+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 15 di 37

Partita IVA individuale per un lavoratore dipendente

Ultimo Messaggio di studionicola il:
  1. #1
    Esperto
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Località
    Las Vegas
    Messaggi
    571

    Partita IVA individuale per un lavoratore dipendente

    Come da titolo:
    è possibile per un lavoratore dipendente aprire partita iva individuale e continuare a lavorare come dipendente?

  2. #2
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,945
    Ciao,

    devi solo verificare le eventuali incompatibilità con l'esercizio di libera professione o impresa (a secondo del tuo caso) nel tuo contratto di lavoro.

    Nell'eventualità ci sia incompatibilità, potresti sempre farti autorizzare espressamente (per iscitto) dal tuo datore di lavoro.

    Paolo.

  3. #3
    Esperto
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Località
    Las Vegas
    Messaggi
    571
    Ciao i2m4y,

    quindi è possibile avere P.IVA e contemporaneamente un lavoro dipendente...

    Le incompatibilità non ci dovrebbero essere visto che il lavoro dipendente è di idraulico e la P.IVA per lavorare sul web.
    Che ne dici?



    PS: nn sono io il diretto interessato

  4. #4
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,945
    Scusami Martin mi sono espresso male, non intendo incompatibilità merceologiche, intendo che sul contratto di lavoro dipendente non ci sia scritto che è vietata genericamente l'attività "parallela" di lavoratore autonomo o l'esercizio d'impresa.

    Nel caso del webmaster direi di guardare quella di lavoro autonomo.

    Se non è vietata non vedo nessuna impossibilità ad essere al contempo dipendente (anche a tempo pieno) e libero professionista-webmaster (che è poi una attività di lavoro autonomo).
    Unica pecca dovrà avere molto probabilmente una doppia copertura previdenziale e quindi 2 contributi .... ma anche 2 pensioni.

    Ciao,

    Paolo.

  5. #5
    Esperto
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Località
    Las Vegas
    Messaggi
    571
    ok,

    ora ho capito perfettamente.

    Ma quindi il 740 sarà comunque 1 solo?


    e grazie per le info

  6. #6
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,945
    A meno che tu non ti fai tagliare in due e ti fai attribuire un codice fiscale diverso ad ogni tua parte.....
    pessima battuta da commercialista!!!!

    Si un solo modello unico (740) con la compilazione di diversi quadri però, quello per lavoro dipendente e quello per lavoro autonomo.

    Figurati per le info.



    Paolo.

  7. #7
    User L'avatar di sa23
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Milano provincia
    Messaggi
    113
    Riprendo questo topic per continuare il discorso ed approfondirlo.

    Il mio caso è simile, ma vorrei maggior chiarimenti.

    Attualmente sono in possesso di P.iva e lavoro come libero professionista mi occupo di grafica; collaboro da un paio di mesi con una azienda realizzado prodotti grafici facendo fattura.
    Loro mi hanno proposto un contratto a tempo determinato da avviare il prossimo anno come grafico, ma quello che mi domando è se posso mantenere aperta la p.iva.

    Come ho letto nel contratto non ci devono essere note di esclusività, ma quello che mi domando è se posso stipulare il contratto senza dover far presente all'azienda se ho chiuso o meno la P.iva e se non ci siano problemi di conflittualità.

    Io ho la p.iva da Gennaio di quest'anno a regime agevolato, perciò il prossimo anno sarò soggetta alla riceca di mercato altra preoccupazione non salirebbero troppo i contributi?

    Se nel 2006 riesco a stipulare il contratto e amantenere la p.iva, se non fatturo, ma guadagno come dipendente cosa succede con la ricerca di mercato?

    Spero di essere stata chiara nel formulare le mie domande e di aver dato tutti i dati disponibili per capire la situazione.

    Affronterò l'argomento anche con il mio commercialista, ma vorrei sentire anche un altro parere.

    Grazie per l'eventuale risposta

  8. #8
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,945
    Ciao Sa23, non chiarissima, ma penso di aver capito (ps per ricerca di mercato penso tu intenda studi di settore, mi sbaglio?).

    Sinceramente quale mia opinione personale non aderirei ad un contratto di lavoro dipendente determinato se il mio futuro è e voglio che sia quello di lavoro autonomo. ma se a te interessa far questo direi che:

    - riterrei compatibile l'essere assunto quale dipendente per la tua attività per un anno come dipendente e contemporaneam. tenere aperta la p.Iva, con cui magari fare qualche parallelo lavoretto per altri committenti.
    Non ho mai esaminato casi del genere (oggetto professione preesistente = oggetto lavoro dipendente sopravvenuto) e sinceramente non so se esistano norme o interpretazioni ufficiali in merito, ma mi rifaccio alla mia categoria... dove alcuni svolgono sia l'attività di lavoro dipendente (a volte quali tecnici pubblici) che la libera professione... e l'oggetto dell'attività è il medesimo.

    - non mi preoccuperei per gli studi settore poichè anche ove contestassero gli inesistenti o bassi ricavi potresti validamente dimostrare (con certificazione del datore di lavoro) che tu per 8 ore sei dipendente, ma lo sei a tempo determinato.
    Potrai dunque far capire che questo periodo corrisponde ad una specie di "pausa di riflessione" nel tuo lavoro professionale, oppure una occasione di fare esperienza che potevi cogliere solo da dipendente e che poi si rifletterà positivamente (per l'esperienza acquisita) nel tuo futuro professionale , che tornerai a portare avanti tra un anno.

    - certo in assenza di ricavi sarei molto cauto sia nella deduzione dei costi che dell'iva ad essi connessa... limiterei al massimo se non non lo farei proprio.


    Paolo.

  9. #9
    User L'avatar di sa23
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Milano provincia
    Messaggi
    113
    Ti ringrazio infinitamente per la risposta.... scusami ma effettivamente ho sbagliato io intendevo gli studi di settore ho fatto confusione con un termine che uso nel mio ambito lavorativo.

    Solo mi chiedo come mai sottponendo il problema al mio commercialista lui non abbia contemplato entrambe le situazioni, ma mi a dichiaratamente detto che se accettavo la loro proposta di informarlo che avviava le pratiche per chiudere la partita iva.

    Non capisco

    Che forse per lui non conviene affatto dal punta di vista economico

    vedrò di riaffrontare con lui l'argomento e capire meglio.

  10. #10
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,945
    Certamente... potrebbe essere che ha fatto calcoli e che sia svantaggioso economicamente parlando, io quei calcoli non posso farli perchè non ne ho gli elementi (tuoi specifici).
    Dipende anche dai ricavi professionali paralleli che riusciresti ad avere... dipende anche da cosa tu hai detto di persona... parlarsi di persona fa capire taaaaante cose che qui sul forum certamente mi sfuggono.... magari sono io che ho mal interpretato il tuo quesito.

    Ti consiglio anche io di riapprofondire la possibilità di parallelo mantenimento della P.IVA con tuo commercialista.


  11. #11
    User
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    78
    Unica pecca dovrà avere molto probabilmente una doppia copertura previdenziale e quindi 2 contributi .... ma anche 2 pensioni.

    i2m4y Le faccio una domanda...
    Mi pare di capire da quello che ha scritto lei che se uno ha una doppia copertura previdenziale avrà diritto, in sede di pensione, ad una doppia pensione...
    Giusto???

    Faccio questa domanda perchè mio padre, andato in pensione lo scorso anno, ha 37 anni di contributi come dipendente ed inoltre per 11 anni ha avuto una doppia copertura previdenziale, in quanto, oltre a lavorare come dipendente, aveva un negozio.
    In sede di calcolo di pensione però gli 11 anni non gli sono stati calcolati e gli hanno detto che erano persi...
    Quindi le chiedo... C'è la possibilità che si siano sbagliati e che quindi la pensione che stà ricevendo è di importo minore rispetto a quello che gli spetterebbe???
    Grazie per la risposta

  12. #12
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,945
    Ciao Christian, per prima cosa dammi del tu .

    Sicuramente si dovranno aver maturati i requisiti minimi per l'erogazione delle due pensioni secondo le norme vigenti (ad esempio INPS dipendenti e gestione separata INPS, che normalmente vengono poi cumulate in unico assegno).
    Purtroppo però io poco mi intendo di pensioni perchè seguo gli aspetti previdenziali solo per ciò che concerne poche categorie, nella fase di versamento e non di riscossione (solo professionisti) e non sono consulente del lavoro.

    I miei consigli nel tuo caso sono:

    1) verificare bene la nuova norma sulla totalizzazione dei periodi contributivi (in pratica la ricongiunzione dei contributi versati in più enti) che nel tuo caso sarebbe anche agevolato dal fatto che dovrebbero essere sempre verso INPS. E' stata notizia sulla stampa economica di un mesetto fa. Il perido minimo contributivo per la totalizzazione non ricordo bene ma era di 6 o 7 anni.
    Penso che qualche ricerca internet con le parole sottolineate ti darà molte notizie in merito.

    2) rivolgersi ad un patronato od ad un consulente del lavoro che possono darti una consulenza in merito (prediligerei il patronato).



    Paolo

  13. #13
    User
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    78
    i2m4y Grazie 1000

    Già stamattina andrò ad un patronato inca per chiedere info maggiori

  14. #14
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,945
    Questo ed altro era riportato dal Sole dell'ultimo periodo:

    http://www.ilsole24ore.com/fc?cmd=ar...Libero&chId=30

    Anche qui nel forum c'è un topic con la notizia di Spiderpanoz.

    Figurati, in bocca al lupo.

    Paolo

  15. #15
    User
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    78
    No, purtroppo al patronato INCA mi hanno detto che non è possibile totalizzare i doppi contributi previdenziali riferiti ad uno stesso periodo

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.