Salve a tutti.
Sono nuovo del forum e dopo aver letto i post nei quali ho trovato chiarezza e delucidazioni su tutti quelli che erano i miei dubbi maggiori, non posso che esprimere i miei complimenti a Giorgio Tave e quanti partecipano attivamente al mantenimento di queste pagine.
Vorrei sottoporre, a chiunque abbia la possibilità di aiutarmi, un quesito.
La mia idea è quella di affiancare al mio attuale lavoro a tempo indeterminato, un’attività di e-commerce al dettaglio di prodotti elettronici da vendere, almeno per l’inizio, mediante aste elettroniche (usufruendo quindi del servizio di un portale come ad esempio eBay).
Sono andato alla ricerca del corretto codice attività nel sito dell’agenzia delle entrate e
dalla ricerca effettuata mi sembra che i codici utilizzabili per vendite al dettaglio via Internet siano soltanto i seguenti:

• G52.63.6 Case d’asta al dettaglio e vendite all’asta via Internet;
• G52.61.4 Commercio al dettaglio di prodotti non alimentari effettuato via Internet;

Il primo sembrerebbe il più adatto per le aste via Internet, infatti il secondo esclude dalla classe 52.61 sia le vendite di servizi, che le aste al dettaglio via Internet.
Se io commercializzassi i prodotti contemporaneamente tramite un mio sito, non basato su aste, che mediante ebay, dovrei utilizzare tutti e due i codici per aprire l’attività?
Qualcuno mi sa dire se esistono studi di settore in merito a questo tipo di iniziative imprenditoriali?
Grazie in anticipo a chiunque mi darà una mano.
Ciao.