+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 44 di 44

Cosa serve esattamente per aprire un e-commerce?

Ultimo Messaggio di michelini il:
  1. #1
    Utente Premium
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Località
    roma
    Messaggi
    411

    Cosa serve esattamente per aprire un e-commerce?

    Buon giorno,
    ho effettuato diverse ricerche sul web, ma ho ottenuto risultati diversi riguardo a questa problematica: vorrei sapere cosa serve, esattamente, per aprire un e-commerce online.
    Occorre una p. I.V.A. ? Oppure esistono dei modi per evitare di aprire inutilmente una p.iva che non frutterebbe, in alcuni casi, nessuna entrata.
    E se, necessariamente, occorre aprire una p.iva che tipo di p.iva dovrei aprire se volessi vendere online prodotti alimentari e prodotti di mia creazione (quai gadgets e roba simile) ?

    Grazie per il vostro supporto.

  2. #2
    Moderatore L'avatar di Webtronic
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Montemarciano (Arezzo)
    Messaggi
    1,353
    Aggiungi Webtronic su Linkedin
    Citazione Originariamente Scritto da Tarab Visualizza Messaggio
    Occorre una p. I.V.A. ?
    Come già detto diverse volte, in Italia la partita iva è obbligatoria per tutte le attività imprenditoriali (quindi per tutte le attività svolte in modo continuativo).
    In pratica se hai "intenzioni serie" devi aprirla (il che fra l'altro è molto semplice e puoi sempre chiuderla). Se invece ti limiti a vendere pochi oggetti all'anno non serve.

  3. #3
    Utente Premium
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Località
    roma
    Messaggi
    411
    Citazione Originariamente Scritto da Webtronic Visualizza Messaggio
    ......
    Se invece ti limiti a vendere pochi oggetti all'anno non serve.
    Potresti spiegarti meglio?
    Questa opzione mi andrebbe bene per valutare se ne vale la pena o meno aprire una p.iva.
    Attendo tue risposte, grazie.

  4. #4
    Moderatore L'avatar di Webtronic
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Montemarciano (Arezzo)
    Messaggi
    1,353
    Aggiungi Webtronic su Linkedin
    Citazione Originariamente Scritto da Tarab Visualizza Messaggio
    Potresti spiegarti meglio?
    Questa opzione mi andrebbe bene per valutare se ne vale la pena o meno aprire una p.iva.
    Attendo tue risposte, grazie.
    La legge italiana, perlomeno in questo caso, è abbastanza elastica e usa quel concetto di "continuativo" che lascia un po' di spazio all'interpretazione. In pratica se vendi anche 1 spillo al giorno si tratterebbe di attività imprenditoriale e quindi soggetta all'obbligo p.iva se invece vendi "ogni tanto" qualcosa non ne hai bisogno.
    Attento però a non partire con il piede sbagliato: l'approccio "ci provo e poi se va bene.." è, secondo me, sbagliato. Metti su un "mini-business online" tanto per divertirti o vuoi farne una fonte di reddito? Sono due cose diverse: qualche volta accade sì, che dallo scherzo si passi ad una attività vera e propria ma nel 99% delle volte per fare un'attività professionale bisogna crederci e da subito.

  5. #5
    Utente Premium
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Località
    roma
    Messaggi
    411
    Quello che dici è giusto in tutto e per tutto.
    Ma il problema è proprio questo: spesso non è possibile rischiare per qualcosa di astratto o cimentarsi in un campo oramai saturo quale può essere il web, l'abbigliamento, ecc.
    Quello che vorrei fare io è un e-commerce attraverso il quale vendere prodotti propri. Perciò pensavo di valutarne il ricavo (e quindi anche il successo o meno) proprio facendo prima una prova per poi, in caso positivo, passare ad aprire una p.iva.
    Uno dei punti a sfavore del web è che non esistono verità oggettive: per questo mi sono rivolto in questo forum, ricco di gente preparata su ogni settore, per cercare di avere delle informazioni esatte.
    Tornando all'oggetto del topic: 1)in questo modo quindi (cioè senza aprire per il momento una p.iva) sarei tutelato da eventuali sanzioni o simili?
    2) sapresti dirmi, per sommi capi, quanto costerebbe aprire una p.iva?

    Ti ringrazio per il tuo intervento assai utile.

  6. #6
    Moderatore L'avatar di Webtronic
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Montemarciano (Arezzo)
    Messaggi
    1,353
    Aggiungi Webtronic su Linkedin
    Citazione Originariamente Scritto da Tarab Visualizza Messaggio
    1)in questo modo quindi (cioè senza aprire per il momento una p.iva) sarei tutelato da eventuali sanzioni o simili?
    Sei tutelato se non svolgi vendita in modo continuativo.
    2) sapresti dirmi, per sommi capi, quanto costerebbe aprire una p.iva?
    No, non te lo so dire con esattezza. Non è comunque un costo per il quale vale la pena preoccuparsi. Ti consiglio vivamente di fare un salto alla camera di commercio della tua zona(o da un'associazione di commercianti/esercenti) dove senza farti pagare ti possono chiaririe tutti i dubbi sui costi e modalità delle operazioni di apertura p.iva.

  7. #7
    Utente Premium
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Località
    roma
    Messaggi
    411
    Ancora grazie.
    Un'ultima cosa: dove posso trovare un documento ufficiale che attesti quanto hai detto tu, riguardo al fatto di poter vendere senza p.iva se non in modo continuativo? In modo da avere un qualcosa da esibire nel malaugurato caso in cui le cose non andassero bene.

  8. #8
    Moderatore L'avatar di Webtronic
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Montemarciano (Arezzo)
    Messaggi
    1,353
    Aggiungi Webtronic su Linkedin
    Citazione Originariamente Scritto da Tarab Visualizza Messaggio
    Ancora grazie.
    Un'ultima cosa: dove posso trovare un documento ufficiale che attesti quanto hai detto tu, riguardo al fatto di poter vendere senza p.iva se non in modo continuativo? In modo da avere un qualcosa da esibire nel malaugurato caso in cui le cose non andassero bene.
    Non esiste un "documento ufficiale" da poter esibire che ti esime dall'obbligo di partita iva. Esiste la definizione di Imprenditore come da codice civile, che ovviamente è ufficiale. E secondo questa definizione se vendi in modo occasionale alcuni prodotti non sei un imprenditore.
    Ti ripeto che se vuoi fare le cose "sul serio" la partita iva la devi aprire. Se vuoi solo provare a vendere tre o quattro prodotti su ebay invece ne puoi fare a meno. Il senso è proprio questo. Non è che puoi trovare un documento che ti esime dall'obbligo... l'obbligo c'è a meno che tu non voglia vendere (per ora magari) in modo occasionale. Più chiaro di così non mi riesce.

  9. #9
    Utente Premium
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Località
    roma
    Messaggi
    411
    Era appunto ciò che chiedevo: una fonte ufficiale, come appunto il relativo articolo del codice civile, che desse questa definizione.
    Specifico che è mia intenzione operare legalmente nelle vendite, ma è anche mia intenzione capire al meglio il da farsi prima di lanciarmi in cose difficili poi da gestire e/o mantenere.
    Ti ringrazio ancora per le spiegazioni esaustivi.
    Alla prossima.

  10. #10
    Moderatore L'avatar di Webtronic
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Montemarciano (Arezzo)
    Messaggi
    1,353
    Aggiungi Webtronic su Linkedin
    Citazione Originariamente Scritto da Tarab Visualizza Messaggio
    Ti ringrazio ancora per le spiegazioni esaustivi.
    Alla prossima.
    Ciao e in bocca al lupo ;-)

  11. #11
    User Newbie
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    4
    Citazione Originariamente Scritto da Webtronic Visualizza Messaggio
    Non esiste un "documento ufficiale" da poter esibire che ti esime dall'obbligo di partita iva. Esiste la definizione di Imprenditore come da codice civile, che ovviamente è ufficiale. E secondo questa definizione se vendi in modo occasionale alcuni prodotti non sei un imprenditore.
    Salve a tutti,

    si potrebbe avere un'interpretazione più approfondita del messaggio sopra quotato?Mi spiego meglio: cosa si intende, in termini pratici, per occasionale?
    Ringrazio anticipatamente per le eventuali risposte.

  12. #12
    Moderatore L'avatar di Webtronic
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Montemarciano (Arezzo)
    Messaggi
    1,353
    Aggiungi Webtronic su Linkedin
    Per lo stato italiano imprenditore è "Chi esercita professionalmente un'attività economica organizzata, al fine della produzione o dello scambio di beni o di servizi".

  13. #13
    User Newbie
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    4
    Ringrazio Webtronic per la pronta risposta ma il dubbio permane: vorrei comprendere cosa intende il fisco per "occasionale" ossia quali sono i requisiti affinchè lo Stato non ti possa riconoscere imprenditore svolgendo un'attività che non sia professionale e che pertanto esonera dagli adempimenti a cui è soggetto la figura dell'imprenditore.
    Nuovamente grazie per la cortese attenzione.

  14. #14
    Moderatore L'avatar di Webtronic
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Montemarciano (Arezzo)
    Messaggi
    1,353
    Aggiungi Webtronic su Linkedin
    Prima ti ho indicato cosa dice la legge.. ora ti dico la mia (personale) interpretazione. Credo si debba fare un esame di coscienza e riflettere: voglio che sia un'attività che mi consenta di vivere o che comunque mi dia degli introiti in modo abbastanza regolare? Se la risposta è sì, vuol dire che si vuole avviare un'attività professionale.
    Spesso le leggi sono volutamente "vaghe" per non essere troppo rigide e per essere il più possibile universali. Se io ho uno stock di 100 paia di scarpe che vendo oggi e poi non lo farò più, per esempio, si può (a volte) dire che non si tratta di attività profesisonale e che la vendita non è soggetta a determinati obblighi in quanto è vendita fra privati. D'altro canto è vero che se io bendo uno spillo al giorno per due anni è difficile dire che non ho obblighi e che lo sto fvcendo occasionalmente.
    Rimane di solito il dubbio: ma se io non so quanto venderò? Beh.. qui ci sarebbe da parlare molto.. quali sono gli obiettivi? E se poi non vendo niente? Non c'è alternativa: un minimo di pianificazione va fatta. Sono io che devo decidere se voglio che sia un'attività professionale. la legge ti lascia la possibilità di iniziare senza grandi obblighi.. ma un minimo di rischio d'impresa va accettato.

  15. #15
    User Newbie
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    4
    Grazie Webtronic,

    più chiaro di così non potevi espimerti.Era proprio quello che cercavo di capire.Dato che l'attività imprenditoriale oggi come oggi risulta alquanto incerta visto l'andamento dell'economia ma in particolar modo data la saturazione del mercato che ahimè offre poche prospettive a chi vorrebbe cimentarsi in una nuova avventura commerciale.D'altronde avendo una retribuzione mensile fissa che comunque permette di sopravvivere sarebbe rischioso, oserei dire troppo rischioso, mollare tutto e provare ad organizzare qualcosa che possa far cambiare ecnomicamente la propria vita.Ed è per questo che opterei inizialmente su qualcosa che non vada ad intaccare totalmente la mia situazione finanziaria ossia una sorta di trampolino di lancio che aiuti a tastare con mani proprie l'andamento generale.Cioè, per riprendere il tuo esempio, vendere magari 100 paia di scarpe e poi chissà ma senza gravarsi degli oneri fiscali che il tutto comporterre se fosse svolto a livello professionale.

  16. #16
    User L'avatar di Tomcat
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    AR
    Messaggi
    774
    Citazione Originariamente Scritto da beautifulrose Visualizza Messaggio
    Ed è per questo che opterei inizialmente su qualcosa che non vada ad intaccare totalmente la mia situazione finanziaria ossia una sorta di trampolino di lancio che aiuti a tastare con mani proprie l'andamento generale.Cioè, per riprendere il tuo esempio, vendere magari 100 paia di scarpe e poi chissà ma senza gravarsi degli oneri fiscali che il tutto comporterre se fosse svolto a livello professionale.
    L'esempio delle scarpe forse ti sta portando fuori strada.
    Il trampolino di cui parli non esiste nè nel nostro ordinamento giuridico nè (soprattutto) nella prassi degli uffici fiscali preposti al controllo.

    Se vendi 100 paia di scarpe al ritmo di 1/2 a giorno a 100 clienti diversi e lo fai per tutto l'arco dell'anno senza regolarizzare la tua posizione di imprenditore secondo me sei completamente fuori legge.

    Webtronic si riferiva ad un'attività svolta in via eccezionale, una tantum.

    Una cosa è vendere oggetti personali che non si sono acquistati allo scopo, un'altra è acquistare beni nel mercato per farne oggetto di commercio, anche se occasionale. In quest'ultimo caso tra acquisti non contabilizzati, vendite non contabilizzate, evasione contributiva e iva non vorrei essere nei tuoi panni quando ti beccano ...

  17. #17
    User Newbie
    Data Registrazione
    Apr 2009
    Messaggi
    4
    Citazione Originariamente Scritto da Tomcat Visualizza Messaggio
    Una cosa è vendere oggetti personali che non si sono acquistati allo scopo, un'altra è acquistare beni nel mercato per farne oggetto di commercio, anche se occasionale. In quest'ultimo caso tra acquisti non contabilizzati, vendite non contabilizzate, evasione contributiva e iva non vorrei essere nei tuoi panni quando ti beccano ...
    Non è mia intenzione evadere il Fisco in nessun modo...ed è proprio per questo motivo che, prima di muovere passi falsi, cercavo di documentarmi a proposito della vendita occasionale.Come già accennato pur essendo un dipendente del settore privato sono molto attratto dal commercio ed in particolar modo dalla sua variante elettronica.Per cui vorrei fare una prova di come risponde il mercato alle mie proposte.Ma prima di aprire la partita Iva, chiedere autorizzazioni e sottoscrivere iscrizioni appunto volevo capire quali sono le alternative.Pongo a questo punto un secondo esempio.Se le paia diventassero 10 cosa succede?
    Grazie di nuovo per le risposte

  18. #18
    User Newbie
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    2
    Buongiorno a tutti, è la prima volta che scrivo in questo forum, chiedo scusa in anteprima se sbaglio in qualcosa.
    Ho letto questa discussione come tante altre nel forum alla ricerca di una risposta al mio problema e, non so se va bene, ho pensato di inserirmi qui per gli argomenti che sembrano similari al mio.
    Premetto che ho già una partita iva aperta come procacciatore di affari "di vari prodotti senza prevalenza di alcuno" da gennaio 2009.
    Vorrei aprire un sito internet per vendere articoli di hobbistica, oltre che proporre mie creazioni sempre in vendita. Per quanto riguarda i fornitori ho un paio di contatti.
    La mia idea sarebbe di non creare un magazzino, ma di comprare man mano che si verificano gli ordini, praticamente lavorare sul venduto avvisando il cliente preventivamente sulla tempistica delle consegne.
    Cosa mi conviene fare fiscalmente?
    Devo aggiungere subito sulla partita iva il codice relativo alla vendita al dettaglio in internet mantenendo per ora come attività prevalente quella di procacciatore?
    Cambia qualcosa fiscalmente se non inserisco il carrello sul sito ma propongo la vendita tramite mail o fax?
    Grazie per la cortese risposta.
    Cordiali saluti.

  19. #19
    User L'avatar di Tomcat
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    AR
    Messaggi
    774
    Ciao e benvenuto nel forum innanzitutto

    Citazione Originariamente Scritto da Arcobaleno58 Visualizza Messaggio
    Cosa mi conviene fare fiscalmente?
    Devo aggiungere subito sulla partita iva il codice relativo alla vendita al dettaglio in internet mantenendo per ora come attività prevalente quella di procacciatore?
    più che di convenienza credo si tratti di un obbligo preciso quello di adeguare la partita iva a quello che è effettivamente il business svolto.
    Il codice "procacciatore di affari" non ti consente di commerciare

    Citazione Originariamente Scritto da Arcobaleno58 Visualizza Messaggio
    Cambia qualcosa fiscalmente se non inserisco il carrello sul sito ma propongo la vendita tramite mail o fax?
    Si tratta di commercio elettronico quando la vendita ( il contratto) si conclude per via telematica , indipendentemente dalla forma di pagamento e dal tipo di consegna. Direi quindi che da questo punto di vista non cambia nulla.

  20. #20
    User Newbie
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    2
    Ciao,
    grazie mille per la tua risposta, quindi appena ho il dominio e l'abbonamento hosting confermato (pensavo Aruba) vado a fare la variazione sulla partita iva e inserisco il nuovo codice.
    Comunque finchè l'attività in e-commerce non avrà frutti posso lasciare come prevalente quella di proccaciatore e eventualmente cambiare dopo?

    Grazie ancora.
    Ciao.
    Ultima modifica di Samyorn; 18-05-09 alle 21:59 Motivo: Curare l'uso delle maiuscole e della punteggiatura.

  21. #21
    User L'avatar di Tomcat
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    AR
    Messaggi
    774
    In questi casi è sempre meglio sentire un commercialista o comunque un esperto. Io comincerei da lì.

  22. #22
    User L'avatar di Salla88
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Messaggi
    17
    Ho letto tutto quello che avete scritto..

    Aggiungo una domanda che potrebbe servire a qualche lettore (è una mia curiosità) Una volta che uno apre un sito di e-commerce, gli basta la partita Iva? Oppure deve registrarsi al registro delle imprese?

    Se uno acquista beni e poi li rivende lavorati, si può scaricare le tasse dall'acquisto sul venduto? Rispondete senza fretta.
    Ultima modifica di Samyorn; 18-05-09 alle 21:58 Motivo: Curare l'uso delle maiuscole.

  23. #23
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    1
    salve sono un fratello con diùubbi sul commercio della propria sorella, il dubbio che mi assale sarebbe questo:
    mia sorella è molto brava nel costruire gioielli con svarowky e vorrebbe aprire un negozio on line(ecommerce), ora la domanda è se produce questi "gioielli" per poi metterli in vetrina per venderli serve qualche tipo di fatturazione ? partita iva??? attendo vostre risposte grazie X)

  24. #24
    Moderatore L'avatar di Webtronic
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Montemarciano (Arezzo)
    Messaggi
    1,353
    Aggiungi Webtronic su Linkedin
    Ciao Faxo, basta che tu legga un po' le risposte in questo thread per chiarirti il tuo dubbio.

  25. #25
    User
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    19
    Citazione Originariamente Scritto da Salla88 Visualizza Messaggio
    Una volta che uno apre un sito di e-commerce, gli basta la partita Iva? Oppure deve registrarsi al registro delle imprese?
    casomai il contrario prima apri partita iva , fai la comunicaz al comunie e i ti iscrivi alla camera di comemrcio (che ormai si fanno tutte e tre con una sola comunicazione)
    a quel punto apri il sito ecommerce


    Citazione Originariamente Scritto da Salla88 Visualizza Messaggio
    Se uno acquista beni e poi li rivende lavorati, si può scaricare le tasse dall'acquisto sul venduto?
    non ho capito

  26. #26
    User
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Messaggi
    19
    Citazione Originariamente Scritto da beautifulrose Visualizza Messaggio
    .Ed è per questo che opterei inizialmente su qualcosa che non vada ad intaccare totalmente la mia situazione finanziaria ossia una sorta di trampolino di lancio che aiuti a tastare con mani proprie l'andamento generale.Cioè, per riprendere il tuo esempio, vendere magari 100 paia di scarpe e poi chissà ma senza gravarsi degli oneri fiscali che il tutto comporterre se fosse svolto a livello professionale.
    acquistare per rivendere è un'attività commerciale preculsa ai privati , in NESSUN caso possono accquistare merce allo scopo di rivenderela
    quindi di fatto non lo puoi fare neanche per un solo paio di scarpe

    se vuoi tentare lo stesso è a tuo rischio e pericolo

    considerando che :
    - aprire una pi come ditta individuale non costa nulla ZERO euro
    - l'iscrizione alla camare di commercio costa solo 88euro ed è scontata alla metà il primo anno
    - ci sono regimi agevolati per le attività minori rivolte proprio alla microimpresa con ridotta fatturazione e per le quali le tasse sono al minimo e danno anche sovvenzioni (x es per 700euro x l'acquisto di pc) e tutoraggio gratuito (commercialista) presso l'agenzia entrate

    in pratica paghi solo l'inps ma quella non è una tassa è la tua pensione teoricamente son soldi che ti ritorneranno


    mi pare evidente che un ottimo trampolino di lancio usando le vie legali ESISTE

    chi, nonostante questo, preferisce far finta di non vederlo e procedere in nero deve anche essere consapevole della propria posizione illegale e del fatto che sta creando concorrenza sleale verso chi, adiffernza di lui, opera in piena regola
    Ultima modifica di dulca; 10-06-09 alle 18:49

  27. #27
    Moderatore L'avatar di michelini
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Cittadella (Padova)
    Messaggi
    1,157
    Segnalo che dal 1° aprile 2010 si potranno iscrivere le nuove ditte solo con la ComUnica, ossia una pratica telematica unificata che consente di iscrivere, con un unica trasmissione, la nuova ditta sia all'Agenzia delle Entrate per l'attribuzione della Partita IVA, sia alla Camera di Commercio e quindi all'INPS ed eventualmente all'INAIL.

    Questa nuova modalità è già attiva ma è ancora facoltativa rispetto ai sistemi tradizionali.

    Per le attività di e-commerce, da aprire fuori dalla Lombardia, si pone il problema del com6bis: con la ComUnica bisognerà attendere i 30 gg. dalla presentazione del modulo in Comune prima di iscrivere la ditta. Non si potrà più ottenere la partita IVA prima dell'iscrizione alla Camera di Commercio e poco dopo la presentazione del com6bis.

    Speriamo che tutte le regioni adottino il sistema lombardo che semplifica di molto le nuove attività di e-commerce.
    MODPartita Iva
    DOTTORE COMMERCIALISTA www.mauromichelini.it
    Consulenza contabile e fiscale anche on-line a distanza

  28. #28
    Moderatore L'avatar di michelini
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Cittadella (Padova)
    Messaggi
    1,157
    Rettifico quello che ho scritto qui sopra: è possibile ottenere subito la partita IVA anche con la ComUnica. Basta indicare alla CCIAA che la ditta non è attiva e trascorsi i 30 gg. si comunicherà che l'attività ha inizio effettivo.
    MODPartita Iva
    DOTTORE COMMERCIALISTA www.mauromichelini.it
    Consulenza contabile e fiscale anche on-line a distanza

  29. #29
    User
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Località
    romagna
    Messaggi
    80
    Ciao a tutti,

    ho letto il thred e avrei anch'io una domanda da fare inerente al discorso:

    premetto che ho gia una partita iva con rispettiva attività avviata da un anno non e-commerce ma un negozio vero e proprio di fiori e piante. Spesso mi arrivano degli ordini telefonici da diverse parti d'europa per consegne di persone per ora fidate che conosco, il mio dubbio è: se le richieste arrivassero anche da gente che io non conosco e quindi i pagamenti vorrei che avvenissero tramite paypal e anche gli ordini arrivassero tramite mail, la mia si trasformerebbe in un e-commerce?

    Grazie in anticipo.

    Gisky.

  30. #30
    Moderatore L'avatar di Webtronic
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    Montemarciano (Arezzo)
    Messaggi
    1,353
    Aggiungi Webtronic su Linkedin
    Salve,
    sicuramente si tratta di "vendite a distanza", quindi vale la relativa regolamentazione. Scondo me non è da considerarsi propriamente un e-commerce (anche se alcuni potrebbero interpretare diversamente):

  31. #31
    Moderatore L'avatar di michelini
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Cittadella (Padova)
    Messaggi
    1,157
    Sì è vendita a distanza.
    L'utilizzo dell'e-mail non necessariamente configura la transazione come e-commerce.
    MODPartita Iva
    DOTTORE COMMERCIALISTA www.mauromichelini.it
    Consulenza contabile e fiscale anche on-line a distanza

  32. #32
    User
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Località
    romagna
    Messaggi
    80
    Grazie per avermi risposto,
    stamattina trovandomi dal commercialista per pratiche inerenti al negozio, ho esposto lo stesso dilemma e da quello che ho potuto capire non si tratta di commercio online ma solo di un tipo di pagamento per la vendita effettuata.

    Spero di aver capito bene!

    Grazie ancora.

  33. #33
    User L'avatar di Tomcat
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    AR
    Messaggi
    774
    Citazione Originariamente Scritto da gisky80 Visualizza Messaggio
    Grazie per avermi risposto,
    stamattina trovandomi dal commercialista per pratiche inerenti al negozio, ho esposto lo stesso dilemma e da quello che ho potuto capire non si tratta di commercio online ma solo di un tipo di pagamento per la vendita effettuata.
    Da un punto di vista strettamente giuridico, quando il contratto si conclude online (basta uno scambio di emails) si tratta di vendita a distanza con tutto quel che ne consegue, su questo non c'è dubbio.

    Ai fini della conclusione del contratto nulla importa come si è svolto (o come si dovrà svolgere) il pagamento. Fai attenzione a questo aspetto.

  34. #34
    User
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Località
    romagna
    Messaggi
    80
    Da un punto di vista strettamente giuridico, quando il contratto si conclude online (basta uno scambio di emails) si tratta di vendita a distanza con tutto quel che ne consegue, su questo non c'è dubbio.

    Ai fini della conclusione del contratto nulla importa come si è svolto (o come si dovrà svolgere) il pagamento. Fai attenzione a questo aspetto.
    con questo vuoi dire che se mi chiamano o mi mandano un email dal palazzo difronte perchè non hanno voglia di uscire per una consegna, si trata di commercio online?!

    Sto cercando di capirci quando piu' possibile perche' mi piace essere in regola, percio' grazie!

  35. #35
    User L'avatar di Tomcat
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    AR
    Messaggi
    774
    Citazione Originariamente Scritto da gisky80 Visualizza Messaggio
    con questo vuoi dire che se mi chiamano o mi mandano un email dal palazzo difronte perchè non hanno voglia di uscire per una consegna, si trata di commercio online?!
    Se ti inviano una proposta di acquisto via email e tu la accetti rispondendo hai concluso una vendita a distanza. Non mi pare di aver scoperto nulla...

    D'altra parte occorre un punto di divisione tra vendite tradizionali ed a distanza. Questo è il luogo ove si perfeziona il contratto.

  36. #36
    User
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Località
    romagna
    Messaggi
    80
    Grazie Tomcat della delucidazione.Mi permetto di chiederti un' ultima cosa:
    se io effettuo,saltuariamente, delle vendite come sopra spiegato, non entro nella categoria del commercio online o si?!

    Grazie!

  37. #37
    User L'avatar di Tomcat
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    AR
    Messaggi
    774
    Come dicevo, tecnicamente effettui vendite a distanza. All'atto pratico non credo che ti cambi nulla soprattutto se la cosa è sporadica e non è la tua attività principale.

  38. #38
    User
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Località
    romagna
    Messaggi
    80
    Gazie ancora Tomcat.

    Come in ogni sezione di questo forum devo farvi i complimenti per la competenza e gentilezza.

    Gisky.

  39. #39
    User L'avatar di YouPixel
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    napoli
    Messaggi
    66

    Salve,

    Bisogna avere partita iva , creare un sito ecommerce avere i prodotti da vendere e tutti gli strumenti ... ci sono aziende che offrono tutti i servizi .. volendo anche i loro prodotti da vendere sul web.

  40. #40
    Utente Premium L'avatar di Eugene
    Data Registrazione
    May 2005
    Località
    Dagobah
    Messaggi
    616
    Segui Eugene su Twitter Aggiungi Eugene su Google+ Aggiungi Eugene su Facebook
    Citazione Originariamente Scritto da Tomcat Visualizza Messaggio
    Citazione Originariamente Scritto da gisky80 Visualizza Messaggio
    con questo vuoi dire che se mi chiamano o mi mandano un email dal palazzo difronte perchè non hanno voglia di uscire per una consegna, si trata di commercio online?!
    Se ti inviano una proposta di acquisto via email e tu la accetti rispondendo hai concluso una vendita a distanza. Non mi pare di aver scoperto nulla...

    D'altra parte occorre un punto di divisione tra vendite tradizionali ed a distanza. Questo è il luogo ove si perfeziona il contratto.
    Buongiorno.

    Non per sembrare polemico, ma non si sta facendo confusione tra e-commerce e vendita a distanza?
    Mi sembra che le due cose siano differenti.
    <-- Fare. O non fare. Non c'è provare. --> www.yodastudio.com

  41. #41
    User L'avatar di Sèvero
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    75
    Citazione Originariamente Scritto da Eugene Visualizza Messaggio
    Non per sembrare polemico, ma non si sta facendo confusione tra e-commerce e vendita a distanza?
    Mi sembra che le due cose siano differenti.
    Sono la stessa cosa, o meglio l'ECommerce è una delle forme di vendita a distanza non è altro che la versione online delle classiche vendita a catalogo.

  42. #42
    User Newbie
    Data Registrazione
    May 2014
    Località
    catania
    Messaggi
    3

    In questo sito ci sono tutte le informazioni

    [...]
    Ultima modifica di vnotarfrancesco; 30-06-14 alle 09:01 Motivo: Spam

  43. #43
    User
    Data Registrazione
    Jul 2014
    Località
    napoli
    Messaggi
    21
    Se non guadagni almeno 5000-6000€ annui, non ti conviene aprire la Partita Iva! Ne graverebbe troppo sul guadagno a mio avviso!

  44. #44
    Moderatore L'avatar di michelini
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Cittadella (Padova)
    Messaggi
    1,157
    Ogni caso fa storia a sé, occorre valutare caso per caso.
    Evidentemente più bassi sono gli introiti più difficile è avere un guadagno netto interessante.
    MODPartita Iva
    DOTTORE COMMERCIALISTA www.mauromichelini.it
    Consulenza contabile e fiscale anche on-line a distanza

+ Rispondi alla Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.