Ne approfitto per chiedere il parere dei più esperti.

Stavo studiando il valore probatorio delle notifiche e il loro ruolo nell'interrompere la prescrizione.
Nel caso di notifica firmata dal vicino e mai arrivata al soggetto interessato per difendersi è possibile procedere con la querela di falso ex 221 et seq cpc.
Ora i miei dubbi sono:
1) Come si dimostra che la firma non è quella del soggetto interessato o convivente? Bisogna presentare al giudice le firme presenti su documenti/carta di identità/altri documenti? Con quali criteri si scelgono i documenti da presentare? Se la firma sulla notifica è uno scarabocchio e non è comprensibile? Inolte, i documenti li presenta chi promuove la querela di falso?
2) Nel caso di giudizio positivo alla querela di falso le eventuali notifiche sono inefficaci e dunque il termine per la prescrizione procede ininterrotto?



Grazie.