+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 35 di 35

Mail ad avvocato che vuole compenso

Ultimo Messaggio di XaseVer il:
  1. #1
    User
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    napoli
    Messaggi
    123

    Mail ad avvocato che vuole compenso

    Ciao a tutti.
    Ho bisogno di un urgente parere da esperti.
    Settimana scorsa, ho inviato una mail ad un avvocato, trovato online, per avere un parere legale.
    Ora, costui, continua ad inviarmi mails minacciose nelle quali chiede il compenso di 200€, mai prestabilito da accordi.

    L'avvocato, nel suo sito, indica il costo della sua consulenza online, ma il discorso è che io ho trovato la sua mail in un altro sito in cui c'è uno spazio apposito, da compilare per le domande, riportante sotto il seguente testo:

    CHIEDI AD UN AVVOCATO,
    LA RISPOSTA E' GRATIS!

    e la sua mail a sinistra.
    Ora io cosa ho fatto, ho copiato il suo indirizzo di posta e gli ho inviato la mail.

    Sempre in questo sito, in effetti, compilando quello spazio, si arriva ad una pagina in cui si deve selezionare il metodo di pagamento per la consulenza, che però è di 47€.
    Ovviamente, la consulenza sarebbe stata inviata previo pagamento di questi 47€.

    Io, invece, ho semplicemente copiato il suo indirizzo e gli ho inviato la mail, tutto qui.
    Se mi date l'ok, copio il link.


    Aggiungo che comunque la Sua mail è reperibile online, facilmente, su altri siti, in cui non si accenna minimamente di un compenso per una risposta via mail.

    Che devo fare?
    Premetto che gli ho mandato la mail inserendo un nome di fantasia.
    Che posso fare?

    Costui continua mandarmi mails, con toni perentori ed intimidatori.
    Ultima modifica di passione; 10-06-13 alle 19:08

  2. #2
    Esperto L'avatar di criceto
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Torino
    Messaggi
    4,071
    Non copiare il link, è proibito [...] quì sopra temo non si potrà troppo disquisire sulla cosa per via del regolamento [...]
    Sono curioso ... sospetto di conoscere già la cosa ... mica ha a che vedere con il colore rosso?
    Per il resto ti suggerirei di ignorare le richieste.
    Sei poi sicuro che sia veramente un legale?

    Quì alcune norme (trovate in rete) da seguire prima di imbarcarsi in iniziative sul WEB:
    E' buona norma di prudenza non dar seguito a link o mail che conducano a persone o siti di tipo anonimo.
    Un sito in regola deve contenere almeno le seguenti indicazioni:
    1) Partita IVA e/o codice fiscale
    2) Nominativo del titolare del sito
    3) Se professionista legale il foro di appartenenza
    4) Eventuale numero di iscrizione alla camera di commercio
    5) Ovviamente un recapito legale
    6) Straovviamente un recapito telefonico di rete fissa.
    7) Nel caso di srl o spa entità del capitale sociale effettivamente versato.

    Porre attenzione agli indirizzi mail, un indirizzo del tipo
    [email protected]
    Depone molto male

    Registrare un dominio con annesse caselle costa meno di 30 euro annui , cosa ci si può aspettare da professionisti o aziende che non vogliono spendere neppure quello?
    Un decente indirizzo dovrebbe essere:
    [email protected]

    Il sito poi non deve essere registrato in forma anonima, pessimo viatico se lo fosse, non parliamo poi se in assenza dei dati di cui si è detto prima..
    Riporto un estratto di legge sull’argomento,
    L'art. 35, comma 1, D.P.R. n. 633/72 dispone che il titolare di partita IVA ha l'obbligo di specificare il numero di partita IVA sull'home page del sito internet che riguarda l'attività svolta. Per la mancata indicazione è prevista una sanzione amministrativa che varia da € 258,23 a € 2.065,83.
    Ultima modifica di giurista; 11-06-13 alle 06:28 Motivo: violazione regolamento art. 10.0
    Sorcettoroditore

  3. #3
    User
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    napoli
    Messaggi
    123
    Il sito è legale, e l'avvocato è iscritto all'albo.
    Semplicemente, il punto è che, sul suo sito, lui chiede tariffe di 200/300€ in caso di consulenza, ma io non ho mai visto quel sito.
    Inoltre, non c'è stato alcun accenno circa il pagamento per la mail che gli ho inviato.
    Ora mi ha mandato due mails chiedendomi CF, indirizzo di casa, ripeto, con toni perentori.
    Purtroppo, ho fatto pure la cazzata di girargli una denuncia che mi riguarda, e mi sono firmato con un nome inesistente, quindi, evidentemente lui sa di tenermi in scacco.

    Che posso fare?

  4. #4
    User
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    napoli
    Messaggi
    123
    Aggiungo una postilla.
    Nel sito personale di questo penalista, c'è un messaggio emblematico, col quale richiedere preventivi ed inoltre il seguente messaggio: "il corrispettivo dovuto al professionista verrà determinato in occasione del conferimento dell'incarico, in modo dettagliato ed omnicomprensivo".

  5. #5
    Esperto L'avatar di criceto
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Torino
    Messaggi
    4,071
    Gli elementi non bastano per un parere, almeno per un mio parere, attendi con fiducia l'intervento di un legale del forum.
    Sorcettoroditore

  6. #6
    Esperto L'avatar di giurista
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    italia del nord
    Messaggi
    2,556
    Buongiorno a tutti.
    Passione, non è chiaro: tu hai inviato una richiesta di parere. Ti è stato fornito il parere?
    Non conta il sito od altro... io posso dire in un sito che fornisco il parere gratuitamente ma, per usufruire di tale gratuità, gli utenti devono inviare richieste DA QUEL SITO e non via mail.
    tu, invece, hai richiesto via mail senza, mi pare di leggere, alludere alla sua offerta di consulenza gratuita...quindi hai richiesto una consulenza normale.
    Se le cose stanno come mi sembra di aver inteso tu devi pagare la consulenza.
    Quello che potresti fare è di informarlo che provvederai al pagamento dopo aver richiesto il parere dell'ordine degli avvocati circa la sua condotta e circa il costo che chiede (congruità) per la consulenza.

    @ criceto
    il regolamento vieta anche di inviate gli utenti a MP circa le questioni trattate sul forum.
    Pertanto ti chiedo, in futuro, di astenerti.
    Actore non probante, reus absolvitur

  7. #7
    User
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    napoli
    Messaggi
    123
    Giurista, la mail di questo avvocato é presente in molti siti, dalla guida telefonica, all'albo degli avvocati. In nessuno di essi, si accenna a consulenze da pagare. Gli ho inviato una mail chiedendo un suo parere, ma senza accennare minimamente a soldi. Nel suo sito, che non avevo mai visto, si parla di pagamenti per consulenze online. Suppongo lui abbia pensato che gli abbia inviato la mail, leggendo e scorgendo online il suo sito:" ma chi l'aveva mai letto?". Tra l'altro nel suo sito non è proprio indicata la sua mail, bensì c'è un normale modulo da compilare, quindi senza accenno ai suoi dati, introdotto dal seguente cappello:


    Per contattare l'Avvocato XXXX al fine di inoltrare richieste di informazioni, di consulenze, pareri, o preventivi, siete pregati di compilare il seguente modulo (almeno i campi obbligatori contrassegnati dall'asterisco) e riceverete tempestiva risposta all'indirizzo e- mail che avrete comunicato. Grazie per la collaborazione.

    Null'altro.
    Riguardo la mia mail, invece, personalmente gli ho scritto:
    Buongiorno avvocato, la presente per chiederLe info circa la mia vicenda, e per un'eventuale collaborazione legale.
    Ho trovato online la Sua mail,

    ecc...


    Ora, giurista, che posso fare?
    Ripeto, io ho trovato la sua mail in altro sito, in un qualsiasi sito, in cui non si accennava minimamente a compensi, tariffazioni ecc...
    Purtroppo, però, ho usato pure un nome falso nella mail.

    Infine, ultima cosa, come e dove si chiedere il parere di congruità
    all'ordine?
    Ultima modifica di passione; 11-06-13 alle 10:13

  8. #8
    Esperto L'avatar di giurista
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    italia del nord
    Messaggi
    2,556
    Appunto, Passione.
    Se tu avessi inviato la richiesta mediante il sito lui avrebbe dovuto fornirla alle condizioni gratuite proposte; viceversa hai usato una mail (che in genere è pubblicata sul sito dell'Ordine) peraltro senza accennare al fatto che la scrivevi perchè lui altrove proponeva consulenze gratuite.
    In altri termini, non accennare a compenso da parte tua significa accettare le tariffe... mettersi nelle sue mani, per intenderci.

    L'unica via per tentare (sottolineo tentare) di uscirne è chiedere all'Ordine: devi cercare l'Ordine in cui è iscritto e poi inviare una lettera titolandola "richiesta di parere preventivo" raccontando (mi raccomando, senza commenti) il fatto e chiedendo al Consiglio dell'Ordine di pronunciarsi sia sulla correttezza deontologica del comportamento del collega (varie pubblicità in internet, proposte di gratuità all'evidente fine di accaparrarsi clientela) sia sul comportamento del collega nei tuoi confronti (non ti ha informato dei costi nonostante in vari siti si proponeva come prestatore d'opera a titolo gratuito) sia sulla legittimità della somma richiesta nella sua quantificazione che appare troppo onerosa.
    Allega le copie dei siti, il parere, la tua mail, la sua mail di risposta e la notula.
    Actore non probante, reus absolvitur

  9. #9
    User
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    162
    Non ho capito una cosa già che leggo... alla fine mi stai dicendo che se io mando una mail ad un avvocato prendendo il suo indirizzo mail sulle pagine gialle, e lui mi risponde, devo pagarlo? Non è normale invece che mi mandi prima una mail indicandomi per esempio che la risposta non è gratuita e tutti i costi e le modalità, accettando io la quale riceverò risposta al mio quesito? Mi sembra anche molto poco professionale come cosa, il minimo è che se tu trovi la mia mail sulle pagine gialle o scritta nel bagno di un autogrill, io ti risponda inviandoti ad un form sul mio sito da compilare con tutti i tuoi dati con accettazione di clausole, cosenso sulla privacy e quant'altro, il tutto in un'area riservata dove riceverai la risposta (metti che la mail non arriva, metti che sei finito nella blacklist ecc...)... però se dopo devi chiedermi 200 euro, non rispondermi al post

  10. #10
    User
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    napoli
    Messaggi
    123
    Ma infatti, ma che roba é scusa? Tra l'altro, mi sta intimando il ricorso alla polizia postale, il decreto ingiuntivo, l'ufficiale giudiziario ecc... Una cosa, giurista, che pensi dell'idea di inviargli una mail, scusandomi e scrivendo che non sapevo fosse un servizio a pagamento? Nel suo sito, ripeto, non c'é nemmeno la sua mail; c'é solo un modulo col quale chiedere preventivi. Ritieni che, sapendomi in difficoltà, sporga denuncia per quella cifra sotto i 200€?

  11. #11
    User
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    napoli
    Messaggi
    123
    Inoltre, qual é il valore di una simile mail? Mettiamo che si rompa il pc, che abbia dimenticato la password?

  12. #12
    Esperto L'avatar di giurista
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    italia del nord
    Messaggi
    2,556
    Signori, le mail degli avvocati, ripeto, sono pubblicate sul sito dell'Ordine.
    @ cippe Perdona, ma il tuo discorso non ha alcun senso. Il professionista è una persona che lavora a pagamento. Se io mando una mail ad un professionista chiedendo un parere legale questo parere si presume a pagamento...è la gratuità che è eccezione.
    Cosa vi fa credere che un legale debba dare pareri gratuiti? Questa, scusate, ma è una sciocchezza vera e propria.
    E' chi manda la mail, semmai, che deve chiedere il costo della consulenza, non il professionista che deve ribadirla!
    Passione ha richiesto un parere legale che gli è stato fornito e non l'ha richiesto dal sito dove si offriva gratuitamente utilizzando l'apposito riquadro, bensì contattando il professionista sulla sua mail.
    Ne segue che, non utilizzando il sito (probabilmente il parere gratuito sarebbe stata una risposta in 2 righe), in più facendo leggere la denuncia (attività di studio vera e propria) ha usufruito di un parere legale completo.

    @ passione
    il valore della mail è quello di qualunque mail: essa è stata ricevuta e la richiesta di consulenza professionale evasa.
    L'avvocato, passione, ci mette 3 minuti ad adire la polizia postale per rintracciarti e 10 minuti ad introdurre una causa... è il suo lavoro...
    Dammi retta, rivolgiti all'Ordine ed adeguati al loro parere.
    Ed in futuro, non pensare più che le persone lavorino gratis. Tu lo fai?
    Actore non probante, reus absolvitur

  13. #13
    Esperto L'avatar di criceto
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Torino
    Messaggi
    4,071
    Resta il fatto che stiamo disquisendo su fatti ignoti .... mi sarebbe piaciuto moltissimo esaminare il sito in questione (magari non rispetta la normativa, magari ci sono altre lamentele in rete etc ...) ma visto che non è possibile pazienza.

    Quanto all'adire la Polizia Postale per identificare il latore di una mail ... sarà anche possibile farlo in tre minuti ma non è per niente detto che sia possibile identificare il mittente in tempi umani se il gestore non fosse italiano (parlo ovviamente di indirizzo su gestore gratuito perchè se fosse figlio di un sito regolarmente registrato e non anonimo il discorso è ovviamente diverso).
    In oltre non mi pare che la Polizia Postale operi come una agenzia di investigazioni per i privati, per farli muovere occorre una querela se non ricordo male, nel caso particolare che tipo di querela sarebbe da proporre? truffa forse? sostituzione di persona? od altro?
    Quindi nel caso sarebbe necessaria una denuncia di tipo penale, un processo con costituzione di parte civile e a seguire la causa civile per i danni?
    Io personalmente sento puzzo di marcio nella vicenda, sono convinto che sarebbe opportuno sottoporre il proprio caso anche a qualche forum od associazione di consumatori per le dovute indagini.

    PS: quanto al lavorare gratis molti lo fanno ... magari per promozione ... in moltissimi casi il primo intervento o la prima consulenza sono gratuite ... IO per esempio lo faccio (informatica). non parliamo poi di coloro che danno pareri e consulenze sui forum consumatori e nelle varie associazioni consumatori e perchè no? anche un certo Criceto ed una certa Giurista che insieme ai loro colleghi non si fan certo pagare per le perle di saggezza distribuite sul forum di Giorgio Tave.
    Ultima modifica di criceto; 12-06-13 alle 08:46
    Sorcettoroditore

  14. #14
    User
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    napoli
    Messaggi
    123
    Giurista, il sito presenta un riquadro con scritto "Chiedi un parere gratis all'avvocato" ma, conpilandolo, arrivi ad un'altra pagina in cui devi selezionare il metodo di pagamento dei 47€ previsti. Ergo, non é più un parere gratis. Nel sito stesso, c'é l'elenco degli avvocati che collaborano, con indirizzi e mails. Circa la denuncia, scusa, qual é il reato? Semmai, cosí mi é stato scritto e confermato da terzi, entra in gioco il decreto di ingiunzione, col quale mi si obbliga al pagamento di quei 188€. Cosa c'entra il processo penale? Poi, sbaglierò, ma questa mi pare una furbata e non so quanto gioverebbe una simile causa all'avvocato, anche relativamente al sito col quale collabora.
    Ultima modifica di passione; 12-06-13 alle 10:28

  15. #15
    Esperto L'avatar di giurista
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    italia del nord
    Messaggi
    2,556
    Criceto, i tre minuti riguardavano il proporre la querela...non i tempi della polizia postale.
    Per quanto riguarda il reato si dovrebbe conoscere con precisione il fatto: le ipotesi possono essere varie.
    Circa il parere giuridico gratuito le tue eccezioni sono inconferenti: se alcuni fanno consulenze gratuite ciò non obbliga altri soggetti; circa la mia persona io faccio QUI e solo qui consulenze GENERICHE (non pareri approfonditi) se però mi arrivassero email stai certo che gratuito non sarebbe: il parere, quello approfondito che richiede anche la consultazione degli atti non può essere gratuito. Il mio tempo per aggiornarmi, per studiare il caso, per la stesura del parere costa...nè io nè altri viviamo d'aria...

    @ passione
    allora, cerca di capire una cosa: tu NON hai chiesto il parere tramite il sito (sia che sia gratuito, che costi 40 Euro o 100000000 Euro) tu hai inviato una mail; ad abundantiam hai pure inviato la denuncia... talchè hai richiesto una consulenza vera e propria.
    Il reato, come ho detto, per ravvisarlo, si dovrebbe conoscere con precisione il contenuto epistolare... le ipotesi possono essere varie.
    Il procedimento civile potrebbe essere il DI o una causa... al collega la scelta.
    la "furbata" se c'è, lo stabilirà l'ordine.. se proprio io ravviso altro ma non il fatto che hai diritto ad una consulenza gratuita in particolare se sono stati compulsati atti.
    Circa l'opportunità: passione, credimi, gli Ordini ed i giudici sono stanchi di persone che non pagano gli avvocati...per un legale, poi, che ci vuole a chiedere un decreto ingiuntivo?
    Tu hai usufruito di una prestazione, ora, se ti sembra ingiusta la richiesta rivolgiti all'Ordine che ti darà il proprio parere questa volta sì gratuitamente.
    Actore non probante, reus absolvitur

  16. #16
    User
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    napoli
    Messaggi
    123
    Ok, però giurista, cosa mi potrebbe accadere, nel concreto, ove non pagassi per questa mail ricevuta?
    Decreto ingiuntivo dopo che la polpost sia risalita al mio telefono di casa?
    Arresto?
    Dopo 4 anni mi arriverà l'ufficiale giudiziario a casa?

    Un'altra cosa, scusa:
    nella mail con la quale mi intima il pagamento della cifra, lui indica il suo IBAN, ed elenca le varie voci che determinano la cifra da esborsare, (tra l'altro senza che abbia ricevuto o letto una fattura).
    E' presente la voce studio, la voce IVA, altre che non ricordo, e la voce CASSA AVVOCATI, 6%.
    Cosa significa quest'ultima voce, CASSA AVVOCATI?
    Quale CASSA, quella del sito al quale non ho comunque richiesto alcuna consulenza?
    Ultima modifica di passione; 12-06-13 alle 14:57

  17. #17
    Esperto L'avatar di criceto
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Torino
    Messaggi
    4,071
    Il mio parere è che il sito in questione si avvicini molto alla "pubblicità ingannevole" (basandomi su quanto scritto visto che non mi è stato finora possibile esaminarlo).
    Reitero il consiglio di rivolgersi ad appropriate associazioni ... PRIMA di rivolgersi all'Ordine ...
    Sorcettoroditore

  18. #18
    User
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    napoli
    Messaggi
    123
    Guarda, ho spiegato la situazione ad un'associazione di consumatori, e m'hanno consigliato di bloccargli la mail.

  19. #19
    Esperto L'avatar di criceto
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Torino
    Messaggi
    4,071
    ??? come sarebbe "bloccargli la mail"? spiegati meglio.
    Intendi forse mettere il suo indirizzo tra gli "indesiderati"? in tal caso la cosa non è risolutiva ... il fellone (termine usato a scopo amichevole e non offensivo) potrebbe fare quanto prospettato da Giurista.
    Prova con altre associazioni ... quella che ti ha dato tale consiglio (non disprezzabile peraltro) non mi pare eccessivamente professionale.
    Ultima modifica di criceto; 12-06-13 alle 19:43
    Sorcettoroditore

  20. #20
    User
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    162
    Giurista, spiegati meglio, se io faccio una domanda qualunque a un qualunque professionista (può essere anche un cuoco o un meccanico per quanto mi riguarda a questo punto), è lecito senza che lui mi avvisi di niente, che dopo mi chieda un compenso senza neanche prima avvisarmi del costo? E' mia premura ogni qual volta che faccio una domanda ad una figura, chiedere prima che mi risponda, se la risposta è a pagamento, quanto spenderò, quali sono i metodi di pagamento accettati ecc...? Se mi confermi che è così ci credo, ma per la mia opinione e per il mio modo di lavorare, questo è un pessimo modo di lavorare. Io per dirne una, non accetto nemmeno gli ordini per email e non fornisco manco assistenza telefonica, e se mi si presenta qualcuno in magazzino senza ordine, lo mando via anche se si mette a piagnucolare che ha urgenza ecc... e a tutti rispondo: per ordinare, dovete fare un ordine dal sito. Mi sembra il minimo...

  21. #21
    Esperto L'avatar di criceto
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Torino
    Messaggi
    4,071
    Domanda retorica ... un cuoco o un meccanico no ... ma quì non si parla di cuochi o meccanici ...

    PS: a proposito, vedete di mandarmi via MP i vostri dati fiscali per la dovuta fatturazione dei pareri forniti finora.
    Ultima modifica di criceto; 12-06-13 alle 22:46
    Sorcettoroditore

  22. #22
    User
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    162
    Si parla di professionisti comunque, non vedo perchè un cuoco professionista non dovrebbe chiederti un compenso per un parere o un consiglio, ma a parte tutto, il succo del mio discorso è che trovo assurda la dinamica della cosa, imho è un pessimo modo di lavorare online. Se si vuole lavorare online, bisogna adeguarci con form, termini e condizioni da accettare al momento dell'invio, costi ecc...

  23. #23
    User
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    napoli
    Messaggi
    123
    Allora vale anche il caso del calzolaio al quale chiedi di provare più paia di scarpe, che ti segue, ti consiglia, ti fa aggiungere suole per calzare meglio; lo paghi perché ti ha fornito un servizio di consulenza ed anzi, ti obbliga a comprare le scarpe perché ha "studiato" il tuo caso. Tornando all'associazione di consumatori, mi han detto che il modo di operare di questo legale é stato scorretto. Si può discutere sulla liceità di un simil comportamento e si dovrebbe leggere ogni singola parola della mia richiesta. Tra l'altro ho parlato di info e non di consulenza. Bisogna vedere se questo personaggio, per ottenere 188€, abbia il coraggio di fare denuncia alla polpost.

  24. #24
    User
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    162
    Per come sono burlone io per altro mi registrerei e sotto proxy, un indirizzo mail scrauso nel burundi, e gli chiederei un parere legale sulla questione discussa nel thread... hahaha

  25. #25
    User
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    162
    Che ti serva di lezione, la prossima volta chiedi consulenze legali solo quando sei in vacanza, dall'internet point di un ostello... forse magari imparerà a lavorare meglio

  26. #26
    Esperto L'avatar di giurista
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    italia del nord
    Messaggi
    2,556
    Passione, tu hai affermato che hai inviato addirittura una tua denuncia per il parere. E cos'è questo se non una consulenza legale?

    Ritornando al modus operandi di questo collega, di certo fosse capitato a me, prima di anche solo prendere in considerazione la richiesta avrei fatto presente i costi...ma questo è il mio modo di agire ed evidentemente non il suo.
    Di fatto tu, inviando l'atto (puntualizo su questo perchè è importante, hai richiesto la sua consulenza legale sulla questione e, non chiedendo i costi, ti sei affidato alla sua determinazione della somma (che egli dirà di aver determinato dopo aver stabilito la complessità della questione). Ciò è lecito perchè la prestazione gratuita NON SI PRESUME MAI.

    Cosa può capitarti? Dal punto di vista penale non mi pronuncio perchè, per stabilire un ipotetico reato, si dovrebbe leggere tutta la corrispondenza.
    Circa il profilo civile può capitarti di vederti emesso un decreto a tuo sfavore (che è una procedura più che snella... si ottiene in 15gg nei piccoli tribunali ed in 2 mesi nei grandi tribunali) a cui, se non è opposto, segue l'esecuzione (in circa 6-7 mesi.. non 4 anni).

    Gli onorari degli avvocati si determinano così: imponibile, 4% (non 6%..leggi meglio la mail) cpa, iva su queste voci. Cpa è la cassa forense. Applicare il 4% cpa è un obbligo di legge.

    Circa l'associazione consumatori: l'operato degli avvocati è regolato dagli Ordini che superano qualsiasi altro parere (eccetto i garanti, ovviamente, come i garante per la concorrenza).
    Nessun giudice si pronuncerebbe mai contro il parere dell'Ordine (organo preposto, tra le altre cose, al controllo).

    Circa il ciabattino: il ciabattino deve vendere l'oggetto per pretendere il pagamento; l'avvocato deve fornire l'opera intellettuale... e lui te l'ha fornita. Quindi, ritornando al tuo esempio, è come se il ciabattino avesse realizzato la scarpa ordinata da te.

    Signori, la questione qui è una sola: da un parte c'è un soggetto che pretende di avere prestazioni gratuite (?); dall'altra un altro soggetto che ha fornito questa prestazione senza contatto vero e proprio con il cliente (potresti essere un fake... un ragazzino che ha voglia di divertirsi e questo ha lavorato inutilmente).
    C'è inoltre la questione della congruità della somma richiesta.
    Visto il modus, ribadisco, l'unica via di uscita è chiedere all'Ordine...che vaglierà ogni profilo.

    Bloccare la mail a mio avviso significa dar ragione al professionista e tale condotta farebbe deporre per un comportamento sussumibile sotto i contorni della truffa.

    @ cippe: lavorare bene o no dipende dalla qualità del parere... non dal fatto che taluno debba lavorare gratuitamente. Se non si vuol pagare allora ci si deve astenere dal contattare professionisti magari all'indirizzo di studio...
    Actore non probante, reus absolvitur

  27. #27
    Esperto L'avatar di criceto
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Torino
    Messaggi
    4,071
    Stiamo dilungandoci troppo, a questo punto è meglio pagare dato che non troverai nessuno disposto a patrocinarti gratuitamente in giudizio.

    PS: mi congratulo con Cippe, il suo suggerimento è ottimo e rivela ottime conoscenze informatiche ... se tutti gli aderenti ad una associazione consumatori operassero così contemporaneamente sarebbe un attacco devastante .. he he he ...
    Sorcettoroditore

  28. #28
    User
    Data Registrazione
    Jul 2012
    Località
    Italia
    Messaggi
    127
    A mio avviso bisogna stare attenti, a volte diamo come per scontato che tutto ci sia dovuto e gratuitamente, per questo neanche apprezziamo più di tanto quando qualcuno aiuta in modo gratuito: lo diamo per scontato. o forse diamo per scontato che tutto ciò che è in rete deve essere gratuito.

    Certo, forse sarebbe stato meglio e *forse* più professionale avvisare subito dei prezzi, e solo dopo essersi assicurati che l'altro è disposto a pagare, allora fornire la prestazione. Come il negozio ebay che manda la merce solo dopo pagamento.
    Ma se avete mal di stomaco, cercate sull'elenco un gastroenterologo e gli chiedere una cura, vi arrabbiate se vi chiede un compenso?

    Gratuitamente deve essere possibile un consulto preliminare (altrimenti si arriva al paradosso "Ma lei si occupa di questa materia?" "no, sono civilista, sono 180€ per questa risposta"), ma se si inoltra la denuncia, è come inoltrare i dati irpef al commercialista, ci si aspetta un trattamento "completo" e non preliminare.

    PS usare la mail direttamente non equivale a usare il form del sito che propone una consulenza gratuita. Magari usando il form del sito dsi doveva accettare che i propri dati (email etc.) potessero essere usati anche per pubblicità o altro. Quindi non è equivalente.
    Ultima modifica di Zeta_1; 13-06-13 alle 08:08

  29. #29
    Esperto L'avatar di criceto
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Torino
    Messaggi
    4,071
    Passione si è dimenticato tra le altre cose di informarci se la risposta dal legale in questione ricevuta è stata esaustive ed utile o meramente informativa.
    Esempio calzante con altro tipo di professionista:
    Vado dal dentista (che pubblicizza ovunque la gratuità della prima visita di controllo) e apro la bocca per far vedere la mia situazione (equivalente di mandare una mail con copia della mia denuncia)
    a) Dentista esamina e mi comunica cosa si dovrebbe fare nel mio interesse e aspetta mie indicazioni
    b) Dentista tura un dente senza comunicarmi preventivamente nulla e quindi senza mio "consenso informato" quindi pretende il pagamento comunicando "a posteriori" il costo dell'intervento, notare bene che il fatto che esista un tariffario generale non mi avrebbe comunque permesso di ipotizzare un costo non essendo stato informato su quali e quanti interventi fossero necessari.
    Io in questa storia vedrei il verificarsi del punto b) .... ripeto in ogni caso che secondo me a questo punto sarebbe meglio pagare .. e comunicare un pochetto in giro (non pubblicamente) il nominativo ed il link in questione allo scopo di creare una specie di CRIF ad uso degli utenti della rete ... esiste per esempio qualche cosa di simile per i numeri di telefono ...
    Sorcettoroditore

  30. #30
    User
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    napoli
    Messaggi
    123
    Circa la denuncia, ho oscurato tutti i dati sensibili. Non ho chiesto una consulenza, solo informazioni. Se il moderatore mi da il permesso, copio qui le risposte di avvocati e collaboratori dell'associazione consumatori che, anzi, vorrebbero segnalare a chi di dovere, tale comportamento discutibile. Circa il calzolaio scusa, se quello passa mezz'ora a seguiti, aiutarti, propotti, farti provare suole e rialzi, sta svolgendo la stessa opera. Tornando al legale, lui ha indicato :"Cassa Avvocati 6%" e bon 4%, come previsto per legge forense.

  31. #31
    User
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    ragusa
    Messaggi
    22
    State facendo venire i dubbi pure a me.
    L'altro giorno ho inviato una mail al mio idraulico, allegandogli la foto dello scaldabagno che non funziona più del pezzo rotto e spiegandogli tutta la situazione.

    Ora, non è che per questa consulenza epistolare mi manderà una fattura di 300€?

  32. #32
    User
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Località
    Torino
    Messaggi
    14
    Segui tanieli07 su Twitter
    Una precisazione: hai scritto ad un indirizzo di posta pec dell'avvocato o ad una "semplice" email? Come noto tutti i professionisti iscritti ad un Ordine devono avere una pec ed esporla sul sito e in ogni caso è pubblica.

  33. #33
    User
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    napoli
    Messaggi
    123
    Semplice email

  34. #34
    Esperto L'avatar di criceto
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Torino
    Messaggi
    4,071
    Ma in tutti questi posti dove hai chiesto hai fornito il link del sito perchè possano far ricerche in merito?
    Sorcettoroditore

  35. #35
    Utente in Attesa di Registrazione
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    36
    [...]
    Ultima modifica di giurista; 30-06-13 alle 22:42 Motivo: violazione art. 4.1 e 4.5 regolamento

+ Rispondi alla Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.