+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 39 di 39

E quando scade il servizio di posizionamento? Che fare?

Ultimo Messaggio di bonzer1 il:
  1. #1
    Utente Premium L'avatar di antonico
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    380

    E quando scade il servizio di posizionamento? Che fare?

    Ciao a tutti!!!!
    Non sapevo dove postare questo messaggio, mi scuso in anticipo con i moderatori se non dovesse andare bene e chiedo loro di spostarlo nella sezione più adeguata.

    Il mio dilemma è il seguente. Seguo diversi siti di clienti che pagano per il posizionamento nei motori di ricerca. Io mi occupo della ricerca del mercato di riferimento, delle chiavi di ricerca, dell'ottimizzazione on-site e delle pratiche off-site per l'aumento del rank nei motori.
    I clienti pagano un tot semestrale, annuale o triennale per avere il sito nella prima pagina dei motori e, sinceramente, rimangono al 95% soddisfatti del mio operato, ottenendo un notevole incremento di richieste di informazioni. Il problema si ha quando il cliente, per un motivo o per un altro decide di non fare più il posizionamento (specialmente quando capisce che nel breve periodo, pur cessando il servizio di posizionamento, le cosa cambiano di poco), non rinnovando il contratto precedente. Cosa fare in questo caso? In questo modo il suo sito "campa di rendita", specialmente per siti anziani e operanti su mercati di nicchia che prima di essere scalzati da altri, deve passare un bel po di tempo di inattività in ambito seo.
    Cioè, ipotizzando, un cliente paga il posizionamento per un anno, io ottimizzo il sito e lo posiziono nelle prime 5-10 posizioni di google per una decina di parole chiave che gli interessano. Il sito acquista piano piano autorità e backlink spontanei, ottenendo un certo vantaggio su siti concorrenti. Alla fine dell'anno, quando il cliente smetterà di pagare, le cose non cambieranno e lui si ritroverà il sito posizionato e ben funzionante anche senza pagare il servizio.

    Come fare per annullare il posizionamento ottenuto, una volta finito il contratto? Può essere una soluzione creare delle pagine apposite, interne al sito, ottimizzate e posizionate, da togliere al momento della scadenza del contratto di posizionamento? Credo che questo possa essere un problema comune a diversi professionisti del settore... come vi muovete?

    Vi ringrazio vivamente e spero di non averla fatta troppo lunga..

  2. #2
    Utente Premium L'avatar di antonico
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    380
    Nessun utente del forum GT sa darmi consigli su come comportarsi nei confronti di clienti che non rinnovano il contratto del servizio di posizionamento?
    Mi sto rivolgendo a seo professionali che si trovano a dover posizionare siti di clienti...

  3. #3
    Moderatore L'avatar di gianrudi
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    ventimiglia
    Messaggi
    1,115
    Ciao antonico, consigli su come comportarti non te ne saprei dare, mi è venuto in mente il seguente paragone.

    Un paziente, che ha risolto un problema di salute dopo essersi rivolto a un medico bravo, a un certo punto decide di cambiarlo o comunque di non curarsi più, ma grazie al carattere duraturo dei benefici della cura continua a stare bene lo stesso.
    Cosa dovrebbe fare il medico, studiare il modo migliore per farlo ammalare di nuovo? In molti casi sarebbe anche impossibile.

    Fuor di metafora, non vedo perhè i benefici duraturi di un intervento seo non dovrebbero restare di proprietà di chi l'ha pagato, finchè durano.
    Ultima modifica di gianrudi; 09-01-09 alle 15:57

  4. #4
    Utente Premium L'avatar di antonico
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    380
    Anche se il posizionamento è pagato non a risultato ma a tempo? Nel senso, un cliente che paga per un anno di posizionamento, visto che è un servizio aggiuntivo alla creazione del sito, si potrebbe ritrovare il sito posizionato anche per l'anno successivo, senza pagare nulla.
    Sinceramente io personalmente la penso come te, una volta fatto il posizionamento per parole interessanti, il lavoro sarebbe giusto rimanesse... Solo che mi è stato chiesto di pensare come fare per limitare il servizio al solo periodo pagato e ho chiesto nel forum, il migliore

    Creare delle pagine apposta per il posizionamento, una pagina per ogni parola chiave scelta, posizionarle, e da togliere una volta finito il periodo pagato?

  5. #5
    User
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Napoli
    Messaggi
    547
    E' davvero una bella domanda...
    Non faccio il SEO per professione ma mi diletto con buoni risultati e mi metto nei panni di chi questa professione la fa per lavoro e dopo un anno di lavoro svolto per bene e con risultati si trova un contratto non rinnovato...
    Diciamo che potrebbe essere lo stesso anche per me....mi procuro un contratto di assistenza...sistemo tutti i problemi del caso e dopo un anno il cliente decide di non rinnovarlo....i benefici ovviamente si produrranno anche nell'anno successivo....

    Io credo che l'unica soluzione non sia nel lavoro in se per se....cioè non ha senso creare una pagina ad hoc e poi eliminarla nel momento del non rinnovo del contratto....ma nel corso del contratto fidelizzare il cliente, convincerlo con i buoni risultati che il tuo è un lavoro continuativo e che deve essere prolungato nel tempo per avere risultati...insomma che sei indispensabile.

    Poi se il cliente si fiderà dell'immagine che tu hai dato di te ti rinnoverà il contratto....cioè la vedo piu una questione di "coltivare il rapporto di lavoro" che lavoro in se....

    Spero di essermi spiegato bene!

  6. #6
    Utente Premium L'avatar di antonico
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    380
    Si, ma se il cliente è abbastanza 'birbo' da capire che pur non rinnovando il contratto camperà di rendita anche per un discreto periodo di tempo? Magari poi torna dopo un anno richiedendo di nuovo un lavoro di posizionamento.. si è fatto un anno di contatti da google a sbafo...

  7. #7
    User
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Napoli
    Messaggi
    547
    Non saprei proprio
    Attendiamo magari l'intervento di qualcun altro...ma credo che le risposte non saranno molto diverse...almeno che tu non decida di penalizzare il sito web in qualche modo....
    Ultima modifica di gianrudi; 10-01-09 alle 00:28 Motivo: eiminato quote inutile

  8. #8
    Esperto L'avatar di Karapoto
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    Gallipoli
    Messaggi
    4,878
    Bisogna pagare per ciò che si acquista.

    Se quindi vendi un servizio di posizionamento aleatorio, ed il cliente accetta le clausole, è anche giusto fare un lavoro a tempo.

    Chiaramente, un servizio di questo tipo vale relativamente poco e quindi avrà un costo ridotto.

    Come si può agire?
    Si creano n pagine ottimizzate su domino o domini propri, dalle quali lincare la risorsa del cliente.
    E' evidente che, queste pagine e/o domini, devono avere una certa forza altrimenti il risultato può non arrivare.

    Alla scedenza del contratto, si possono rimuovere i link al sito del cliente mentre non avrebbe senso cancellare le pagine visto che potrebbero essere utili in futuro.

    E' un modo di interpretare il lavoro di seo/sem.
    Francamente io non lo condivido ma non è scorretto visto che vai ad offrire un servizio che il cliente cerca.

  9. #9
    User
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Napoli
    Messaggi
    547
    Quindi tu lo scambio di link e quant'altro lo faresti sulla tua pagina web?
    E se pero grazie al tuo lavoro ci sono link spontanei? Non credo linkeranno alla tua pagina web ma probabilmente al sito del cliente che comunque grazie a ciò acquisterà posizioni in serp.....
    Ultima modifica di gianrudi; 10-01-09 alle 00:28 Motivo: eliminato quote inutile

  10. #10
    Esperto L'avatar di Karapoto
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    Gallipoli
    Messaggi
    4,878
    Se le tue pagine ottimizzate portano il grosso dei visitatori, non saranno certo i link spontanei che prenderà a fare la differenza.

    Ad ogni modo, credo tu la veda in modo sbagliato e, permettimi di dirlo, non professionale.
    Non si può certo far sprofondare chi non è più nostro cliente?
    Un atteggiamento costruttivo dovrebbe essere: "perchè ho perso il cliente?" ed agire di conseguenza.

    Se poi becchi solo furbetti è un problema di offerta che, evidentemente, attira quel tipo di persone.

    Ripeto, bisogna pagare per quel che si riceve ed offrire per quel che si viene pagati.

    Devi portare visitatori?
    Se ne hai le potenzialità, fallo attraverso un tuo portale tematico.

    Devi costruire la link popularity, fatti pagare per questo e fallo

    E così via per tutti gli altri servizi che devono sempre essere quantificabili/qualificabili.

  11. #11
    User
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Napoli
    Messaggi
    547
    Citazione Originariamente Scritto da Karapoto Visualizza Messaggio
    Se le tue pagine ottimizzate portano il grosso dei visitatori, non saranno certo i link spontanei che prenderà a fare la differenza.

    Ad ogni modo, credo tu la veda in modo sbagliato e, permettimi di dirlo, non professionale.
    Non si può certo far sprofondare chi non è più nostro cliente?
    Un atteggiamento costruttivo dovrebbe essere: "perchè ho perso il cliente?" ed agire di conseguenza.

    Se poi becchi solo furbetti è un problema di offerta che, evidentemente, attira quel tipo di persone.

    Ripeto, bisogna pagare per quel che si riceve ed offrire per quel che si viene pagati.

    Beh è quello che dicevo io....lavorare non solo sul web ma trasmettere l'importanza del proprio lavoro e credo che la maggior parte dei clienti rinnoverà.....poi ovvio che troverai sempre quello che non lo farà godendo dei risultati ottenuti in precedenza.

  12. #12
    Utente Premium L'avatar di antonico
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    380
    Citazione Originariamente Scritto da Karapoto Visualizza Messaggio
    Ripeto, bisogna pagare per quel che si riceve ed offrire per quel che si viene pagati.
    Ecco appunto, io intendevo quello..
    Se facciamo un contratto di posizionamento con un cliente, magari che ha realizzato il sito da noi, e nel contratto c'è scritto che lui paga una certa cifra per 2 anni di posizionamento nella prima pagina di google e altri motori per una decina di parole chiave scelte insieme. Il sito in questione è garantito nella prima pagina delle serp per 2 anni, ovvero per il tempo stabilito nel contratto.
    Ora, il 95% dei clienti rinnovano il contratto perché effettivamente ci sono stati i risultati nel periodo considerato ed hanno avuto le pagine del suo sito presenti nella prima serp. Ma quando il contratto non viene rinnovato?
    Il sito, specialmente quando il mercato non è troppo complicato, continuerà a rimanere in prima pagina per diverso tempo (magari anche un anno) con le pagine create appositamente per tale servizio (abitualmente riesco a far uscire in serp le landing pages create appositamente in ottica seo.. ). La vedete così sbagliata la rimozione delle landing pages, che in fondo possono considerarsi una parte distaccata del sito dato che 'ripetono e presentano' i reali contenuti del sito? Il cliente non paga più la garantita uscita nella prima serp e tale garanzia non gli viene offerta. Il sito sarà comunque presente in google con le sue pagine (certamente in posizioni più basse), ma non in maniera mirata e voluta. (ad es. un sito di una struttura turistica che ha nelle sue pagine soprattutto immagini, poco testo, titoli, descrizioni e tutto il resto non studiati in ottica seo/sem, una volta tolte le landing pages ottimizzate vengono tolte, sarà presente su google - certo non verrà penalizzato - ma in maniera più confusionaria e non garantita).
    Il posizionamento non viene pagato e non viene offerto.

    P.S. ripeto che tale sistema non piace troppo nemmeno a me (anche se a logica funziona), solo che non sono il boss e alla fine non ho l'ultima parola.

  13. #13
    User
    Data Registrazione
    Jul 2008
    Località
    Napoli
    Messaggi
    547
    Vabbe probabilmente il "boss" lo guarda in un'ottica commerciale...tu da un punto di vista piu come dire "etico"

  14. #14
    Utente Premium L'avatar di antonico
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    380
    Sicuramente è in quel modo... e in definitiva non si può biasimare... di seo me ne occupo io e a fine mese ho lo stipendio (che tirate le somme me lo pagano i clienti).

  15. #15
    Moderatore L'avatar di Criss
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Rimini
    Messaggi
    454
    Ciao a tutti...
    per non andare contro etica professionale si sfrutta la situazione (sempre se si riesce ad essere buoni commerciali di se stessi).
    Il "furbetto" non rinnova? Io chiamo i diretti concorrenti e faccio vedere loro come grazie a me il sito si è ben posizionato e aumentato le visite.
    A quel punto ho altri n potenziali clienti da fidelizzare.
    In più il furbetto vistosi alle strette ti ricontatterà quasi sicuramente e a quel punto il lavoro gli costerà molto di più.

  16. #16
    Esperto L'avatar di Karapoto
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    Gallipoli
    Messaggi
    4,878
    La parola d'ordine è chiarezza!
    Siate chiari prima di tutto con voi stessi, poi siatelo anche con i clienti.

    Se il contratto che gli proponete prevede che le pagine non saranno cedute ma "affittate", e che risiederanno su vostri spazi appositamente creati, allora è un conto.

    Se invece il cliente ha pagato per altro, rimuovere le modifiche apportate al sito può portare anche a conseguenze legali.

  17. #17
    Utente Premium L'avatar di antonico
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    380
    Sono pienamente daccordo... Le pagine "seo" saranno esclusivamente funzionali per il posizionamento: finito il posizionamento, scadute le pagine.. e questo il cliente lo sa.

    Comunque credo che riuscirò a spuntarla e a cambiare tecnica: forse creerò spazi in domini di nostra proprietà per inserirvi le pagine posizionamento, linkate al sito cliente vero e proprio. Saranno queste le pagine spinte per il posizionamento, non quelle nel sito cliente. Scaduto il posizionamento, saranno tolti i link tra le pagine in un nostro dominio ed il sito cliente.
    L'unica cosa che mi preoccupa è la scarsa attinenza fra nome dominio e contenuti delle landing pages...

  18. #18
    User L'avatar di Actarus
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    164
    Citazione Originariamente Scritto da antonico Visualizza Messaggio
    I clienti pagano un tot semestrale, annuale o triennale per avere il sito nella prima pagina dei motori e, sinceramente, rimangono al 95% soddisfatti del mio operato, ottenendo un notevole incremento di richieste di informazioni. Il problema si ha quando il cliente, per un motivo o per un altro decide di non fare più il posizionamento (specialmente quando capisce che nel breve periodo, pur cessando il servizio di posizionamento, le cosa cambiano di poco), non rinnovando il contratto precedente. Cosa fare in questo caso? In questo modo il suo sito "campa di rendita", specialmente per siti anziani e operanti su mercati di nicchia che prima di essere scalzati da altri, deve passare un bel po di tempo di inattività in ambito seo.
    Ciao Antinoco, io non sono per nulla d'accordo col tuo pensiero nei riguardi del cliente.
    Tu dici che se il cliente non rinnova lui campa di rendita per il lavoro svolto. Io credo il contrario, la società dove lavori vive di rendita proponendo contratti di quel tipo cioè annuali.
    E dico questo perché, ed anche tu converrai con me, per posizionare un sito c'è un grosso lavoro di start up e poi un minino lavoro di mantenimento.
    In pratica quando acquisite un cliente che possiede un sito non ottimizzato, per prima cosa lavorate intensamente sui contenuti e sull'aumento della popolarità. Un lavoro dispendioso senza dubbio. Ma raggiunta la prima pagina, come tu stesso ammetti il sito può camminare da solo, grazie a link spontanei e alla maggiore visibilità. Pertanto se il cliente rinnova il contratto per un altro anno, dove sta il vostro lavoro? Nell'aggiungere ogni tanto qualche backlink o aggiornare qualche pagina?
    Non penso perché il cliente ha raggiunto la prima pagina deve pagare come ringraziamento il servizio a vita.
    Ti faccio un esempio concreto. Se io voglio far posizionare un mio sito e contatto una società allo scopo. Cos'è che voglio? arrivare in prima pagina punto. Non penso di andare a firmare un contratto a vita. E non rinnovandolo temere delle ritorsioni perdendo i benefici di un servizio pagato.
    Non so come è strutturato il servizio dell'azienda presso la quale lavori, ma a mio giudizio un servizio adeguato richiede due tipi di lavoro. Il primo il posizionamento del sito, che data la quantità di lavoro richiede un costo sostanziale. Il secondo tipo di servizio è il mantenimento delle posizioni acquisite e che richiede un costo decisamente minore, quasi da canone.
    Per chiarire meglio il mio concetto ti faccio questo esempio. Quando ero commerciante dovevo tenere un registratore di cassa il cui costo era sui 1.500 euro. Mentre il rivenditore me lo vendeva mi proponeva un abbonamento di 100 euro circa per eventuali interventi di manutenzione. Qualsiasi guasto fosse accorso al mio registratore loro sarebbero intervenuti celermente senza alcun costo sia di manodopera che di sostituzione di pezzi. Fatti due conti ho accettato l'abbonamento.
    Lo stesso per il servizio seo. Se io ho speso X per arrivare in prima pagina e mi si dice che posso prorogare il servizio con un canone minimo per mantenerlo in quelle posizioni accetterò senz'altro.
    Ma, e scusa la provocazione, tu fai intendere che il cliente che non rinnova si è fatto furbo perché ha capito che mantenere quel servizio è inutile (oltre che dispendioso), il problema semmai è di chi è fesso è paga vita natural durante per qualcosa che probabilmente non è più necessario.
    Scusa, ma è solo la mia opinione.

  19. #19
    L'avatar di Giorgiotave
    Data Registrazione
    Oct 2004
    Località
    Monasterace
    Messaggi
    42,418
    Visita il canale Youtube di Giorgiotave
    Sposto la discussione in posizionamento nei motori di ricerca
    Il Forum GT si rinnova: nuova struttura di categorie, notifiche impostabili che finalmente funzionano e nuove regole per i link e immagini!

  20. #20
    Utente Premium L'avatar di antonico
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    380
    Beh, però come logica non mi sembra del tutto sbagliata quella del pagamento per il periodo di servizio ottenuto.. io parlo di clausole contrattuali, poi è chiaro che c'è dialogo tra azienda e cliente e che si possono trovare soluzioni personalizzate. Il cliente non sa come funziona il posizionamento nei motori e per questo si affida a personale capace di ottenere risultati.
    Il posizionamento nei motori di ricerca rientra nel piano di webmarketing ed è o dovrebbe essere una voce di bilancio dell'azienda (sicuramente lo è per le aziende che si affidano molto all'attività nella rete). Tu lavori con internet e vuoi che la gente ti trovi tramite i motori di ricerca; la gente ti trova e compra i tuoi beni o servizi; hai un ritorno dell'investimento;tra i costi avrai il pagamento del posizionamento e tra i ricavi le vendite dei prodotti. Certo, meno costi ci sono e più alto sarà il guadagno, ma facendo un piano a medio lungo termine, è facile calcolare il rapporto fra l'investimento nel posizionamento e il suo ritorno dato dall'aumento di visite-vendite in un determinato tempo (uno-due-tre anni di posizionamento).
    Poi il discorso del risparmio, nel pagare meno il mantenimento rispetto lo start up è un discorso di concorrenza/professionalità del servizio... in fondo i risultati, in alcuni casi, li può ottenere anche uno smanettone che lavora nel sito la sera prima di andare a letto, ma di certo non è la stessa cosa che avere un'azienda partner.

    PS. ripeto, la mia idea personale non si rispecchia nell'approccio commerciale, sono molto più vicino all'aspetto etico della questione...

  21. #21
    User
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    Sassari
    Messaggi
    68
    Io sono d'accordo con Actarus. Il mantenimento e l'assistenza successivi alla prima grossa mole di lavoro sono necessari, ma non comportano quell'impegno iniziale. Pertanto, se un cliente mi chiede il posizionamento di un sito, dopo la fase iniziale, io propongo una vera e propria assistenza/mantenimento, che si concretizza nell'accrescere la link popularity e soprattutto nello studiare i log statistici e apportare delle correzioni, migliorare qua e là.

    Ma tutto nel solco del grosso progetto iniziale, che ha avuto un costo e che il cliente valuta come diretto al posizionamento. Non vedo perchè io, scaduto il primo periodo, debba disconoscere il mio lavoro, quando è stato pagato.

    * Un saluto a tutti, vi leggevo da tempo, questo è il mio primo intervento!

  22. #22
    Utente Premium
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Località
    Pesaro
    Messaggi
    173
    Mah, a me sembra semplicemente assurdo porsi anche solo il problema. Il cliente paga per un servizio, quello di posizionarsi in prima pagina nei motori. Una volta posizionato può tranquillamente scegliere di non rinnovare. Non vedo il motivo di smantellare quanto costruito, dato che il cliente ha pagato.

    E comunque non vedo alcun altro modo serio di fare posizionamento se non quello di fornire un servizio che porti a risultati solidi e duraturi nel tempo. Altro che link che scompaiono una volta scaduto il contratto: casomai dovrebbe accadere il contrario!

    Ciao

  23. #23
    Esperto
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Località
    Cesena
    Messaggi
    1,318
    Citazione Originariamente Scritto da antonico Visualizza Messaggio
    Si, ma se il cliente è abbastanza 'birbo' da capire che pur non rinnovando il contratto camperà di rendita anche per un discreto periodo di tempo? Magari poi torna dopo un anno richiedendo di nuovo un lavoro di posizionamento.. si è fatto un anno di contatti da google a sbafo...
    Come dice Karapoto devi essere chiaro prima di tutto con te stesso.

    Perché fai un contratto a tempo?


    Da un punto di vista SEO il posizionamento è una grossa spesa di risorse
    iniziale più un mantenimento.
    Se vuoi un contratto trasparente è questo che devi proporre (grossa
    spesa iniziale più un mantenimento).


    Si può proporre, e non è sbagliato, anche un contratto diverso.


    Posso ad esempio lavorare sottocosto il primo anno e poi recuperare nei
    successivi.

    Questo "trucco" mi da un grosso vantaggio commerciale (il mio preventivo
    sembra molto più basso del reale), ma questo vantaggio lo pago nei termini
    del rischio lamentato più sopra.


    Posso anche diminuire il rischio con il metodo di Karapoto, ma a quel punto,
    secondo me, dovrei anche diminuire la tariffa perché quello che gli stò
    vendendo NON è un posizionamento, ma qualcosa di molto inferiore:
    lui ottiene solo il traffico derivato dal posizionamento.

    Non credere, ma anche questo metodo presenta inconvenienti....

    E' più facile che ti consigli a qualcuno il cliente soddisfatto, ma che se ne
    va, oppure quello a cui hai venduto solo il traffico?
    Cioè tra i due, chi ha l'impressione di aver speso meglio i propri soldi?
    Chi ha ottenuto un servizio di maggior valore?

    Perché quel metodo non equivale al posizionamento, ma piuttosto lo
    puoi paragonare all'aver acquistato gli annunci di google, o qualsiasi altro
    spazio pubblicitario.



    Secondo me ci si può muovere come si vuole, ma dobbiamo farlo in modo
    corretto verso i nostri clienti.


  24. #24
    User L'avatar di seo_roma_biz
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Località
    roma
    Messaggi
    21
    Mi allineo a tutti quelli che pensano che sia sbagliato, poco etico e poco professionale il ragionamento di offrire un'attività seo diciamo "in leasing".

    Mi è parso di capire che anche tu capisca che in realtà il lavorare sul sito del cliente, in temini di link popularity, a te aiuta moltissimo, di fatto rendendo più semplice il tuo lavoro.
    Di fatto è un rapporto di reciproco aiuto, le sue potenzialità e il tuo know-how, che è giustamente sbilanciato dalla parte del cliente.....perchè è lui che ha le potenzialità.
    Tu sei solo un bravo "allenatore", e come tutti gli allenatori utile, a volte fondamentale, ma mai indispensabile quanto il campione che alleni.

    Detto questo volevo aggiungere alla discussione che anche lavorando su landing "propietarie", se non ben specificato nel contratto, e forse anche se specificato, corri il rischio di una causa.
    Poichè è molto discutibile la proprietà intellettuale di un tale lavoro.
    Infatti è un lavoro su commissione del cliente, con contenuti del cliente e a beneficio del cliente.....anche se per contratto dichiari di essere il proprietari intellettuale di tale lavoro, complicandoti la fase commerciale, davanti ad un giudice rischi.

    Se i danni sono risibili, magari corri il rischio.
    Ma se fossero ingenti ?

    Io ci penserei bene anche dal punto di vista legale, oltre che da quello etico e professionale.

    Se invece vuoi mantenere il cliente coccolalo, stimolalo, dimostragli ogni giorno che ha mille opportunità che non coglie e vedrai che continua....perchè si fida di te, perchè lo aiuti a crescere, perche fai il consulente e non l'avvoltoio che sfrutta le sue potenzialità e la sua ignoranza.

    Se il tuo problema sono quelli un po' svegli che capiscono che possono vivere di rendita (da quando essere svegli è un reato) il mio consiglio è individuali in fase commerciale come "una botta e via" e allora alza subito le tue pretese (prezzo/durata contratto/pay per performance) e magari trattali in maniera professionale, ma senza metterci il cuore....del resto è un rapporto meramente di natura utilitaristica.

    Spero di aver aggiunto spunti a questa brillante conversazione.
    Saluti

    Paolo
    www.seoroma.biz Consulente Seo e Web Marketing a Roma

  25. #25
    Moderatore L'avatar di pdellov
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Messaggi
    393
    Sono completamente d'accordo con Seo_Roma, non ha senso far crollare il sito del cliente se non viene rinnovato il servizio: casomai è molto più sensato alzare i prezzi e far pagare più lo startup e meno il mantenimento, rendendolo più una "garanzia" e un "pronto intervento" per qualsiasi imprevisto.
    D'altro canto il posizionamento nei motori di ricerca sta diventando sempre meno tecnico e sempre più user-oriented, dietro ad un buon posizionamento deve esserci un buon sito ed una buona campagna di Web Marketing e un lavoro fatto veramente bene a mio parere è fatto con il cliente, tenendo contatti, spiegandogli come collaborare, che tipo di articoli scrivere se gestisce un blog o cosa potrebbe essere utile fare in generale, anche al livello di sviluppo brand.

    Attualmente sto posizionando un sito per una key secca molto competitiva e i risultati sono ottimi, arrivato ad un certo punto il mio lavoro diventa più un lavoro off-site e di web marketing che un lavoro di ottimizzazione interna: bisogna far capire al cliente che arrivati a certi livelli bisogna puntare oltre per la promozione del nostro sito e che noi possiamo farlo, possiamo aiutare a sviluppare il brand in rete o semplicemente possiamo far lievitare le visite anche con fattori diversi dal semplice posizionamento nei motori di ricerca..

    Se il nostro lavoro vuole essere solo un lavoro di "semplice" posizionamento e magari lavoriamo su key semplici che possono essere "conquistate" dopo poco tempo e che il nostro cliente saprà mantenere da solo semplicemente aggiornando il sito allora le opzioni principalmente sono due:

    - Pagamento in 2 rate: Startup e Fine Lavoro
    - Pagamento in 2 rate+periodico: Startup, "Fine Lavoro" e poi un tot per un aumento costante della lin popularity ed una specie di pronto intervento.

    Paolo

  26. #26
    ModSenior L'avatar di mister.jinx
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    8,683
    Segui mister.jinx su Twitter Aggiungi mister.jinx su Google+ Aggiungi mister.jinx su Facebook Aggiungi mister.jinx su Linkedin Visita il canale Youtube di mister.jinx
    Complimenti. Mi piace questo thread.
    Vorrei aggiungere qualche considerazione personale.

    @stefano
    Ti quoto per aver tirato fuori un aspetto importante: il fattore rischio imprenditoriale.

    Invece concordo poco con il sottocosto.
    Perché dovrei "svendere" le mie conoscenze per posizionare bene un sito se il grosso del lavoro -stando a questa discussione- lo fai proprio il primo anno?

    @seo_roma_biz:
    concordo con il "tastare il polso" del cliente e adottare, se necessario, un contratto diverso in base al cliente.

    Detto questo però non trovo scorretto concedere in licenza d'uso delle landing page (se lo specifico nel contratto e lo spiego al cliente).
    Ho usato più volte questa modalità ed è stata ben accolta senza tante remore.

    @antonico
    Ok, proponi un contratto "a tempo" e il rischio è che il cliente rimanga posizionato anche dopo la scadenza del contratto. Allora perché non provare a cambiare il punto di vista?

    Non dovresti sprofondare il posizionamento del cliente togliendo backlink, o traffico. Suggerirei invece di guardare a vantaggi per la tua azienda non specificamente economici.

    Chiediti questo: "in quale modo posso 'ottenere un vantaggio' dal fatto di posizionare (o aver posizionato) un cliente?"
    Questo potrebbe permetterti:
    a) di vendere un posizionamento a prezzo più elevato;
    oppure
    b) di aumentare la credibilità dell'azienda per cui lavori.

    Scusami per questi ultimi 2 punti volutamente sibillini ma sono sicuro che con un pizzico d'ingegno i tuoi commerciali potrebbero trarne spunto in fase di contratto :-)

  27. #27
    Esperto
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Località
    Cesena
    Messaggi
    1,318
    Citazione Originariamente Scritto da mister.jinx Visualizza Messaggio
    @stefano
    .....
    Invece concordo poco con il sottocosto.
    Perché dovrei "svendere" le mie conoscenze per posizionare bene un sito se il grosso del lavoro -stando a questa discussione- lo fai proprio il primo anno?
    Non ho detto che io lo farei o che lo faccio ;-)
    dico solo che può avere un senso commerciale farlo.

    Spesso nella realtà quotidiana le persone (e le aziende ancora di più)
    preferiscono pagare di più in totale ma "uscire" inizialmente con cifre più
    basse.


    Se io mi metto nei panni di un'azienda che "ci crede, ma fino ad un certo
    punto
    " e gli propongo una cifra iniziale più bassa, il rischio imprenditoriale
    cala drasticamente!

    Ovvero io azienda esco il primo anno con una spesa di 5 (invece di 10).
    Se ottengo ritorni finanzio proprio con i ritorni il secondo anno, se invece
    non ho ritorni, ho speso solo 5 e non 10.

    Se ci pensi bene è la stessa logica del 30/60/90: ovvero ti pago con i soldi
    che incasso dalla vendita dei prodotti.....
    ... cioè riduco al minimo lo "scoperto" iniziale!

    Viceversa chiederei la cifra alta al buio, e la cifra bassa quando l'azienda
    già guadagna dal mio intervento (e quindi sarebbe molto più disposta a
    pagare).


    Sottolineo: personalmente non l'ho mai fatto e non ho la minima intenzione
    di farlo, semplicemente dico che ha una sua logica.


    Citazione Originariamente Scritto da mister.jinx Visualizza Messaggio
    Chiediti questo: "in quale modo posso 'ottenere un vantaggio' dal fatto di posizionare (o aver posizionato) un cliente?"
    Questo potrebbe permetterti:
    a) di vendere un posizionamento a prezzo più elevato;
    oppure
    b) di aumentare la credibilità dell'azienda per cui lavori.

    Scusami per questi ultimi 2 punti volutamente sibillini ma sono sicuro che con un pizzico d'ingegno i tuoi commerciali potrebbero trarne spunto in fase di contratto :-)
    Questo è proprio quello che volevo sottolineare....

    Prova a pensare se ti proponi al cliente dicendogli: ho clienti che dopo solo
    un anno hanno ricevuto talmente tanti contatti e visibilità che non hanno
    + avuto bisogno di me!

    Tu pensa a quel tuo ex-cliente che magari parla con un altro imprenditore
    (in una riunione alla confartigianato? oppure confcommercio? o anche al
    circolo del golf?) dicendogli che grazie a te ha ottenuto cos'ì tanto
    spendendo cos'ì poco!

    Sai, gli imprenditori amano parlare del loro lavoro e di come sono bravi a
    fare gli affari.




  28. #28
    User L'avatar di playagain
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Località
    Pendolare da Torino
    Messaggi
    103
    Citazione Originariamente Scritto da mister.jinx Visualizza Messaggio
    Vorrei aggiungere qualche considerazione personale.

    @antonico
    Ok, proponi un contratto "a tempo" e il rischio è che il cliente rimanga posizionato anche dopo la scadenza del contratto. Allora perché non provare a cambiare il punto di vista?

    Non dovresti sprofondare il posizionamento del cliente togliendo backlink, o traffico. Suggerirei invece di guardare a vantaggi per la tua azienda non specificamente economici.

    Chiediti questo: "in quale modo posso 'ottenere un vantaggio' dal fatto di posizionare (o aver posizionato) un cliente?"
    Questo potrebbe permetterti:
    a) di vendere un posizionamento a prezzo più elevato;
    oppure
    b) di aumentare la credibilità dell'azienda per cui lavori.
    Stare in prima pagina per un lungo periodo vale molto di più che sapere di poterci stare solo per pochissimo tempo, magari anche a rischio di essere penalizzati.

  29. #29
    ModSenior L'avatar di mister.jinx
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    8,683
    Segui mister.jinx su Twitter Aggiungi mister.jinx su Google+ Aggiungi mister.jinx su Facebook Aggiungi mister.jinx su Linkedin Visita il canale Youtube di mister.jinx
    Ciao playagain,

    quello che dici è lapalissiano, ma se rileggi con attenzione il mio post, con quello che ho scritto (e che hai quotato) stavo suggerendo un'altra cosa ad antonico e cioè questa: sfruttare in termini di marketing -e non di SEO- il posizionamento fatto ottenere al cliente per rafforzare la credibilità dell'azienda dove antonico lavora con i punti a) e b) che ho indicato.

  30. #30
    User L'avatar di Bondo
    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    58
    Provo a rigirare la questione:
    - per quale motivo fai pagare il servizio a canone annuale?

  31. #31
    User L'avatar di SeoDart
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    A metà strada tra sogni e realtà
    Messaggi
    260
    Thread veramente interessante.
    Io preferisco lavorare per obiettivi e non per tempo.
    Ovvero mi faccio un'idea di quanto ($$$$) mi server per posizionare una pagina (o sito) e ovviamente più o meno il tempo.
    Una volta raggiunto l'obiettivo fissato col richiedente, l'accordo può finire oppure il committente può voler posizionare altro o puntare più in alto nelle SERP dunque continuo il lavoro per lui.
    Se non ha bisogno di alto, finito lì. Non certo lo ricatto in qualche modo perchè si affidi a me.
    Questo comunque è un altro discorso perchè non sono un'azienda ma mi arrangio in proprio, però eticamente (come s'è già ribadito nel resto della discussione) mi rifiuto di danneggiare il richiedente che poi potrebbe fornire un feedback negativo a potenziali altri committenti oppure non contattarmi più per altri compiti.
    La reputazione è tutto.

  32. #32
    Moderatore L'avatar di pacoweb
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Ischia
    Messaggi
    826
    Salve ,

    il thread è molto bello ed interessante. Secondo me bisogna vedere la situazione sotto due punti di vista:

    - quello etico, e concordo con chi giudica non molto corretto, far perdere il posizionamento al cliente che non ci paga più.

    - quello economico e professionale, ed in questo caso, secondo me sarebbe corretto farsi pagare per il mantenimento delle posizioni acquisite.

    Il lavoro di posizionamento non lo si può equiparare a quello di altre attività professionali (come ad esempio un ingegnere che ci fa un progetto, lo paghiamo e tutto finisce li).

    Mantenere il posizionamento, sopratutto in ambiti molto competitivi richiede un lavoro costante e continuativo ed un aggiornamento di metodologie di lavoro.

    Non concordo con chi dice, che dopo aver posizionato un sito, dopo si campa di rendita perchè c'è poco da fare... Dipende molto dall'ambito e dalla competitività in cui si lavora.

    Io posiziono siti in ambito turistico e posso dirvi che la concorrenza è molto agguerrita, ed il lavoro costante nel tempo è un obbligo.

    Detto questo secondo me, la soluzione più giusta sarebbe quella di farsi pagare una cifra iniziale più alta per la fase di start up, dell'ottimizzazione e del raggiungimento della posizione.
    Successivamente, mettere un canone più basso per il mantenimento della posizione.

    Cosa succede se il cliente non paga più?

    Posso portare l'esempio di tanti miei siti concorrenti che si sono rivolti a agenzie SEO molte famose a livello nazionale, che avevano posizionato i siti dei clienti sfruttando siti di altri clienti, siti personali e comunque contatti ad altri siti turistici. Scaduto il contratto il posizionamento di questi siti è precipitato perchè tutta la popolarità è stata completamente riportata a zero.

    Concludo quindi dicendo in settori molto competitivi come quello turistico e su chiavi molto rilevanti, una prima pagina in serp, economicamente vale tantissimo e ne sono consapevoli sia i clienti (proprietari dei siti turistici) sia le agenzie seo che vi operano ad altissimo livello.

    Tra etica e business, specialmente dove in ballo vi sono centinaia di migliaia di euro, purtroppo (o giustamente) prevale sempre la seconda.


  33. #33
    Esperto
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Località
    Cesena
    Messaggi
    1,318
    Citazione Originariamente Scritto da pacoweb Visualizza Messaggio
    Tra etica e business, specialmente dove in ballo vi sono centinaia di migliaia di euro, purtroppo (o giustamente) prevale sempre la seconda.
    A mio modo di vedere etica e business non sono in contrapposizione.
    Il tutto dipende da quello che dico al cliente, dal come mi pongo....

    Se io dico al cliente, prima di firmare il contratto:
    "Guardi, il suo settore è molto competitivo, al punto che non è
    realistico pensare di fare un posizionamento ed aspettarsi che
    questo sia duraturo "da solo", ma andrà costantemente
    monitorato e sviluppato... pena una sicura discesa..."
    Oppure:
    "Per riuscire a posizionare il suo sito in un settore così
    competitivo è indispensabile acquistare dei link, ed i link
    vengono venduti a tempo.... questo significa che ..."
    In questi casi se il cliente smette di rinnovare, ovvio che io smetto di
    lavorarci, quindi il sito cala da solo, e lui lo sapeva benissimo: non vedo
    problemi etici.

    Nello stesso modo, non tolgo i link acquistati (nei miei siti o di terzi), ma più
    semplicemente non rinnovo i servizi link (nei miei siti o di altri).

    Se ho un contratto chiaro con il cliente, questi link avranno pure una data
    di scadenza condivisa tra le parti.....
    Non sia mai che poi il cliente mi dica: "facciamo così, per il momento
    rinnoviamo solo i link e vediamo che succede".


    Sarà, ma a mio modo di vedere lavorare in modo etico paga sempre.



    Il problema etico c'è nel momento in cui io dico al cliente una cosa e nè
    faccio un'altra, oppure evito di dirgli una cosa confidando nella sua
    ignoranza del settore.


  34. #34
    Moderatore L'avatar di pacoweb
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Ischia
    Messaggi
    826
    Ciao Stefano,

    il tuo discorso è giusto, ma spesso succede che alcuni nostri colleghi promettono mare monti giocando sulla poca conoscenza del cliente, non dando limiti temporali, ne scendendo troppo nei dettagli tecnici (e non parlo per sentito dire...).

    Finita l'attività di posizionamento, con regole e patti poco chiari, se il cliente non paga, in settori competitivi, succede che si ha una rimozione istantanea di tutta la popolarità acquisita grazie a network di cui è proprietario il seo stesso, siti dei suoi clienti etc...

    Quindi il mio discorso sull'etica professionale si riferiva a quello.


  35. #35
    User L'avatar di Jerry
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    120

    .

    Anche a me come credo a tanti altri SEO è successa la stessa identica questione che ha posto Antonico... anzi direi che si tratta di una di quelle questioni "cruciali" che tutti quelli che hanno a che fare quotidianamente con i motori di ricerca si sono trovati ad affrontare e per questo si "ingegnano" a trovare il modo migliore anzi peggiore per poter far sentire al cliente il peso di una scelta a nostro avviso assolutamente incomprensibile e di sicuro difficile da digerire.

    Inizialmente anche io ragionavo come il titolare/i di Antonico, ovvero alla ricerca costante della soluzione efficace affinchè chi decidesse di non rinnovare il mio servizio potesse non beneficiarne più in maniera definitiva e possibilmente dal giorno dopo a quello a cui seguiva la disdetta.

    Ma dopo esser giunto a varie conclusioni anche simili a quelle che sono venute fuori dalle verie risposte (landing page, link da pagine su siti esterni, collegamenti a network vari ecc...) non riuscivo mai ad essere totalmente soddisfatto di quello che potevo togliere al posizionamento ottenuto dal sito del cliente, e mi sono poi reso conto che alla fine avrei sprecato più tempo ed energie ad annullare quello che avevo con tempo fatto crescere, tuttavia non riuscendo mai totalmente nel mio intento e magari anche espondendomi a rischi legali.

    Cosi ho iniziato a ragionare all' inverso e a tirare 2 somme ovvero: ho 100 siti ai quali ho venduto il servizio di posizionamento, di questi 90 hanno rinnovato il servizio periodico e ne sono soddisfatti, 20 hanno invece deciso di non farlo perchè si aspettavano di più oltre alle buone posizioni ottenute tra le prime 10 di Google (ovvero credevano di ricevere 3 volte tanto le prenotazioni ottenute oppure di vendere il doppio dei prodotti del loro Ecommece ecc..) cosi anzichè far di tutto per penalizzare chi ha scelto di non darmi più fiducia ho iniziato ad analizzare quali fossero stati i fattori che ne hanno determinato la fine del rapporto, possibilmente anche sentendo l' altra campana, e fare cosi tesoro degli errori o di quello che magari in fase di colloquio iniziale posso aver fatto "immaginare" di ottenere e che invece non si è poi realizzato, per evitare di ripetermi.

    Inoltre quando ho fatto un buon lavoro su un sito di qualche cliente che poi mi è "sfuggito" e ha continuato a mantenere le posizioni da me ottenute, quelle posizioni continuo a mostrarle ai clienti in fase di colloquio iniziale, e al posto del rimpianto per un rinnovo perso ho spesso ottenuto delle nuove gratificazioni.

  36. #36
    Esperto L'avatar di shapur
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    Eraclea (VE)
    Messaggi
    1,213
    Segui shapur su Twitter Aggiungi shapur su Facebook Aggiungi shapur su Linkedin Visita il canale Youtube di shapur
    Ciao a tutti. Intervengo per quanto di competenza: io mi porrei il problema se una condotta antiseo dopo la scadenza contrattuale sia un illecito. Ovvero se io pongo in essere comportamenti che sono tesi a sfavorire il nostro ex cliente potrei rientrare nel caso di atti emulativi (*) o persino di inadempimento contrattuale.
    Quindi direi di fare bene attenzione a tutti quegli interventi che possono essere appena al di là della gestione autonoma dei propri siti.
    Spero di essere stato utile.
    Ciao.

    (*) si definisce atto emulativo o atto di emulazione quell'atto, costituente esercizio di un diritto, che non abbia altro scopo che quello di nuocere o recare molestia ad altri.
    Ultima modifica di shapur; 21-02-09 alle 22:01
    Avvocato presso il Foro di Venezia
    www.eraclea.us www.avvocati.venezia.it

  37. #37
    User L'avatar di luvaltol
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Milano
    Messaggi
    247

    considerazioni rapide

    Intervengo in ritardo ma faccio delle considerazioni rapidissime.
    1) Esiste il contratto, l'etica è rilativa. L'onestà e la correttezza la conosciamo sta a noi applicarla.
    2) Di solito i contratti seo sono o a tempo o ad obbiettevi (mmmm), rispettati i termini non vi è motivo di danneggiare l'ex-cliente, fa parte del commercio. Se un giardiniere mi sistema il giardino per un po di tempo l'avrò a posto, finchè il giardino resterà bello il giardiniere non può pretendere di essere pagato in continuazione.
    3) Di solito si fanno "integrazioni" all'attività seo: link su vari siti, banner, campagne sui blog/forum ecc.: basta specificare al cliente che scaduto il contratto tali "plus" non vi saranno più. E poi scusate: se un sito riceve tante visite solo perchè ha un link su un portale frequentatissimo e tolto quel link "precipita", significa che non abbiamo fatto un bel lavoro seo...

    Ciaooo
    Ultima modifica di Dario Scarano; 21-04-09 alle 21:32 Motivo: Maiuscole.

  38. #38
    Moderatore L'avatar di Criss
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Rimini
    Messaggi
    454
    Ciao a tutti, che si parli di etica o professionalità o "comodo" poco importa...secondo me l'importante è la soddisfazione del cliente (che tra l'altro riassume tutte le cose dette prima).
    Tra tutto quello che è stato detto in questo 3ad secondo me c'è la "tecnica" giusta..o per lo meno quella che io ritengo più corretta.

    Startup a prezzo adeguato + canone assistenza annuale.

    Nel fare posizionamento e popularity di un sito ovviamente si interviene onpage e offpage. I fattori onpage oramai li abbiamo sistemati e quindi il sito ne gode i benefici (fino a quando l'algoritmo lo consente). I fattori offpage sono condizionati al "mio" lavoro, quindi fare scambio o compravendita link, comunicati stampa, article marketing, campagne banner ecc ecc. E questo, come sappiamo, se non è costantemente monitorato con il tempo perde i suoi benefici. Se poi di quei link tanti vengono da miei network o siti non c'è nulla di male.

    A questo punto la soluzione è abbastanza ovvia. Mantenimento pagato, il lavoro e quindi i link continuano ad esistere...mantenimento non pagato, al termine del servizio i link spariscono, i comunicati e gli articoli non vengono più fatti...e il cliente perde i benefici.

    Tutto questo per dire che non dobbiamo "punire" noi chi crede che il nostro lavoro sia solo uno startup e poi sia un vivere di rendita, perchè si punirà da solo vedendo i suoi risultati calare e magari vedendo il suo diretto concorrente (che seguiamo noi ) crescere...

    ...chi pensa che io abbia detto castronerie faccia sapere ....

  39. #39
    Utente Premium L'avatar di bonzer1
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Messaggi
    413
    Io penso se sei bravo fatti pagare fin da subito e non svenderti, cerca di essere sempre professionale al massimo e di fidelizzare i clienti.
    Se a me un cliente mi chiede voglio essere posizionato per tot parole io gli dico questo è il prezzo e questo è per quanto tempo lavorerò. Minimo dico un anno perchè voglio che la crescita del sito sia costante e il mio lavoro professionale, non voglio sparargli 1000 baclink in due giorni poi chi si è visto si è visto.
    E se dopo un anno il cliente rinnova bene, se non rinnova pazienza non ho solo un cliente . . . e se dopo aver disdetto ritorna per problemi vari o perchè si accorge che in fondo ciò che stavo facendo è essenziale bè sicuramente il mio preventivo sarà più alto che se lui avesse rinnovato il contratto.

+ Rispondi alla Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.