+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 34 di 34

Web writer, pagamento a parola?

Ultimo Messaggio di Viblix il:
  1. #1
    Utente Premium
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Località
    Lecco
    Messaggi
    86
    Segui Mastro_Teo su Twitter Aggiungi Mastro_Teo su Google+ Aggiungi Mastro_Teo su Facebook Aggiungi Mastro_Teo su Linkedin

    Web writer, pagamento a parola?

    Ciao a tutti,

    leggevo - su un blog - di un web writer che diceva che non scende mai sotto "0.01 cent a parola".

    Ci stavo ragionando, vedendo anche i progetti che gestisco, e mi sembra veramente una paga da fame, anche se dovessi scrivere dell'argomento che conosco meglio in assoluto, quasi cantando.

    Spesso si parla di tariffe: io per i miei blog ho un fisso mensile e un numero di articoli concordati, indipendentemente dalla lunghezza. Per i testi dei siti web mi trovo più in difficoltà a fare un preventivo. Ragionale "a parola" potrebbe essere un'idea, ma direi che una paga accettabile debba essere almeno 5 volte di più di quella scritta sopra. Almeno...

    Che ne pensate?

    t.

  2. #2
    Moderatore L'avatar di Giorgio Sanna
    Data Registrazione
    Mar 2013
    Località
    Castellana Grotte
    Messaggi
    235
    Segui Giorgio Sanna su Twitter Aggiungi Giorgio Sanna su Google+ Aggiungi Giorgio Sanna su Facebook Aggiungi Giorgio Sanna su Linkedin
    In effetti è un problema che penso sia arcinoto. La paga per chi produce articoli di qualità deve essere concordata tra il mandante e il blogger e purtroppo in questo periodo molti scrivono articoli per molto poco. Detto questo credo che una media di 5€ ad articolo creato con i giusti crismi SEO, di contenuto e ben scritto, sia il minimo da pagare per me.
    MODSoftware
    Copywriter, SEO e SEM -> Guest post su StoryGrant

  3. #3
    Moderatore L'avatar di bodom
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Gela
    Messaggi
    232
    Segui bodom su Twitter Aggiungi bodom su Google+ Aggiungi bodom su Facebook Aggiungi bodom su Linkedin Visita il canale Youtube di bodom
    Quello che vi posso dire vendete e imparate a vendere la Qualità.
    Realizzate, ad esempio, un sito personale dove poter far vedere i vostri lavori.... cercate di comunicare al cliente la professionalità dei vostri servizi. Chi non è disposto a pagare la vostra professionalità non vi merita. 0,01 cent a parola sono prezzi immorali. Chi li acquista non è interessato alla qualità, ma solo a fare una schifezza.
    Ultima modifica di bodom; 21-12-13 alle 14:28
    MODCopyWriting & Sviluppo Contenuti
    Eugenio Catania - Avvocato e Studio Legale Affari Civili, Tributario e Amministrativo

  4. #4
    Utente Premium
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Località
    Lecco
    Messaggi
    86
    Segui Mastro_Teo su Twitter Aggiungi Mastro_Teo su Google+ Aggiungi Mastro_Teo su Facebook Aggiungi Mastro_Teo su Linkedin
    Citazione Originariamente Scritto da Giorgio Sanna Visualizza Messaggio
    In effetti è un problema che penso sia arcinoto. La paga per chi produce articoli di qualità deve essere concordata tra il mandante e il blogger e purtroppo in questo periodo molti scrivono articoli per molto poco. Detto questo credo che una media di 5€ ad articolo creato con i giusti crismi SEO, di contenuto e ben scritto, sia il minimo da pagare per me.
    5 euro. Sob!

    Forse sono io che non capisco... però quanto tempo ci mettete voi per scrivere un articolo? Io seguo un blog di un'azienda edile per lavoro e devo fare:

    programmazione mensile (tempo che va in ricerca di notizie e contenuti)
    scrivere il post
    cercare le immagini da allegare, tagliarle in photoshop e sistemarle
    inserire tutto nel sito
    mettere grassetti, corsivi e link
    mettere title, keyword e compagnia briscola
    pubblicarlo in anteprima e controllare eventuali errori
    pubblicarlo definitivamente

    Se vuoi prendere 5 euro ad articolo... devi chiederne 10 in PIVA. tu quanto ci metti a fare tutto quello che ho scritto sopra? Io credo che, se sei libero professionista e vuoi campare, devi guadagnare un 30 euro l'ora minimo. Ma proprio minimo. Vuol dire che per fare tutto quello tu ci metti 20 minuti.

    Io non riesco a metterci 20 minuti. Sarò limitato.

  5. #5
    User L'avatar di Riccardo_Esposito
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Località
    Anacapri
    Messaggi
    110
    Segui Riccardo_Esposito su Twitter Aggiungi Riccardo_Esposito su Google+ Aggiungi Riccardo_Esposito su Facebook Aggiungi Riccardo_Esposito su Linkedin
    Ciao a tutti.

    0,01 cent a parola è una proposta ridicola. Assurdo pensare che ci siano persone disposte ad accettare una simile cifra per ogni parola scritta. Io ho accantonato quasi subito questa formula, proponendo un costo fisso per ogni articolo: un costo superiore ai 5 euro perché comprende una serie di vantaggi. Quali?

    - Calendario editoriale.
    - Immagine.
    - Inserimento del testo nel CMS.

    La lunghezza del testo? Si valuta di caso in caso: di solito non conto le parole. Se il cliente vuole un testo più articolato, una sorta di mini guida, il prezzo sale. Ma in linea di massima c'è elasticità. Anche perché il testo di partenza è più alto della media.

  6. #6
    User Newbie
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Località
    bassano del grappa
    Messaggi
    1
    Ciao a tutti.
    Sono giornalista di formazione e web writer di professione.
    Per la mia esperienza e per i miei crismi, 0,01 a parola, così come 5 euro ad articolo, sono cifre incredibilmente basse, che non restituiscono qualità al cliente. Io il prezzo lo calcolo quasi sempre a parola (perché scriverne 200 o scriverne 500 non è certo la stessa cosa!), in base al tipo di testo e alla tipologia e quantità di ricerca necessaria per scriverlo, oltre ai servizi inclusi.
    Quando offro un servizio di stesura testi, includo la progettazione editoriale, l'inserimento nel CMS magari anche con una foto, la ricerca e l'approfondimento sul tema, la verifica delle fonti (aspetto non da poco, almeno secondo il mio parere).
    Mi pare che mettere in conto almeno 1 ora e mezzo di lavoro sia il minimo per garantire un servizio di qualità.
    Poi la quantificazione del valore orario è una questione personale, ma direi che 25-30 euro è una cifra mediamente equa.

  7. #7
    Utente Premium
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Località
    Lecco
    Messaggi
    86
    Segui Mastro_Teo su Twitter Aggiungi Mastro_Teo su Google+ Aggiungi Mastro_Teo su Facebook Aggiungi Mastro_Teo su Linkedin
    PROPOSTA:

    Gentile Matteo,

    grazie per averci inviato la tua mail/candidatura.

    Ti spiego subito chi stiamo cercando e di cosa abbiamo bisogno: in questo momento non abbiamo possibilità di inserire nuove figure all’interno della nostra agenzia, non a caso infatti non abbiamo posizioni aperte, tali da avviare dei colloqui.
    Quello che stiamo cercando è il supporto esterno di XXX. Stiamo lanciando un progetto interno mirato a creare un network di blog tematici. Con l'affermarsi di quest’ultimo, la collaborazione potrebbe diventare continuativa e duratura.

    All’interno della nostra piattaforma di blog, le categorie tematiche per le quali scrivere sono:
    • Game
    • Geek
    • Sport
    • Ricette
    • Viaggio
    • Green
    • Fashion
    • Mamma
    • Gossip
    • Università
    • Scuola
    • Salute
    • Economia/Finanza
    • Milano
    • Roma
    • Napoli

    Ti illustro, di seguito, i primi fondamentali parametri da seguire per la redazione degli articoli, ai quali seguiranno in secondo momento delle direttive complete di ogni dettaglio da prendere in considerazione.

    LINEE GUIDA

    1) Gli Articoli devono avere le seguenti caratteristiche:
    • Almeno 400 parole (max 500) su uno dei temi
    • Titolo SEO oriented
    Formattazione del testo in ottica SEO (orientato a 2/3 keyword)
    • Strutturazione del testo in paragrafi: H1, H2 ed eventualmente H3
    • Utilizzo del Bold all'interno del testo
    Inserimento di foto
    • Inserimento di link interni/esterni

    2) Compenso:
    Il compenso per il singolo articolo è tra i 3 ed i 4 euro (iva esclusa).
    • Gli articoli saranno pagati a fine mese, in base alla quantità prodotta. Il blogger dovrà inviare fattura/ricevuta di collaborazione occasionale con il codice Iban dove effettuare il pagamento.
    Siamo consapevoli che la retribuzione non è molto, ma trattandosi di una collaborazione continuativa ed avendo la possibilità di lavorare indipendentemente senza un orario lavorativo ben definito, siamo certi che possa essere una soluzione ragionevole. Ad ogni modo per la definizione del costo/articolo (meno di una cartella) ci siamo allineati ai prezzi di mercato.

    3) Approvazione Articoli:
    Ti chiediamo di inviarci almeno 3 articoli di test, che il nostro Responsabile Copy prenderà in esame e valuterà il tuo operato.
    L'articolo di prova dovrà prendere in considerazione un tema attuale, pertinente alla categoria scelta. È indispensabile uno stile informale, ma non eccessivamente colloquiale, dal quale emerga comunque la posizione dell'autore.
    È, inoltre, importante per l'articolo di test tenere in considerazione le caratteristiche sopra elencate al punto 1.

    Se quanto illustrato sinora è di tuo gradimento ed interesse, aspettiamo i tuoi articoli di test sulle tematiche da te prescelte fra quelle elencate precedentemente.
    Sarai valutato nel giro di qualche giorno ed eventualmente abilitato a scrivere per il blog.

    Resto a disposizione per eventuali domande e/o chiarimenti.
    Buon inizio lavoro!


    RISPOSTA:

    Buongiorno,

    chiedo scusa, pensavo fosse una proposta di lavoro, dove si richiede professionalità e competenza, non un hobby da "tempo perso". Errore mio.


    Coi prezzi di mercato che avete voi - per fortuna non sono quelli che riscontro io coi miei lavori! - penso ci sia poco da chiarire. Per me scrivere è un lavoro, non un passatempo.


    Solo per chiarivi la vostra offerta, diciamo che sono fortunato e passo le selezioni - 3 articoli gratis! - e vinco. Diciamo che scrivo per voi tutti i giorni un articolo, facciamo 30 articoli. Diciamo che sono bravo e merito una paga di 4 euro. Con tutti questi presupposti prenderei 120 euro in partita IVA, tradotti in euro "netti" a quanti siamo, 70 euro al mese? Ai vostri prezzi di mercato dovrei scrivere qualcosa come 20 articoli al giorno, tutti i giorni.


    Vi ringrazio per la cortese e celere risposta. Non so per quale strano motivo mi sento di rifiutarla.



    Saluti. E buon Natale...


    Matteo.



    Un buon Natale in anticipo a tutti i miei amici bloggers e copywriter, vicini e lontani.

  8. #8
    Moderatore L'avatar di bodom
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Località
    Gela
    Messaggi
    232
    Segui bodom su Twitter Aggiungi bodom su Google+ Aggiungi bodom su Facebook Aggiungi bodom su Linkedin Visita il canale Youtube di bodom
    Ti chiediamo di inviarci almeno 3 articoli di test, che il nostro Responsabile Copy prenderà in esame e valuterà il tuo operato.
    L'articolo di prova dovrà prendere in considerazione un tema attuale, pertinente alla categoria scelta. È indispensabile uno stile informale, ma non eccessivamente colloquiale, dal quale emerga comunque la posizione dell'autore.
    È, inoltre, importante per l'articolo di test tenere in considerazione le caratteristiche sopra elencate al punto 1.
    Se quanto illustrato sinora è di tuo gradimento ed interesse, aspettiamo i tuoi articoli di test sulle tematiche da te prescelte fra quelle elencate precedentemente.
    Sarai valutato nel giro di qualche giorno ed eventualmente abilitato a scrivere per il blog.
    Resto a disposizione per eventuali domande e/o chiarimenti.
    Buon inizio lavoro!
    Insomma si richiede una grande abilità di scrittura per 4 euro/articolo lordo, meglio lavorare gratis.
    Ragazzi, io vorrei proporre ai Copywriter di questo forum di fare una sorta di associazione indipendente di copywriter che fissi un cartello tra i copy più quotatati.
    MODCopyWriting & Sviluppo Contenuti
    Eugenio Catania - Avvocato e Studio Legale Affari Civili, Tributario e Amministrativo

  9. #9
    Moderatrice L'avatar di Beatrice 83
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bologna
    Messaggi
    458
    Segui Beatrice 83 su Twitter Aggiungi Beatrice 83 su Google+ Aggiungi Beatrice 83 su Facebook
    Io non ho stabilito prezzi fissi, ma lavoro in base al tipo di progetto.
    Cinque euro sono pochi come base di partenza, comunque.

    Il minimo dovrebbe essere tra dieci e quindici euro, ovviamente con le giuste competenze.

  10. #10
    User L'avatar di Sogol
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    42
    Per quel che mi riguarda mi rendo conto che, inevitabilmente, il criterio è soggettivo e va calibrato in base al cliente, alla nostra tecnica/strategia di scrittura, al rapporto velocità-qualità nel lavoro e a molti altri parametri. Parto dalla premessa che il mio lavoro abbia un valore, e che io sappia a quanto effettivamente possa propormi sul mercato, valutandomi dignitosamente senza eccedere in megalomania o svalutazione.

    Poi c'è uno iato, inevitabilmente, tra il mio tariffario dei sogni (vedi i tariffari dei copy e dividili per tre, giusto per umiltà ) e i limiti stessi del mercato (tariffe da fame, committenti pretenziosi e aspiranti writer ad angolo retto), iato che rende sempre e comunque le tariffe che accetto più basse del valore che mi attribuisco. Questo legittima il principio che si possa calibrare una tariffa sulle possibilità economiche del cliente, o per dirla più gentilmente sulla sua volontà di investire seriamente nella materia prima di un progetto web, ovvero il contenuto.

    Le discriminanti nello stabilire la tariffa, che rendono ostica l'impostazione di un tariffario fisso, sono ad esempio:

    - La nostra posizione fiscale (qui ci sarebbe molto da dire);

    - L'argomento di cui si scrive (gossip o medicina?);

    - L'esperienza nell'argomento di cui si scrive, che determina la velocità e l'accuratezza di scrittura > Discriminante soggettiva;

    - Il valore di mercato del materiale (magari sono specializzato in endocrinologia, scrivo gli articoli in 5 minuti... ma sul mercato sono l'unico, quindi ho un valore molto alto) > Discriminante oggettiva;

    - Le possibilità economiche del cliente. Se un cliente manifesta possibilità economiche elevate, posso proporre una tariffa alta con la consapevolezza di proporre e realizzare un lavoro di grande qualità (sempre che sia in grado di farlo). Un buon copy scrive bene anche un articolo di 3 euro, ma inevitabilmente (e premesso che accettare la suddetta tariffa è già una dichiarazione di intenti) a tariffa elevata corrisponde maggior investimento di tempo e forze. E' giusto che questo accada, è giusto che ci sia una proporzione che naturalmente va bilanciata in base al nostro modus operandi. Non c'è limite alla qualità che si può mettere in un articolo. Quanto curereste nel dettaglio la produzione di un articolo ottimizzato di 100 parole per il quale siete pagati 180 euro? (ok, fantascienza ). La qualità può migliorare consultando più fonti o fonti rare, con ricerche più accurate sulle keys, utilizzo di nuovi registri e via di seguito.

    (Postilla: un bravo copy sa come valorizzare il proprio lavoro e mostrare nuovi orizzonti al cliente, invitandolo ad investire di più ed ottenendo il risultato)

    - I servizi accessori, richiesti dal cliente o forniti da noi per serietà professionale, comunque vada. Un conto è dire “ti scrivo x articoli”. Un altro conto è uscire con un piano editoriale, curare dei report, monitorare, pianificare, proporre;

    - L'annosa faccenda del SEO: ovvero se mi spaccio come “SEO copy” valgo di più? Io mi definisco per esperienza e per correttezza SEO copy ON PAGE, ma se accetto un lavoro in cui metto in campo queste attenzioni specifiche (che generalmente metto in campo comunque) fornisco servizi accessori e tutte le spiegazioni del caso al cliente, con relativo incremento del costo a parola. Anche scrivere un titolo o mettere un grassetto "fa SEO", ma facciamoci due conti e valutiamo quanto effettivamente ci sia un lavoro di ottimizzazione extra-time, e quanto lavoro sia magari l'espressione di un bagaglio personale (esperienze, letture) che ha comunque un valore, anche se "ci viene facile";

    [Postilla 2: almeno per la mia esperienza, i guadagni dipendono a) dalla capacità di proporsi al cliente sapendo leggere il suo bisogno e rispondere alla sua domanda, e b) dalla capacità di mostrarsi effettivamente all'altezza di tutte le roboanti sigle con le quali ci si presenta (da Seo Archangel a Persuasive Strategy Master...fate vobis . Dimenticavo c) l'umilità. Di dire "ho sbagliato, ho fatto una cavolata, proviamo a rivedere tutto". E quindi ricalibrarsi in un rapporto empatico e sempre vivo con il cliente - almeno come prospettiva.]

    - La visione (solo se realistica) in prospettiva. Se ho la possibilità di scrivere pezzi ad 1 euro per una nota rivista posso utilizzare quell'occasione a scopo autopromozionale. A patto che ci sia un progetto personale serio dietro, e non l'eterno e generico alibi dell' “esperienza”;

    - Non esistono articoli, esistono progetti e situazioni. Ci sono clienti che vogliono articoli in word, clienti che li vogliono sul cms, clienti che vogliono anche l'immagine, clienti che vogliono tutto subito e quasi gratis, clienti che direbbero OK anche a un testo scritto dal vostro nipotino di 3 anni. Seguire ciascuna di queste attività impegna un tempo. Creare un account dropbox impegna un tempo. Comunicare 12 volte al giorno e 40 min su skype con quel cliente stopposo impegna un tempo.

    Appoggio dunque il principio dell'elasticità esposto sinteticamente da Riccardo. Siamo solo noi che possiamo valutare, di volta in volta, quanto effettivamente vale 1 parola nel rapporto di lavoro con quel cliente specifico.

    Questi sono soltanto alcuni degli aspetti da considerare. Se ne avete altri, suggerite

  11. #11
    User L'avatar di Sogol
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    42
    Ho dimenticato due cose fondamentali:

    - "Ciao" in apertura e chiusura
    - La formattazione e lo stile da bravo web writer (oggi ha vinto il pedante accademico)

  12. #12
    User L'avatar di Riccardo_Esposito
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Località
    Anacapri
    Messaggi
    110
    Segui Riccardo_Esposito su Twitter Aggiungi Riccardo_Esposito su Google+ Aggiungi Riccardo_Esposito su Facebook Aggiungi Riccardo_Esposito su Linkedin
    Citazione Originariamente Scritto da Sogol Visualizza Messaggio
    La visione (solo se realistica) in prospettiva. Se ho la possibilità di scrivere pezzi ad 1 euro per una nota rivista posso utilizzare quell'occasione a scopo autopromozionale. A patto che ci sia un progetto personale serio dietro, e non l'eterno e generico alibi dell' “esperienza”;
    Questo è un punto molto importante. In passato ho ricevuto violente critiche per aver sottolineato l'importanza del lavorare gratis per determinate realtà. Questo non significa accettare - come dici tu - lavori miseri con il miraggio dell'esperienza, ma partecipare a un progetto che ti permetta di mettere in risalto il tuo nome.

    Parlo per esperienza personale: i migliori lavori li ho trovati grazie a progetti non remunerati. Per me è solo un discorso utilitaristico: tu paghi 100 euro al mese per avere un banner su un sito che pubblicizzi la mia attività? Io lavoro l'equivalente di 100 euro (una giornata, mezza giornata) per avere un articolo su un magazine (di qualità, dedicato alla mia nicchia, con link al sito) che pubblicizzi il mio nome.

    Devi solo capire qual è il confine tra opportunità e sfruttamento.

  13. #13
    User L'avatar di Sogol
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    42
    Intendo quel che intendi.

    Se da un lato tutto fa esperienza, dall'altro possiamo capire cosa può fare la differenza. Rispetto all'"esperienza" tra virgolette mi riferivo ai venditori di fumo e al linguaggio sfoderato da chi, non potendo pagare un copy, si accontenta di raccattare quel che trova.

    A chi esordisce in questo campo direi di scegliersi bene le collaborazioni, se proprio vuole lavorare gratis. Che poi gratis non esiste, se ci creiamo il nostro piccolo progetto di autopromozione. Per "progetto personale" intendo appunto questo tipo di visione, la consapevolezza del motivo per cui sto accettando quel modo di lavorare.

    Io ad esempio lavoro volentieri a 0 euro se ho un tornaconto, che in realtà per me è una forma di pagamento poichè ho guadagnato valore per il tempo speso.

    Poi le opportunità si possono cercare, cogliere o costruire, ma questa è un'altra storia...

  14. #14
    User L'avatar di tibi
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    Genova
    Messaggi
    82
    Segui tibi su Twitter Aggiungi tibi su Google+ Aggiungi tibi su Facebook Aggiungi tibi su Linkedin Visita il canale Youtube di tibi
    Personalmente sono d'accordo con quanto detto da tutti, ma la domanda che pongo è: chi te lo da il compenso che realmente si merita? Mi sono trovata anche io a rifiutare offerte di "lavoro" addirittura da meno di 1 centesimo a parola. Il punto è che di più nessuno vuole spendere. La maggior parte dei portali definisce la scrittura di articoli sono una passione, molti neanche ti vogliono pagare. Sono anni che lavoro con la scrittura, per un articolo ci impiego almeno un'intera mattinata, se non due giorni, se complesso e molto approfondito. Faccio ricerche, studio l'argomento da trattare, metto giù una bozza di post, lo scrivo, cerco le immagini e un video per completarlo, revisiono e sistemo in ottica SEO. La paga? Ti fanno anche un favore a dartela.

  15. #15
    User L'avatar di Riccardo_Esposito
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Località
    Anacapri
    Messaggi
    110
    Segui Riccardo_Esposito su Twitter Aggiungi Riccardo_Esposito su Google+ Aggiungi Riccardo_Esposito su Facebook Aggiungi Riccardo_Esposito su Linkedin
    Io credo che la risposta, cara tibi, sia nella reputazione. Farsi un nome vuol dire non solo "perdere tempo" sui social, sui forum o magari scrivendo gratis per qualche rivista del settore. Quando lavori sul tuo brand, sul tuo nome online, guadagni visibilità (quella vera) e diventi un esperto per il futuro cliente.

    E un esperto, un esperto vero, viene pagato il giusto. Soprattutto dopo un'attenta opera di evangelizzazione. Oggi avere contenuti unici e di qualità è sempre più importante: non è vero che le persone non spendono. Spendono dove sanno di trovare buoni risultati.

  16. #16
    User L'avatar di tibi
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    Genova
    Messaggi
    82
    Segui tibi su Twitter Aggiungi tibi su Google+ Aggiungi tibi su Facebook Aggiungi tibi su Linkedin Visita il canale Youtube di tibi
    Non hai tutti i torti e ci sto lavorando sopra. Collaboro con diversi portali soddisfatti del mio lavoro e i miei scritti creativi sono stati selezionati e pubblicati da diverse case editrici, eppure trovo, nella maggior parte dei casi, persone che chiedono la Luna e vogliono pagare poco e niente. Sicuramente di base l'errore è mio e, rispetto a voi, direi che ho appena cominciato.

  17. #17
    User L'avatar di partidibambola
    Data Registrazione
    Mar 2012
    Località
    Palermo
    Messaggi
    51
    Segui partidibambola su Twitter Aggiungi partidibambola su Google+ Aggiungi partidibambola su Linkedin
    Ciao a tutti,

    concordo con le vostre riflessioni, e sul fatto che se "la tua reputazione ti precede" (per così dire) il cliente sarà molto più propenso a spendere... Per quanto riguarda il tariffario, comunque, sono d'accordo con Beatrice che lo definisce volta per volta in base al cliente.
    Ciò detto volevo solo cercare di dare un "incoraggiamento" a chi è costretto a sottostare a tariffari così bassi raccontandovi una storia a lieto fine (anzi, non ancora finita!): una che, almeno credo, fa piacere leggere.
    Mio fratello lavora come operaio e ha la passione per la tecnologia - una passione veramente profonda, non conosco nessuno che abbia la sua competenza per tutto ciò che riguarda telefonia, pc e simili. Partecipa attivamente al forum di un sito leader italiano nel campo della telefonia (recensioni etc) e, circa tre anni fa, avrebbe tanto voluto rispondere all'annuncio di lavoro comparso sul sito - cercavano web writer competenti per la realizzazione di un ampio volume di articoli che sarebbe stato inserito in un nuovo sito di prossima apertura.
    Dissi a mio fratello di partecipare (sarebbe stato un ottimo secondo lavoro) ma lui non aveva esperienza nè come web writer nè nel campo della tecnologia ed era un po' scoraggiato.
    Così mi offrii di scrivere per lui la sua lettera di presentazione. Scrissi una lettera simpatica e molto sincera (non la ricordo esattamente ma una parte diceva "non ho esperienza nel campo della telefonia, ma in quanto a spiegare app e funzionalità a completi profani non ho rivali: e vorrei ben vedere, con tre sorelline adolescenti che sanno di volere lo smartphone, ma non hanno idea del perché!"). Naturalmente gli diedi anche una mano con l'articolo di prova che doveva inviare: frasi più corte, stile più "web".
    Long story short, hanno scelto lui su circa 2500 candidati. Lo pagano €35 netti ad articolo e la filosofia è "più ne fai meglio è", e stanno per proporgli di gestire l'intero flusso di contenuti di un altro portale.

    Questo solo per dire: non arrendetevi!

    Buona giornata a tutti
    Fiorella

  18. #18
    User L'avatar di Riccardo_Esposito
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Località
    Anacapri
    Messaggi
    110
    Segui Riccardo_Esposito su Twitter Aggiungi Riccardo_Esposito su Google+ Aggiungi Riccardo_Esposito su Facebook Aggiungi Riccardo_Esposito su Linkedin
    Certo, mai arrendersi.

    Io credo che la giusta strada sia la perseveranza. Devi essere capace di metterti in gioco, di sbagliare e sbagliare ancora.

  19. #19
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jul 2014
    Località
    Roma
    Messaggi
    4

    Riscrivere un sito quanto costa?

    Ciao! ma tipo: se dovessi RIPENSARE LA STRUTTURA di un sito e riscriverne i testi in chiave il più possibile SEO (immagino poche sezioni del tipo HOME + chi siamo + servizi + promo) quanto chiedereste?? E' sempre così difficile monetizzare il proprio tempo...
    Per spiegarmi meglio: io dovrei fare il progetto editoriale del sito che qualcun'altro realizzerà (con Wordpress immagino) e scriverci i contenuti ovviamente.
    Mi aiutate please??

    A questo si aggiunge la richiesta di lanciare per lo stesso sito una campagna AdWords ... e quanto dovrei farmi pagare un servizio simile??
    Grazie a tutti anticipatamente!
    Ultima modifica di calemanno; 28-07-14 alle 18:57 Motivo: richiesta più completa

  20. #20
    User Newbie
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Roma
    Messaggi
    2
    Segui anticipazioni.tv su Twitter
    Ciao,
    io credo che dobbiate anche mettervi nei panni di chi acquista i contenuti. Io gestisco un blog di anticipazioni tv, è impensabile che possa acquistare articoli per 25 30 euro all'ora come ho letto in questo post. Il problema principale è che un buon progetto si basi sul giusto equilibrio tra le due cose a mio modesto parere e questo non sempre avviene.

    Carmine Picariello
    anticipazioni.tv

  21. #21
    User L'avatar di tibi
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    Genova
    Messaggi
    82
    Segui tibi su Twitter Aggiungi tibi su Google+ Aggiungi tibi su Facebook Aggiungi tibi su Linkedin Visita il canale Youtube di tibi
    Citazione Originariamente Scritto da anticipazioni.tv Visualizza Messaggio
    Ciao,
    io credo che dobbiate anche mettervi nei panni di chi acquista i contenuti. Io gestisco un blog di anticipazioni tv, è impensabile che possa acquistare articoli per 25 30 euro all'ora come ho letto in questo post. Il problema principale è che un buon progetto si basi sul giusto equilibrio tra le due cose a mio modesto parere e questo non sempre avviene.
    Scusa se mi permetto, ma a me sembra così semplice la risposta. Se non si hanno le possibilità di pagare un professionista, ci si rimbocca le maniche e il lavoro lo si fa da soli oppure si rinuncia al progetto fino a che non si è in grado di permetterselo.

  22. #22
    User Newbie
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Roma
    Messaggi
    2
    Segui anticipazioni.tv su Twitter
    Tibi, forse mi sono espresso male io, non ho detto che non è giusto pagare i collaboratori ma ho specificato che è impensabile retribuire 25-30 euro all'ora un professionista visto quanto ho letto qui. Se ci metti due ore a fornirmi un articolo mi costerebbe 50 euro? Il dilemma è sempre lo stesso, ci vuole equilibrio tra domanda e richiesta e sembra che gli stessi professionisti non lo abbiano per cui non diamo la colpa a chi acquista i servizi se i vostri stessi colleghi si "svendono". Il prezzo lo fa il mercato e se io a 4 euro trovo un ottimo articolo perchè dovrei pagarlo 30? Se in caso contrario a 4 euro non scrive nessuno ( e ti assicuro che a 2,3,4 euro lo fanno quasi tutti gli articolisti) è normale che il prezzo lievita ma questo non avere un listino è il vero problema che tormenta la categoria. Che poi tu parli di professionisti allora il discorso è diverso ma ogni giorno ricevo 50 email di richieste di collaborazioni, esperienze pluriennali e così via ma poi quando si fa a tirare giù un articolo il valore del pezzo ruota sempre intorno a quella cifra. A mio modestissimo parere per richiedere un prezzo adeguato bisognerebbe prima presentare un pezzo che valga i soldi spesi e tra il dire e il fare c'è di mezzo... il mare!
    Carmine Picariello - anticipazioni.tv

  23. #23
    User L'avatar di tibi
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    Genova
    Messaggi
    82
    Segui tibi su Twitter Aggiungi tibi su Google+ Aggiungi tibi su Facebook Aggiungi tibi su Linkedin Visita il canale Youtube di tibi
    Riguardo al fatto che alcuni scrivano in modo non consono ti posso dare senz'altro ragione. Ecco perché prima di cominciare una collaborazione, propongo io stessa un contenuto di prova gratuito per mostrare le mie qualità e far capire al possibile cliente se sono la web writer che sta cercando. Onestamente non fisso mai un prezzo ad articolo, ma lavoro a progetto per cui valuto una proposta che soddisfi entrambe le parti. Per esempio, trovo sbagliato il prezzo orario, perché l'altra parte, giustamente, non può e non deve fidarsi sulla parola.

  24. #24
    User L'avatar di leonard976
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Foligno
    Messaggi
    132
    Segui leonard976 su Twitter Aggiungi leonard976 su Google+ Aggiungi leonard976 su Facebook Aggiungi leonard976 su Linkedin
    Credo che il compenso debba essere deciso in base al tipo di progetto, e non alla lunghezza del testo. Confesso che in passato anche io ho scritto contenuti tanto a... Ma quei tempi sono passati, perché diversa è la concezione che oggi ho del mio lavoro. Sarà "colpa" dell'età? Fare il copy (o web) writer è una cosa seria. E non possiamo essere seri e professionali percependo una manciata di euro!

  25. #25
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Mancha Real
    Messaggi
    3
    Segui Martinezochoa su Twitter Aggiungi Martinezochoa su Google+ Aggiungi Martinezochoa su Facebook
    Nel settore spagnola in cui attualmente lavoro. Stanno pagando anche meno di 0,01 €. Il lavoro latinoamericano riduce notevolmente i costi

  26. #26
    User Newbie
    Data Registrazione
    Mar 2017
    Località
    Milan
    Messaggi
    4
    Ciao, quali piattaforme con scrittori freelance si usa?

  27. #27
    Utente Premium
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    Perugia
    Messaggi
    324
    Citazione Originariamente Scritto da tibi Visualizza Messaggio
    Scusa se mi permetto, ma a me sembra così semplice la risposta. Se non si hanno le possibilità di pagare un professionista, ci si rimbocca le maniche e il lavoro lo si fa da soli oppure si rinuncia al progetto fino a che non si è in grado di permetterselo.
    Sono d'accordo ma fino a un certo punto. Il fatto è che si tratta di un mercato, ed in quanto tale, ci sono diversi tipi di domanda, cui corrispondono diversi tipi di offerta.
    Se ho necessità di articoli banali tipo "Cosa ho fatto oggi?" di certo non vado a pagare un professionista 30€ \ ora.
    Allo stesso modo, nessuno accetterà 0.01€ \ parola per un reportage che richiede 2 giorni di ricerche originali.

    Proprio come se dovessi comprarmi un'auto: il fatto che alcune persone spendano 100,000€ per una Porsche non significa che chi ne spende 5,000€ per una Smart sia una brutta persona. Semplicemente ci sono esigenze differenti.
    E poi c'è anche chi deve fare solo pochi metri al giorno, e allora si compra una bici con 200€.
    Le vendite della Porsche non saranno minimamente scalfite ne' dal mercato delle bici, ne' delle smart, ne' delle auto cinesi, ne' delle fiat.

    Ora, questo fattore in ambito copywriting è certamente più complesso, perchè anche mio nonno riconosce la differenza fra una Smart e una Porsche, ma non tutti riconoscono la differenza fra un articolo di alta qualità, ed uno semplicemente scritto in italiano.

    Vorrei citare questo breve passaggio tratto da un articolo su Guida alla Scelta, che secondo me rende bene l'idea:

    < 0.01€ / parola
    Articoli sgrammaticati, errori, frasi che suonano male, argomenti semplici trattati in maniera approssimativa.

    0.01-0.02€ / parola
    Con un po’ di fortuna, e dopo aver cercato e provato diversi freelancer, in questa fascia si possono trovare articoli scritti correttamente dal punto di vista grammaticale, con frasi che suonano bene ed uno stile piacevole da leggere. Tuttavia, un proofreader addizionale è d’obbligo se si vuole la certezza di non pubblicare articoli con palesi sviste e poco professionali refusi.
    Inoltre, gli argomenti devono essere semplici o quantomeno trattabili dopo pochi minuti di ricerche.

    0.02-0.05€ / parola
    Come sopra, ma senza esigenza di proofreader, e con ricerche anche di poche ore. Articoli dai contenuti profondi che possono colpire ed interessare anche i lettori più attenti.

    0.05-0.10€ / parola
    Il giornalista professionista, dal quale aspettarsi articoli privi di sviste, informazioni accurate ed approfondite, ricerche originali, idee ed approcci innovativi all’argomento ed uno stile professionale.
    In pratica, articoli che possano in qualche modo fare la differenza nel vasto panorama di concorrenti che l’Internet offre.

    Ogni freelancer ha la sua "area di competenza": ci saranno freelancer più istruiti che pretenderanno anche più di 0,10€ \ parola... come è giusto che sia per chi ha passato una vita a studiare e fare esperienza.
    Allo stesso modo, ci sono scrittori che hanno comunque il diritto di lavorare per clienti di fascia inferiore, abbassando i prezzi per sopperire alle loro lacune.
    I clienti che si rivolgono a questi ultimi sono solo una piccola parte: credete che le testate famose paghino 0.01€ \ parola? Avete mai visto che razza di articoli vengono pubblicati sui siti di coloro che vi hanno offerto meno di 1 centesimo?

    Citando sempre dallo stesso sito...

    Articoli a meno di 0.01$ \ parola, siti a meno di 500€, loghi a 50€… non saranno mai lavori di qualità. Con un po’ di fortuna saranno lavori accettabili, ma mai niente di più.
    Questo alcuni clienti lo sanno e li evitano, altri lo sanno e gli va bene così (d’altronde anche il made in China ha il suo perchè), altri non lo sanno e se lo sapessero guarderebbero altrove… tuttavia, fatevi un favore: non arrabbiatevi, non incaponitevi, non intestarditevi nel tentativo di dimostrare ciò al cliente… ne va della vostra sanità mentale!
    Queste offerte non uccidono il vostro mercato, semplicemente perchè questo non è il vostro mercato!
    Se il cliente decide di rivolgersi a servizi del genere, o ha budget estremamente limitati inadatti alle vostre competenze, o non è in grado di capire come funziona il mercato del lavoro.
    In ogni caso, non vale la pena perderci il vostro tempo.
    Ultima modifica di Sifro; 10-04-17 alle 18:12

  28. #28
    User L'avatar di tibi
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    Genova
    Messaggi
    82
    Segui tibi su Twitter Aggiungi tibi su Google+ Aggiungi tibi su Facebook Aggiungi tibi su Linkedin Visita il canale Youtube di tibi
    Direi che stiamo dicendo esattamente la stessa identica cosa.
    La penso anche io così. Io mi riferivo a chi vuole le prestazioni di una Porsche al prezzo di una Smart. Per tutto il resto sono completamente d'accordo.

  29. #29
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jun 2017
    Località
    sonofattimiei
    Messaggi
    4
    Mi aggiungo anche io alla discussione siccome potrei definirmi un professionista perché questo è l'unico tipo di lavoro che faccio per riuscire a comprarmi una pagnotta, si perché con quello che ci pagano la pagnotta è l'unica cosa che ci si può comprare. Ad ogni modo io ho la fortuna di avere pochi clienti ma buoni i quali mi pagano il giusto. Il problema nasce però dal fatto che siccome ora dovrei aprire la partita iva se trovassi solo clienti che pagano a pane e acqua sarebbe difficile continuare in questo lavoro, quindi purtroppo devo aspettare di riuscire ad avere altrettanta fortuna nel trovare altri nuovi clienti disposti a pagare un prezzo onesto. Quindi mi tocca ancora aspettare, purtroppo è un settore difficile questo.

  30. #30
    User L'avatar di Mario Palmieri
    Data Registrazione
    Jun 2017
    Località
    Birmingham
    Messaggi
    13
    Segui Mario Palmieri su Twitter Aggiungi Mario Palmieri su Facebook Aggiungi Mario Palmieri su Linkedin
    Personalmente, non credo che decidere un prezzo sia un'operazione difficilissima. Mi spiego meglio: tutti abbiamo dei costi da sostenere: affitto dell'ufficio, elettricità, ADSL e abbonamenti a servizi online, immagino. Sappiamo, inoltre, anche quanto ci serve personalmente per vivere, ovvero lo stipendio che vogliamo portarci a casa. Per far fronte a spese impreviste e avere qualche possibilità di crescita professionale, inoltre, sarebbe opportuno che una parte del profitto maturato restasse nel conto aziendale. Fai una somma di tutto ciò e dividila fino ad ottenere la tariffa oraria che dovresti chiedere.
    Quando devi fare un preventivo, stima il numero di ore necessario a completare quel lavoro e proponi la cifra finale al cliente.
    Fine.

  31. #31
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jun 2017
    Località
    sonofattimiei
    Messaggi
    4
    Il problema non è quanto farsi pagare ma più che altro convincere a farsi pagare! Siccome in questo campo a molti piacciono le cose quasi gratis. Nella maggior parte dei casi la gente vuole pagarti massimo 4€ ad articolo se va bene, altrimenti gratis o con adsense.
    Attualmente io ho addirittura un cliente che probabilmente mi sta fregando siccome è sparito e non risponde alle e-mail e tutto il mio lavoro di un mese non è stato pagato e forse insieme a me avrà fregato anche tanti altri ma non ne sono ancora sicuro quindi per il momento sto zitto.
    Ormai sto quasi gettando la spugna di lavorare in questo campo.

  32. #32
    User L'avatar di tibi
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    Genova
    Messaggi
    82
    Segui tibi su Twitter Aggiungi tibi su Google+ Aggiungi tibi su Facebook Aggiungi tibi su Linkedin Visita il canale Youtube di tibi
    Non sono d'accordo. All'inizio potrà anche essere difficile ma quando cominci a mostrare professionalità e competenze sì, sono disposti a pagare. Ti riporto la mia esperienza. Io ora non sono più un'articolista. Ho studiato, mi sono rimboccata le maniche e adesso collaboro con la mia regione e gestisco la comunicazione di diverse aziende e piccole realtà locali. Ora di web ci vivo. Certo, non sono diventata ricca ma posso garantire che viverci è possibile. Bisogna voler spendere del tempo a studiare e lavorare sodo, mostrando professionalità, competenze e serietà. Bisogna far vedere che non lo stai facendo per hobby ma sai benissimo di cosa stai parlando. Oltretutto è anche il modo in cui ci si pone durante la fase di contatto con il potenziale cliente che fa tanto. Io, per esempio, preparo un preventivo completo di ogni campo con descrizione e non lavoro mai senza un contratto e un acconto (se parliamo di cifre alte e di un progetto a lungo termine). Non sto dicendo che sia facile, non lo è affatto. Ma vuoi mettere quanto è forte la soddisfazione dell'avercela fatta da sé?

  33. #33
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jun 2017
    Località
    sonofattimiei
    Messaggi
    4
    ok sono quasi certo che mi hanno fregato. esiste un portale online che recluta collaboratori promettendoli un bel po' di soldini per ogni articolo ma poi alla fine non li pagherà mai.
    vorrei scrivere qui il nome del portale per evitare che altri vengano fregati come a me ma non so se sia possibile.

  34. #34
    User Newbie L'avatar di Viblix
    Data Registrazione
    Jul 2017
    Località
    Milano
    Messaggi
    1
    Segui Viblix su Twitter Aggiungi Viblix su Facebook
    Ciao Carmine, d'accordo con Lei.
    Natalie
    Viblix TV
    Viblix TV Online Streaming Gratis

+ Rispondi alla Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.