+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 9 di 9

Aprire un Caf: Requisiti e modalità

Ultimo Messaggio di Emanuele87 il:
  1. #1
    User
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    40

    Aprire un Caf: Requisiti e modalità

    Salve a tutti...e complimenti per questo forum, davvero

    Non sono abilitato come dottore commerciliasta e nemmeno come praticante, ma ho esperienza come contabile e responsabile amministrativo...vorrei aprire un Caf: non 1 sportello caf, ma 1 caf vero e
    proprio indipendente.

    Potreste indicarmi quali sono i requisiti che si devono possedere e gli oneri da adempiere. Grazie mille

  2. #2
    User
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    40
    quindi??? Non risponde nessuno?

  3. #3
    User
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    35
    Citazione Originariamente Scritto da daraku Visualizza Messaggio
    Salve a tutti...e complimenti per questo forum, davvero

    Non sono abilitato come dottore commerciliasta e nemmeno come praticante, ma ho esperienza come contabile e responsabile amministrativo...vorrei aprire un Caf: non 1 sportello caf, ma 1 caf vero e
    proprio indipendente.

    Potreste indicarmi quali sono i requisiti che si devono possedere e gli oneri da adempiere. Grazie mille

    A quanto ho capito non intendi aprire un centro raccolta ma un caf "ex-novo".

    Per l'esperienza che ho maturato nel settore posso dirti che l'onerosità dell'operazione è talmente levata da permettermi di sconsigliarti tale operazione.
    Dal punto di vista assicurativo in primis, inoltre è prevista specifica autorizzazione dal Ministero delle Finanze.

  4. #4
    User
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    40
    Sono a conoscenza ke sia oneroso..., ma la cosa non mi spaventa(potrei sempre apportare in società un immobile come conferimento). Ho un locale abbastanza spazioso (8 vani) dove potrei gestire il CAF.

    Avevo cmq sentito dire ke il capitale sociale dovrebbe essere di € 58.000.

  5. #5
    User
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Messaggi
    35
    Il Capitale sociale non è l'unico onere di rilevanza, considera in particolare le coperture assicurative che deve avere un caaf. Prova a chiedere ad una qualsiasi compagnia assicurativa. Prova inoltre a capire di quanto, i compensi derivanti, differiscono da quelli di un centro raccolta, se la differenza non dovesse superare il 50%, considerata la responsabilità derivante, penso sia opportuno considerare la possibilità di optare per la seconda scelta.

  6. #6
    Esperto
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    573
    Partiamo dal presupposto che il capitale sociale è l'ultimo dei problemi...

    Devi avere un RAF iscritto all'ordine dei Dottori Commercialisti o dei Revisori Contabili.
    Il CAF deve essere creato da un particolare tipo di associazioni sindacali con almeno 50.000 aderenti.
    Il CAF deve essere in possesso di polizza assicurativa obbligatoria con caratteristiche particolari che la rendono assai onerosa.
    Come ben saprai il CAF è responsabile dei propri errori, ogni errore accertato comporta una sanzione a carico del CAF e una a carico del RAF per un importo variabile tra 516 e 3.000€ (violazione del Visto di Conformità) a seconda della gravità dell'errore.

    Tutto questo oltre ad altre decine di incombenze di varia natura.

  7. #7
    User
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    40
    Citazione Originariamente Scritto da Williamace Visualizza Messaggio
    Il Capitale sociale non è l'unico onere di rilevanza, considera in particolare le coperture assicurative che deve avere un caaf. Prova a chiedere ad una qualsiasi compagnia assicurativa. Prova inoltre a capire di quanto, i compensi derivanti, differiscono da quelli di un centro raccolta, se la differenza non dovesse superare il 50%, considerata la responsabilità derivante, penso sia opportuno considerare la possibilità di optare per la seconda scelta.
    Allora x quanto riguarda i compensi mi sono già informato con un Caf! x aprire 1 sportello Caf pagano 5€ per ogni dichiarazione dei redditi 730, 5€ per ogni Isee e 2.5€ per ogni RED...quindi pochino e proprio x questo avevo pensato di aprire un vero e proprio CAF.

    x quanto riguarda l'altra risposta...quindi è importante ke all'interno del CAF vi sia un Tizio iscritto all'ordine dei commercialisti: ma deve essere socio del CAF, oppure un semplice collaboratore stipendiato? Cioè potrei prendere 1 classico disoccupato ke si è appena abilitato

    La copertura assicurativa non dovrebbe coprire gli errori commessi dal CAF e dal RAF?

  8. #8
    Esperto
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    573

  9. #9
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Località
    Paternò
    Messaggi
    2
    Salve a tutti, sono neolaureato in Economia e sto facendo tirocinio per diventare esperto contabile (poi con il tempo commercialista), nel fratempo volevo aprire un centro CAF e che possa magari fare da patronato (se si può fare, altrimenti solo il CAF). Quindi cosa dovrei fare? E quali sono i requisiti? Sarei interessato ad uno sportello, quindi ci vuole anche la partita IVA?
    Scusate per le troppe domande, ma sono un pò confuso, vi ringrazio anticipatamente

+ Rispondi alla Discussione

Tag per Questa Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.