Salve a tutti, vi sottopongo un problema di natura fiscale.

L'inverno scorso, io ed un amico, siamo stati contattati da una ditta di ingegneria per eseguire alcuni lavori.

Lo studio di Ingegneria ci ha fatto firmare un contratto di collaborazione occasionale. La durata dell'incarico è stata inferiore ai 30 giorni ed il compenso per la collaborazione è inferiore ai 1000 euro.

Nel contratto, tra i vari punti, c'è questo:

ai fini fiscali il rapporto di collaborazione si inquadra nell'ambito della collaborazione coordinata e continuativa di cui all'art. 49 del Drp 22 dicembre 1986 n. 917 Tuir e all'art. 5 del Dpr 26 ottobre 1972 n.633 Iva; all'atto dell'erogazione del compenso o degli acconti la società XX opererà la ritenuta a titolo di acconto Irpef, in atto pari al 20%, sull'importo lordo ai sensi dell'art. 25 Dpr 29 settembre 1973 n.600 sull'accertamento dei redditi, oltre quella previdanziale prevista dalla legge 8 agosto 1995 n. 335 art. 2 commi da 25 a 32, ed ogni altra stabilita a norma di legge;
Sono ormai passati 4 mesi dalla fine del nostro incarico e la ditta in questione non ci ha ancora pagato il compenso, perché dicono di attendere un finanziamento da parte dell'ente pubblico per cui hanno svolto il lavoro.

Ci sono dei tempi massimi, secondo questo tipo di contratto, per cui dobbiamo aspettare il nostro compenso? Quando riceveremo il nostro pagamento? Possiamo fare qualcosa?

Spero di essere stato chiaro.
Grazie a coloro che mi aiuteranno a trovare una risposta a questo mio quesito.