+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 50 di 103

Rischio di causa legale per 1 fotografia

Ultimo Messaggio di hub il:
  1. #1
    User
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Bolzano
    Messaggi
    63

    Rischio di causa legale per 1 fotografia

    Buongiorno a tutti e grazie in anticipo a chi vorrà rispondere al quesito.


    Sto ricevendo via email (non pec) delle richieste da uno studio legale estero (in UE) per violazione del diritto d'autore. La violazione è l'utilizzo di 1 fotografia su un blog con AdSense (quindi uso commerciale). Probabilmente la violazione c'è, anche se l'immagine risulta piuttosto diffusa sul web ed utilizzata anche da altri siti senza specifiche di copyright, dai quali suppongo di averla presa (francamente non ricordo). La foto è un semplice panorama, senza marchi o altro, ma scattata da un fotografo professionista.


    La prima richiesta conteneva una lettera di "cease and desist" ed una richiesta danni di circa 1.000 euro, che per 1 fotografia utilizzata alcuni mesi mi sembra sproporzionato.
    Ho provveduto a rimuovere l'immagine ed ignorare ogni richiesta, mi sono guardato bene dal rispondere.


    Stanno insistendo con nuove email nelle quali chiedono sempre più soldi, siamo adesso a 3.000 euro, minacciando una causa nel Paese UE dove risiede il titolare del copyright. Per adesso nessuna lettera a/r ricevuta, ma a questo punto la aspetto, dato che nell'ultima c'è una scadenza oltre la quale faranno direttamente causa.


    So riconoscere lo spam, gli attori sono veri, le comunicazioni sono estremamente professionali e dettagliate, l'impostazione della cosa mi spaventa in quanto è evidente l'intento non conciliatorio, ma di fare più soldi possibili. Ipotizzo che sia una operazione "a tappeto" basata sulle verifiche di un noto servizio di tutela di diritti di immagini online che, a quanto ho letto, vive di richieste danni per violazioni di copyright.


    Avete qualche suggerimento?

  2. #2
    User
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    94
    Premesso che usare immagini altrui senza accertarsi di non infrangere il copyright di nessuno è una cosa che non si fa, tuttavia... pur senza essere un avvocato - e quindi prendi con beneficio di inventario - mi viene da pensare che:
    1) In caso, dovrebbero scriverti a mezzo PEC o raccomandata. Una mail normale, vale come una comunicazione scritta su carta igienica. E naturalmente, devono scriverti in italiano.
    2) Nel caso, se tu risiedi in Italia e lavori dall'Italia, dovrebbero farti causa nel paese dove hai commesso il "crimine" e cioè in Italia, e non in un paese a caso dell'UE dove torna comodo a loro. Se ci pensi bene, immaginare che per una violazione del copyright avvenuta in Italia, ti facciano causa (ad esempio) in Portogallo fa ridere i polli, ed anche fosse, il magistrato portoghese poi che fa? Invia una rogatoria internazionale? E se alla fine emettesse una sentenza di condanna in contumacia a tuo carico (e qui siamo già nel fantascentifico) poi manda l'esercito portoghese a prelevarti a casa? Ripeto, non sono un avvocato.
    3) Per caso si tratta di Getty ? Fai una ricerca su Internet, ne raccontano delle belle...
    Insomma, io inizierei a prenderli sul serio quando dovesse scrivere un avvocato italiano; altrimenti significa che semplicemente ci provano, ma che provare a intentarti realmente causa non gli varrebbe neppure il costo da sostenere per pagare l'avvocato italiano che ti scrive una lettera. Mia opinione, eh!

  3. #3
    User
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    milano
    Messaggi
    133
    quanto ai punti di macantoni rispondo in temini giuridici:
    1. la mail ordinaria non è cata igienica ma un mezzo di comunicazione ordinario, la funzione della pec e/o della racomandata a/r è la prova della ricezione da parte del destinatario.
    Detto questo, in giudizio la ricezione di una mail può essere provata in diversi modi.
    sull'obligo di scriveti in italiano, non risulta da nessuna parte, anzi, considerato che lui ha ipoteticamente preso l'immagine su un sito straniero il proprietario può ben pensare che lui sappia la lingua del sito..
    2.il procedimento giudiziario può bene essere radicato nello stato di appartenenza del soggetto che assume violato il suo diritto d'autore, non sto a spiegarti il perchè, dovrei entrare in dettagli di natura girudica molto tecnici ..
    Quindi se le richieste ti sembrano ben motivate vere, forse è il caso di fr controllare queste comunicazioni che ti arrivano da parte di un legale, cosi potrà analizzare il tuo caso specifico.

  4. #4
    User
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Bolzano
    Messaggi
    63
    Grazie a chi mi ha risposto, i due punti di vista appaiono abbastanza diversi. Per macantoni: non è Getty.

    I diritti non esclusivi di una piccola foto di un panorama hanno un costo di mercato minore di 10 euro. E' evidente che chiedere da subito oltre 1.000 euro di risarcimento sia una richiesta sproporzionata, ma anche il semplice parere legale di un avvocato che ne sappia di diritto internazionale, ha un costo che non è ragionevole in rapporto all'infrazione. Mi sembra inoltre di capire che in causa il titolare del copyright può chiedere al giudice cifre assurde di risarcimento, ecco che la cosa assume proporzioni gigantesche. Ovvio che la parte lesa ha diritto di chiedere quanto ritenga opportuno, ma mi chiedo (e vi chiedo) se e come è tutelato un cittadino UE di fronte ad una situazione del genere.
    In caso di citazione, come la vedreste una denuncia per truffa alla Pol.post?

  5. #5
    User
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    milano
    Messaggi
    133
    prima cosa, evidentemente chi ha scattato la foto e chi lo difende non pensa che i diritti legati a quella immagine siano esclusivi.
    L'entità della richiesta a titolo di risarcimento deve essere motivata altrimenti è infondata! Di contro chi riceve la richiesta può dimostrare che l'enitità della richiesta è troppo alta.

    Sull'avvocato che ne sappia di "diritto internazionale" come dici tu, fai conto che si parla di questioni di competenza girusidizionale, cosa che hanno studiato tutti gli avvocati e sulla quale tutti dovrebbero saperti rispondere (si spera). Il costo ovviamente è commisurato alla difficoltà del quesito e ll'eventuale assitenza data.

    Un cittadino all'interno della ue si tutela per mezzo del proprio avvocato - che per il suo lavoro è giusto che venga pagato come tutti gli altri lavoratori - e il giudice dovrebbe condannare la parte perdente a pagare le spese processuali!

  6. #6
    User
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Bolzano
    Messaggi
    63
    Totinio: le tue considerazioni sono sicuramente giuste in linea di principio, ciò che vado cercando con questa discussione è un parere mirato al caso specifico.

    Qualunque avvocato per dare un parere sulla questione dovrebbe tradurre una dozzina pagine in inglese con considerazioni tecniche e divagazioni di ogni tipo del sedicente studio legale estero, con riferimenti a normative internazionali, penali, una cosa studiata a tavolino come molto complessa, per spiazzare proprio sul campo della complessità legale (e quindi dei costi legali).

    Se mi permetti la domanda, tu cosa faresti? Investiresti questi 2-300 euro di avvocato per un parere in questa fase?

  7. #7
    User
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    milano
    Messaggi
    133
    ti ricordo che il forum è fatto per discussioni generiche, non per ricevere consulenze specifiche.

    Ad ogni modo, ti consiglierei di spendere dei soldi e rivolgerti ad un legale, infatti, molto difficilmente riuscirai a tovare da solo on line una risposta puntuale ai tuoi quesiti, vista la complessità della materia (cosa peraltro da te ammessa..)

    Ciao

  8. #8
    User
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    94
    Citazione Originariamente Scritto da totinio Visualizza Messaggio
    quanto ai punti di macantoni rispondo in temini giuridici:
    1. la mail ordinaria non è cata igienica ma un mezzo di comunicazione ordinario, la funzione della pec e/o della racomandata a/r è la prova della ricezione da parte del destinatario.
    Detto questo, in giudizio la ricezione di una mail può essere provata in diversi modi.
    La mail normale è paragonabile ad una lettera semplice lasciata nella cassettina della posta. Tra il fatto che tutto può essere provato in diversi modi, ed il fatto che lo sia davvero, ci passa un abisso. Ci sarà un motivo per cui hanno inventato la PEC, no?
    Dal punto di vista tecnico, a meno che uno non ammetta di averla ricevuta, dubito che si possa avere FACILMENTE la prova opponibili in giudizio che è stata ricevuta. Anche metodi tecnici quali la ricevuta di ritorno (ma bisogna averla inviata) oppure l'immagine con il pixel di tracciamento (ma bisogna aver aperto l'immagine) può essere confutato, perché il log non viene mantenuto da una terza parte certificata; occorrerebbe come minimo il log del provider del ricevente oppure una perizia sul computer del ricevente, ma dubito che un giudice sano di mente autorizzerebbe qualcosa di simile per una causa del genere; e poi, anche fosso, perché posso sempre dire che la mail viene usata anche da altri (vedi Bossetti, che dice che quelle ricerche non le ha fatte lui).

    sull'obligo di scriveti in italiano, non risulta da nessuna parte, anzi, considerato che lui ha ipoteticamente preso l'immagine su un sito straniero il proprietario può ben pensare che lui sappia la lingua del sito..
    Quindi, se tu mi scrivi in una lingua a caso dell'unione europea (ad esempio in ungherese, greco, finlandese, ecc) io dovrei capire quello che mi scrivi? E' mio diritto che mi si rivolga nella mia lingua; in tribunale, se l'imputato parla una lingua diversa, gli si procura un interprete. E chi lo ha detto che lui la foto l'ha trovata in un sito in lingua inglese? Non si ricorda dove l'ha trovata. Non si ricorda dove l'ha trovata, magari era in un sito italiano che a sua volta l'aveva prelevata da un sito in lingua inglese. Oppure, era capitato per caso in un sito in una lingua "x" che non conosceva, non ha capito quello che c'era scritto ma ha visto l'immagine che gli piaceva.
    2.il procedimento giudiziario può bene essere radicato nello stato di appartenenza del soggetto che assume violato il suo diritto d'autore, non sto a spiegarti il perchè, dovrei entrare in dettagli di natura girudica molto tecnici ..
    Quindi se le richieste ti sembrano ben motivate vere, forse è il caso di fr controllare queste comunicazioni che ti arrivano da parte di un legale, cosi potrà analizzare il tuo caso specifico.
    Questo, francamente, non mi pare uno di quei casi per cui delle persone sane di mente potrebbero fare veramente causa: perché sarebbe troppo complicato, lungo e costoso anche per loro, e dagli esiti incerti non solo sul punto giuridico ma anche su quello economico: è costoso per te, ma non credere che andare fino in fondo sarebbe gratis pure per loro: se anche vincono e il giudice, dopo anni, ti condannasse al pagamento delle spese processuali, loro dopo averci speso tanti soldi, sanno per sicuro che tu li avresti quei soldi per poterli pagare e rientrare dell' "investimento" che hanno fatto?

    Come minimo, fossi io (che ripeto: non sono un avvocato) aspetterei che a scrivermi sia un avvocato iscritto all'ordine, ed ignorerei ogni comunicazione via email ordinaria.

    Serva solo di lezione, che prendere un'immagine su Internet solo perché sta lì, è una cosa che non si fa.

  9. #9
    Esperto L'avatar di criceto
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Torino
    Messaggi
    4,070
    Per la lingua posso rispondere io ... ci sono ALCUNE delle lingue della comunità che possono essere usate ... NON TUTTE.
    L'inglese é sicuramente tra queste.
    Sorcettoroditore

  10. #10
    User
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    94
    Art. 122 c.p.c

    In tutto il processo è prescritto l'uso della lingua italiana. Quando deve essere sentito chi non conosce la lingua italiana, il giudice può nominare un interprete. Questi, prima di esercitare le sue funzioni, presta giuramento davanti al giudice di adempiere fedelmente il suo ufficio.
    art. 6 comma 3 della Convenzione europea dei diritti dell'uomo
    Ogni accusato ha segnatamente diritto a:
    [..]
    e. farsi assistere gratuitamente da un interprete se non comprende o non parla la lingua impiegata nell’udienza.
    Ora, una MAIL non è un processo, e che uno accetti uno possa accettare una transazione extra-giudiziale anche in una lingua diversa dalla propria lingua madre è un conto, ma se dovessero notificarmi atti processualmente rilevanti, dovrebbero farlo in italiano, altrimenti in sede processuale posso semplicemente dire "Non ho capito cosa c'era scritto".

  11. #11
    Esperto L'avatar di criceto
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Località
    Torino
    Messaggi
    4,070
    Tanto per parlare, senza dare alla cosa l'aria di una cosa seria e per amore della discussione ...

    Resta da stabilire quale sia la "sede processuale" in un simile caso.
    Se italiana va tutto bene ... altrimenti ...

    Il primo articolo riguarda il NOSTRO sistema giudiziario e non necessariamente quello estero.

    Il secondo attesta il diritto all'interprete DURANTE il processo e non PRIMA.

    Questo per quanto riguarda il lato giudiziario, il riscuotere poi quanto dovuto ... quello é tutto un altro discorso e potrebbe risultare impossibile per il creditore.
    Ultima modifica di criceto; 25-05-15 alle 09:24
    Sorcettoroditore

  12. #12
    User
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    94
    La giurisdizione in tema di copyright è complicata, ci sono una moltitudine di casi e sottocasi. La regola generale (ci sono delle sentenze in merito) è che il giudice è competente solo limitatamente ai danni causati nel territorio su cui cade la propria giurisdizione. Ad esempio, se il mio copyright è tutelato in 14 paesi europei, se mi rivolgo al giudice di uno di questi paesi, posso avere riconosciuti i danni solo in relazione a quelli subiti in quel paese.

    Si comprende facilmente, come non è del tutto agevole la cosa, per chi intenta una causa internazionale in tema di copyright; al colpevole, poi, potrebbe pure costare tanto di spese processuale, ma anche chi intenta la causa dovrebbe anticipare ingenti somme di denaro a fronte - per una violazione minuscola come questa - di risarcimenti danni che saranno probabilmente riconosciuti nell'ordine di qualche decina di euro.

    Gli avvocati, poi, hanno tutto l'interesse a portare avanti le cause, ed in un certo senso possono anche aver ragione che in punto di diritto la causa possa essere fondata; ma realisticamente, questa gente qua, non farà mai causa e spera solo di racimolare qualche soldo impaurendo le persone.

    Hai presente le lettere della RAI inviate a chi non ha l'abbonamento? Non è che la RAI non ha ragione, ma non gli conviene procedere e si limita alle lettere. Di tanti, poi qualcuno paga.

    Riguardo alla lingua, è un diritto dell'uomo di poter avere un processo equo, e nell'equità del processo rientra il diritto alla difesa. Se mi si cità in giudizio in una lingua che non conosco e non posso intervenire per difendermi perché non ho capito cosa c'è scritto nella citazione, viene calpestato il mio diritto ad un processo equo.

  13. #13
    User
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    milano
    Messaggi
    133
    @macantoni ti ringrazio per la disanima di quanto ho scritto, è sempre bello essere citati (scientificamente parlando, non in giudizio, ovvio!)

    Detto questo confermo le mie argomentazioni che ti ripeto essere fatte in punta di diritto (ho scritto "in termini giuridici"), e che criceto ha condiviso con me.

    Oltre a questo ti posso solo dare un consiglio spassionato che sei libero di seguire o meno, evita di fare "mappazzoni" copia e incolla dal web di norme giuridiche, bisogna saperle identificare, classificare, etc.. per capire quali applicare nel caso concreto. Se i professionisti studiano anni e anni, e continuano a farlo durante tutta la carriera un motivo ci sarà!

    Poi ognuno sarà liberissimo di rivolgersi o meno a questi professionisti e fare tutto da soli! Certo, poi i risultati spesso si vedono in giro..

  14. #14
    User
    Data Registrazione
    Feb 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    94
    @totinio, come ho detto diverse volte non sono un avvocato. E' però quindici anni che lavoro sul web, e mediamente una volta ogni due/tre anni c'è qualche avvocato che mi chiede soldi con qualche pretesto campato in aria. Ad oggi, li ho messi tutti in riga, da solo e senza mai assumere un avvocato per difendermi.

    Non metto in dubbio la complessita del diritto, e so benissimo che gli avvocati studiano anni, a cui segue il praticantato, ecc. ecc. La loro professionalità, il tempo che hanno speso per formarsi, lo riconosco ed è giusto che sia pagato, quando realmente serve. Detto questo, accanto a tanti avvocati che svolgono eticametne il loro lavoro - sicuramente la maggior parte - ce ne sono anche alcuni che usano il diritto come una clava per terrorizzare la gente, prospettando scenari apocalittici se non si va per vie legali. Purtroppo, va anche detto che la crisi economica, ha anche aumentato il numero di avvocati affamati e disposti a qualche compromesso con l'etica professionale per qualche cliente in più.

    Ripeto, non è mia intenzione denigrare la categoria nel suo complesso, che complessivamente è sana ed è un asset importantissimo per la società. Tuttavia, bisogna sempre prendere le cose con buon senso e vederle nella sua giusta dimensione; a volte, quando si è direttamente colpiti, si tende a ingigantire cose che in realtà sono minuscole ed improbabili. Il caso in questione, è secondo me uno di questi.

    In punto di diritto hanno (forse) ragione loro. Dico (forse) perché poi bisogna vedere il caso specifico. Tuttavia, il punto di diritto è una cosa, e la concretezza delle cose è un'altra. Per come la vedo io, questi signori non faranno mai realmente causa al nostro ChelOne, perché sarebbe troppo lunga, costosa e dagli esiti incerti in rapporto

    1) Alla possibilità di una effettiva vittoria in giudizio
    2) all'ammontare probabilmente molto eseguo del risarcimento danni che un giudice potrebbe realmente riconoscergli
    3) alla possibilità che poi il soccombente realmente sia in grado di pagare il risarcimento danni o che effettivamente lo paghi, con ulteriori successivi strascichi

    Poi, è logico che se vai da un avvocato, occorre a mio avviso tenere conto che l'avvocato ha tutto l'interesse a sottolineare gli aspetti giuridici e le conseguenze nefaste che ignorare le loro mail può comportare. Ma, posto che in punto di diritto, l'avvocato possa avere teoricamente ragione, quanto è in realtà concreto il rischio che si venga realmente chiamati in giudizio? Questo c'è scritto nei libri di dirittto? Possono farlo, ma lo faranno?

    Cosa dice il codice, che lo faranno o non lo faranno? Il codice non lo dice, naturalmente. Può dirlo l'esperienza ed il buon senso. La mia esperienza, è che non lo fanno. Scrivono per email? Un avvocato serio che ha cose serie da dirmi mi scrive con raccomandata, anche per essere sicuro che la lettera l'ho ricevuta. Mi scrive in inglese? Un avvocato serio che ha cose serie da dirmi, mi scrive in italiano per essere sicuro che io abbia capito quel che vuole dirmi.

    Poi, ripeto, è la mia opinione da non-avvocato. Ognuno ragioni con la propria testa, e nel bene o nel male, sia responsabile di quello che fa o non fa.

  15. #15
    User Newbie
    Data Registrazione
    Apr 2017
    Località
    Cesena
    Messaggi
    5
    Ciao Chelone,
    Com'è andata a finire poi con la richiesta danni per una fotografia? Proprio in questi giorni mi sono venuto anch'io a trovare nella tua situazione per una foto pubblicata su un sito che gestisco in modo amatoriale. Anche nel mio caso chi mi ha scritto è stato direttamente un avvocato che chiedevo una mia dichiarazione firmata. Io, forse sbagliando, ho risposto, non con la dichiarazione firmata, ms scusandomi e dicendo che avevo già tolto la foto ( cosa che ho fatto subito) L'avvocato è tornato alla carica chiedendo un totale di €1800 fra danni multe e suo compenso. L'intento di far cassa è chiaro , ma mi chiedo se c'è qualche possibilità che possa istruire una causa qui in Italia.
    Grazie in anticipo

  16. #16
    User
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Bolzano
    Messaggi
    63
    Citazione Originariamente Scritto da Andreapatro Visualizza Messaggio
    Ciao Chelone,
    Com'è andata a finire poi con la richiesta danni per una fotografia?
    Ho deciso di gestirla in maniera professionale. Ho inviato tutte le comunicazioni al mio avvocato, che ha provveduto a fare una verifica: l'avvocato esiste, le leggi citate sono corrette, ed è regolare che, in caso di processo, il foro competente sarebbe estero. Una bella grana, quindi. Ma abbiamo anche indagato sul reale valore della foto: le opere dell'autore vengono vendute online dallo stesso per pochi euro.
    A fronte di questo, abbiamo inviato una proposta di tacitazione di 400 euro, che è stata prontamente accettata.
    Ulteriore cosa che abbiamo previsto a tutela, la firma da parte loro di nulla più volere e che non ci sono altre violazioni. Abbiamo pagato e non li abbiamo più sentiti.

    Dalla modalità che descrivi, sembra la stessa procedura. L'avvocato scrive da Berlino e il cognome inizia per B.?

  17. #17
    User Newbie
    Data Registrazione
    Apr 2017
    Località
    Cesena
    Messaggi
    5
    Il cognome di questo è F.
    Considerando che il sito è amatoriale, che guadagnerà si e no 100 euro all'anno in pubblicità Adsense, speravo francamente di ignorarlo.
    Ho chiesto in via ufficiosa a degli avvocati amici e mi hanno detto che che se insiste rispondere semplicemente che la sua richiesta è infondata e che non è dimostrato alcun danno al suo cliente.
    In ogni caso, considerando il valore economico della foto nessuno si prenderebbe la briga di fare una causa in Italia....spero.
    Tra l'altro la foto è utilizzata in decine e decini di siti.

  18. #18
    User
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Bolzano
    Messaggi
    63
    Citazione Originariamente Scritto da Andreapatro Visualizza Messaggio
    Il cognome di questo è F.
    Considerando che il sito è amatoriale, che guadagnerà si e no 100 euro all'anno in pubblicità Adsense, speravo francamente di ignorarlo.
    Ho chiesto in via ufficiosa a degli avvocati amici e mi hanno detto che che se insiste rispondere semplicemente che la sua richiesta è infondata e che non è dimostrato alcun danno al suo cliente.
    In ogni caso, considerando il valore economico della foto nessuno si prenderebbe la briga di fare una causa in Italia....spero.
    Tra l'altro la foto è utilizzata in decine e decini di siti.
    Le iniziali sono F.B, in effetti non sono sicuro di quale sia nome e quale cognome!
    Quanto guadagna il tuo sito è secondario. La causa, eventualmente, viene fatta nel foro più comodo a lui, e sta a te eventualmente l'onere di difenderti all'estero, cosa che da sola costa più dell'eventuale danno! Su questo, è evidente, fanno leva per ottenere un po' di soldi subito.
    La domanda che ti devi porre è: andranno a fondo o è un bluff? Nel mio caso ho valutato che c'erano probabilità che la cosa andasse avanti, e ho preferito evitare problemi peggiori.

  19. #19
    User Newbie
    Data Registrazione
    Apr 2017
    Località
    Cesena
    Messaggi
    5
    Scusa l'ignoranza, se mi cita un tribunale tedesco sono tenuto a presentarmi? Come funziona?

  20. #20
    User
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Bolzano
    Messaggi
    63
    Citazione Originariamente Scritto da Andreapatro Visualizza Messaggio
    Scusa l'ignoranza, se mi cita un tribunale tedesco sono tenuto a presentarmi? Come funziona?
    Il problema è proprio quello: non sei obbligato a costituirti, ma se non ci vai non ti puoi difendere e saranno probabilmente accolte le richieste dell'accusa. Ma soprattutto, l'eventuale somma fissata dal giudice può essere riscossa in Italia, anche con un decreto ingiuntivo (norme UE).

  21. #21
    User Newbie
    Data Registrazione
    Apr 2017
    Località
    Cesena
    Messaggi
    5
    Grazie mille per la risposta. Ti chiedo un superfavore, visto che mi sono ancora a una richiesta di 1800 vorrei provare a offrire 300 euro, ma se possibile vorrei risparmiare i soldi di un avvocato. Avresti una traccia della lettera che hai inviato al tuo interlocutore? Non è lo stesso (le iniziali sono diverse) ma fanno parte della stessa banda che fa riferimento a un sito specializzato nella ricerca di foto che violano il copyright.
    Se riesci a mandarmi qualcosa mi faresti un grande favore.
    Grazie in ogni caso.

  22. #22
    User
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Bolzano
    Messaggi
    63
    Citazione Originariamente Scritto da Andreapatro Visualizza Messaggio
    Grazie mille per la risposta. Ti chiedo un superfavore
    L'efficacia dell'azione di risposta è legata in gran parte al fatto che è uno studio legale a rispondere, al di la del contenuto.
    In ogni caso, posso inviarti la bozza, contattami pure in pvt.

  23. #23
    User L'avatar di AntoninoPolimeni
    Data Registrazione
    Dec 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    41
    Segui AntoninoPolimeni su Twitter Aggiungi AntoninoPolimeni su Google+ Aggiungi AntoninoPolimeni su Facebook Aggiungi AntoninoPolimeni su Linkedin
    Ciao. È una cosa che accade sepre più frequentemente. Ormai esistono degli spider che vanno a caccia delle foto che i fotografi caricano su servizi tipo photoclaim.
    Ho avuto molti clienti che hanno avuto lo stesso problema. Ogni caso è differente. Dipende molto dall'entità della diffusione della foto e dalla nazionalità del fotografo. In alcuni casi siamo riusciti a non pagare. In altri abbiamo trovato un accordo.
    Sul mio blog trovi sia un articolo su photoclaim, che un articolo sulla valutazione economica dell'esposizione delle foto (che in caso di esposizione illecita andrebbe raddoppiata).

  24. #24
    User
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Bolzano
    Messaggi
    63
    A questo punto mi chiedo se le foto acquistate sulle piattaforme tipo 123rf e shutterstock mettano al riparo al 100% da rischi di contestazione.

  25. #25
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    5
    Citazione Originariamente Scritto da Andreapatro Visualizza Messaggio
    Grazie mille per la risposta. Ti chiedo un superfavore, visto che mi sono ancora a una richiesta di 1800 vorrei provare a offrire 300 euro, ma se possibile vorrei risparmiare i soldi di un avvocato. Avresti una traccia della lettera che hai inviato al tuo interlocutore? Non è lo stesso (le iniziali sono diverse) ma fanno parte della stessa banda che fa riferimento a un sito specializzato nella ricerca di foto che violano il copyright.
    Se riesci a mandarmi qualcosa mi faresti un grande favore.
    Grazie in ogni caso.
    Andreapatro, sono nella tua stessa situazione, sul sito di un'associazione no-profit, abbiamo utilizzato un immagine, (non so neanche chi di noi l'abbia postata) e il sito e l'attività non producono alcun lucro.
    contattati da F.B. sono arrivati a chiedermi poco meno di 3000 dopo aver rifiutato di rispondere tre volte alla loro email. Premetto che secondo me non proveranno mai ad intentare una causa, ma è solo un modo per fare cassa, se ci pensi guadagnano di più così che vendendo la foto a pochi dollari.
    Com'è andata hai utilizzato la bozza di Chelone? ti hanno risposto?
    posso chiederti il super favore di condividere anche con me tale bozza?

  26. #26
    User Newbie
    Data Registrazione
    Nov 2017
    Località
    Carnago
    Messaggi
    2

    richiesta 1,.700 euro per una foto

    Buongiorno,

    anch'io ho una richiesta di risarcimento di oltre 1,700 euro da una società tedesca per una foto. Il sito non è mio, ma visto che l'articolo è a firma mia il gestore lo farebbe pagare a me, quindi non ho né vorrei saldare una cifra così elevata. Consigli?

  27. #27
    User Newbie
    Data Registrazione
    Nov 2017
    Località
    milano
    Messaggi
    3
    Salve a tutti, anche io nelle stesse condizioni: ho preso una foto a caso dal web per un mio sito ovvero un paesaggio tipico toscano come altre centinaia di migliaia disponibili in rete tramite Google Immagini - premetto che non vi era alcuna indicazione circa un eventuale copyright. Ad agosto è arrivata una semplice email di uno studio legale di Berlino con cui mi venivano richiesti alcune migliaia di euro per aver infranto i diritti di un fantomatico fotografo italiano..(o perlomeno il nome è italiano). Ripeto, una semplice email e non una Pec o una raccomandata come d'uso in questi casi. Con frequenza mensile arriva nuova email con la quale esigono un compenso sempre più alto...siamo arrivati ora credo intorno ai 6.000 euro. Questa storia va avanti da agosto, con minacce sempre più pesanti ma puntualmente ignoro e cestino in quanto la modalità di comunicazione è alquanto sospetta: una semplice email che potrebbe essere finita tranquillamente nello spam...come fanno a dichiarare che ho effettivamente ricevuto la email se questa viene classificata come spam dal mio client di posta e poi eliminata???? Potrei non aver mai letto tutte le email, come possono dichiarare il contrario? Mi sembra solo un modo per estorcere dei soldi, se pur in maniera "quasi"...ripeto, se fosse reale al 100% mi sarei aspettato una pec o una raccomandata. Nessun studio legale serio invia una semplice email. Che ne pensate?

  28. #28
    User Newbie
    Data Registrazione
    Nov 2017
    Località
    milano
    Messaggi
    3

    Risarcimento Photclaim dalla Germania

    Salve a tutti, anche io nelle stesse condizioni: ho preso una foto a caso dal web per un mio sito ovvero un paesaggio tipico toscano come altre centinaia di migliaia disponibili in rete tramite Google Immagini - premetto che non vi era alcuna indicazione circa un eventuale copyright. Ad agosto è arrivata una semplice email di uno studio legale di Berlino con cui mi venivano richiesti alcune migliaia di euro per aver infranto i diritti di un fantomatico fotografo italiano..(o perlomeno il nome è italiano). Ripeto, una semplice email e non una Pec o una raccomandata come d'uso in questi casi. Con frequenza mensile arriva nuova email con la quale esigono un compenso sempre più alto...siamo arrivati ora credo intorno ai 6.000 euro. Questa storia va avanti da agosto, con minacce sempre più pesanti ma puntualmente ignoro e cestino in quanto la modalità di comunicazione è alquanto sospetta: una semplice email che potrebbe essere finita tranquillamente nello spam...come fanno a dichiarare che ho effettivamente ricevuto la email se questa viene classificata come spam dal mio client di posta e poi eliminata???? Potrei non aver mai letto tutte le email, come possono dichiarare il contrario? Mi sembra solo un modo per estorcere dei soldi, se pur in maniera "quasi"...ripeto, se fosse reale al 100% mi sarei aspettato una pec o una raccomandata. Nessun studio legale serio invia una semplice email. Che ne pensate?

  29. #29
    User Newbie
    Data Registrazione
    Nov 2017
    Località
    milano
    Messaggi
    3
    Ciao, hai novità in merito?

  30. #30
    User Newbie
    Data Registrazione
    Nov 2017
    Località
    Carnago
    Messaggi
    2
    Citazione Originariamente Scritto da ChelOne Visualizza Messaggio
    Ho deciso di gestirla in maniera professionale. Ho inviato tutte le comunicazioni al mio avvocato, che ha provveduto a fare una verifica: l'avvocato esiste, le leggi citate sono corrette, ed è regolare che, in caso di processo, il foro competente sarebbe estero. Una bella grana, quindi. Ma abbiamo anche indagato sul reale valore della foto: le opere dell'autore vengono vendute online dallo stesso per pochi euro.
    A fronte di questo, abbiamo inviato una proposta di tacitazione di 400 euro, che è stata prontamente accettata.
    Ulteriore cosa che abbiamo previsto a tutela, la firma da parte loro di nulla più volere e che non ci sono altre violazioni. Abbiamo pagato e non li abbiamo più sentiti.

    Dalla modalità che descrivi, sembra la stessa procedura. L'avvocato scrive da Berlino e il cognome inizia per B.?

    Anch'io mi trovo in una situazione simile, nel mio caso ha scritto una società tedesca, Copytrack GMBH, al proprietario del sito ma lui farebbe pagare tutto a me perché si tratta di un articolo mio. La richiesta iniziale era di 1,700 euro, poi calati a 1,500, ma ovviamente per un'immagine è decisamente troppo. Come hai fatto a raggiungere un accordo per 400 euro?
    Grazie

  31. #31
    User Newbie
    Data Registrazione
    Apr 2017
    Località
    Cesena
    Messaggi
    5
    Io tramite un amico avvocato, che però non è competente di queste questioni, sto cercando di intavolare una trattativa con l'avvocato della controparte, ma per ora non son riuscito a scendere sotto i 1500 euro.
    Vi tengo aggiornati

  32. #32
    User
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    roma
    Messaggi
    54
    Cacali!

  33. #33
    User
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Milano
    Messaggi
    235
    Ragazzi fate molta attenzione, una semplice email magari da gmail la possono inviare tutti. Prendete in conto solo email certificate o raccomandate a/r con dati chiari di chi richiede i danni e dell'avvocato. Le semplici email le inviano anche i truffatori e un professionista per una richiesta danni quando mai se fa seriamente invia una normale email, su siamo seri, normalmente invia una lettera o almeno una pec, che già quella costa 100 Euro. Poi che fanno si prendono i soldi e vi salutano? Vi lascerà qualcosa per dimostrare il pagamento e che spiega il motivo di ciò. Nel caso, se proprio ricevete una email e volete evitare possibili rogne eliminate subito la foto, se vorranno qualcosa seriamente inizieranno ad arrivare pec o lettere, allora li si che inizierei a preoccuparmi, ma comunque dovranno sempre dimostrare il fatto, rischiando di perdere la causa e di dover pagare loro a voi.

  34. #34
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jan 2018
    Località
    Madrid
    Messaggi
    1

    richiesta risarcimento dalla Germania

    Anche io mi trovo in una situazione simile... la foto in questione sul mio sito ha le dimensioni di un francobollo, e il sito non ha nessun tipo di attività commerciale. Le iniziali dell'avvocato sono R. F. e mi chiede una cifra intorno ai 1800 euro.

    Ovviamente ho capito di aver fatto una cosa sbagliata utilizzando la foto senza informarmi su eventuali copyright e farò tesoro dell'esperienza per il futuro, ma la richiesta è completamente sproporzionata e mi chiedevo, al di là del possibile esito della vicenda, se non sia possibile pensare a una class action nei confronti di personaggi di questo genere, cioè avvocati che avanzano (certamente a volte anche di propria iniziativa, perché non credo che il 100% delle volte il fotografo abbia davvero incaricato loro nello specifico, quanto piuttosto caricato le foto su photoclaim e simili) richieste sproporzionate con toni minacciosi, stile estorsione.

    Tra l'altro, nella email, si cita il mio ex indirizzo di casa italiano (ora vivo all'estero e sono iscritta all'AIRE del Paese dove vivo, quindi legalmente non più residente in Italia): può il mio hosting cedere i miei dati personali con questa facilità? Approfondirò il tema.

  35. #35
    User
    Data Registrazione
    Feb 2018
    Località
    roma
    Messaggi
    72
    Salve, volevo chiederti come fanno i fotografi a dimostrare che le fotografie sono di loro proprietà? e poi quando si prendono le foto da siti che dichiarano di offrirti foto free ,come facciamo a tutelarci, in futuro ,che quelle foto sono davvero libere da copyright?

  36. #36
    User Newbie L'avatar di Codex
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Località
    roma
    Messaggi
    2

    Richiesta risarcimento infrazione copyright (non avvenuta con intenzionalità)

    Ciao a tutti, faccio parte come voi delle vittime di questi personaggi senza dubbio ben organizzati.
    Ho letto quasi tutti dei vs interventi per capire cosa sta realmente succedendo dato che leggendo le date dei post si tratta di email che averte ricevuto in questi mesi come me, chiedono circa 1.500 euro e ad ogni email aumenta sempre e già questo è ridicolo!
    Perché vittima? Perché io non ho infranto alcun copyright, almeno volontariamente, me ne guardo bene perché per prima cosa è illegale, le proprietà altrui vanno rispettate, seconda cosa internet straripa di siti e fotografi che REGALANO foto bellissime che non hanno nulla da invidiare a questi presunti fotografi che valutano le loro foto come se fossero quadri di pittura, sono liberi di farlo? Si, ma a me non interessano le loro foto. La mia massima spesa è stata di 3 euro a foto proprio perché non ho trovato quella giusta, caso rarissimo.

    Ma allora perché mi chiedono un risarcimento?
    Perché in un mio sito hanno trovato una foto che, il presunto proprietario, reclama come sua e che non è stata acquistata dal suo sito. Ma io non ho scaricato la sua foto dal suo sito e né l'ho scaricata da un portale che vende foto a pagamento. Quindi?

    Riflettiamo
    Se un sito di immagini free permette di scaricare una foto protetta da copyright che responsabilità posso avere io?
    A questo punto, come fanno i loro avvocati o chi per loro a dimostrare che la foto è stata scaricata dal sito del fotografo? (domanda: esiste una tracciatura che dimostri questa operazione?)
    Se ricevo questa foto da un amico o dalla società con cui lavoro, come faccio a sapere che è coperta da copyright?

    La mia posizione sulle loro email è questa
    Ogni 2/3 settimane ricevo un ulteriore email di minacce di tribunali ecc, richieste di risarcimento ecc, anche se queste email non le ho mai aperte in quanto finiscono tutte nello spam, solo per un caso ho aperto la prima perché avevo aperto la cartella spam.. e quindi avevo capito che c'era qualcosa che non andava su una pagina del mio sito, ho comunque rimosso la foto pur avendo dubbi sull'identità dei mittenti, infatti apro un altro argomento:
    1) le loro email finiscono tutte nello spam, dove meritano di finire;
    2) nessuna pec;
    3) le email non sono intestate a persona fisica (nome cognome), ma generiche;
    4) scrivono in inglese, lingua che non conosco e non sono tenuto a conoscere;
    5) nessuna prova che dimostri di aver scaricato la foto dal loro sito (infatti non l'ho fatto);
    6) perché sin dalla prima email chiedo subito il risarcimento e non è sufficiente la sola rimozione? se poi questa non avviene allora (forse) sarà giusto chiederlo;
    7) credo la loro sembra un'associazione ben strutturata per far soldi, per non parlare delle valutazioni delle foto, così spropositate che dimostra la cattiva fede!;
    8) si intravede un tentativo "soft" di estorsione?

    Mi domando
    Dato che siamo tanti: ma voi avete scaricato le foto dai siti ufficiali dei loro proprietari? Avete intenzionalmente usato queste foto? Avete rubato queste foto sapendo che non potevate farlo? Se come credo non è così, come mai queste foto circolano su internet ad uso pubblico? Perché da qualche dovete per forza averle trovate, come è successo a me! Ripeto io uso da 25 anni solo fotografie con liberatoria ad uso commerciale e senza richiesta di attribuzione.

    Inoltre: La dicitura "Il sito utilizza foto ecc ecc... se la loro pubblicazione dovesse violare i diritti d’autore dei rispettivi proprietari, si prega di avvisarci subito tramite email a: ... e tali immagini verranno immediatamente rimosse" che usano quasi tutti, a che serve?

    Da me non avranno un solo euro perché non ho rubato nulla. Mi posso scusare, rimuovere, e nulla più. Se loro stessi non sono in grado di controllare dove vengono caricate le loro foto, è un problema loro! A questo proposito chiedo il vs parere su questo illuminante articolo
    punto-informatico.it/4332326/PI/News/getty-images-violazione-del-copyright-recidiva e se è possibile dimostrare a questi signori, che siti che offrono fotografie, a pagamento o free, devono ritenersi responsabili di vendee o offrire fotografie in modo illecito, ma chi le scarica regolarmente da loro, leggendo le loro condizioni, quindi tutto ok, che colpa può avere, ripeto, se poi la foto è stata proprio da loro illecitamente proposta sul loro sito?
    Come ben scritto nell'articolo leggiamo:
    "...
    il comportamento di Getty è quello di una schiacciasassi senza alcun rispetto per il diritto d'autore o il lavoro altrui, un'organizzazione dedita all'acquisizione "sconsiderata e sprezzante" di materiale fotografico senza alcun sforzo di ricerca per l'eventuale infrazione di un copyright già registrato e "protetto" altrove."

    Quanti altri siti di immagini free possono comportarsi in questo modo? Ecco perché la loro richiesta non va accolta, se non documentata da tracciatura e intenzionalità.
    Avete mai pensato che lo stesso fotografo potrebbe farr upload della sua foto su questi siti (facilissimo con un altro account) e poi andarla a cercare con questi spider, chi mi dice che non l'abbia fatto proprio il fotografo che mi chide 1.500 euro! Con questa cifra mi compro 10.00 foto più belle delle sue.
    Scusate lo sfogo in alcuni punti ma non tempo da perdere, soprattutto quando più ti comporti bene e più sei "punito"!

    Aspetto cmq le vostre considerazioni e decisioni, e magari qualche legale che possa veramente dirci come va a finire se non si risponde più a questa gente.

    P.S. l'iniziale del loro avv è B. e sono tedeschi
    Ultima modifica di Codex; 21-02-18 alle 19:31

  37. #37
    hub
    hub è offline
    User
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Località
    Varese
    Messaggi
    519
    Citazione Originariamente Scritto da Codex Visualizza Messaggio
    Se un sito di immagini free permette di scaricare una foto protetta da copyright che responsabilità posso avere io?
    Ciao, la stessa che avresti scaricando Adobe Photoshop da ciccirillowareztuttogratis.org, quindi in base a come utilizzerai Photoshop.

    Citazione Originariamente Scritto da Codex Visualizza Messaggio
    Perché in un mio sito hanno trovato una foto che, il presunto proprietario, reclama come sua e che non è stata acquistata dal suo sito. Ma io non ho scaricato la sua foto dal suo sito e né l'ho scaricata da un portale che vende foto a pagamento. Quindi?
    Quindi come sopra il problema è dove l'hai scaricata.
    Da internet tu puoi scaricare tutte le foto che vuoi e utilizzarle come più ti piace, ma come sfondo del desktop del tuo computer o del tuo cellulare. Se la rimetti su internet, ad esempio a sostegno di un sito che vende prodotti, le cose cambiano.
    Meno grave se usi la stessa foto per ragioni editoriali, ancora meglio se la foto è un pochino degradata rispetto all'originale.

    Citazione Originariamente Scritto da Codex Visualizza Messaggio
    internet straripa di siti e fotografi che REGALANO foto bellissime
    Il punto è proprio questo. Purtroppo manca la giusta e corretta informazione sull'utilizzo di immagini altrui e ci si lascia condizionare dalle parole gratis, free o royalty-free.


    Quando uno ha bisogno di una particolare foto e decide di non volerla pagare, si procura una macchina fotografica e scatta tutte le foto che vuole e che utilizzerà come più gli piace.
    Se non si ha voglia o non si è in grado, allora si possono usare ad esempio gli strumenti che Google mette a disposizione in Google immagini: digiti la parola chiave, ad esempio "ristorante", poi fai click su Strumenti > Diritti di utilizzo > e qui scegli una tipologia di "licenza", che ho messo tra virgolette perché è attendibile fino a un certo punto e Google comunque non ne risponde.
    Io personalmente mi fido solo quando la foto che mi interessa proviene ad esempio da Wikipedia.

    Se la tipologia della foto è più particolare in pratica si vuole una foto bella che solo un fotografo bravo o di talento è in grado di fare, si può usare un servizio come Pixabay (uno su tanti).
    Nel caso di Pixabay le cose funzionano abbastanza bene, ad esempio riguardo il tuo discorso sulla possibilità che un fotografo furbetto diffonda le sue foto per poi chiedere risarcimenti, qui non è possibile perché nel momento in cui invii una foto su Pixabay stabilisci il tipo di licenza e non potrai mai più modificarla, tranne in casi estremamente rari.
    Se la foto è stata pubblicata sotto licenza CC0, tale resta per chiunque l'abbia scaricata.
    Quindi se il fotografo ci ripensa o vuol fare il furbo: si attacca.

    Ma anche qui c'è da fare un po' di attenzione visto che è possibile scaricare foto anche senza fare un login, quindi nulla viene rilasciato contestualmente al download.

    Mettiamo il caso che stai lavorando a un ecommerce di un'azienda famosa, hai bisogno di una foto molto particolare e molto bella che solo un fotografo professionista è in grado di scattare. Se ti rivolgi a servizi come ad esempio Photodune di Envato qui le cose cambiano e di molto. Scegli una foto dal catalogo, la paghi in base alla risoluzione e alla licenza d'uso, la scarichi insieme a un codice di licenza univoco legato al tuo ID utente e infine inserisci la foto nel sito ecommerce.
    Se qualcuno te la contesta, ti contesta l'uso, gli mostri la piattaforma da cui l'hai prelevata, la tua licenza e i dati di pagamento, problema risolto.
    Anche se l'autore della foto ha cercato di fare il furbo la tua responsabilità è "limitata" al contratto di licenza che hai accettato da Envato. Se hai rispettato l'accordo di licenza, ad esempio non hai riutilizzato la foto per rivenderla e trarne profitto ma solo nel sito ecommerce puoi dormire sonni sereni. Se lautore della foto è Oliviero Toscani questo dovrà prendersela con Envato, non con te.
    Se però la stessa foto l'hai scaricata da ciccirillowareztuttogratis.org allora è il caso che inizi a preoccuparti, meglio ancora se ti rivolgi a un Legale che potrà aiutarti a uscirne il meno peggio possibile.


    ,

  38. #38
    User
    Data Registrazione
    Feb 2018
    Località
    roma
    Messaggi
    72
    Cosa succede se un sito da dove si sono scaricate foto "free " chiude , e qualche fotografo rivendica la propria foto? Il sito non esiste più , allora il fotografo può rivalersi su tutti quelli che hanno fatto il dowloand ? Ma possono risalire ?

  39. #39
    User
    Data Registrazione
    Feb 2018
    Località
    roma
    Messaggi
    72
    Scusa forse posso rispondere alla mia stessa domanda "... al se possono risalire?" possono contattare il titolare del sito e chiedergli chi gli ha fatto il sito ed ancora peggio) anticipargli che probabilmente andrà nei guai perchè sta utilizzando foto coperte da copyright , è così ? chiedo conferma perchè non so molte cose.
    possono Pixabay e unsplash ogni volta che scarico una foto faccio un cattura e me lo conservo nella cartella del cliente.Ma mi chiedo LICENZA CCO stiamo tranquilli? scusate

  40. #40
    hub
    hub è offline
    User
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Località
    Varese
    Messaggi
    519
    Citazione Originariamente Scritto da criss345 Visualizza Messaggio
    possono contattare il titolare del sito e chiedergli chi gli ha fatto il sito ed ancora peggio) anticipargli che probabilmente andrà nei guai perchè sta utilizzando foto coperte da copyright , è così ?
    Ciao, sì è così.

    Citazione Originariamente Scritto da criss345 Visualizza Messaggio
    ogni volta che scarico una foto faccio un cattura e me lo conservo nella cartella del cliente.
    Certo che fai bene ma lo screenshot che catturi tu ha valore fino a un certo punto visto che potresti alterarlo.
    Sarebbe molto più efficace usare un sistema di archivio cache come quelli di Wayback Machine o Archive.is purtroppo però siti come Pixabay o Unsplash bloccano questi crawler quindi niente cache, o in minimissima parte.


    Una soluzione è far fare uno screenshot da un servizio esterno e lo stesso screenshot deve restare archiviato su questo servizio, almeno diventa più difficile dimostrare che la schermata è stata alterata (a meno che il servizio sia di tua proprietà).
    Per esempio, su Unsplash trovi una foto che ti interessa, selezioni l'autore della foto, ti accerti che nella pagina si veda anche la foto che ti interessa, copi l'URL e lo incolli qui: snapito.com/


    Si può fare click su Snap, oppure convertire l'URL in PDF, o condividere la schermata su Pinterest.
    Viene generato un link, da copiare e conservare. Fino a che il servizio rimarrà in vita si potrà accedere alla schermata o al PDF.
    Non ha un grande valore legale ma dimostra innegabilmente che la foto non è stata scaricata da chissà dove, quindi al massimo la rimuoverai dal tuo sito per correttezza.


    Come Snapito ce ne sono tantissimi altri, più o meno migliori o con diverse opzioni di salvataggio.

    Citazione Originariamente Scritto da criss345 Visualizza Messaggio
    Ma mi chiedo LICENZA CCO stiamo tranquilli?
    Qui è spiegato nei dettagli: it.wikipedia.org/wiki/Licenze_Creative_Commons#CC0:_pubblico_dominio

  41. #41
    User
    Data Registrazione
    Feb 2018
    Località
    roma
    Messaggi
    72
    Grazie mi hai dato veramente dei buoni consigli,per quanto riguarda il sito che ormai è chiuso? ... mah , speriamo bene, forse mi conviene togliere un bel pò di foto.
    Lo stesso discorso vale per i Template? free ??? .
    QUINDICI anni fa facevo i siti con codice da zero , era tutto più semplice ed anche più bello ... adesso un caos è come andare al supermercato a cercare uno sciampo , capelli secchi,grassi all'aloe all'argilla sfibrati deboli eccetera .. sono donna , ne so qualcosa .Il problema che nessuno più apprezza le cose semplici ed essenziali ,è un mio punto di vista

  42. #42
    hub
    hub è offline
    User
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Località
    Varese
    Messaggi
    519
    Citazione Originariamente Scritto da criss345 Visualizza Messaggio
    Lo stesso discorso vale per i Template? free ??? .
    Più o meno è uguale, tu puoi realizzare un template e poi regalarlo e consentire a chiunque di regalarlo, ma come autore sei comunque obbligato a dichiarare una licenza nel sorgente e se ci pensi bene la cosa ha un senso.
    Se io scarico il tuo template gratuitamente e decido di usarlo sul mio sito la cosa finisce lì, ma se penso di modificarlo, miglioralo e poi rivenderlo la prima cosa che devo fare e verificare sotto quale licenza tu me lo hai regalato. Potresti aver scelto una licenza che mi permette di fare tutto quello che voglio, anche cambiare nome al template e anche guadagnare soldi senza che io debba riconoscerti nulla, ma a patto che mantenga il tuo nome come autore originale, ma questo è solo un esempio.

    Citazione Originariamente Scritto da criss345 Visualizza Messaggio
    QUINDICI anni fa facevo i siti con codice da zero , era tutto più semplice ed anche più bello ... adesso un caos è come andare al supermercato
    Hai pienamente ragione, però... moltissima gente è convinta che Internet sia una specie di generatore di cose, che spuntano create non si sa bene da chi ma che appunto sono lì da prendere con facilità e farci quello che si vuole. Peccato però che la stessa gente quando scatta una foto, o compone una musica che ritiene un capolavoro e decide di farla vedere o sentire a tutto il mondo sai cosa fa un momento prima di pubblicarla? Chiede a chiunque come fare per garantirsi la paternità.
    In pratica per molti su Internet è tutto gratis, le cose degli altri però, ecco perché ci ritroviamo oggi con moltissime licenze, fortemente copyleft o fortemente restrittive, proprio per aiutare sia gli autori che gli utilizzatori a capire cosa fare

  43. #43
    User
    Data Registrazione
    Feb 2018
    Località
    roma
    Messaggi
    72
    a me sembra che tutto sia diventata una" selva oscura" dove niente è quello che sembra.Mettendo in pratica quanto detto sopra, già avevo letto su wiki ed anche su altri siti, ma non è semplice o forse io non capisco bene .Comunque su PIXABAY e UNSPLASH , potremmo stare tranquilli per le foto e possiamo anche adattarle?
    I template ,li prendo da quelli free ,sto attenta a vedere nel sorgente se ci sono attribuzioni ,stanno lì.Anche se è forte la tentazione di fare tutto in modo artigianale.

  44. #44
    hub
    hub è offline
    User
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Località
    Varese
    Messaggi
    519
    Citazione Originariamente Scritto da criss345 Visualizza Messaggio
    a me sembra che tutto sia diventata una" selva oscura" dove niente è quello che sembra.
    Assolutamente no. Anni fa la gente faceva man bassa costruendo a spese di altri la propria attività, o anche semplicemente guadagnando soldi o visibilità.
    Ma ancora oggi, sembra assurdo, ci sono ecommerce che rubano le foto dei siti concorrenti e se li contatti per reclamare la paternità ti rispondono che su Internet se una foto è visibile automaticamente chiunque la può riutilizzare.
    Queste regole, licenze, sono nate proprio per tutelare tutti noi, autori e utilizzatori, proprio per far luce in quella che chiami "selva oscura".

    In questa discussione c'è solo una piccolissima parte, ma sono incalcolabili le persone che devono risponderne economicamente di "furto intellettuale" e al contrario gente imbestialita per vedersi sottrarre, rubare, le proprie creazioni. Gli avvocati si sfregano le mani, per molti è diventata una fonte primaria di altissimo reddito

    A mio personale parere, per uscire dalla "selva oscura" si deve prima di tutto diffidare, diffidare e ancora diffidare di chiunque scrive free o tutto gratis, etc, in particolare per le immagini, audio e video.
    Poi, nelle piattaforme di immagini generiche prima ho citato Photodune, una foto ad altissima risoluzione (anche 6.000 x 5.000 px) e di alta qualità costa intorno ai 3 o 4 Dollari, ma anche meno per risoluzioni più basse. Insomma non stiamo parlando di migliaia di Euro per singola foto che un fotografo professionista si fa pagare normalmente.

    E per chi in questo settore ci lavora è importante leggersi e farsi un'idea delle principali licenze. Non serve imparare a memoria tutte le licenze Creative Commons ma almeno sapere di cosa si tratta, poi di volta in volta si consultano le variazioni.
    Per farti un esempio sulla Creative Commons, hai scoperto che l'immagine, o l'opera, che stai per utilizzare riporta CC BY 3.0? Qui c'è la spiegazione in modo chiaro e quasi impossibile da male interpretare: creativecommons.org/licenses/by/3.0/it/deed.it

    Tutte le licenze qui: creativecommons.it/Licenze
    Direi molto più facile che imparare a memoria la Divina Commedia

    Io scatto una foto e decido di renderla visibile a chiunque, prima di farlo devo solo stabilire le condizioni e scelgo un tipo di licenza che più mi piace. Finito.
    Tu criss345, vedi la mia foto, ti piace, consulti la licenza e scopri che la puoi utilizzare come ti pare, in qualsiasi sito, più e più volte, la puoi anche modificare, l'unica limitazione è che non potrai utilizzarla in un video, quindi renderla visibile in tv, cinema, yuotube, etc. Se ti sta bene la usi, altrimenti restringi la ricerca su foto ancora più copyleft, cioè più libere da vincoli o restrizioni.
    Molte piattafome immagini permettono proprio di ricercare non solo per argomento ma anche per tipologia di licenza, più o meno restrittiva.

    È quando si inizia a dar retta ai "tutto gratis!!111!!!11" che ci si ritrova altro che in una selva oscura, dritti in un inferno

  45. #45
    User
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Milano
    Messaggi
    235
    A me sta cosa ricorda la storia dello specchietto rotto della macchina, mi paghi e sparisco altrimenti ti denuncio, dici che chiami i carabinieri e si volatilizzano correndo con le gambe che sfiorano le orecchie. Poi un avvocato che si firma con le iniziali? Email non pec? Email che va sullo spam? Dai siamo seri, non posso crederci che qualcuno ha abboccato a questi quà. Paura di una causa? All'estero e soprattutto in Italia? Dai... Chissà quante migliaia di cause dovranno fare e non faranno MAI

  46. #46
    hub
    hub è offline
    User
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Località
    Varese
    Messaggi
    519
    Citazione Originariamente Scritto da cutoff Visualizza Messaggio
    Dai siamo seri, non posso crederci che qualcuno ha abboccato a questi quà. Paura di una causa? All'estero e soprattutto in Italia? Dai... Chissà quante migliaia di cause dovranno fare e non faranno MAI
    Ciao cutoff, qualcuno che poche ore dopo aver riceuto una mail effettua un pagamento c'è sempre. Così come "la fuori" c'è un sacco di gente brutta, ma davvero brutta, c'è anche chi si fa prendere dal panico, consapevole di aver usato materiale di dubbia provenienza, pensa di mettersi in "regola".

    È chiaro che ci sono molti avvoltoi che pensano di guadagnare soldi, su 100 mail inviate qualcuno ci casca sempre.
    Però non si può passare da un estremo all'altro e viverla con superficialità anche perché nè tu nè io possiamo avere la certezza che una mail solo perché scritta in lingua inglese sia falsa. L'unico che può dirlo è un Legale.

    Ti invito a rileggere le risposte degli utenti macantoni e totinio, in particolare:


    2.il procedimento giudiziario può bene essere radicato nello stato di appartenenza del soggetto che assume violato il suo diritto d'autore

    Se si riceve una mail, in qualsiasi lingua e anche se non PEC, prima di farsi prendere dal panico, se si ritiene in effetti di essere in torto, è meglio chiedere la consulenza di un esperto in materia legale che saprà prima di tutto capire se la pprovenienza è autentica o meno e saprà anche cosa consigliare.
    Penso sia meglio spendere 70 Euro (esempio) e imparare anche come poter fare autonomamente un minimo di ricerca e verifica, che rischiare di doverne spendere 20 o 30 volte in più.

    Nel caso dell'utente cristinapianista:

    Citazione Originariamente Scritto da cristinapianista Visualizza Messaggio
    la foto in questione sul mio sito ha le dimensioni di un francobollo, e il sito non ha nessun tipo di attività commerciale.
    c'è evidentemente qualcosa di sospetto nella mail che ha ricevuto, quale studio legale che invia una richiesta di danni non è al corrente della Convenzione di Ginevra?
    Cristinapianista ha usato una foto riducendone le dimensioni e mi pare di capire in un sito, forse un blog, comunque non commerciale. È suo diritto usare quella foto.
    (Sempre ammesso però che la richiesta economica provenga da uno dei paesi dell'Unione)

    Se insistono, forse vale la pena rivolgersi all Polizia Postale, in questo caso non pagherebbe proprio nulla.

  47. #47
    User
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Milano
    Messaggi
    235
    Vorrei sapere cosa hanno rilasciato a chi ha pagato, poi qualcuno ha controllato l'ip dell'email? Magari è pure proxato e il sito nascosto da cloudflare 😀. Vorrei sapere come dimostra che la foto é sua. Io terrei in considerazione solo email via pec o raccomandata, l'email normale non ha alcun valore, addirittura per le foto grandi come un francobollo. Fino a qualche anno fa per tutte le foto in internet sotto una certa dimensione, non c'era alcun valido copyright, non so se vale ancora o è cambiato qualcosa, comunque attendo che risponda chi ha pagato, per sapere cosa gli è stato rilasciato o se sono spariti nel nulla, ovviamente staranno ancora ridendo

  48. #48
    User
    Data Registrazione
    Feb 2018
    Località
    roma
    Messaggi
    72
    Intendo selva oscura per un ambiente pieno di inganni .Se adesso con tutte le regolamentazioni che ci sono con le licenze , ancora si perpetua vuol dire che ci sono persone ancora più arroganti e sfacciate, incuranti delle leggi; e persone come me incaute. Hai ragione,bisogna fare le cose in regola, non si può lavorare come degli avventurieri, sto pensando al sito dove ho messo foto gratuite scaricate da un sito che adesso ha chiuso,chissà perchè?? .Potrei telefonare al titolare e dire che facciamo una "rinfrescata" aggiornando con nuove foto? e il template ?

  49. #49
    hub
    hub è offline
    User
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Località
    Varese
    Messaggi
    519
    Citazione Originariamente Scritto da cutoff Visualizza Messaggio
    Vorrei sapere come dimostra che la foto é sua.
    Tu scarichi una foto da internet e la riutilizzi sul tuo sito.
    L'autore della fotografia invece la firma digitalmente, i fotografi lo fanno tutti, poi la inserisce nel suo sito o dove gli pare.
    Quella foto che tu hai scaricato da un sito che a sua volta lo ha scaricato da un altro e così via, anche se modificata resta comunque firmata e in meno di un attimo si può innegabilmente stabilire chi è l'autore.
    Attenzione a non confondere le firme digitali con i dati EXIF che sono tutt'altra cosa.


    Se sei un giornalista o un blogger e hai usato la foto, magari una parte di questa, allo scopo di "sostenere" come metafora il tuo articolo, è entro certi limiti un tuo diritto, esiste una convenzione per il diritto d'uso di foto a scopo editoriale, che sopra ho chiamato per errore di Ginevra.
    Ma se hai usato quella foto a sostegno di un prodotto in vendita su un ecommerce o in un sito commerciale, preparati a pagare molto salato.



    Citazione Originariamente Scritto da cutoff Visualizza Messaggio
    Io terrei in considerazione solo email via pec o raccomandata
    Questo è un tuo parere non la realtà. Se la mail è una truffa il problema è già risolto in partenza, ma se non lo è dopo di questa ti arriva una notifica ufficiale se non dal richiedente che magari vive in Corea, tramite uno studio legale nel tuo paese di residenza a cui si è appoggiato il legale del coreano. A questo punto la somma iniziale richiesta aumenterà e anche di parecchio.

    Tutto parte da una mail che poi diventa PEC per poi diventare ingiunzione di pagamento nella cassetta postale.
    Per questo suggerivo di non farsi prendere dal panico ma iniziare comunque a informarsi da un esperto.

  50. #50
    User
    Data Registrazione
    Jan 2016
    Località
    Milano
    Messaggi
    235
    Hub siccome conosco degli avvocati ecco nella realtà cosa mi ha risposto uno di loro così tagliamo la testa al toro. Il risarcimento danni può essere richiesto solo con una causa di mezzo, chiedere e imporre un risarcimento senza una base accettata dal giudice é illegale. Solo un giudice decide se é necessario un risarcimento e se é congruo al danno. Chi possiede per diritto d'immagine la foto può solo richiedere la rimozione, se non basta, il resto si fa in tribunale. Altra cosa, se io ho una foto che ho scaricato sapendo che é gratuita e qualcuno mi impone un risarcimento dicendo che la foto é sua ma io la foto la prendo realmente da un sito di foto gratuite si compie anche il reato di estorsione se si minaccia una causa solo per pretendere dei soldi che non gli spettano. Per le email un avvocato mi ha detto ha la pec contatta con quella o via raccomandata. Via email normale al massimo si chiede la rimozione della foto. Per finire mi ha detto che se capita qualcuno che pretende soldi senza un giudice è una truffa sicuramente perché un avvocato vero sa che non può farlo e segnalare alla polizia postale il fatto.

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.