+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 5 di 5

p.iva procacciatore d'affari di vari prodotti senza prevalenza di alcuno

Ultimo Messaggio di serdep il:
  1. #1
    User Newbie
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    2

    p.iva procacciatore d'affari di vari prodotti senza prevalenza di alcuno

    Ciao a tutti!
    Ho intrapreso un nuovo lavoro e mi è stato chiesto di aprire partita iva, dato che sto per superare i famosi 5 mila euro.
    La partita iva che devo aprire è quella di procacciatore d'affari di vari prodotti senza prevalenza di alcuno.
    Vi premetto che di queste cose ci capisco ben poco, però sono stata dal commercialista...e ahimè ho trovato pareri discordanti in merito.
    Il commercialista mi dice che quando emetterò fattura dovrò farlo in questo modo:

    Totale 1000
    C.P. 4% su imponibile di 1000 ovvero 40
    Totale 1040
    - Ritenuta d'Acconto 20% su 1000 ovvero 200
    Totale a saldo 840

    Mentre a lavoro mi hanno detto che la fattura deve essere emessa in questo modo:

    Totale 1000+Iva 20%
    - Ritenuta d'acconto del 23% sul 50% del lordo

    Ora ditemi voi se ci capite qualcosa
    Io non so davvero cosa vuol dire tutto questo, a lavoro mi hanno detto che quello che vuole farmi fare il commercialista non va bene...ma a questo punto mi chiedo, cosa devo fare???
    Come faccio ad aprire una partita iva secondo quello che mi hanno detto a lavoro, e soprattutto, a cosa vado incontro???
    Se qualcuno può darmi qualche delucidazione...

  2. #2
    Esperto L'avatar di ST_Consulenze
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    153
    Mi preoccuperebbero i dubbi del tuo commercialista: la ritenuta d'acconto da applicare è del 23% sul 50% delle provvigioni.
    ST Consulenze |Dottori Commercialisti on-line| www.stconsulenze.it

  3. #3
    Esperto L'avatar di serdep
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    479
    Più che altro, trattandosi di procacciatore di affari non mi sembra che si debba iscrivere alla gestione separata (leggo: C.P. del 4%, a meno che non si riferisca ad altro).
    Se è vero che il procacciatore di affari svolge un'attività di impresa, allora si è tenuti ad iscrivere alla gestione commercianti Inps (con pagamento sul minimale di €. 2.800 circa) e, sulle fatture, ad applicare una ritenuta sulle provvigioni così come dice l'azienda e ST_Consulenze.

  4. #4
    User Newbie
    Data Registrazione
    Feb 2009
    Messaggi
    2
    Infatti è quello che ho pensato pure io, che quel 4% fosse per l'Inps, ma non capivo però il motivo per cui mi dovessi iscrivere alla gestione separata.
    Io sono procacciatrice d'affari e il rapporto con la mia azienda è continuativo, quindi la partita iva la devo aprirla per forza, e mi chiedevo però a chi devo dare retta

  5. #5
    Esperto L'avatar di serdep
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    479
    Penso che dovresti dare retta all'azienda (riceverà la fattura).
    Comunque, approfondisci la questione.

+ Rispondi alla Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.