+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 34 di 34

QUERELA per frode telematica - Consigli ?

Ultimo Messaggio di DBD il:
  1. #1
    User L'avatar di max_
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Firenze
    Messaggi
    17

    QUERELA per frode telematica - Consigli ?

    Un saluto a tutti.

    A fine agosto di quest'anno ho effettuato un bonifico per l'acquisto di un Tablet messo in vendita attraverso
    un noto portale nazionale di annunci economici.
    Ho effettuato il bonifico a favore del signor X Y, dopo che aveva acconsentito di inviarmi copia della fattura
    di acquisto, intestata al signor X Y emessa da una nota catena di elettronica, ed una serie di fotografie
    attestanti il buono stato dell'oggetto. Ho effettuato diverse chiamate per accertarmi della buona fede del
    venditore, il quale si è sempre mostrato disponibile e accondiscendente.
    Dopo il versamento della quota pattuita è scomparso. L'oggetto non è mai stato spedito.
    A nulla è valso tentare di rintracciarlo al numero di cellulare poiché risultava sempre irraggiungibile.

    Dopo alcuni giorni ho ritrovato lo stesso oggetto ancora in vendita, da parte dello stesso signor X Y.

    Ho simulato l'interesse per l'acquisto dell'oggetto mediante l'uso di un nuovo indirizzo di posta elettronica.
    L'iter è stato lo stesso: mi ha inviato copia della fattura, le coordinate per il bonifico ed ha aggiunto che
    avrebbe preferito essere pagato mediante una ricarica della carta PostePay. I dati personali della carta
    coincidono esattamente con quelli dell'intestatario del conto corrente di cui sopra. Il contatto telefonico
    è diverso. Provando a chiamare quel nuovo numero, la persona che ha risposto ha inizialmente svolto
    la trattativa, poi quando ho detto palesemente chi ero, ha riattaccato. Successivi tentativi di contatto non
    sono mai andati a buon fine, anzi: sono stato minacciato di querela qualora avessi insistito nelle "molestie".
    Ho scritto un paio di email formali in cui richiedevo la resituzione del denaro in modo amichevole, ma
    non ho ricevuto alcuna risposta.

    Poiché sono trascorsi oltre due mesi dall'evento (ma neno di 90 giorni), mi sono recato in un Ufficio di Polizia Postale.
    L'ufficiale con cui ho parlato mi ha candidamente sconsigliato di sporgere querela in ordine alla truffa,
    dato l'esiguo ammontare del denaro perso (alcune centinaia di euro). Inoltre ha aggiunto che contro tali reati
    la possibilità di successo di eventuali azioni legali è tendente a zero.

    Vorrei sporgere querela per senso civico, anche per tutela nei confronti di altri che potrebbero
    cadere nella stessa trappola. Inoltre la consapevolezza che qualcuno possa usare un nome X ed un congnome Y
    per fare reati e restare inpunito mi lascia sconcertato.

    Qual'è il vostro consiglio considerando che risiedo in Toscana e il signor X Y ammette residenza in Sicilia?
    Lo chiedo soprattutto nell'ipotesi dovessero aver luogo processi. Ho stampato tutte le conversazioni scambiate
    con il signor X Y e la pagina web di vendita adesso rimossa dal portale.

    Grazie a chiunque possa darmi una mano.
    Cordialmente
    max_

  2. #2
    Esperto L'avatar di giurista
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    italia del nord
    Messaggi
    2,556
    Ciao Max.
    Mi stupisco sempre quando vengo a sapere ciò che son capaci di dire o consigliare agenti di PG...
    Comunque, Max, nel tuo caso la truffa sussiste appieno e perchè si proceda è sufficiente che il profitto consista anche in 10 Euro...
    Ti consiglio di redigere una querela e depositarla direttamente alla ricezione atti della procura del tuo tribunale. Il termine è 3 mesi (non 90gg) dalla CONOSCENZA del fatto.
    La querela è un atto che richiede pochi elementi essenziali : le generalità del querelante, del querelato (se conosciuti) l'esposizione in fatto il più possibile dettagliata, la richiesta di punizione del colpevole.
    Ricordati di aggiungere, alla fine dell'atto, la richiesta di essere avvertito in caso di archiviazione nonchè la tua opposizione all'emissione del decreto penale di condanna (sono avvertimenti importanti).
    Il locus commisi delicti (la competenza territoriale) è il luogo dove questa persona ha ricevuto il denaro.
    Actore non probante, reus absolvitur

  3. #3
    User L'avatar di max_
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Firenze
    Messaggi
    17
    Cara giurista,

    intanto ti ringrazio per avermi dato attenzione.
    Concordo a pieno sul fatto che le forze dell'ordine dovrebbero essere esemplari nel soddisfare certi requisiti nonché i primi ad educare il senso civico nei cittadini.

    Quello che hai detto ha confermato le mie idee. Procederò con la querela; mi sfugge però il modus operandi.
    Tu dici di redigerla e depositarla direttamente in tribunale. Quindi sconsigli di esporre denuncia presso le forze dell'ordine?
    Credevo che, dato il tipo di reato, la Polizia Postale dovesse essere messa a conoscenza del fatto.

    Addirittura un amico aveva suggerito di esporre querela presso più organi contemporaneamente, es. PP, PS, Carabinieri e GdF.
    Si tratta di un suggerimento fondato?

    Grazie anche per il chiarimento circa il locus commisi delicti; il versamento l'ho fatto sul cc di una Banca italiana online.
    Dove fisicamete possa aver ricevuto il denaro il beneficiario proprio non lo so, potrebbe essere ovunque. Come si procede in questi casi?

    Qualche ultima domanda:

    - nella querela, ho titolo per richiedere il rimborso di maggiori danni oltre alle spese che dovrò sostenere nella causa (visto che probabilmente il processo avverrà fuori dalla Toscana)?
    - come posso tutelarmi da controquerela nei confronti del signor X Y qualora l'identità fosse stata rubata ed appartenente a terza persona?

    Grazie ancora per il buon lavoro che svolgi qua nel forum.
    Max

  4. #4
    Esperto L'avatar di giurista
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    italia del nord
    Messaggi
    2,556
    Ringraziandoti per l'apprezzamento positivo, ti preciso subito che il suggerimento del tuo amico (proporre querela presso più organi) non è fondato.
    Ovunque sia depositata la querela essa viene trasmessa in Procura che assegnerà l'incarico all'ufficio competente.
    Ho suggerito di depositarla alla ricezione atti del tribunale del tuo circondario a) per risparmiare tempo (la Pg a volte ci mette secoli a trasmettere), b) per evitare di redigere una querela senza gli avvertimenti di rito e che ti ho indicato.
    La polizia postale sarà adita, in veste di Pg, dal pubblico ministero incaricato (dovranno stabilire anche il locus commissi delicti in base alle coordinate della banca da te indicate)...non è necessario (è anzi sconsigliabile) che li adisca tu stesso.
    La competenza per materia è del tribunale e non del GdP quindi vi saranno le indagini con le vesti di rito (PM, Pg, GIP).
    Nella querela preciserai che ti riservi di costituirti parte civile...solo in quella veste, dopo il rinvio a giudizio (o rito alternativo come patteggiamento) potrai chiedere all'autorità competente (giudice penale in caso di rito ordinario e abbreviato; giudice civile in caso di patteggiamento) il risarcimento del danno materiale e del danno morale (da reato).
    Già il fatto che tu proponi querela ti tutela da eventuali azioni di terzi reali proprietari del bene.
    Actore non probante, reus absolvitur

  5. #5
    Utente Premium L'avatar di glm2006ITALY
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Località
    Vercelli
    Messaggi
    840
    Segui glm2006ITALY su Twitter Aggiungi glm2006ITALY su Facebook Aggiungi glm2006ITALY su Linkedin
    Mi permetto di aggiungere che la querela la puoi inviare tranquillamente da casa a mezzo PEC (se, ovviamente, disponi di un indirizzo di posta elettronica certificata) indirizzando la querela, copia dei documenti all'indirizzo PEC della procura della repubblica competente.

    Quella che ti è capitata è una truffa bella e buona! (manco da furbi... tramite bonifico! )
    Siti web WordPress - sviluppo assistenza e posizionamento SEO : WEBEPC.IT

  6. #6
    User L'avatar di max_
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Firenze
    Messaggi
    17
    Citazione Originariamente Scritto da giurista Visualizza Messaggio
    Ringraziandoti per l'apprezzamento positivo,

    ti preciso subito che il suggerimento del tuo amico (proporre querela presso più organi) non è fondato.
    Ovunque sia depositata la querela essa viene trasmessa in Procura che assegnerà l'incarico all'ufficio competente.
    Il ringraziamento è più che meritato, credimi! Evidentemente hai anche il dono della chiarezza... alcuni tuoi colleghi non riescono a dissipare dubbi in così poche righe

    Bene, adesso mi è (quasi) tutto chiaro.

    Ho suggerito di depositarla alla ricezione atti del tribunale del tuo circondario
    a) per risparmiare tempo (la Pg a volte ci mette secoli a trasmettere),
    b) per evitare di redigere una querela senza gli avvertimenti di rito e che ti ho indicato.
    La polizia postale sarà adita, in veste di Pg, dal pubblico ministero incaricato (dovranno stabilire anche il locus commissi delicti in base alle coordinate della banca da te indicate)...non è necessario (è anzi sconsigliabile) che li adisca tu stesso.
    La competenza per materia è del tribunale e non del GdP quindi vi saranno le indagini con le vesti di rito (PM, Pg, GIP).
    Prefetto.

    Nella querela preciserai che ti riservi di costituirti parte civile...solo in quella veste, dopo il rinvio a giudizio (o rito alternativo come patteggiamento) potrai chiedere all'autorità competente (giudice penale in caso di rito ordinario e abbreviato; giudice civile in caso di patteggiamento) il risarcimento del danno materiale e del danno morale (da reato).
    Già il fatto che tu proponi querela ti tutela da eventuali azioni di terzi reali proprietari del bene.
    Bene, tutto chiaro.
    Esiste una forma da rispettare nel redigere la lettera, ovvero un facsimile a cui ispirarsi? Giusto per non commettere errori grossolani; lo chiedo anche a beneficio di chi, come il sottoscritto, non ha mai presentato personalmente una querela in tribunale.

    Ad esempio, quando dici "... Il termine è 3 mesi (non 90gg) dalla CONOSCENZA del fatto ", come stabilisco nello specifico il momento della CONOSCENZA?
    Posso farlo risalire ad alcune settimane dopo che ho effettuato il pagamento? Ovvero dal momento in cui, sotto altro nome, ho ricevuto una nuova proposta di vendita dopo che l'importo era già stato versato?

    In ordine alla furbizia, dubito che il malandrino abbia usato il proprio nome...
    Più facilmente sono propenso a credere che si sia appropriato indebitamente di altrui identità.
    Anzi mi chiedo se è più lecito presentare querela contro ignoti oppure contro l'identità del signor X Y ...

    Di norma, in casi come questi, si devono affrontare delle grosse spese?


    Grazie a tutti davvero per gli interventi!


    Grazie
    Max
    Ultima modifica di max_; 07-11-12 alle 15:22

  7. #7
    Utente Premium L'avatar di glm2006ITALY
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Località
    Vercelli
    Messaggi
    840
    Segui glm2006ITALY su Twitter Aggiungi glm2006ITALY su Facebook Aggiungi glm2006ITALY su Linkedin
    Se non avesse usato il nome corretto come potrebbero essergli arrivati i soldi sul c/c?
    NON SONO SICURO ma se apri una pratica presso la tua banca allegando la denuncia FORSE potrebbero annullare il bonifico (per le truffe con le carte di credito funziona così).
    Siti web WordPress - sviluppo assistenza e posizionamento SEO : WEBEPC.IT

  8. #8
    User L'avatar di max_
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Firenze
    Messaggi
    17
    Citazione Originariamente Scritto da glm2006ITALY Visualizza Messaggio
    Se non avesse usato il nome corretto come potrebbero essergli arrivati i soldi sul c/c?
    NON SONO SICURO ma se apri una pratica presso la tua banca allegando la denuncia FORSE potrebbero annullare il bonifico (per le truffe con le carte di credito funziona così)
    .
    Il malfattore potrebbe aver sfilato i documenti di tasca ad un clochard signor X Y, magari offrendo 10€ ed un panino, aver aperto un conto online, acquistato SIM false al mercato straniero, ed acquistato a nome di XY l'oggetto-specchietto delle allodole a favore degli ignari acquirenti via internet... Le vie per agire in modo illegale esistono eccome, purtroppo.

    Per quanto riguarda il bonifico, il giorno seguente i soldi erano già evaporati dal mio cc bancario.
    Ho provato a parlare con i responsabili della mia banca ma hanno detto che senza l'intervento delle autorità non possono eseguire controlli stringenti sul destinatario. Anzi, in quella occasione hanno anche aggiunto che i soldi non li avrei mai più rivisti...

    Sai qualcosa di diverso in merito?
    Ultima modifica di max_; 07-11-12 alle 15:31

  9. #9
    Esperto L'avatar di giurista
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    italia del nord
    Messaggi
    2,556
    Il momento è da identificarsi nel giorno in cui hai ritrovato lo stesso bene di nuovo in vendita con altri riferimenti del venditore.
    La querela è da sporgere nei confronti del nome che ti è stato fornito. Sarà compito della procura stabilire se è una sostituzione d'identità o meno. Tu devi raccontare i fatti con precisione.
    Esempi dell'atto di querela ne trovi a iosa nel web. E' un atto che non richiede forme sacramentali ma solo le indicazioni che ti ho fornito.
    Se la querela la redigi tu e non un legale non vi sono costi di alcun genere.
    La banca ha risposto correttamente alla tua richiesta. Non è in loro potere far nulla senza l'ordine dell'AG...
    Actore non probante, reus absolvitur

  10. #10
    User L'avatar di max_
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Firenze
    Messaggi
    17
    Bene, grazie ancora giuriusta!
    Domani redigo la lettera e entro questa settimana la depositerò in procura.
    E' necessario allegare tutte le copie delle mail intercorse tra me e il venditore, gli IP associati al provider da cui ha inviato le mail, i nickname usati e gli altri documenti alla pratica o posso farlo in un secondo momento?
    Sono abbastanza preciso per natura, quindi ho tenuto registrazione praticamente di tutto.

    Saluti
    max

  11. #11
    Esperto L'avatar di giurista
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    italia del nord
    Messaggi
    2,556
    Nella querela, alla fine e prima della firma (che apporrai alla ricezione atti) dichiara che si allegano i seguenti documenti: 1)...2) etc... e li elencherai con precisione allegando in copia tutto ciò che è in tuo possesso.
    Actore non probante, reus absolvitur

  12. #12
    User L'avatar di max_
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Firenze
    Messaggi
    17
    Bene, seguirò tutte le indicazioni.

    Potrebbe essere utile a qualcuno del forum se in futuro riportassi lo svilgimento della vicenda, qualora ci fossero (come spero) degli sviluppi?

    Grazie ancora e complimenti per il lavoro svolto!

    max


  13. #13
    Utente Premium L'avatar di glm2006ITALY
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Località
    Vercelli
    Messaggi
    840
    Segui glm2006ITALY su Twitter Aggiungi glm2006ITALY su Facebook Aggiungi glm2006ITALY su Linkedin
    Certo, utilissimo
    Siti web WordPress - sviluppo assistenza e posizionamento SEO : WEBEPC.IT

  14. #14
    User L'avatar di max_
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Firenze
    Messaggi
    17
    Ho preparato un bel faldone di 6 pagine + 10 foto + ricevute, senza contare le decine di pagine di mail...
    Domani mi diverto

  15. #15
    User L'avatar di egnos
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    asti
    Messaggi
    26
    Citazione Originariamente Scritto da max_ Visualizza Messaggio
    Domani mi diverto
    Capisco che tu possa essere euforico e molto soddisfatto per il lavoro che hai svolto nello stilare la querela.
    Ma un procedimento penale non è mai una cosa divertente, per nessuno degli attori coinvolti!

    Ti faccio comunque un'imbocca al lupo perchè il tutto si risolva nel più breve tempo possibile e a tuo favore!

  16. #16
    Utente Premium L'avatar di glm2006ITALY
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Località
    Vercelli
    Messaggi
    840
    Segui glm2006ITALY su Twitter Aggiungi glm2006ITALY su Facebook Aggiungi glm2006ITALY su Linkedin
    Vero, ma forse da un poco fastidio che alcune persone possano gioire di soldi non loro.....
    Siti web WordPress - sviluppo assistenza e posizionamento SEO : WEBEPC.IT

  17. #17
    User L'avatar di max_
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Firenze
    Messaggi
    17
    Citazione Originariamente Scritto da egnos Visualizza Messaggio
    Capisco che tu possa essere euforico e molto soddisfatto per il lavoro che hai svolto nello stilare la querela.
    Ma un procedimento penale non è mai una cosa divertente, per nessuno degli attori coinvolti!

    Ti faccio comunque un'imbocca al lupo perchè il tutto si risolva nel più breve tempo possibile e a tuo favore!
    Vorrei chiarire che il senso del "divertimento" cui facevo riferimento era relativo al lungo iter che immaginavo di dover
    seguire per depositare l'atto, non certo al procedimento e alle implicazioni dello stesso.

    Invece, per la cronaca, l'operazione di deposito è durata in tutto circa un'ora comprendendo i tempi di attesa e i vari
    riconoscimenti necessari per accedere al Palazzo di Giustizia. La persona che ha preso in carico la pratica non mi
    ha rilasciato alcun documento nè ricevuta di deposito, ha solo fascicolato il faldone per consegnarlo al Procuratore...

    Per conoscere lo stato delle indagini, dopo circa 40-60gg a far data dalla consegna, potrò richiedere il N. di pratica
    (è necessario consegnare un modulo compilato in Procura) e conseguentemente tutte le informazioni aggiornate
    relative al caso.

    Quindi per adesso resto in attesa degli sviluppi.


  18. #18
    Esperto L'avatar di giurista
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    italia del nord
    Messaggi
    2,556
    Non ti han dat il tagliando noti?...che gente...
    Potevi dire di mettere il depositato sulla tua copia ( mi scuso per non avertelo rammentato) portando una marca da 3,54.
    Comunque va bene così. Ricorda quando ti daranno il n. di RG (il "numero di pratica") di farti dire chi è il pm assegnato.
    Actore non probante, reus absolvitur

  19. #19
    User L'avatar di max_
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Firenze
    Messaggi
    17
    Grazie giurista,
    sempre pronta a dare una mano

    Hai ben poco da scusarti... avrei dovuto pensare io a richiedere una sorta di ricevuta. Purtroppo c'erano dei problemi logistici ed alcuni uffici erano fuori servizio; la persona che ha raccolto la denuncia/querela ha svolto il lavoro in modo molto sbrigativo: ha letto rapidamente il mio documento d'identità, ha posto alcune timbrature, ha controllato che ci fossero gli atti elencati e poi ha spillato il tutto mettendolo in una vaschetta. Non avendo esperienze precedenti son rimasto seduto impalato fino a quando l'incaricato non mi ha inviato ad uscire con un "signore: buona giornata!"



    Ho preso il documento per richiedere il numero di RG, lo conserverò fino al momento in cui deciderò di approfondire qualora non ci fossero sviluppi osservabili (parlo da profano) nell'arco di un paio di mesi.

    A tal proposito, posso chiederti qual'è lo scenario che può delinearsi a partire da questo momento?

    Es. - immagino che l'atto prima o poi verrà notificato al querelato. Se questi decidesse di minacciarmi verbalmente, - come ha già fatto altre volte - allo scopo di farmi ritirare la querela? Potrebbe esporre una contro-querela ?

    Ultima cosa: non ho trovato tra i documenti disponibili sul sito un facsimile della denuncia querela.
    Potrebbe essere utile se riportassi quella che ho compilato io (ovviamente chiedendoti di correggerla nei punti che ritieni migliorabili), per dare anche agli altri la possibilità di seguire uno schema?


    Grazie infinite
    max
    Ultima modifica di max_; 09-11-12 alle 19:12

  20. #20
    Esperto L'avatar di giurista
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    italia del nord
    Messaggi
    2,556
    L'atto sarà trasmesso in Procura che, se ritiene fondata la notizia di reato, incaricherà la Pg per le indagini.
    Sarà chiamato il querelato per l'elezione di domicilio. La tua querela non sarà notificata.
    Escludo una controquerela per calunnia causa i requisiti della calunnia. Rarissimo il suo verificarsi.
    Tu dovresti evitare ogni contatto con il querelato...se ti chiama riaggancia subito ed avverti i CC portando al comando copia della querela.
    Se ti avvicina di persona evitalo in qualsiasi modo.

    Se vuoi postarla (oscurando i nomi e riferimenti reali) la leggerò.
    Actore non probante, reus absolvitur

  21. #21
    User L'avatar di max_
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Firenze
    Messaggi
    17
    Tutto chiarissimo. In ordine al querelato, data la distanza, non credo possa presentarsi di persona. Ma ha i miei recapiti, telefonici e non, come avviene nel normale scambio di generalità tra acquirente e venditore in buona fede.


    Per adesso riporto il testo qua, poi, se vorrai apporre delle modifiche o delle correzioni, possiamo sempre aggiornare questa pagina.

    Segue il testo della querela che ho depositato.




    PROCURA DELLA REPUBBLICA
    PRESSO IL TRIBUNALE DI _____



    Atto di denuncia - querela

    Il sottoscritto Sig. ____________, nato a ____________ il ____________, c.f. ________________, residente in ________________ Via _________ n. ______


    ESPONE

    ( segue descrizione accurata del fatto accaduto che configura il reato )

    Tutto quanto sopra premesso, ai sensi dell’art. 336 c.p.p., con il presente atto di denuncia - querela, il sottoscritto Sig. ______________, come sopra meglio generalizzato, riservando di costituirsi quale parte civile, formalmente sporge

    QUERELA

    affinché l’A.G. inquirente, anche con l’ausilio della propria persona, con le audizioni a chiarimento di quanto illustrato nonché, se necessario, per mezzo dell’esibizione di ogni eventuale ed ulteriore documentazione in proprio possesso, stanti i fatti esposti in narrativa, proceda penalmente nei confronti del Sig. ________________, c.f. ________________ , residente a ____________, in via _____________, ovvero nei confronti delle persone che saranno, all'esito, identificate come autori dei fatti suesposti, per i reati previsti e puniti dai pertinenti articoli c.p., per aver _____________ nonché per qualsiasi altra o diversa ipotesi di reato ravvisabile nei fatti sopra descritti.

    Il sottoscritto richiede altresì di essere informato ai sensi dell’art. 408, 2 comma c.p.p. dell’eventuale richiesta di archiviazione, nonché, a norma dell’art. 406, 3 comma c.p.p. dell’eventuale richiesta di proroga delle indagini preliminari, opponendosi fin d’ora alla definizione del procedimento con decreto penale di condanna, riservandosi sin da ora l'eventuale dichiarazione di costituzione di parte civile.

    ALLEGA

    la seguente documentazione in copia, riservandosi sin da ora la produzione degli originali o di indicare strumenti o persone in grado di produrli:

    ( segue alenco degli atti allegati )

    Con osservanza.

    Data ___________________

    Firma ___________________




    Ultima modifica di max_; 09-11-12 alle 19:44

  22. #22
    Esperto L'avatar di giurista
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    italia del nord
    Messaggi
    2,556
    A parte alcune imprecisioni (irrilevanti ai fini della querela) è scritta in modo efficace anche se non professionale.
    Da evitarsi locuzioni quali " proceda penalmente" ma si chieda formalmente la punizione del colpevole.
    Circa i reati perseguibili la formula corretta è " per tutti i reati che saranno ravvisati nei fatti come in narrativa descritti" senza indicare alcuna fattispecie.
    L'identificazione del reato spetta al Pm e a lui soltanto.
    Actore non probante, reus absolvitur

  23. #23
    User L'avatar di max_
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Firenze
    Messaggi
    17
    Citazione Originariamente Scritto da giurista Visualizza Messaggio
    A parte alcune imprecisioni (irrilevanti ai fini della querela) è scritta in modo efficace anche se non professionale.
    Meno male

    Da evitarsi locuzioni quali " proceda penalmente" ma si chieda formalmente la punizione del colpevole.
    Chiaro.

    Circa i reati perseguibili la formula corretta è " per tutti i reati che saranno ravvisati nei fatti come in narrativa descritti" senza indicare alcuna fattispecie.
    L'identificazione del reato spetta al Pm e a lui soltanto.
    Speriamo che il PM non si offenda
    Se non ci sono altri errori macroscopici, passerei a correggere il documento riportato sopra a beneficio di tutti gli interessati.

    Relativamente agli eventuali contatti col querelato:
    Tu dovresti evitare ogni contatto con il querelato...se ti chiama riaggancia subito ed avverti i CC portando al comando copia della querela.
    Eviterò ogni contatto senza ombra di dubbio. Per quanto riguarda la copia da trasmettere ai CC in caso di fastidi, come detto non ho il tagliando noti,
    pertanto dovrei ristampare la querela ex-novo. Ha la stessa validità pur non essendo vidimata e/o timbrata?

  24. #24
    Esperto L'avatar di giurista
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    italia del nord
    Messaggi
    2,556
    No... una copia semplice senza nessuna prova del deposito non ha valore...
    Prova a fare così... con la MASSIMA cortesia (i cancellieri sono persone molto suscettibili ed impazienti) torna ala ricezione atti... e dì al cancelliere che, non essendo tu un legale, ti sei scordato di farti mettere il depositato sulla tua copia, quindi, se per cortesia può aiutarti e darti copia o metterti il depositato sulla tua in quel momento. (porta una marca da bollo di 3,54 Euro).
    Mi raccomando il sorriso gentile ed il tono mooooolto cortese con i cancellieri...
    Se il cancelliere ti dice che è già stata trasmessa alla segreteria del Pm fatti dire l'Rg, vai alla segreteria del magistrato e chiedi di estrarre copia della querela già depositata in precedenza.
    Ovviamente non sarà necessario che fai copia degli allegati...
    Actore non probante, reus absolvitur

  25. #25
    User L'avatar di max_
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Firenze
    Messaggi
    17
    Non ho avuto alcuna fortuna...
    Il funzionario stamani mi ha detto che ormai è troppo tardi per ripescare l'atto depositato perché è già stato inviato al Pm,
    ma anche troppo presto per prenderne visione perché non è stato ancora caricato nel sistema e quasi certamente non
    è stato ancora assegnato il Pm.

    Di nuovo mi ha detto di tornare tra un mesetto da lui per chiedere Rg, copia ecc...


  26. #26
    Esperto L'avatar di giurista
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    italia del nord
    Messaggi
    2,556
    Stai tranquillo... non perdono gli atti (di solito).
    Torna tra qualche settimana e vedrai che saprai a chi è stato assegnato.
    Actore non probante, reus absolvitur

  27. #27
    User L'avatar di max_
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Firenze
    Messaggi
    17
    Ok, attenderò.
    Verso metà Dicembre tornerò al Palazzo di Giustizia per avere i dettagli.
    Grazie

  28. #28
    User
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Località
    Italia
    Messaggi
    167
    Citazione Originariamente Scritto da max_ Visualizza Messaggio
    Bene, seguirò tutte le indicazioni.

    Potrebbe essere utile a qualcuno del forum se in futuro riportassi lo svilgimento della vicenda, qualora ci fossero (come spero) degli sviluppi?

    Grazie ancora e complimenti per il lavoro svolto!

    max

    Ciao Max, stavo leggendo la tua storia. Com'è poi andata a finire?

  29. #29
    pgi
    pgi è offline
    User
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    Centro Italia
    Messaggi
    33
    Come sta procedendo la faccenda?
    p.s. perchè non chiami le Iene? almeno vedremo in faccia questo co...to!

    Citazione Originariamente Scritto da max_ Visualizza Messaggio
    Bene, seguirò tutte le indicazioni.

    Potrebbe essere utile a qualcuno del forum se in futuro riportassi lo svilgimento della vicenda, qualora ci fossero (come spero) degli sviluppi?

    Grazie ancora e complimenti per il lavoro svolto!

    max


  30. #30
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    lecce
    Messaggi
    5
    Ciao!aime sono nella tua stessa situazione!! Come è andata a finire la vicenda?

  31. #31
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    lecce
    Messaggi
    5
    Max come è finita ?!io sto nella tua stessa situazione!!

  32. #32
    User Newbie
    Data Registrazione
    Aug 2015
    Località
    Roma
    Messaggi
    1
    Buomgiorno,
    Ho avuto anch'io la stessa sventura ma con dei ricambi auto.
    Hai qualche consiglio da darmi?
    Come è andata a finire la tua querela?
    Cordiali saluti

  33. #33
    User Newbie
    Data Registrazione
    May 2019
    Località
    milano
    Messaggi
    1

    Chiarimento su querela

    Buongiorno. Ho purtroppo subito una truffa analoga. Premetto che:
    - stamattina ho sporto querela presso il commissariato di polizia di Milano, dove risiedo, supportata ovviamente da tutta la documentazione del caso
    - il "venditore" (truffatore) mi ha fornito copia del documento d'identità, dal quale risulta residente a Palermo.
    - l'iban su cui ho effettuato il bonifico era invece di un conto inglese.
    Detto ciò, essendo interessata a procedere in ogni modo possibile contro questo soggetto - anche con la richiesta di risarcimento per spese e danni, ma non avendo dimestichezza con la materia, né somme da investire per un consulto legale, chiedo un Vs. cortese consiglio sull'iter da far prendere alla suddetta querela, affinchè non resti un atto dormiente
    Indico inoltre che posseggo pec e, qualora occorresse, anche firma digitale

  34. #34
    DBD
    DBD è offline
    User
    Data Registrazione
    Feb 2018
    Località
    Sud
    Messaggi
    210
    Citazione Originariamente Scritto da Iviivi Visualizza Messaggio
    Buongiorno. Ho purtroppo subito una truffa analoga. Premetto che:
    - stamattina ho sporto querela presso il commissariato di polizia di Milano, dove risiedo, supportata ovviamente da tutta la documentazione del caso
    - il "venditore" (truffatore) mi ha fornito copia del documento d'identità, dal quale risulta residente a Palermo.
    - l'iban su cui ho effettuato il bonifico era invece di un conto inglese.
    Detto ciò, essendo interessata a procedere in ogni modo possibile contro questo soggetto - anche con la richiesta di risarcimento per spese e danni, ma non avendo dimestichezza con la materia, né somme da investire per un consulto legale, chiedo un Vs. cortese consiglio sull'iter da far prendere alla suddetta querela, affinchè non resti un atto dormiente
    Indico inoltre che posseggo pec e, qualora occorresse, anche firma digitale
    Non puoi fare nulla se non aspettare, pazientemente, che la giustizia faccia il suo corso. Le indagini sono coperte dal segreto e nessuno può conoscerne l'andamento prima che esse siano concluse. Se gli inquirenti riterranno opportuno "sentirti", sarai convocata e potrai/dovrai contribuire come ti verrà richiesto. Se dovessi avere nuove informazioni o documenti, puoi ovviamente fare una integrazione alla prima denuncia-querela, rivolgendoti di nuovo alle forze dell'ordine e seguendo le loro indicazioni.
    A parte questo, non c'è molto che tu possa fare, ora. Volendo fra qualche mese puoi fare una richiesta ex art. 335 alla Procura (trovi tutto sul sito Internet della Procura della tua provincia) per sapere qualche informazione basilare sul procedimento, come il nome dell'indagato e del PM; è gratuita e puoi farla anche da sola.

    Le indagini avranno un esito. Se negativo, ci sarà la richiesta di archiviazione che ti sarà notificata se nella querela lo hai espressamente richiesto (se non l'hai fatto, puoi sempre esercitare questa facoltà tramite una integrazione come dicevo sopra). Teoricamente ti puoi opporre (tramite un avvocato, necessariamente) e chiedere nuove indagini ma va valutato assieme ad un legale, a volte/spesso non ne vale la pena.
    Se positivo, riceverai copia dell'avviso di conclusione delle indagini o di emissione del decreto penale di condanna.

    A questo punto, potrai costituirti parte civile nel procedimento penale, obbligatoriamente tramite un avvocato. Se non hai risorse economiche, controlla se soddisfi i criteri per il gratuito patrocinio e sarà lo Stato a pagarti l'avvocato (uno a tua scelta, purché iscritto all'apposito elenco). Nelle vesti di parte civile, potrai fare le tue richieste, fra cui anche il risarcimento.

    Trattandosi di reato procedibile a querela (a meno che non si aggiungano altri reati o vengano fuori circostanze che modifichino la procedibilità da a querela a d'ufficio), è molto probabile che riuscirai ad addivenire ad una soluzione conciliativa, ritirando la querela dietro rimborso del danno e delle spese.

    Premetto che questo è uno schema di massima, ogni caso per quanto banale è diverso da tutti gli altri e che soprattutto io non sono un giurista, pertanto sei caldamente invitata a rivolgerti ad un legale in carne ed ossa per qualsiasi dubbio tu possa avere, in qualsiasi momento. In bocca al 🐺!

+ Rispondi alla Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.