+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 16 di 16

Disavventura con Paypal

Ultimo Messaggio di asterix il:
  1. #1
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    1

    Disavventura con Paypal

    Salve a tutti,
    Mi chiamo Gabriele ed ho un negozio online di informatica ed elettronica di consumo.
    Scrivo questo (lungo) post innanzitutto per sfogarmi, ma soprattutto per avere consigli su come comportarmi, perchè sinceramente non so dove sbattere la testa.

    Ho un account business di Paypal e, come molti miei colleghi, vendo in dropshipping.

    Ho aperto il sito web in agosto, prima vendevo su ebay. A fine luglio Paypal mi ha bloccato il conto per effettuare un'indagine : hanno voluto prove di spedizione della merce e fatture d'acquisto... ho spiegato loro che lavoro in dropshipping, ho fornito loro le fatture e dopo un tira e molla di più di un mese, in cui mi dicono che per lavorare in dropshipping ed usare Paypal devo spedire la merce entro 20 giorni ( se spedisco dopo 20 giorni i clienti mi crocifiggono! Al massimo ce ne metto 2-3!), ecc. ecc, finalmente a fine agosto riattivano il conto.

    Chiudo il negozio ebay ed apro il sito web, utilizzando Paypal per ricevere pagamenti con carta di credito.

    Dopo neanche 10 giorni di utilizzo abbastanza "pesante" di Paypal (ricevevo parecchi pagamenti", inizia questa trafila:

    - 6/9 (un sabato!): mi limitano il conto, perchè "hanno rilevato un'attività insolita o potenzialmente rischiosa". Annullano anche l'ultimo trasferimento verso il conto bancario (fatto la sera prima), di più di 2.000 euro.

    - 8/9: alla mia richiesta di informazioni, mi chiedono le fatture relative all'acquisto degli ultimi prodotti venduti e pagati dai miei clienti con Paypal . Gli faccio notare che mi hanno fatto la stessa richiesta la volta prima, ma fanno finta di non sentire.
    Gli rispiego che lavoro in dropshipping, e quindi non ho le ultimissime fatture, perchè ancora non ho ordinato la merce. Mi dicono che vanno bene le ultime che ho. Gliele mando via fax.

    - 9/9: mi confermano di aver ricevuto le fatture. Malauguratamente un cliente apre un reclamo per oggetto non conforme, pertanto quelli di Paypal colgono l'occasione e mi dicono che per riattivare il conto devo chiudere tutti i reclami presenti.
    Intuisco che il reclamo potrebbe andare per le lunghe, quindi rimborso parecchi clienti che hanno pagato con Paypal, portando il saldo del conto a circa 800 euro.

    - 17/9 (circa): il cliente chiude finalmente il reclamo. Mi dico "ah beh, ora Paypal sblocca il conto".

    - 22/9: dopo mail quotidiane di sollecito, mi scrive Paypal dicendo che hanno bisogno delle prove di spedizione delle ultime 4 transazioni!
    Gli scrivo una mail minacciandoli di denuncia, visto che mi stanno tenendo fermi 800 euro da più di 2 settimane, e gli mando via mail il tracking number delle 4 spedizioni, ormai consegnate da giorni.

    - 24/9: mi dicono che non hanno ricevuto nulla . Gli mando un fax con lo stesso testo della mail (comprese le minacce).

    - stamattina: mi dicono che il fax è arrivato illeggibile . Glielo rimando.

    - oggi pomeriggio: mi arriva la seguente mail:

    OGGETTO: Il tuo conto PayPal- Ricorso respinto

    Desideriamo informarti che abbiamo esaminato lo stato del tuo conto PayPal
    e, poiché abbiamo determinato che le tue transazioni implicano rischi
    eccessivi per la nostra azienda, desideriamo sospendere il nostro rapporto
    commerciale in modo da limitare al minimo i danni comportati dalla tua
    attività di vendita.

    Se sul tuo conto PayPal non vi sono fondi disponibili e non esistono
    questioni in sospeso, come reclami degli acquirenti o chargeback irrisolti,
    l'accesso al conto rimarrà limitato.

    Se vi sono fondi disponibili sul tuo conto, il saldo residuo verrà
    trattenuto per un periodo di 180 giorni allo scopo di limitare al minimo il
    rischio di chargeback.

    Tutti i reclami degli acquirenti o i chargeback ricevuti in relazione
    all'attività del tuo conto durante questo arco di tempo verranno pagati
    utilizzando il tuo saldo PayPal. Trascorsi i 180 giorni, potrai trasferire
    i fondi su un conto bancario registrato sul tuo conto PayPal o richiedere
    un bonifico su un conto bancario che non sia stato registrato su PayPal per
    un costo di 35,00 Euro.

    Se esistono reclami degli acquirenti o chargeback irrisolti sul tuo conto e
    desideri rimborsare i tuoi clienti, ti invitiamo ad accedere al tuo conto
    PayPal e a rispondere a tutti i reclami degli acquirenti o ai chargeback
    per risolvere tutte le questioni in sospeso.

    [...]

    PayPal si riserva il diritto di sospendere il rapporto commerciale con
    conti coinvolti in possibili transazioni ad alto rischio. In caso di
    contestazione, PayPal tenterà di recuperare i fondi mediante un addebito
    sul tuo conto PayPal.

    Comprendiamo la tua preoccupazione e siamo spiacenti per i disagi che tale
    situazione possa averti causato.

    Cordiali saluti,
    Carlo
    Reparto Revisione Conti
    Praticamente si tengono i miei 800 euro per altri 6 mesi??? Ma siamo impazziti???
    [...] Cosa posso fare per riavere indietro i miei soldi?
    Ultima modifica di lorenzo-74; 01-10-08 alle 12:08 Motivo: punto 4.1 delle regole del forum

  2. #2
    User Newbie
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    1
    La stessa identica disavventura è ora capitata anche a noi della DM ITALIA SRL. Paypal ci ha appena limitato il conto trattenendosi i nostri soldi con la scusa di voler prima esaminare le fatture di acquisto provenienti dai nostri fornitori!

    Questo che stà ora facendo PAYPAL nei confronti di molti venditori EBAY è a mio avviso è una grossa scorettezza, perchè nessuna banca può pretendere di ricevere le fatture di acquisto dei fornitori ne tanto meno di bloccare i soldi dei propri clienti.

    A mio avviso loro applicano questa strategia per 2 motivi:
    1) Per incamerare liquidità in un momento in cui tutte le principali banche mondiali sono in crisi.
    2) Utilizzano i dati dei fornitori per passarle alle grosse multinazionali americane che schelgono i loro business in base ai migliori margini di vendita.

    La mia azienda credo ora che sporgerà una normale denuncia alla Guardia di finanza, sperando che almeno loro si muovano per far cessare questo sopruso.

    ************************************************** ***************
    ************************************************** ***************
    In tanti anni di EBAY non conosco nessuno che sia stato risarcito da PAYPAL per una scorrettezza del venditore. Conosco però molti che da PAY PAL l'hanno presa in quel posto!
    Ultima modifica di 18carati; 21-10-08 alle 10:29 Motivo: Punto 4.1 delle regole del forum

  3. #3
    User L'avatar di 18carati
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    AR
    Messaggi
    774
    Damatomacchine

    Questo non è un luogo per portare attacchi personali e denigratori, ma uno spazio per confrontare idee ed opinioni.

    Ti consiglio di rileggere le regole del furum GT:
    4.1. E' richiesto di evitare messaggi con contenuti volgari recanti insulti ed offese, denigrazioni verso persone, aziende, religioni ed istituzioni; deridere gratuitamente aziende, i loro servizi ed utenti.
    Vanno evitati atteggiamenti e posizioni di contestazione palesemente ostili nei confronti di utenti del forum e messaggi miranti all'esclusiva destabilizzazione della normale e pacifica partecipazione attiva al forum.

  4. #4
    User
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Messaggi
    85
    Non siete i primi..
    Paypal mi ha trattenuto circa 180€ sul loro conto perchè hanno verificato dopo il pagamento che l'intestatario del contopaypal era differente da quello Legale della carta..
    Che *******..
    Con un colpo di astuzia sono riuscito a sbagliare di proposito qualche dato qua e la.. riuscendo così a far stornare il pagamento..

    Comunque paypal *********.

    Spostatevi su MetaCharge, ho pagato diverse cose e mai avuto problemi..

    Per quei soldi non potete farci niente..
    quelli che li trattengono siete voi..
    Potreste anche passare dalla parte del torto se loro si inventano una balla.. tipo che sono stati ostacolate le loro indagini ecc
    Ultima modifica di 18carati; 31-10-08 alle 18:28 Motivo: Punto 4.1 delle regole del forum

  5. #5
    User L'avatar di 18carati
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    AR
    Messaggi
    774
    Guglio,

    Vedi quanto già scritto per Damatomacchine. Nel forum GT non sono ammessi attacchi personali nè denigrazioni.

  6. #6
    User
    Data Registrazione
    Aug 2008
    Messaggi
    85
    Mi scuso, non avevo visto

  7. #7
    User
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Messaggi
    63
    Scusate, una curiosità:
    ma Paypal era L'UNICO sistema per ricevere i pagamenti che avevate?
    E di che giro di soldi stiamo parlando, giusto per capire se dobbiamo tutti preoccuparci o no?

  8. #8
    User L'avatar di duduuu
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Messaggi
    10
    Stessa identica cosa è successo a me per ben 2 volte,mi hanno costretto a chiudere il mio account e a non offrirlo piu' coem pagamento.

  9. #9
    User L'avatar di digital00
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Messaggi
    49
    E' un indecenza! io sto aprendo adesso un'attività commerciale sul web.. a questo punto sono titubante se aprire o no un conto PayPal..

  10. #10
    User L'avatar di 18carati
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    AR
    Messaggi
    774
    Citazione Originariamente Scritto da digital00 Visualizza Messaggio
    E' un indecenza! io sto aprendo adesso un'attività commerciale sul web.. a questo punto sono titubante se aprire o no un conto PayPal..
    Beh, ora anche indignarsi per sentito dire mi sembra esagerato!

    Paypal non sarà il campione mondiale di gateway per gli incassi online, ma vi assicuro che nel nostro bel paese nemmeno gli altri gateways sono esenti da pecche , anche pecche importanti direi.
    E parlo per esperienza diretta.

    Digital, nessuno ti impedisce di provare Paypal così come qualsiasi altro gateway esistente e, soprattutto se sei agli inizi, ti consiglierei di provare un po' di tutto. Sarà poi la tua esperienza a farti propendere per l'uno o per l'altro.

    Del resto se Paypal gestisce oltre 100 mln di conti un motivo ci sarà.
    Io, per esempio, in anni di attività (e facendo i dovuti scongiuri ) non ho mai avuto mezzo problema con loro.

  11. #11
    Moderatore L'avatar di Webtronic
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Montemarciano (Arezzo)
    Messaggi
    1,464
    Citazione Originariamente Scritto da Tomcat Visualizza Messaggio
    Io, per esempio, in anni di attività (e facendo i dovuti scongiuri ) non ho mai avuto mezzo problema con loro.
    Ciao Tomcat, io uso Paypal da poco tempo. Per ora devo dire che mi trovo bene, tranne alcune inezie per l'assistena tecnica (dall'irlanda a volte c'è qualche frainteso). E' chiaro che si tratta di un sistema che fà della sua forza la sicurezza dell'acquirente, quindi a volte mi immagino che possano capitare delle situazioni poco vantaggiose lato merchant.

  12. #12
    User L'avatar di 18carati
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    AR
    Messaggi
    774
    Citazione Originariamente Scritto da Webtronic Visualizza Messaggio
    Ciao Tomcat, io uso Paypal da poco tempo. Per ora devo dire che mi trovo bene, tranne alcune inezie per l'assistena tecnica (dall'irlanda a volte c'è qualche frainteso). E' chiaro che si tratta di un sistema che fà della sua forza la sicurezza dell'acquirente, quindi a volte mi immagino che possano capitare delle situazioni poco vantaggiose lato merchant.
    Ugualmente alle tradizionali carte di credito, in caso di contestazioni e/o uso fraudolento, chi ci rimette è solo e sempre il merchant, questo è appurato.

    Una volta che impari a convivere con questa spada di Damocle (e conseguentemente prendi tutte le cautele del caso) Paypal non differisce gran chè da qualsiasi altro gateway, fatta eccezione per le commissioni un po' più alte, ma nemmeno di tanto.

  13. #13
    User Newbie
    Data Registrazione
    Apr 2010
    Messaggi
    2

    Stessa storia..... Incredibile...

    LEggete cosa mi è successo a me...
    Un bel giorno, il 26 marzo, mi connetto al mio conto paypal per effetture un pagamento di un prodotto e subito dopo aver tentato tale pagamento, il conto mi viene limitato senza nessuna motivazione reale e apparente. Comunque chiedo spiegazioni e mi viene chiesto di cambiare la password e la domanda di sicurezza relative al mio conto. Immediatamente mi appresto a fare quanto da loro richiesto e mi arriva un'altra mail dicendomi che avrei dovuto madargli una bolletta di utenza(tipo luce, gas o altro...) per verificare e confermare il mio indirizzo, e, anche una fotocopia della patente o passaporto.
    Bene, io ho risposto che non avrei potuto inviare niente di tutto ciò, perchè non ho utenze intestate a me e non posseggo passaporto o patente, ma ho collegato e confermato la mia carta di credito.
    Mi hanno risposto che chiuderanno il mio conto e i fondi saranno congelati per 180 giorni, dopo di che mi faranno sapere come poterli riavere.

    MA VI SEMBRA UN COMPORTAMENTO CORRETTO?

    Praticamente i miei fondi sono bloaccati e non posso riscuoterli, non posso nemmeno inviare pagamenti o rimborsare i miei acquirenti, ma stranamente posso ricevere pagamenti.
    Questo cosa vuol dire? Senza dubbio che questi loschi individui di questa società tutt'altro che seria vogliono impadronirsi dei miei soldi per 180 giorni o nella peggiore delle ipotesi per sempre.

    Innanzitutto dimostrano la loro poco serietà e professionalità nel limitare un conto solo dopo che il correntista cerca di prelevare il denaro e non quando su quel conto arriva un pagamento, invece, se hanno dei dubbi o bisogno di ulteriri info sulle generalità di un correntista, dovrebbero impedire sia di inviare sia di ricevere denaro su questo conto e chiedere subito la documentazione a loro necessaria, invece ti limitano il conto quando stai per prelevare i tuoi soldi. Se fossero seri e corretti, farebbero come fanno la loro concorrenza, e cioè, oltre alla compilazione dei moduli on line, ti inviano il contratto a casa, lo devi firmare e consegnare munito di accertamenti necessari come documenti di identità, quindi, il conto diventa effettivo e utilizzabile. Invece e Praticamente, con paypal è facilissimo aprire un conto, puoi subito ricevere denaro anche se non fornisci nessuna credenziale, poi quando chiedi di monetizzare il tuo denaro ti limitano il conto e iniziano a chiederti info ad oltranza, quando il loro obbiettivo molto spesso è impadronirsi del tuo denaro almeno per 180 giorni.
    E' incredibile che non possa incassare il denaro che mi hanno donato alcuni famigliari, IL MIO DENARO!!!! QUESTO è FURTO E APPROPIAZIONE INDEBITA.
    PER TUTTI QUELLI CHE SI TROVANO NELLA MIA SITUAZIONE, DENUNCIAMO LA COSA A STRISCIA LA NOTIZIA E LE IENE.... SO' CHE SIAMO IN TANTI DERUBATI IN QUESTO MODO MESCHINO DA QUESTA SOCIETà VERAMENTE POCO SERIA E PROFESSIONALE. TUTTO CIò DEVE CESSARE.



    Ora basta, dobbiamo impedire che questi soprusi continuino.... BASTA... BASTAAAAAA.....

  14. #14
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Località
    Ancona
    Messaggi
    2
    Buono a sapersi...ho da poco aperto un conto Paypal ma a questo punto me ne guarderò bene dall'utilizzarlo!

    Enriquez

  15. #15
    User
    Data Registrazione
    Jul 2009
    Messaggi
    149
    Citazione Originariamente Scritto da Enriquez78 Visualizza Messaggio
    Buono a sapersi...ho da poco aperto un conto Paypal ma a questo punto me ne guarderò bene dall'utilizzarlo!

    Enriquez
    A parte che i dubbi stanno venendo anche a me, per favore mi dite cosa costa un conto paypall business o privato, sia in termini di canone che di transazioni?
    Ho provato diverse volte a chiamare il numero verde ed anche dopo 30 minuti di attesa non ho avuto risposta.
    Tenete presente che al massimo ne farò una 20ina al mese!
    Grazie

  16. #16
    User Newbie
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    5
    Vi invito a considerare anche che Paypal è una società Lussemburghese. Per qualsiasi controversia c'è quindi l'ulteriore difficoltà di relazionarsi con una controparte estera.
    A meno di non aver in ballo centinaia di migliaia di euro, nemmeno cominciare una vera controversia legale...

    Essendo poi il Lussemburgo un paese a fiscalità "agevolata" (black list) ci sono poi tutta una altra serie di considerazioni (e di rischi) in materia fiscale da tener ben presente... Occhio!

+ Rispondi alla Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.