Ciao a tutti,
ho una ditta individuale dal 2008 inquadrata con il regime fiscale dei minimi, ed offro servizi informatici (assistenza tecnica, sviluppo siti web, web marketing). Ho avuto una proposta di lavoro da parte di una azienda per la medesima attività lavorativa che svolgo con partita Iva, solo che inizialmente mi hanno proposto un contratto a progetto per 1 anno.

Visto che voglio tenere la partita iva e che le due posizioni lavorative (p.iva e co.co.pro) non credo possano essere svolte assieme (o comunque non ha molto senso), gli ho proposto un contratto di prestazione d'opera di 12 mesi con pagamenti mensili, tenendo fermo il costo totale che loro avrebbero assumendomi come co.co.pro. Loro sono interessati, ma mi dicono che il loro costo complessivo per il co.co.pro lo avevano preventivato tenendo conto di un mio impegno lavorativo di 8 ore al giorno per 5 giorni a settimana, ed in sostanza configurato come consulente esterno hanno paura che farei meno ore rispetto al co.co.pro. Io non ho problemi ad essere essere presente 8 ore al giorno.

Nel contratto di prestazione d'opera è possibile indicare un monte ore (oppure indicare che sarò presente 8 ore al giorno) in modo da farli "stare tranquilli"? O eventualmente indicare un costo giornaliero? Perchè negli esempi di contratti che ho visto è indicato solo il compenso complessivo, la durata del contratto e le tempistiche del pagamento.

Grazie a chi mi saprà rispondere!