+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 8 di 8

Da Hostgator a Siteground: è la scelta giusta?

Ultimo Messaggio di Flame Networks il:
  1. #1
    User
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Ischia
    Messaggi
    28

    Da Hostgator a Siteground: è la scelta giusta?

    Buongiorno, è mia intenzione passare da HostGator a Siteground per vari motivi:
    1) l'assistenza del primo sito di hosting è meno precisa ed i tempi di attesa sono ormai interminabili;
    2) tante volte ho dovuto combattere con problemi vari legati al server Hostgator.
    3) molti siti autorevoli consigliano SiteGround ma, ahimè, proponendo anche referral links.

    Proprio per la seconda parte del punto 3), vorrei chiedervi un consiglio in merito riportando di seguito i dati del mio sito:
    TuttoApp-Android dot com, di cui sono admin, conta 1000 visite uniche al giorno (in passato fino a 9000), 700 articoli, tante (forse troppe) immagini, tempi di caricamento inferiori ai 3 secondi (la media dovrebbe essere di circa 1,5 secondi, ottenuta con tanta fatica, il cambio tema, l'utilizzo di W3, di CloudFlare e di codici CSS ottimizzati). Su Hostgator ho il baby plan, su Siteground avrei il GrowBig.
    Cosa mi consigliate di fare? I costi sono gli stessi, il tempo da investire per il cambiamento abbastanza.

  2. #2
    Moderatore L'avatar di francois007
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    Debian City
    Messaggi
    916
    Segui francois007 su Twitter Aggiungi francois007 su Facebook
    A me sembrano molto in overselling... poi se i costi sono gli stessi non vedo il motivo di cambiare!
    Per l'assistenza nessuno fa miracoli e risponde nel giro di un minuto, me compreso!

    Saluti.

  3. #3
    User L'avatar di Flame Networks
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Napoli
    Messaggi
    163
    Segui Flame Networks su Twitter Aggiungi Flame Networks su Google+ Aggiungi Flame Networks su Facebook Aggiungi Flame Networks su Linkedin Visita il canale Youtube di Flame Networks
    L'assistenza di Siteground dovrebbe essere più puntuale, almeno da quanto si legge in giro.
    Sono comunque entrambi hosting condivisi, per cui non ci si può aspettare prestazioni di alto livello. Probabilmente, tra i due, Hostgator applica un overselling maggiore.

    Ciao!

  4. #4
    Moderatore L'avatar di vhosting
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Palermo
    Messaggi
    2,849
    Aggiungi vhosting su Facebook
    Ciao,

    tralasciando il discorso assistenza che e' stato abbondantemente discusso, il pregio di siteground e' anche di avere server in Europa, quindi sicuramente, il sito web ne risentira' positivamente rispetto che hostgator.

    Facci sapere su cosa ricadra' la tua scelta

    Ciao.

  5. #5
    User
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Ischia
    Messaggi
    28
    Citazione Originariamente Scritto da vhosting Visualizza Messaggio
    Ciao,

    tralasciando il discorso assistenza che e' stato abbondantemente discusso, il pregio di siteground e' anche di avere server in Europa, quindi sicuramente, il sito web ne risentira' positivamente rispetto che hostgator.

    Facci sapere su cosa ricadra' la tua scelta

    Ciao.
    Sicuro che abbia i server in Europa?
    Ho letto che volevano spostarsi in America anche loro.

  6. #6
    Moderatore L'avatar di francois007
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    Debian City
    Messaggi
    916
    Segui francois007 su Twitter Aggiungi francois007 su Facebook
    Sono già negli USA, a molti è sfuggito un comunicato ufficiale dell'azienza http://blog.siteground.com/chicago-d...ter-migration/

  7. #7
    User L'avatar di JACKO'S WEBSOLUTIONS
    Data Registrazione
    Oct 2014
    Località
    Trento
    Messaggi
    474
    Si quest' estate hanno effettuato la migrazione

  8. #8
    User L'avatar di Flame Networks
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Napoli
    Messaggi
    163
    Segui Flame Networks su Twitter Aggiungi Flame Networks su Google+ Aggiungi Flame Networks su Facebook Aggiungi Flame Networks su Linkedin Visita il canale Youtube di Flame Networks
    In quel comunicato si parla comunque di "US-based accounts" coinvolti nel cambio di Datacenter, infatti il Datacenter ad Amsterdam è rimasto attivo.

+ Rispondi alla Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.