+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 3 di 3

Successione in Germania

Ultimo Messaggio di Mercurio1897 il:
  1. #1
    User Newbie
    Data Registrazione
    May 2017
    Località
    milano
    Messaggi
    2

    Successione in Germania

    Problema:


    mia madre, malata, nel settembre del 2012 va a Berlino ed affitta un appartamento, per poterci passare un pò di tempo ogni tanto. E’ innamorata della Germania. Poi va in banca ed apre un conto ( sempre a Berlino) dando come indirizzo il suo nuovo indirizzo di Berlino. Poi torna a casa, e ci ritorna dopo un paio di mesi per comprare alcuni mobili. Torna a casa di nuovo e poi ritorna lì un altro paio di giorni, sempre per comprare altri mobili.


    Non riuscirà a dormirci neanche una notte, perché a nemmeno un anno da quando ha firmato il contratto di affitto muore. Nel settembre 2013.


    Io non sapevo che mia madre avesse anche aperto un conto in banca, quindi sbrigo tutte le formalità qui e pago le tasse di successione qui. A distanza di molto tempo mi arriva a casa un questionario dell’agenzia della finanza tedesca. Chiedo via mail e mi dicono che mia madre aveva dei beni li quindi devo pagare delle tasse lì.


    Allora contatto un commercialista tedesco / italiano che ho trovato sull’elenco dei professionisti dell’ambasciata Italiana in Germania, e questo mi dice che è un problema grosso il fatto che mia madre avesse affittato una casa lì. Perché in germania quando ci sono casi del genere ti chiedono di pagare TUTTE le tasse di successione con le loro aliquote ( molto, ma molto più alte delle nostre). Cioè la germania potrebbe chiedermi di pagare sia per la cifra che c’è sul conto corrente a Berlino sia per gli altri beni in Italia ( per i quali ho già pagato la tassa di successione) .
    Il tipo mi dice che al massimo mi possono scomputare quello che ho già pagato in Italia.
    Sempre a meno che io non riesca a dimostrare che quella casa mia madre ce l’aveva solo così, tanto per, e che non c’era mai stata.


    Ho letto al riguardo, e mi è parso di capire che l successioni “internazionali” siano state regolamentate prima dalla legge n° 218 del 31.05.1995 che diceva che si paga secondo le leggi dello stato in cui era residente la persona deceduta, e poi , novità arrivata ad agosto 2015, si paga in base alla nazione in cui il deceduto aveva la cosiddetta “residenza abituale”. questo per i deceduti dopo agosto 2015. (circostanza in cui io, per questioni di date non dovrei nemmeno rientrare).


    Che ne pensate ?

    Ps.
    mia madre qui oltre alla residenza, ha fatto la chemioterapia, aveva una casa, delle auto, un'azienda per la quale ha pagato la dichiarazione dei redditi fino a quando non è venuta a mancare. L'ho chiusa io al suo posto.

  2. #2
    xpx
    xpx è offline
    Moderatore
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    940
    Ciao Mercurio,

    Attenzione al nuovo regolamento CE sulle successioni transfrontaliere http://www.altalex.com/documents/leg...amento-europeo

  3. #3
    User Newbie
    Data Registrazione
    May 2017
    Località
    milano
    Messaggi
    2
    Lo conosco quel regolamento, ma non parla della Tassazione

+ Rispondi alla Discussione

Tag per Questa Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.