+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 4 di 4

Rischi nel commissionare un blog

Ultimo Messaggio di AntoninoPolimeni il:
  1. #1
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jan 2017
    Località
    Venezia
    Messaggi
    4

    Rischi nel commissionare un blog

    Ho un amico che è esperto in giardinaggio.
    Se io compro dominio e host, gli dico di fare un blog a nome suo nel mio dominio (lo farebbe gratis), che rischi corro?
    Se dovesse lui o qualcuno insultare altre persone nei commenti, o non informare utenti sulla privacy, ECC...
    Nei vari articoli verrebbero sponsorizzati libri o oggetti con affiliazione del mio account di Amazon.

  2. #2
    User L'avatar di Norman
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Pisa
    Messaggi
    361
    Ovviamente sono casistiche difficili. Se tutto è "in parola" ovviamente sarai tu a doverti accertare che il lavoro venga fatto in modo professionale senza creare problemi.
    Klayz Community - GlaucoZega.com (Sviluppo Web)

  3. #3
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jan 2017
    Località
    Venezia
    Messaggi
    4
    Grazie mille per i preziosi consigli.
    Altro dubbio:
    Anche se lui fosse registrato come editore nel mio sito in WordPress risponderei io (esempio) di una sua offesa ad una persona pubblica?

  4. #4
    User L'avatar di AntoninoPolimeni
    Data Registrazione
    Dec 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    47
    Segui AntoninoPolimeni su Twitter Aggiungi AntoninoPolimeni su Google+ Aggiungi AntoninoPolimeni su Facebook Aggiungi AntoninoPolimeni su Linkedin
    Nel regolamento del NIC è previsto che il registrant sia responsabile dell'uso del nome a dominio.
    È chiaro però che se appare ovvio e palese che il blog è scritto e gestito da un'altra persona, ben riconoscibile, con un suo nome e cognome, ogni responsabilità sarà di questa.
    Se io diffamassi qualcuno su questo forum, il responsabile non potrebbe mai essere Giorgio Tave, bensì sempre e comunque io (lui non ha alcun obbligo giuridico di sorveglianza sui nostri contenuti). Per sostenere la responsabilità di Giorgio, una parte offesa o un pm dovrebbero dimostrare che lui ne era a conoscenza e non si è attivato per bloccare l'accesso a quei contenuti o per informare l'autorità giudiziaria.
    Detto questo, io credo che la prudenza non sia mai troppa e farei firmare al giardiniere un semplicissimo documento di cessione dell'uso del nome a dominio.
    Sostanzialmente è come se io avessi un marchio registrato e decidessi di cederlo in uso a un'azienda che è interessata, restando comunque titolare dello stesso.
    Non c'è bisogno di inserire nel documento una manleva di responsabilità che è implicita nell'atto di cessione.

+ Rispondi alla Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.