+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 8 di 8

Il Lonfo - Fosco Maraini (poesia metasemantica)

Ultimo Messaggio di cantodinverno il:
  1. #1
    Consiglio Direttivo
    Bibliotecario
    L'avatar di Leonov
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Biblioteca del Forum.
    Messaggi
    11,609

    Il Lonfo - Fosco Maraini (poesia metasemantica)

    Dedicato con simpatia a tutti gli amanti della poesia, della semantica e delle parole che scrivono qui.


    Quali sono gli "ingredienti" per fare poesia?

    La domanda è molto complessa; azzardo una lapidaria risposta (anche provvisoria) sostenendo che, tra le molteplici caratteristiche presentate in media dai testi poetici, quattro si elevano nettamente sopra le altre.

    - La voce del declamatore (meglio: l'oralità intrinseca dell'opera), che rende viva ogni poesia e la solleva dallo stato di languida prostrazione in cui versa quando resta troppo a lungo fissa sulla carta e non viene animata dal fiato di qualche parlante.

    - Lo stomaco - o la pancia - cioè l'impulso elementare, essenziale, viscerale all'espressione che muove il poeta e quasi lo costringe a far affiorare (a volte ad espellere con violenza) il suo sentire.

    - Il cuore, inteso come sensibilità spiccata, empatia acuita al massimo ed insolita capacità di percepire gli stimoli del reale o del pensiero, trasfigurandoli nel verso o riproducendoli, nudi e crudi, nell'opera di cui si fa creatore.

    - Il cervello, ovvero la tecnica e le conoscenze culturali, che garantiscono al pensiero una congrua forma espressiva ed una cornice di riferimenti, allusioni, citazioni appropriata.


    Le poesie, a ben vedere, presentano tutte - in proporzioni molto variabili e con livelli qualitativi più ondivaghi del clima di un luogo temperato - questi quattro elementi.

    Che cosa, accade, però, se uno prevale decisamente sugli altri?

    Il risultato, solitamente, non è troppo felice, perché lascia nella bocca e nella mente un retrogusto di perplessità: il lettore si accorge di stare contemplando qualcosa di sbilanciato (senza che ciò vieti una magnifica confezione o fama imperitura) e magari in fondo ne soffre.


    In rarissimi casi, però, emerge qualcosa di speciale e delizioso; come quando la voce, o meglio il suono, il gioco con la lingua e le sue assonanze si impongono sulla logica, sulle regole e su tutto il resto.

    A quel punto compare ad esempio "Il Lonfo", brevissimo componimento di Fosco Maraini (Firenze, 15 novembre 1912 – 8 giugno 2004). Eccolo declamato da un fine dicitore d'eccezione: Gigi Proietti.




    IL LONFO

    Il Lonfo non vaterca né gluisce
    e molto raramente barigatta,
    ma quando soffia il bego a bisce bisce,
    sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
    È frusco il Lonfo! È pieno di lupigna
    arrafferia malversa e sofolenta!
    Se cionfi ti sbiduglia e ti arrupigna
    se lugri ti botalla e ti criventa.
    Eppure il vecchio Lonfo ammargelluto
    che bete e zugghia e fonca nei trombazzi
    fa legica busia, fa gisbuto;
    e quasi quasi in segno di sberdazzi
    gli affarferesti un gniffo. Ma lui, zuto
    t' alloppa, ti sbernecchia; e tu l'accazzi.

    F. Maraini


    Quanto appena riportato è un esempio di quella che lo stesso autore - celebre orientalista ed antropologo - chiamava poesia metasemantica: una creazione poetica, cioè, che si fonda sulla pura capacità dei suoni di evocare e suggerire immagini, pur se quei medesimi suoni ed effetti vocali non hanno alcuna relazione con parole dotate di significato.

    "Il Lonfo" è inserito nella raccolta "Gnosi delle Fànfole" (1978), piccola perla del non-sense ispirato e del gioco linguistico, semantico e lessicale.
    MODBiblioteca del Forum gt --- Kàspar Àiolos Lèonov, Ph.D. --- Bibliosaurus ModSenior e Bibliotecario del Forum gt. Al vostro servizio.
    Regole della Casa --- Web Marketing Festival! A Rimini; a giugno! La festa della formazione. Passa a trovarci.
    Sono con te, sei con me.

  2. #2
    WWW
    WWW è offline
    Moderatore L'avatar di WWW
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,023
    Segui WWW su Twitter Aggiungi WWW su Google+ Aggiungi WWW su Facebook Aggiungi WWW su Linkedin


    Fantastica 'sta cosa della poesia metasemantica.

    Poi Proietti la recita veramente alla grande... ...

    Ho trovato questa "Ferlingesca", roba amatoriale ma meglio che niente.

    E' un immagine erotico-giuliva, che metasemanticamente vuol dire osè, o qualcosa del genere, direi...

    f.

  3. #3
    Esperto L'avatar di Andrez
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Sull'isola del giorno prima
    Messaggi
    8,250
    .. vabè va hem ...


    Ferlingesca

    La riframba freuciava sul grafunzio
    sdrodolando e sdirlindandosi tra i blormi,
    dalla frubba rosinegna e di vermunzio
    sorvagiva valitando cantulireme.

    Drimulanti e virmigliate solegluncie
    le sue vere vircolavano sui girli
    vedegrevi come rine di grimunce
    marbelibero le dulbe nei vaporli.

    La sua vrigna vulpinarda e grodendra
    fra le malde globilunde e verlaganti
    sulguttuta la ventribola etroiondra
    vernisceva le sue vure sfervoranti.

  4. #4
    WWW
    WWW è offline
    Moderatore L'avatar di WWW
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,023
    Segui WWW su Twitter Aggiungi WWW su Google+ Aggiungi WWW su Facebook Aggiungi WWW su Linkedin

    E gnacche alla formica

    Citazione Originariamente Scritto da Andrez Visualizza Messaggio
    .. vabè va hem ...
    Perdonami.

    Riparo con "E gnacche alla formica", proprio di Fosco Maraini.

    "Io t'amo o pia cicala e un trillargento
    ci spàffera nel cuor la tua canzona.
    Canta cicala frìnfera nel vento:
    E gnacche alla formica ammucchiarona!

    Che vuole la formica con quell'umbe
    da mòghera burbiosa? È vero, arzìa
    per tutto il giorno, e tràmiga e cucumbe
    col capo chino in mogna micrargìa.

    Verrà l'inverno si, verrà il mordese
    verranno tante gosce aggramerine,
    ma intanto il sole schìcchera gigliese
    e sgnèllida tra cròndale velvine.

    Canta cicala, càntera il manfrore,
    il mezzogiorno zàmpiga e leona.
    Canta cicala in zìlleri d'amore:
    E gnacche alla formica ammucchiarona!
    "


    f.

  5. #5
    Esperto L'avatar di Andrez
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Sull'isola del giorno prima
    Messaggi
    8,250
    " .. vabè va hem ... " non è un commento mio, ma lo dice il dicitore preparandosi a recitare la Ferlingesca.

  6. #6
    Consiglio Direttivo
    Bibliotecario
    L'avatar di Leonov
    Data Registrazione
    Oct 2008
    Località
    Biblioteca del Forum.
    Messaggi
    11,609
    Interessanti contributi addizionali alla discussione, i due che ho trovato qui al risveglio.

    Per di più, con un eccellente equilibrio tra il dionisiaco della Felingesca e l'apollineo della variazione sul tema "La Cicala & la Formica".

    Sulla prima devo ancora un po' riflettere: qualche stimolo sensoriale non mi è del tutto chiaro...

    Sulla seconda: l'espressione "col capo chino e in mogna micrargìa" è praticamente una foto, perfetta in ogni dettaglio; parimenti evocativa e immaginifica quella del sole che "schìcchera gigliese".

    Un bell'esordio - e naturalmente una storia d'amore - per l'anno che incede elegante nel mondo.

    E, solo per poche ore ancora, prima di tornare al lavoro, "gnacche alla formica ammucchiarona"!
    MODBiblioteca del Forum gt --- Kàspar Àiolos Lèonov, Ph.D. --- Bibliosaurus ModSenior e Bibliotecario del Forum gt. Al vostro servizio.
    Regole della Casa --- Web Marketing Festival! A Rimini; a giugno! La festa della formazione. Passa a trovarci.
    Sono con te, sei con me.

  7. #7
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Palermo
    Messaggi
    1
    Segui EleonoraLoIacono su Twitter Aggiungi EleonoraLoIacono su Google+ Aggiungi EleonoraLoIacono su Facebook
    Cercavo proprio il testo di questa poesia ed eccola qui: primo risultato.
    Sempre i migliori

  8. #8
    Moderatrice L'avatar di cantodinverno
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Località
    Taranto
    Messaggi
    1,097
    Segui cantodinverno su Twitter Aggiungi cantodinverno su Google+ Aggiungi cantodinverno su Facebook Aggiungi cantodinverno su Linkedin Visita il canale Youtube di cantodinverno
    Bella discussione, complimenti . Il "giocare con le parole" a partire dal suono è sempre un gran divertimento per chi scrive: come chi disegna, non si sa mai né come va a finire, né dove si va a parare.

+ Rispondi alla Discussione

Tag per Questa Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.