+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 29 di 29

Nuovo regime agevolato 5% dal 2012?

Ultimo Messaggio di dannylu1609 il:
  1. #1
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Località
    latina
    Messaggi
    8

    Nuovo regime agevolato 5% dal 2012?

    Ciao a tutti. Riporto un estratto di una pagina di un sito.

    Dal 1 gennaio 2012 i regimi forfettari dei minimi e delle nuove iniziative saranno aboliti, al loro posto un nuovo regime con imposta sostitutiva al 5% e di durata limitata a 5 anni. E' quanto previsto dalla manovra finanziaria 2011 - 2014 (D.Lgs. 98/2011), il cui testo è pubblicato sulla G.U. del 6 luglio.
    Il nuovo regime (Regime fiscale di vantaggio per l'imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità) deriva da quello dei contribuenti minimi introdotto con la finanziaria 2008. Ne riduce l'imposta sostitutiva, che passa dal 20 al 5%, ma potrà essere applicato solo per 5 anni, ed esclusivamente dalle persone fisiche che intraprendono un'attività d'impresa, arte e professione o che l'hanno intrapresa dopo il 31 dicembre 2007.



    Ma è vero? Dal 2012 scatta questo nuovo regime al 5%? Io Ho il forfettino al 10% aperto nel 2011. Potrei aderire a questo nuovo regime?

  2. #2
    User
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Messaggi
    355
    Se non sbaglio è solo per i giovani sotto i 35 anni; io li faccio un altr' anno... che sfiga.

  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    636
    Vale per i primi cinque anni dell'attività, olte solo se si è al di sotto dei 35 anni. Per la verità non si sà se il regime delle nuove inizative produttive venga effettivamente abolito nè che fine farà chi vi ha aderito ed è al primo o al secondo anno. Bisogna aspettare la circolare di "chiarimento" dell'agenza delle entrate. Saluti
    MODConsulenza Fiscale Dottore Commercialista in Roma specializzato in analisi su anatocismo bancario e usura, start up e internazionalizzazione - Lo studio opera ONLINE in tutta Italia commercialistaadistanza@gmail.com

  4. #4
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    Milano
    Messaggi
    4
    Ma quindi chi aprendo la partita iva ha già scelto il regime dei contribuenti minimi con l'imposta sostitutiva del 20% dovrà fare qualche richiesta per usufruire dellla riduzione al 5%?
    Io ho aperto la partita iva nel 2010 e non ho superato i 30.000 euro, quindi ne avrei diritto, giusto?

    Quindi se prima la fattura era così:
    Imponibile: 1.000 euro
    Rivalsa INPS 4%: 40 euro

    Ritenuta del 20%: 208 euro
    Totale fattura: 832 euro (1.040 – 208)


    ora come sarà? Forse così??

    Imponibile: 1.000 euro
    Rivalsa INPS 4%: 40 euro (4% su 1.000)
    Ritenuta del 5% su 1.040 euro: 52 euro

    Totale fattura: 988 euro (1.040 – 52)

    Grazie per le delucidazioni!!

    Chiara

  5. #5
    Esperto L'avatar di trust
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Brescia
    Messaggi
    541
    Ciao Chiara, il tuo esempio è corretto. Una condizione essenziale è non avere ancora compiuto 35 anni, in tal caso si confluirà automaticamente nel nuovo regime.
    Consulenza fiscale anche a distanza: trust851@yahoo.it


  6. #6
    Moderatore
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    636
    Citazione Originariamente Scritto da Chiarabianci Visualizza Messaggio
    Ma quindi chi aprendo la partita iva ha già scelto il regime dei contribuenti minimi con l'imposta sostitutiva del 20% dovrà fare qualche richiesta per usufruire dellla riduzione al 5%?
    Io ho aperto la partita iva nel 2010 e non ho superato i 30.000 euro, quindi ne avrei diritto, giusto?

    Quindi se prima la fattura era così:
    Imponibile: 1.000 euro
    Rivalsa INPS 4%: 40 euro

    Ritenuta del 20%: 208 euro
    Totale fattura: 832 euro (1.040 – 208)


    ora come sarà? Forse così??

    Imponibile: 1.000 euro
    Rivalsa INPS 4%: 40 euro (4% su 1.000)
    Ritenuta del 5% su 1.040 euro: 52 euro

    Totale fattura: 988 euro (1.040 – 52)

    Grazie per le delucidazioni!!

    Chiara
    Postato via Mobile

  7. #7
    Moderatore
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    636
    La ritenuta d'acconto non si e' modificata e quindi dovra' emettere la fattura come in precedenza applicando l'aliquota del 20%. Per quanto riguarda il requisito dell'eta' e' rimasto solo per tenere il regime superati i primi 5 anni dall'inizio dell'attivita'. In pratica i minimi andranno sempre a credito nei confronti dell'erario se non si porranno rimedi. Saluti
    Ultima modifica di StudioCommercialista; 01-10-11 alle 09:51

  8. #8
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jul 2011
    Località
    latina
    Messaggi
    8
    ciao. io il regime agevolato (forfettino 10%). nelle fatture i miei compensi non sono soggetti a ritenuta d'acconto. con questo nuovo regime invece dovrei inserirla nelle fatture?

  9. #9
    Moderatore
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    636
    Il forfettino doveva essere eliminato nelle prime intenzioni di tremonti. Staremo a vedere cosa succederà realmente. Saluti
    MODConsulenza Fiscale Dottore Commercialista in Roma specializzato in analisi su anatocismo bancario e usura, start up e internazionalizzazione - Lo studio opera ONLINE in tutta Italia commercialistaadistanza@gmail.com

  10. #10
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    Milano
    Messaggi
    4
    eMmmmhmm ... ma se la ritenuta d'acconto resterà al 20% mentre l'imposta sostitutiva sarà al 5% come dovrò fare le nuove fatture? :-|
    Scusate ma non ne capisco molto e ho le idee poco chiare! :-)

    grazie!

  11. #11
    OEJ
    OEJ è offline
    Esperto
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    1,834
    Le idee poco chiare ce le hanno tutti. Prima o poi uscirà un provvedimento attuativo dell'Agenzia delle Entrate, ma fino a quel momento si potranno fare soltanto ipotesi più o meno fondate.

    Inutile dire che il provvedimento arriverà forse il 31 dicembre alla 23.59, non sarebbe nemmeno la prima volta.
    Commercialista on line: vai su www.reteimprese.it/studioaymerich

  12. #12
    Moderatore
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    636
    Più probabile che arrivi il 31/01/2012...
    Scherzi a parte la ritenuta d'acconto doveva essere elminata nei nuovi minimi, come avviene attualmente per il forfettino. D'altronde è logico, applico una ritenuta del 20% e poi dovrò pagare un imposta sostitutiva del 5, chiaro che andrò sempre a credito e di tanto. Poi però la regola è sparita, come la riduzione a tre delle aliquote fiscali, ma staremo a vedere. Per quello che si sa al momento, quindi, la fattura dovrebbe essere emessa esattamente come è stato fatto fatto finora, senza IVA e con l'applicazone della ritenuta d'acconto al 20% per chi è soggetto, ma aspettiamo fiduciosi.... Saluti
    MODConsulenza Fiscale Dottore Commercialista in Roma specializzato in analisi su anatocismo bancario e usura, start up e internazionalizzazione - Lo studio opera ONLINE in tutta Italia commercialistaadistanza@gmail.com

  13. #13
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    bergamo
    Messaggi
    5
    salve,è giusto dire che questo regime vale anche per chi è in mobilita o disoccupazione independentemente dall'età?

  14. #14
    OEJ
    OEJ è offline
    Esperto
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    1,834
    Se si rispettano le condizioni, lo può applicare chiunque. Per i disoccupati non c'è alcuna corsia preferenziale (lascia perdere le dichiarazioni dei politici), al limite si può dire che è più probabile che per loro si rispetti il requisito della "nuova attività".
    Commercialista on line: vai su www.reteimprese.it/studioaymerich

  15. #15
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2011
    Località
    bergamo
    Messaggi
    5
    certo rispettando le condizioni,faccio il mio esempio personale tanto per capirci:50anni sono in disoccupazione (ho lavorato per 35 anni),prospettive per trovare lavoro sono poche anche se ci spero vivamente,un alternativa potrebbe essere dal 2012 aprire partita iva come ditta individuale e anchio potrei avvalermi del nuovo regime fiscale essendo appunto in disoccupazione/mobilita.
    questo era il senso della mia domanda.
    grazie.

  16. #16
    Moderatore
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    636
    Salve, se l'attività che vuole intraprendere in maniera autonoma è la stessa che svolgeva come dipendente e sono passati meno di 3 anni dalla cessazione del rapporto di lavoro, il regime dei nuovi minmi le sarà precluso. Questa è una delle poche chiare di un regime che per il resto rimane molto oscuro. Saluti
    MODConsulenza Fiscale Dottore Commercialista in Roma specializzato in analisi su anatocismo bancario e usura, start up e internazionalizzazione - Lo studio opera ONLINE in tutta Italia commercialistaadistanza@gmail.com

  17. #17
    User L'avatar di marco863
    Data Registrazione
    May 2011
    Località
    Miami
    Messaggi
    57
    In relazione a questa limitazione: "nei 3 anni precedenti l'inizio dell'attività, il contribuente non abbia esercitato attività artistica, professionale o d'impresa;"

    Se un contribuente ha esercitato attività d'impresa con regime agevolato nei tre anni precedenti, per un periodo inferiore ad un anno, sarà escluso dal nuovo regime e non ci sono alternative?

  18. #18
    OEJ
    OEJ è offline
    Esperto
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    1,834
    Direi che la norma sia inequivocabile. Se nei tre anni antecedenti all'attività di cui si va a parlare se n'era esercitata un'altra viene meno un requisito per accedere akl nuovo regime dei minimi.
    Commercialista on line: vai su www.reteimprese.it/studioaymerich

  19. #19
    Moderatore L'avatar di gattino89
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Benevento
    Messaggi
    589
    Scusate ma si può aderire anche chi è iscritto come piccolo imprenditore?cioè io ho un e-commerce online è fino a ieri ero dipendente ora saro disoccupato posso aderire alla gestione del imps separata?e usufruire il 5%?

  20. #20
    User Newbie
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Località
    Torino
    Messaggi
    1
    "l'attività da esercitare non costituisca, in nessun modo, mera prosecuzione di altra attività
    precedentemente svolta sotto forma di lavoro dipendente o autonomo"

    Ma significa che se io ho un contratto a progetto e svolgo presso un impresa un determinato lavoro (esempio: il grafico, l'informatico, ecc..) non posso usufruire di questo incentivo qualora volessi mettermi in proprio?

  21. #21
    User
    Data Registrazione
    Nov 2011
    Località
    Napoli
    Messaggi
    10
    Citazione Originariamente Scritto da Idas86 Visualizza Messaggio
    Ma significa che se io ho un contratto a progetto e svolgo presso un impresa un determinato lavoro (esempio: il grafico, l'informatico, ecc..) non posso usufruire di questo incentivo qualora volessi mettermi in proprio?
    chiaramente è così
    sembra evidente l'intenzione di precludere il più possibile l'utilizzo di tale incentivo. il problema è che nel frattempo sparisce il resto e rimane solo la gestione "transitoria" che include maggiori adempimenti, IRAP, studi di settore...che per pochi migliaia di euro l'anno è assurda. e poi così si dovrebbe favorire l'emersione dal nero...
    Ultima modifica di mpolo; 15-11-11 alle 22:19

  22. #22
    User L'avatar di franci79
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Messaggi
    36
    Ciao a tutti,
    visto che siamo entrati nel 2012 e le notizie sul nuovo regime dei minimi dovrebbero essere complete, sottopongo il mio quesito agli esperti.

    Ho 32 anni e ho aperto la p.iva con il Regime dei Minimi nel 2007 per la fornitura di servizi web. (non conosco di preciso i codici di attività che mi sono stai attribuiti).

    Il commercialista mi ha informata che ora sono fuori dal regime dei minimi perchè ho avuto la sventurata idea di mettermi a produrre PIL per la nazione dal 2007 (e non dal 2008).

    Le consegnuenze sono disastrose e le conoscete tutti (contabilità con gestione dell'IVA...sicuramente il commercialista mi costerà un po' di più, imposta sostitutiva al 20 % invece del 5% e applicazione degli studi di settore!!).

    Possibile che non esista un escamotage per evitare che tutte ste sfighe mi arrivino addosso!?

    Domanda: "E' possibile chiudere la mia attuale p.iva e riaprirne subito un'altra, magari con dei codici di attività diversi?"
    In fin dei conti...produco servizi, chi mi viene a controllare quale servizio ho fornito!?
    Nell'oggetto della fattura ci potrei scrivere potenzialmente quello che voglio, no!?

    Help...Help...Grazie!

  23. #23
    Moderatore
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    636
    Purtroppo non ti è possibile, puoi eventualmente passare al regime dei cd. ex minimi, anche se non lo vedo molto conveniente in assoluto. Per la verità non è neanche detto che sia così drammatico uscire dal regime dei minmi, bsogna sempre valutare nel caso concreto. Buona giornata
    MODConsulenza Fiscale Dottore Commercialista in Roma specializzato in analisi su anatocismo bancario e usura, start up e internazionalizzazione - Lo studio opera ONLINE in tutta Italia commercialistaadistanza@gmail.com

  24. #24
    User Newbie
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    roma
    Messaggi
    3
    Citazione Originariamente Scritto da StudioCommercialista Visualizza Messaggio
    Più probabile che arrivi il 31/01/2012...
    Scherzi a parte la ritenuta d'acconto doveva essere elminata nei nuovi minimi, come avviene attualmente per il forfettino. D'altronde è logico, applico una ritenuta del 20% e poi dovrò pagare un imposta sostitutiva del 5, chiaro che andrò sempre a credito e di tanto. Poi però la regola è sparita, come la riduzione a tre delle aliquote fiscali, ma staremo a vedere. Per quello che si sa al momento, quindi, la fattura dovrebbe essere emessa esattamente come è stato fatto fatto finora, senza IVA e con l'applicazone della ritenuta d'acconto al 20% per chi è soggetto, ma aspettiamo fiduciosi.... Saluti
    Buongiorno , ho letto la vostra discussione,tra l'altro vedo che e' di un paio di mesi fa .
    Avrei un dubbio e una grande urgenza ..vi chiedo cortesemente un aiuto.
    Sono agente di commercio e fino ad ora avevo il regime agevolato,quindi emettevo fatture senza i.v.a. , con la ritenuta enasarco del 6,75% e la R.A. dell' 11,5 %
    Adesso la mia commercialista,che e' latitante..mi aveva detto che dal 2012 avrei dovuto emettere fatture con iva,poiche' ho 37 anni .
    E'effettivamente cosi? O c'e' qualche altra soluzione che non conosco ?
    Grazie
    Daniela

  25. #25
    Moderatore
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    636
    Salve Daniela e benvenuta sul ForumGT,
    Per risponderle dovrebbe indicare quando ha aperto la partita iva, ossia l'anno preciso. Il limite dei 35 anni è stato eliminato dalla versione definitiva del provvedimento. Sono sempre contrario a parlare degli altri professionisti nel bene e soprattutto di aspetti negativi, ma credo che se si accetta un incarico poi non si debba essere "latitante". Buona giornata
    Ultima modifica di StudioCommercialista; 06-02-12 alle 13:03
    MODConsulenza Fiscale Dottore Commercialista in Roma specializzato in analisi su anatocismo bancario e usura, start up e internazionalizzazione - Lo studio opera ONLINE in tutta Italia commercialistaadistanza@gmail.com

  26. #26
    User Newbie
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    roma
    Messaggi
    3
    Citazione Originariamente Scritto da StudioCommercialista Visualizza Messaggio
    ***
    Grazie per avermi risposto con grande rapidita'.
    No,nemmeno io amo parlar male di un professionista,ma sono settimane che cerco di parlarci e ..nulla...ora devo emettere fattura e non so come devo farla..
    Ho aperto la partita i.v.a. a Luglio 2009,inizialmente con il regime ordinario e da Gennaio 2010 sono passata al regime agevolato cosi come le indicavo.
    Ultima modifica di lorenzo-74; 06-02-12 alle 14:32 Motivo: quote inutile

  27. #27
    Moderatore
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    636
    Salve,
    se ha aperto la partita iva nel 2009 e permangono le condizioni richieste dalla normativa attuale per rimanere nel regime dei minimi, può rimanerci per cinque anni dall'inizio attività. Sono cose però da verificare con la sua commercialista, come anche se è stato corretto passare dal regime semplificato a quello dei minimi nel 2010. Buona giornata
    MODConsulenza Fiscale Dottore Commercialista in Roma specializzato in analisi su anatocismo bancario e usura, start up e internazionalizzazione - Lo studio opera ONLINE in tutta Italia commercialistaadistanza@gmail.com

  28. #28
    User Newbie
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    roma
    Messaggi
    3
    Grazie infinite

  29. #29
    User Newbie
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Località
    SCHIO
    Messaggi
    1
    Salve,
    mi sono da poco laureato in fisioterapia. Attualmente sto svolgendo uno stage in un centro riabilitativo. In questi giorni però ho ricevuto un'altra proposta da un altro centro che mi "assumerebbe" tramite partita iva. Sono intenzionato ad accettare la seconda proposta. Il mio dubbio è posso aprire la p iva dei superminimi (cessando ovviamente lo stage attuale)?
    Grazie

+ Rispondi alla Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.