve essere interpretato in maniera differrente per l' accordo italo-svizzero.

    Grazie per l'attenzione.

  4. #54
    User Newbie
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    1
    Ciao a tutti,
    fantastico questo forum. Contiene informazioni davvero utili.

    Volevo chiedere a Danalisi se aveva altre notizie.

    I 10000 euro pagati di arretrati come sono scaturiti? dal 730?

    Grazie
    Ciao

  5. #55
    User Newbie
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    7
    Citazione Originariamente Scritto da paolo_pirovano Visualizza Messaggio
    ***
    In pratica sei tassato alla fonte in Svizzera, poi dichiari il lordo percepito in italia e vieni tassato di nuovo secondo le aliquote italiane.
    Dovresti poi andare in credito di imposta in Italia per quanto riguarda le trattenute alla fonte Svizzere.

    La mia domanda é: c'é molta differenza tra quello che viene pagato come imposta alla fonte in Svizzera e la tassazione Italiana?

    Grazie e ciao

    Claudio
    Ultima modifica di lorenzo-74; 28-01-09 alle 17:11 Motivo: 3.8. Evitare di quotare inutilmente o l'intero messaggio.

  6. #56
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    6

    Differenza imposte

    Citazione Originariamente Scritto da The chemist Visualizza Messaggio
    ***
    La differenza è rilevante in pratica tu paghi l'irpef in Italia con le aliquote relative al tuo reddito prodotto in Svizzera e poi puoi togliere l'imposta già pagata in Svizzera. Per avere il reddito dovresti prendere il tuo netto che ricevi in Svizzera, aggiungere l'imposta alla fonte pagata (anche se non è ancora chiaro questo punto e sto attendendo la risposta dal commercialista), moltiplicarlo per le mensilità che ricevi e quello diventa il tuo imponibile per l'irpef al quale applichi le aliquote correnti. Il problema è che la tassazione Svizzera, a seconda della tua posizione familiare e del tuo reddito, può arrivare anche a percentuali molto basse tra il 2% ed il 9% circa mentre in Italia arrivi quasi sicuramente allo scaglione del 38% con qualche piccolissimo sconto per figli e/o moglie a carico, fai tu le differenze . L'unica consolazione è che pagando le tasse in italia puoi detrarre tutte quelle spese che, pagandole in Svizzera, non puoi più detrarre (es. interessi sul mutuo, spese mediche, detrazioni varie irpef, ecc.).
    Esempio su una media di 36.000 euro netti annui, ci devi aggiungere una differenza di circa 6.000 euro di irpef da cui puoi togliere solo le detrazioni che puoi fare.
    Ciao.
    Ultima modifica di lorenzo-74; 28-01-09 alle 17:12 Motivo: 3.8. Evitare di quotare inutilmente o l'intero messaggio.

  7. #57
    User Newbie
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    7
    Citazione Originariamente Scritto da zar61 Visualizza Messaggio
    ***
    Lavoro in Svizzera da 8 anni con residenza in provincia di Varese (fronteliere permesso G) ma in realtà la famiglia é a Milano ed é piú il tempo che passo li che dove ho la residenza.
    Stavo quindi pensando per vari motivi (casa dove abito che risulta come seconda casa, ecc...)di trasferire la residenza a Milano ma da quello che mi pare di capire si viene a pagare un botto in piú rispetto alla semplice imposta alla fonte Svizzera.
    Per curiosità: dove recupero gli scaglioni dei redditi per fare un confronto??

    Grazie

    Claudio
    Ultima modifica di lorenzo-74; 28-01-09 alle 17:12 Motivo: 3.8. Evitare di quotare inutilmente o l'intero messaggio.

  8. #58
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    6

    Scaglioni imposte

    Gli scaglioni delle imposte suppongo per l'iperf italiana? se si li trovi sul sito dell'agenzia delle entrate agenziaentrate.it
    comunque sono anch'io nella stessa situazione e visto che gli svizzeri dal 1 gennaio 2009 hanno cambiato la condizione di frontaliere introducendo anche il residente fiscale estero per chi ha famiglia oltre i 20 km, penso che sia un problema di molti frontalieri. Ma la tua società non ti ha ancora avvisato di questo cambiamento?

  9. #59
    User Newbie
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    7
    [quote=zar61;602861]

    No, nessun avviso da parte dell'azienda.

    Cioè se hai la famiglia che vive fuori dalla fascia frontaliera, automaticamente non sei piu frontaliere diventi residente fiscale estero e devi pagare le imposte in Italia???
    In pratica è come se tu non fossi piu residente nella fascia frontaliera???

    Strana questa cosa....

  10. #60
    User Newbie
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    1

    No panic! Al momento tutto ok

    Citazione Originariamente Scritto da Danalisi Visualizza Messaggio
    Sono residente a Milano e ho appena firmato un contratto con una società svizzera.
    Ho parlato con l'Agenzia delle entrate, con 2 fiscalisti, ho letto le normative varie e ho sentito un legale di fiducia.
    Non vi preoccupate. Siamo sottoposti a tassazione svizzera, per cui non dobbiamo fare dichiarazione dei redditi da lavoro dipendente in Italia.

    Ovviamente le cose possono cambiare... ma in tal caso si potrebbe fare ricorso in quanto non esiste una normativa specifica in Italia sull'argomento.

    Siate tutti sereni perchè se le cose dovessero girare male lotteremo per i nostri diritti e vinceremo!!!
    Complimenti per il forum!!! E' utilissimo!
    Ciao Danalisi,
    sono un frontaliere G che abita fuori Milano. Voglio credere in quello che ti hanno detto i 2 fiscalisti ed il tuo legale in quanto in caso contrario dovro' pagare pagare una quota di tasse all'italia che mi metterebbe in difficolta'. Come posso accedere ai dati che ti rendono cosi' sicura?
    Ciao
    Grazie
    mmm

  11. #61
    User Newbie
    Data Registrazione
    May 2009
    Messaggi
    1

    no news?

    Ciao a tutti, nessuna news?
    l'interpello che è stato citato era fatto in modo non troppo "esperto", ovvio che l'agenzia delle entrate abbia risposto così.
    a presto!
    P

  12. #62
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    1

    Agenzia delle entrate risponde



    Ora non ci capisco più nulla!!!

    Qualche giorno fà ho inviato un'email all'agenzia delle entrate con lo stesso quesito:

    Agenzia delle entrate buongiorno, ho ricevuto un'offerta di lavoro in svizzera nel Canton Ticino come dipendente a tempo indeterminato. Rimanendo residente in Italia precisamente in provincia di Milano e utilizzando il permesso di lavoro svizzero come frontaliero, devo fare dichiarazione dei redditi anche in Italia, o e` sufficiente il pagamento delle imposte svizzere alla fonte?....Grazie e arrivederci



    Testo risposta:
    Gentile contribuente,
    la convenzione stipulata tra Italia e Svizzera prevede l'imponibilità nello stato in cui l'attività è svolta. Quindi, nel suo caso, i redditi di lavoro dipendente verrano tassati solamente in Svizzera. Cordiali saluti.


    La presente risposta non è resa a titolo di interpello ordinario ai sensi dell'art.11 della legge n.212 del 2000, bensì a titolo di assistenza al contribuente ai sensi della Circolare Ministeriale n.99/E del 18/05/2000.


    Ma allora si deve fare la dichiarazione dei redditi in Italia o nò????

  13. #63
    Non iscritto
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    3

    preoccupato

    Potrebbe informarmi della situazione attuale di frontaliere con permesso G ma residente in prov. di Milano, se deve dichiarare anche in Italia.
    Da internet dalle ultime sentense 2008, sembrerebbe di sì.
    Conosce sentenze differenti recenti?
    Sarebbe di molto aiuto
    Ultima modifica di Leonov; 16-11-09 alle 21:20 Motivo: Maiuscola. ;-)

  14. #64
    User Newbie
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    1

    Doppia tassazione

    Ciao a tutti,
    sono da quest'anno un lavoratoore "non frontaliero" in Svizzera a Lugano. Tutti i giorni faccio Varedo-Lugano andata e ritorno, con un notevole dispendio fisico ed economico. Oggi è arrivata da parte dell'Azienda presso cui lavoro il "cud" sulle imposte alla fonte versate da aprole 2009 a dicembre 2009.
    Per chi come me è fuori dalla cosiddetta "fascia dei 20 km" dal confine (i cui comuni sono riportati dietro i documenti fiscali svizzeri) è applicabile una doppia imposizione fiscale? Considerato che pago 5.70% di imposte alla fonte alla Svizzera (escludendo tutte le trattenute AVS, cassa malati, etc per un totale del 17%), quanto dovrei versare allo STato Italiano? Mi sembra di capire che in teoria non si dovrebbe pagare nulla, infatti posseggo normalmente il permesso tipo G e la mia residenza è Varedo. Premeto cheda gennaio ad aprile 2009 ho lavorato sempre come lav dipendente in Italia.
    Grazie mille

  15. #65
    User Newbie
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    4
    Citazione Originariamente Scritto da kitos Visualizza Messaggio


    Ora non ci capisco più nulla!!!

    Qualche giorno fà ho inviato un'email all'agenzia delle entrate con lo stesso quesito:

    Agenzia delle entrate buongiorno, ho ricevuto un'offerta di lavoro in svizzera nel Canton Ticino come dipendente a tempo indeterminato. Rimanendo residente in Italia precisamente in provincia di Milano e utilizzando il permesso di lavoro svizzero come frontaliero, devo fare dichiarazione dei redditi anche in Italia, o e` sufficiente il pagamento delle imposte svizzere alla fonte?....Grazie e arrivederci



    Testo risposta:
    Gentile contribuente,
    la convenzione stipulata tra Italia e Svizzera prevede l'imponibilità nello stato in cui l'attività è svolta. Quindi, nel suo caso, i redditi di lavoro dipendente verrano tassati solamente in Svizzera. Cordiali saluti.


    La presente risposta non è resa a titolo di interpello ordinario ai sensi dell'art.11 della legge n.212 del 2000, bensì a titolo di assistenza al contribuente ai sensi della Circolare Ministeriale n.99/E del 18/05/2000.


    Ma allora si deve fare la dichiarazione dei redditi in Italia o nò????
    Qualcuno per caso sa se questa cosa è confermata e tuttora valida?
    Io risiedo a Milano, sto per firmare un'assunzione in Svizzera a tempo indeterminato, ma non avrò l'obbligo di presenza in ufficio, quindi non è detto che vada in azienda tutti i giorni.

    Che ne pensate?

  16. #66
    User Newbie
    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    1
    Ciao a tutti.
    Prima di formulare questa richiesta mi sono letta per bene tutti gli interventi di questo topic, ma non ho trovato una risposta che si adatti alla mia situazione.
    Sono italiana, residente in fascia di confine "20 km", e da questo mese lavoro in Svizzera con permesso G.
    Il commercialista mi ha consigliato di presentare il modello Unico per la dichiarazione dei redditi percepiti nel 2009 (lavoravo in Italia) e fin qui tutto ok.
    Vorrei capire come comportarmi l'anno prossimo, visto che la situazione sarà la seguente : reddito percepito in Italia: da gennaio ad aprile 2010 + reddito percepito in Svizzera da maggio a dicembre 2010.
    Il commercialista sostiene che mi "convenga" fare la dichiarazione (sempre tramite Unico) anche il prossimo anno. Io ho il terrore che venga fuori qualche sorta di conguaglio e di ritrovarmi a debito. Qualcuno sa aiutarmi o eventualmente suggerirmi a chi posso rivolgermi per una consulenza semplice e chiara? Grazie in anticipo.
    C.

  17. #67
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    1

    Questo dovrebbe chiarire la situazione

    Buongiorno a tutti,
    sono da poco un frontaliere che abita dalla c.d. zona oltre confine (>20Km) e sono mesi che sono alla ricerca di unchiarimento legislativo inerente la tassazione dei redditi prodotti in svizzera.
    Questa pagine dell'OCST: [aggiungere w w w]ocst.com/pagine/tassazione_fuorizona.htm
    nella quale "purtroppo" penso di avere trovato risposta.
    In pratica la fascia di confine non esiste più per poter lavorare in svizzera con permesso G (a meno di cittadini facenti parti nella classe Ue8 e UE2) rimangono comunque confermati quei comuni per la tassazione: ovvero chi non risiede in quei comuni ("[aggiungere w w w]4.ti.ch/di/di-di/spop/stranieri/comuni-di-frontiera/") dovrà pagare sia le tasse in svizzera che in Italia, salvo poi richiedere la restituzione delle tasse allo Stato Svizzero.. con quali tempistiche?? mah!

    mi confermate che ho letto correttamente il tutto?

    saluti
    Alberto

  18. #68
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2010
    Messaggi
    1

    Azienda svizzera e lavoro in Italia

    Buongiorno,

    Recentemente sonostato contattato da una azienda svizzera che mi propone le seguenti condizioni:
    Contratto svizzero a tempo indeterminato (presumibilmente comparto servizi) con presenza in sede (Losanna) una settimana al mese, per il tempo restante lavoro da casa ed importo ancora da definire. Preciso che abito in una zona al di fuori della fascia 20 Km dal confine che il numero di giorni totali per anno da trascorrere in Svizzera dovrebbero essere inferiori a 183.

    Vi chiedo:
    A. Se è tecnicamente possibile stipulare un contratto italiano.
    B. Se la retribuzione è assoggettata alla doppia tassazione o il prelievo alla fonte viene effetuato in uno solo dei due paesi ed in questo caso da quale
    c. Se al termine del periodo lavorativo posso avere il ricongiungimento delle pensioni (allo stato ho 25 anni di contributi INPS)

    Grazie mille per ogni possibile risposta o ulteriore suggerimento

  19. #69
    User Newbie
    Data Registrazione
    May 2011
    Località
    Milano
    Messaggi
    1
    Buongiorno.
    Vorrei porre alla vostra attenzione il mio problema:

    -sono un italiano residente a monza
    -lavoro a lugano come collaboratore esterno in uno studio di ingegneri
    -non sono dipendente ma faccio una ricevuta mensile allo studio
    -ho iniziato nel 2011
    -come devo comportarmi col fisco italiano? non sono frontaliero
    -in italia sono ancora iscritto nella lista della disoccupazione, devo cancellarmi vero?

    grazie in anticipo.... un saluto a tutti

  20. #70
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Località
    Nord Milano
    Messaggi
    1
    Buonasera a tutti. Risiedo in Italia (Nord di Milano) da circa un anno e lavoro in Svizzera (mio Paese d'origine), dove dal mio stipendio viene regolarmente trattenuta l'imposta alla fonte. Tenendo conto degli accordi bilaterali Italia/Svizzera in merito (mi risulta che ci siano degli accordi per evitare la doppia imposizione fiscale) vorrei sapere se devo pagare ugualmente anche in Italia l'imposta sul reddito?

    Siccome volevo essere in regola con il fisco anche in Italia avevo chiesto informazioni all'Agenzia delle Entrate che poi mi ha compilato la dichiarazione "Persone Fisiche" basata sul reddito 2010 conseguito in Svizzera. Con mio stupore mi è stato consegnato il "Modello di pagamento" per l'importo (esagerato!) da pagare entro pochi giorni. Tra l'altro non mi vengono nemmeno riconosciute le spese di trasferta (giornalmente 130 km per il tragitto casa-lavoro e ritorno). Come posso contestare con successo la decisione dell'Agenzia delle Entrate e risolvere il caso senza ulteriori problemi o malintesi?

    Ringrazio per ogni informazione utile e cordialmente saluto.

    Anna Milano

  21. #71
    Moderatore
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    634
    Salve Anna,
    non essendo residente nella fascia di confine lei è soggetta all'imposizione anche in Italia sul reddito conseguito in Svizzera. Può leggere per maggiori informazioni la convenzione italo-svizzera contro le doppie imposizioni che trova facilmente su internet. Temo quindi che le informazioni che ha ricevuto all'agenzia della entrate siano corrette. Saluti
    Ultima modifica di StudioCommercialista; 19-07-11 alle 12:13
    MODConsulenza Fiscale Dottore Commercialista in Roma specializzato in analisi su anatocismo bancario e usura, start up e internazionalizzazione - Lo studio opera ONLINE in tutta Italia commercialistaadistanza@gmail.com

  22. #72
    User Attivo L'avatar di Teju
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    1,460
    Dipende anche dal tempo di lavoro (tutti i giorni, solo qualche giorno).
    Il consiglio è quello di cercare la convenzione italo-svizzera e andare da un commercialista a chiedere un parere diretto: districarsi da soli in questi casi può risultare non facile!
    Vieni a conoscermi sul mio blog personale: www.teju.it

  23. #73
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    Varese
    Messaggi
    2
    Buongiorno... avrei una domanda da fare...
    Io sono un frontaliere, residente in Italia.. la mia domanda è questa: avendo problemi col fisco italiano, cioè problemi con l'agenzia delle entrate, e con 2 finanziarie, andando a vivere in Svizzera cosa succede? Quale sarà la mia situazione?
    Vi ringrazio in anticipo per la risposta.

  24. #74
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    Varese
    Messaggi
    2
    ...scusate se insisto, ma non riesco a saper nulla sulla mia domanda. Qualcuno conosce la risposta?...

  25. #75
    User
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    14

    Ma secondo voi è corretto???

    Mi riallaccio al sempreverde argomento.

    La convenzione Italia-Svizzera per evitare le doppie imposizioni, all'art.15 mi sembra che dica che i redditi da lavoro dipendente debbano essere tassati nel paese in cui il lavoro è svolto, fatte tutte le eccezioni del par. 2 dello stesso art. 15.

    Sono rimasto di sasso alla lettura della seguente risposta del sole24ore:

    www .professioni-imprese24.ilsole24ore.com/professioni24/fiscocontabilita/news/Tassazione_redditi_svizzera_06_072011.html#continu e

    Nel caso di specie la convenzione contro le doppie imposizioni Italia-Svizzera del 23/12/1978 n. 943, all'art. 15, in materia di redditi da lavoro subordinato, prevede che i redditi realizzati in uno stato diverso da quello di residenza, in linea di principio sono imponibili in entrambi gli stati.

    Ma dove si dice questo nella convenzione. Ed inoltre:

    Dal tenore del quesito, non ricorrendo tali ipotesi, i redditi in oggetto saranno dapprima tassati in Svizzera e successivamente dichiarati e tassati in Italia, con la possibilità ex art. 165 del TUIR di riportare in dichiarazione dei redditi un credito d'imposta per le imposte scontate in Svizzera su quel reddito a titolo definitivo.

    A me sembra che la convenzione dica invece che le tasse sul lavoro subordinato, vanno pagato dove il reddito è prodotto, cioè in Svizzera.
    E non parlo di frontalieri ma di un tizio di Bologna che lavora a Zurigo e torna a casa ogni tanto pur continuando ad essere residente in Italia ed avendo un permesso di lavoro B o C in svizzera.

    Avete commenti in proposito?

    Al
    Ultima modifica di bluewolf; 14-10-11 alle 02:06

  26. #76
    Moderatore
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    634
    L'articolo è corretto. Solo i redditi prodotti dai frontalieri non vengono tassati in Italia. Le convenzioni contro le doppie imposizioni regolano come avviene la tassazione del reddito per evitare che la parte già tassata nel paese straniero venga successivamente tassata anche in Italia. Questo detto in termini molto pratici e poco tecnici per far comprendere la finalità. Saluti
    MODConsulenza Fiscale Dottore Commercialista in Roma specializzato in analisi su anatocismo bancario e usura, start up e internazionalizzazione - Lo studio opera ONLINE in tutta Italia commercialistaadistanza@gmail.com

  27. #77
    User
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    14
    Citazione Originariamente Scritto da StudioCommercialista Visualizza Messaggio
    L'articolo è corretto. Solo i redditi prodotti dai frontalieri non vengono tassati in Italia. Le convenzioni contro le doppie imposizioni regolano come avviene la tassazione del reddito per evitare che la parte già tassata nel paese straniero venga successivamente tassata anche in Italia. Questo detto in termini molto pratici e poco tecnici per far comprendere la finalità. Saluti
    E in che modo dovrebbero essere esposti i redditi in dichiarazione visto che in Svizzera non rilasciano un CUD?

    Quindi mi sembra di capire che per poter essere parificati ad un lavoratore svizzero, e non essere nelle condizioni di pagare pià tasse di quelle che pagano i tuoi colleghi di lavoro residenti solo in Svizzera, è condizione necessaria essere iscritti A.I.R.E.

  28. #78
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    Imola
    Messaggi
    1
    @StudioCommercialista

    Salve anche io come tanti ho ricevuto una proposta interessante da una azienda svizzera, pure risiedendo in Italia e avendo la possibilità di lavorare da casa (in italia sempre).

    Avrei desiderio di sapere, "a grandi linee" tipo l'importo da versare in dichiarazione dei redditi, cioè:

    avendo un netto mensuile di 1500 euro quanto mi competerebbe pagare in dichiarazione, ovviamente al CAAF non potrò presentare un CUD ma un modulo analogo?

    Poichè abbiamo, penso capito che la tassazzione vada ripartita fra l'italia e la svizzera, ma vorrei capire in che entità

    Cioè si parla di centinaia di euro, di migliaia?

    Cordiali Saluti

  29. #79
    Non iscritto
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    castelnuovo
    Messaggi
    1
    ciao....
    vorrei chiedervi un consiglio riguardo mio padre. E' residente in Italia, ma lavora da circa un anno in Svizzera con un contratto a tempo indeterminato. Mi piacerebbe sapere in base alle leggi italiane cose deve fare una persona nella sua condizione lavorativa x quanto riguarda eventuali imposte da pagare in Italia?? Ovviamente lui ha già versato col classico sistema della ritenuta alla fonte tutte le tasse e i tributi Svizzeri, compresi i versamenti per la pensione.
    Please aiutatemi....grazie....!!!

  30. #80
    User Newbie
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    brescia
    Messaggi
    1

    Lavoro in Svizzera ma non sono frontaliera

    Salve,

    approfitto per fare una domanda affine.

    Risiedo in Italia e lavoro in Svizzera, ma non sono frontaliera.
    Sono assunta part time, ho un libretto per stranieri di tipo L e mi reco 2-3 giorni a settimana in Svizzera per lavorare.

    In questo caso devo pagare delle imposte anche in Italia (pago già tutte le varie imposte in Svizzera)?

    Grazie mille

    Lara

  31. #81
    User Attivo L'avatar di Teju
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    1,460
    Sotto i 200 gg lavorativi in Svizzera, se non sei frontaliera fiscale, devi sì pagare anche in Italia penso!
    Vieni a conoscermi sul mio blog personale: www.teju.it

  32. #82
    User Newbie
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    bergamo
    Messaggi
    1

    valutazione di lavoro autonomo in svizzera

    Buongiorno a tutti.
    Avrei un dubbio e mi piacerebbe sapere quale è la vostra opinione in merito.

    Sono un titolare di partita iva italiana che, da casa e con il proprio pc, tiene aggiornato il sito internet di una società che organizza eventi sportivi…. Oltre a questo mi occupo della vera e propria organizzazione degli eventi stessi e curo la pubblicità dei vari sponsor che appoggiano le manifestazioni. Inoltre creo e pubblico analisi/report della manifestazione sportiva….

    La tassazione del mio reddito in italia la conosco bene; mi chiedo però come cambierebbero le cose se io mi trasferissi definitivamente in svizzera, acquisendone anche la cittadinanza e, da lì, continuassi ad operare con il medesimo lavoro e per il medesimo cliente italiano.

    Le mie prestazioni fatturate in svizzera al cliente italiano, verrebbero tassate in svizzera? i che termini?

    grazie mille per la collaborazione

  33. #83
    User Attivo L'avatar di Teju
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    1,460
    Se lavori più di circa 3,5 giornate a settimana in Svizzera, la tassazione è solo in Svizzera, altrimenti in Italia paghi la differenza tra quante tasse hai già versato e quante ne verseresti risiedendo in Italia.
    Vieni a conoscermi sul mio blog personale: www.teju.it

  34. #84
    User Newbie
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Novara
    Messaggi
    1
    Salve a tutti,
    io lavoro in Svizzera con un permesso G, ma non risiedo nei comuni considerati frontalieri e quindi esentati dalla tassazione italiana.
    Volevo capire se sono "costretto" a dover fare il 730 in italia e quindi pagare le tasse anche nel mio bel paese.
    Con il "CUD" svizzero devo andare dal commercialista e farmi fare i conteggi considerando la franchigia degli 8000 euro?
    grazie a tutti per qualsiasi delucidazione in merito

  35. #85
    User Newbie
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    Aosta
    Messaggi
    7
    Ciao BlueWolf,
    parlo da ignorante in materia, ma mi sembra di aver sentito che per pagare le tasse solo nel paese dove lavori devi anche dimostrare di essere stato fuori dall'Italia un numero di giorni (mi sembra 170 o giù di li) necessari al fisco per identificarti come persona esente dalla dichiarazione dei redditi in Italia...
    Quindi ad esempio : se il primo anno inizi a lavorare a Luglio per la dichiarazione dello stesso anno dovrai comunque pagare sia in Italia che in Svizzera...

    Saluti
    JackFrost

    Citazione Originariamente Scritto da bluewolf Visualizza Messaggio
    Mi riallaccio al sempreverde argomento.

    La convenzione Italia-Svizzera per evitare le doppie imposizioni, all'art.15 mi sembra che dica che i redditi da lavoro dipendente debbano essere tassati nel paese in cui il lavoro è svolto, fatte tutte le eccezioni del par. 2 dello stesso art. 15.

    Sono rimasto di sasso alla lettura della seguente risposta del sole24ore:

    www .professioni-imprese24.ilsole24ore.com/professioni24/fiscocontabilita/news/Tassazione_redditi_svizzera_06_072011.html#continu e

    Nel caso di specie la convenzione contro le doppie imposizioni Italia-Svizzera del 23/12/1978 n. 943, all'art. 15, in materia di redditi da lavoro subordinato, prevede che i redditi realizzati in uno stato diverso da quello di residenza, in linea di principio sono imponibili in entrambi gli stati.

    Ma dove si dice questo nella convenzione. Ed inoltre:

    Dal tenore del quesito, non ricorrendo tali ipotesi, i redditi in oggetto saranno dapprima tassati in Svizzera e successivamente dichiarati e tassati in Italia, con la possibilità ex art. 165 del TUIR di riportare in dichiarazione dei redditi un credito d'imposta per le imposte scontate in Svizzera su quel reddito a titolo definitivo.

    A me sembra che la convenzione dica invece che le tasse sul lavoro subordinato, vanno pagato dove il reddito è prodotto, cioè in Svizzera.
    E non parlo di frontalieri ma di un tizio di Bologna che lavora a Zurigo e torna a casa ogni tanto pur continuando ad essere residente in Italia ed avendo un permesso di lavoro B o C in svizzera.

    Avete commenti in proposito?

    Al

  36. #86
    User Newbie
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Località
    Milano
    Messaggi
    4

    Lavoro in Svizzera ma vivo a Milano

    Salve,

    volevo approfittare di questo post per fare una domanda coerente...non sono molto bravo in economia..non è la mia materia..
    Mi sono letto un pò questa normativa tra Italia e Svizzera, e non è che non mi voglia trasferire in Svizzera, ma non posso farlo così velocemente come richiederebbe il lavoro, oltretutto per il prmo periodo sarei in prova, quindi per i primi mesi vorrei fare avanti ed indietro, volevo appunto sapere se vivo a Milano e quidi sono fuori dai famosi 20Km..in termini pratici, per 2000 euro di netto al mese..tassate in svizzera suppongo, in Italia quanti altri soldi mi tolgono?
    Grazie mille a tutti per la risposta.

    Cordiali Saluti

    Riccardo
    Ultima modifica di VashTheStampede; 14-05-12 alle 20:59 Motivo: manca il titolo

  37. #87
    User Newbie
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Località
    Milano
    Messaggi
    4
    Salve nessuno mi può aiutare con la mia domanda..?
    Grazie

  38. #88
    User Newbie
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    cesano maderno
    Messaggi
    2
    ciao Matteo vorrei chiederti se hai risolto il problema sopra citato,visto che pure io sono nella stessa tua situazione e nessuno mi sa' dare indicazioni esaudienti,mi potresti suggerire dove posso rivolgermi ??..ti ringrazio ,aspetto una tua risposta ,un saluto merilin.

  39. #89
    User Newbie
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    cesano maderno
    Messaggi
    2
    ciao RICCARDO SONO MERILIN HO LETTO IL TUO MESSAGGIO ,SE X CASO RICEVI UNA RISPOSTA , MI POTRESTI INFORMARE ...VISTO CHE MI TROVO NEI TUOI PANNI.....HAHAHAAA...SCUSA NELLA TUA STESSA CONDIZIONE...TI RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE,..UN SALUTO CIAO.RICCARDO.

  40. #90
    Moderatore
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    634
    Salve a tutti, la discussione è molto animata, segno che l'argomento interessa molti. Difficile però dare una risposta approfondita ai singoli casi. Non perchè non si voglia ma perchè ogni situazione richiederebbe un approfondimento della posizione complessiva del contribuente. Ripeto quanto già affermato in precedenza. A parte chi risiede nei pochi comuni della fascia di confine indicati con precisione dalla convenzione, gli altri sono soggetti anche al versamento delle imposte in Italia. Si gode però di un credito fiscale dato dalle imposte già versate in Svizzera. Solo per spiegare il meccanismo delle convenzioni contro le doppie imposizioni, che comunque va studiato nel caso concreto, il credito funziona, molto semplicemente, in questo modo. Si elabora la dichiarazione dei redditi in Italia (non il 730 perchè non si ha un sostituto d'imposta) e si determinano quindi le imposte da versare nel nostro paese. Da questo importo si detaggono (totalmene o in parte) le imposte pagate nel paese terzo (il credito d'imposta) e si versano quindi le imposte che rimangono per differenza. Il meccanismo, quindi, è semplice, bisogna solo approfondire la convenzione e apllicarlo al caso concreto. Per rispondere anche a chi intende trasferirsi in un altro paese. In quel caso occorre iscriversi all'AIRE presso il consolato italiano nel paese, e risiedere lì per lameno 183 giorni l'anno e non avere nulla in Italia, redditi o proprietà. La Svizzera in particolare è un paese in black-list e questo comporta che si rimane fiscalmente residenti in Italia salvo che si provi di essere effettivamente residente lì. Si ha in questi casi un inversione legale dell'onere della prova. Rispettando queste condizioni si sarà soggetti all'imposizione totalmente nel paese terzo e non in Italia, e spesso si scopre che le tasse che si pagano non sono diverse da quelle nostre. Saluti
    MODConsulenza Fiscale Dottore Commercialista in Roma specializzato in analisi su anatocismo bancario e usura, start up e internazionalizzazione - Lo studio opera ONLINE in tutta Italia commercialistaadistanza@gmail.com

  41. #91
    User Newbie
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Località
    Cagliari
    Messaggi
    1
    Caro Dottorfisco,

    io ho un contratto svizzero sono residente in Sardegna e viaggio per la voro in più di tre paesi, non lavoro fisicamente ne in italia ne in Svizzera il mio salario viene acreditato sul mio conto italiano. Come devo comportarmi rispetto alla tassazione in italia?
    vale anche inn questo caso la legge di cui scriveva qui sopra secondo la quale non bisogna fare la dichiarazione dei redditi in italia? Alcuni mi dicono che mi vengono trattenuti in svizzera solo i contributi
    pensionistici? In questo caso cosa mi spetta fare nei confronti dell'italia? A quanto ammonterebbe in percentuale la tassazione sul mio reddito residuo dopo la decurtazione svizzera dei contributi pensionistici ?

    la ringrazio in anticipo per la sua disponibilitá.
    distinti saluti

  42. #92
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Milano
    Messaggi
    1
    Salve a tutti, mi scuso se mi aggiungo solo ora alla discussione, ma mi trovo in una situazione simile a quella di altri iscritti, ed ho ricevuto ad oggi risposte un po' contraddittorie per la mia situazione.

    Mi spiego: al momento sono dipendente a tempo indeterminato in Italia.
    Ho pero' da poco ricevuto una proposta molto interessante per lavorare a tempo indeterminato a Basilea.
    Come per molti di Voi, anche per me si pone il problema fiscale: quali e quante tasse devo pagare?
    Premettendo che mi trasferirei in Svizzera e che non ho problemi a levare la residenza dall'Italia, al momento ho capito che posso pagare solo le tasse Svizzere se:
    -Dimostro di lavorare la "maggior parte del tempo" in Svizzera, ma non ho capito cosa significhi in termini pratici.
    -Ho la residenza in Svizzera: ma la residenza si puo' ottenere solo se sei cittadino Svizzero o se hai il "permesso C" (che dovrebbe essere la tappa prima della cittadinanza)? Il punto e' che non so se ora mi darebbero il permesso di tipo B (annuale) o anche il C

    Peraltro, nel primo caso, se cominciassi ora dovrei comunque pagare doppie tasse per il 2013 .....

    Qualcuno di Voi puo' aiutarmi sul confermarmi se il primo punto e' vero, e se si' la percentuale di tempo, e anche se sia possibile gia' dall'inizio avere un permesso C (e quali condizioni sono richieste) o comunque la residenza (o analogo)?

    Grazie molte per il supporto.
    Ciao

  43. #93
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    borgo ticino
    Messaggi
    2
    Ciao scusate ma non so come fae a domandare su questo forum...sono un po negato. Provo a chiedere qui magari arriverà risposta. Volevo soltanto sapere se devo dichiarare qualcosa, visto che lavoro in svizzera anche io. Ma il mio problema è che non riesco a capirse devo dichiarare o no. Io non ho niente di intestato ma mi hanno detto che devo q dichiarare i soldi che prendo in svizzera perché devo pagare le tasse in italia. Qualcuno mi può aiutare? Posso evitare di pagarle spostando la residenza? Come funziona? Grazie ancora. Attendo risposta.

  44. #94
    User Newbie L'avatar di UmbertoFenati
    Data Registrazione
    Oct 2013
    Località
    Bologna
    Messaggi
    3
    Aggiungi UmbertoFenati su Linkedin
    Gentile Orcinus,
    quanto detto è corretto e a prescindere dal permesso rilasciato in Svizzera ciò che rileva è essere ancora iscritto all'Anagrafe della popolazione residente del proprio Comune in Italia (oltre ad altri importanti elementi da non sottovalutare).
    Finchè non si è iscritti all'AIRE (Anagrafe degli italiani residenti all'estero) e si è conseguentemente cancellati dall'Anagrafe del proprio Comune, per l'Italia si rimane ancora "residenti" quindi soggetti a tutti gli oneri fiscali che ne derivano.
    Nel suo caso, nel 2013 sarebbe indubbiamente residente in Italia e dovrebbe presentare nel 2014 la dichiarazione dei redditi in Italia per il 2013, con possibilità di utilizzare le imposte svizzere come credito d'imposta, seppur parziale.

    Saluti

    Umberto Fenati
    Dottore Commercialista
    -----------------------------------------------------
    Studio Cocchi - Commercialisti e revisori legali
    cocchicommercialisti.it
    Ultima modifica di UmbertoFenati; 26-10-13 alle 20:49

  45. #95
    User Newbie L'avatar di UmbertoFenati
    Data Registrazione
    Oct 2013
    Località
    Bologna
    Messaggi
    3
    Aggiungi UmbertoFenati su Linkedin
    Gentile VMaury,
    da quel che capisco da quanto espone circa la Sua posizione, Lei è tenuto a presentare la dichiarazione dei redditi in Italia.
    In quanto residente fiscale in Italia, è tassato in Italia per tutti i redditi prodotti nel mondo.

    Non esiti a contattarmi per ulteriori informazioni.
    Saluti

    Umberto Fenati
    Dottore Commercialista
    -----------------------------------------------------
    Studio Cocchi - Commercialisti e revisori legali
    cocchicommercialisti.it

  46. #96
    User Newbie L'avatar di UmbertoFenati
    Data Registrazione
    Oct 2013
    Località
    Bologna
    Messaggi
    3
    Aggiungi UmbertoFenati su Linkedin
    Citazione Originariamente Scritto da Daniel-p Visualizza Messaggio
    Ciao scusate ma non so come fae a domandare su questo forum...sono un po negato. Provo a chiedere qui magari arriverà risposta. Volevo soltanto sapere se devo dichiarare qualcosa, visto che lavoro in svizzera anche io. Ma il mio problema è che non riesco a capirse devo dichiarare o no. Io non ho niente di intestato ma mi hanno detto che devo q dichiarare i soldi che prendo in svizzera perché devo pagare le tasse in italia. Qualcuno mi può aiutare? Posso evitare di pagarle spostando la residenza? Come funziona? Grazie ancora. Attendo risposta.
    Gentile Daniel-p,
    avrei bisogno di qualche informazione in più per risponderLe.
    Torna giornalmente in Italia o ha una base d'appoggio/dimora in Svizzera?

    Umberto Fenati
    Dottore Commercialista
    -----------------------------------------------------
    Studio Cocchi - Commercialisti e revisori legali
    cocchicommercialisti.it

  47. #97
    User Newbie
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Villasanta
    Messaggi
    4
    buongiorno dottore,

    il tema della doppia fiscalità mi è stato sottoposto casualmente da un collega (lavori in Ticino da diversi anni) mentre sia all'Agenzia delle Entrare di Milano di versi anni orsono ed il mio datore di lavoro mi avevano rassicurato che le imposte alla fonte mi esentavano dall'obbligo della dichiarazioni in Italia.
    Vivo in Brianza e non avendo proprietà ed uno stipendio al livello occupazionale in Ticino al 50% è diversi anni che non faccio la dichiarazione.
    E cosi, casualmente scopro dopo diversi anni che il raggio dei 20 km vale ancora a livello fiscale contrariamente a quanto mi avevano fatto credere con la revisione dei trattati del 2007 mi pare.
    A questo punto mi chiedo: che fare?

  48. #98
    User Newbie
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Villasanta
    Messaggi
    4

    help me

    qualcuno sa consigliare?

    Roba da matti: uno paga le tasse in svizzera e poi le deve pagare anche in Italia solo perchè non abita nel raggio dei 20 km

    una roba che si fa fa fatica a credere

    uno che abita più lontano ha più spese e viene ulteriormente penalizzato

  49. #99
    User Attivo L'avatar di Teju
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    1,460
    Citazione Originariamente Scritto da fitnessmi Visualizza Messaggio
    una roba che si fa fa fatica a credere

    uno che abita più lontano ha più spese e viene ulteriormente penalizzato
    Già, ma è così, confermo!
    Vieni a conoscermi sul mio blog personale: www.teju.it

  50. #100
    User Newbie
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Villasanta
    Messaggi
    4

    sarà così

    ma attendo pareri un pò più esaustivi.

    comunque grazie

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.