+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 6 di 6

Qual'è la corretta imputazione contabile di nome a dominio e sito?

Ultimo Messaggio di michelini il:
  1. #1
    Esperto L'avatar di shapur
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    Eraclea (VE)
    Messaggi
    1,187
    Segui shapur su Twitter Aggiungi shapur su Facebook Aggiungi shapur su Linkedin Visita il canale Youtube di shapur

    Qual'è la corretta imputazione contabile di nome a dominio e sito?

    Ciao a tutti.

    Mi nasce una necessità un pò particolare e, visti i termini tecnici, non ho trovato traccia di risposte sull'argomento.
    Dunque: in caso di acquisto di nome a dominio e sito già realizzato come si dovrebbe ammortare i beni immateriali acquistati?

    Il trattamento deve essere differenziato?

    Il nome a dominio devo ritenerlo un marchio (art. 103 Tuir)?

    Il sito devo considerarlo un software in quanto CMS (applicativo autoprodotto voce B.I.7)?

    Spero di non aver smarrito qualche pregresso riferimento e Vi ringrazio per ogni aiuto.
    Ciao Ciao.
    Ultima modifica di shapur; 05-03-09 alle 23:37 Motivo: dominio sito ammortamento
    Avvocato presso il Foro di Venezia
    www.eraclea.us www.avvocati.venezia.it

  2. #2
    Esperto L'avatar di shapur
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    Eraclea (VE)
    Messaggi
    1,187
    Segui shapur su Twitter Aggiungi shapur su Facebook Aggiungi shapur su Linkedin Visita il canale Youtube di shapur
    Uppo nella speranza che qualcuno possa aiutarmi. Aspetto di leggervi. Ciao.
    Avvocato presso il Foro di Venezia
    www.eraclea.us www.avvocati.venezia.it

  3. #3
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,945
    Ciao,

    in effetti non esiste una certezza contabile derivante da un apposito pronunciamento di rango principio contabile.

    La dottrina ha lungamente scritto in merito facendo dissertazioni che alle volte, a mio modestissssssimo giudizio, denotavano una non completa conoscenza di cosa sia un tecnicamente un sito web.

    Sotto il profilo civilistico reputo che il dominio in se possa essere annoverato tra i segni distintivi, e se "acquistato" per più anni, potrà essere capitalizzato tra le immobilizzazioni immateriali (tra i marchi appunto), ma ammortizzato sulla durata della registrazione. Fiscalmente non potrà essere assimilato ad un marchio, non essendolo, e dunque non si opererà la deduzione in 18 anni, ma semmai la deduzione in base alla vita utile attribuita civilisticamente (similmente agli oneri pluriennali).
    Poichè però spesso la registrazione ed i rinnovi sono semplicemente annuali e per importi modesti reputo che il costo possa tranquillamente non essere capitalizzato, ma semmai passare da conto economico.

    Il vero e proprio sito web (inteso quale agglomerato di codice) personalmente lo intendo quale software e come tale lo tratto.
    Civilisticamente dunque non posso che definirne la durata secondo i criteri economico-tecnici, mentre fiscalmente mi è concesso ammortizzarlo in due anni. Spesso la valutazione civilistica si "adagia" sul periodo concesso fiscalmente, perchè in effetti due anni possono essere una corretta stima della vita utile di un sito web.

    Il fatto che il sito web sia autoprodotto, non cambia la destinazione nello stato patrimoniale di quell'insieme di costi (immobilizzazioni immateriali). A differenza dell'acquisto da terzi, la capitalizzazione avverrà però utilizzando il particolare meccanismo delle "costruzioni in economia" che coinvolgono alcuni apposite voci del conto economico.



    Paolo
    Ultima modifica di i2m4y; 17-03-09 alle 11:02

  4. #4
    Esperto L'avatar di shapur
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    Eraclea (VE)
    Messaggi
    1,187
    Segui shapur su Twitter Aggiungi shapur su Facebook Aggiungi shapur su Linkedin Visita il canale Youtube di shapur
    Sei stato gentilissimo. Vado a metabolizzare. Poi magari mi faccio risentire.
    Nel frattempo, grazie mille.
    Ciao.
    Avvocato presso il Foro di Venezia
    www.eraclea.us www.avvocati.venezia.it

  5. #5
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Messaggi
    1

    Dominio : Proprietà o Concessione all'utilizzo ?

    Io ho un dubbio....ho la necessità di "passare" un dominio da persona fisica (che lo ha pagato di tasca propria) a società (soggetto IVA). Pensavo di fare una semplice ricevuta per giustificare contabilmente la transazione e rimborsare la persona....ma al momento di scrivere la ricevuta mi è venuto un dubbio...che cos'è veramente un dominio ? Ovvero stò veramente trasferendo una proprietà oppure si tratta solo di un diritto di utilizzo acquisito per un determinato periodo di tempo (fino a scadenza della registrazione) ?
    Grazie.

  6. #6
    Moderatore L'avatar di michelini
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Cittadella (Padova)
    Messaggi
    1,159
    Credo non vi siano problemi ad emettere, come privato, la ricevuta per quanto riceve in cambio della cessione del diritto ad utilizzare in esclusiva il dominio in questione.
    MODPartita Iva
    DOTTORE COMMERCIALISTA www.mauromichelini.it
    Consulenza contabile e fiscale anche on-line a distanza

+ Rispondi alla Discussione

Tag per Questa Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.