+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 8 di 8

Ipotesi evolutiva del PageRank: include TrustRank e Topical TrustRank

Ultimo Messaggio di Sermatica il:
  1. #1
    L'avatar di Giorgiotave
    Data Registrazione
    Oct 2004
    Località
    Monasterace
    Messaggi
    42,119
    Visita il canale Youtube di Giorgiotave

    Ipotesi evolutiva del PageRank: include TrustRank e Topical TrustRank

    C'è un'interessante ipotesi evolutiva del PageRank nel brevetto Producing a ranking for pages using distances in a web-link graph segnalato da Bill Slawski nel suo Seobythesea.com all'articolo PageRank Updated.

    Mia breve considerazione: non sarà mai usato così com'è.

    Detto questo () ci mostra alcune possibili strade, ovvero l'inclusione di altri brevetti in uno unico, prendendo il meglio che c'è dagli altri.

    Non voglio entrare troppo nel tecnico, il brevetto mostra alcune limitazioni evidenti che in realtà sono superate da tempo, quindi l'autore vuole essere d'ispirazione per le possibili evoluzione future. Lui lo dichiara apertamente dal mio punto di vista e ci riesce anche.

    Uno dei punti interessanti è che con l'esplosione di tutto quello che c'è da calcolare, avere molti algoritmi che calcolano cose sta diventando sempre più complesso, chissà che non ci aspetti un futuro con meno algoritmi per ogni singola cosa.

    Per questo motivo penso spesso al fatto che la link building andrebbe insegnata per concetti e loro utilità, non per cose troppo tecniche, alle quali ci si dovrebbe arrivare dopo. Parlare quindi di Possibilità che un link venga cliccato, effettivo click, distanza dai siti autorevoli, flusso di navigazione da mobile, link spontanei, link artificiali, monitoraggio dei link, link interni.

    Questi concetti non dico che saranno eterni, ma sicuramente lavorare in questo modo non consente di farsi cogliere impreparati, anzi magari si anticipano i tempi. Anche nella link building.

    Il Forum GT si rinnova: nuova struttura di categorie, notifiche impostabili che finalmente funzionano e nuove regole per i link e immagini!

  2. #2
    Utente Premium
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    224

    Google...

    Ciao,
    Lio non so di che brevetto parli ma se dovessi programmare un motore di ricerca non mi ispirerei a Google.
    si sta a studiare un motore di ricerca che restituisce risultati spesso penosi.
    tra tutti si siti degli alberghi di Rimini, se cerchi hotel rimini ed escludi i portali, uno dei primi hotel posizionati è uno dei peggiori hotel della zona.
    di esempi potrei farne tanti ma penso che Google sia ampiamente sopravvalutato e credo anche che nei giovani stia diminuendo molto l’uso dei motori di ricerca in favore dei social.

  3. #3
    hub
    hub è online
    User
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Località
    Varese
    Messaggi
    678
    Citazione Originariamente Scritto da Dark74 Visualizza Messaggio
    tra tutti si siti degli alberghi di Rimini, se cerchi hotel rimini ed escludi i portali, uno dei primi hotel posizionati è uno dei peggiori hotel della zona.
    Ciao, premesso che la qualità di quell'hotel potrebbe essere un punto di vista, magari basato su valutazioni negative alimentate dalla concorrenza su una rete di fakenews che lavorano soprattutto sui social.
    Parliamo di luoghi dove la gente si beve e condivide le più colossali panzane senza nemmeno verificare l'autenticità delle notizie.

    La tua affemazione è in parte sbagliata ma al tempo stesso mette in evidenza non tanto un "malfunzionamento" di Google ma una gigantesca falla che si è aperta più per ragioni economiche che di qualità degli algoritmi di ricerca.
    Escludendo anche le valutazioni di gente che si beve notizie false e le alimenta condividendole, un bravo SEO può posizionare un pessimo hotel nelle prime posizioni.


    Citazione Originariamente Scritto da Dark74 Visualizza Messaggio
    credo anche che nei giovani stia diminuendo molto l’uso dei motori di ricerca in favore dei social.
    Eh sì, Darwin la definisce "selezione naturale", un po' come i respirariani che vivono senza cibo e senza acqua, solo respirando.
    Insomma, si liberano posti di lavoro e le spiagge sono meno affollate

  4. #4
    Utente Premium
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    224
    guarda so di cosa parlo perchè lavoro nel campo.
    Nessun seo lavora a quel sito, l'hotel è un 4 stelle con interni fatiscenti che conosco e ho potuto vedere personalmente.

    Le recensioni sono vere e circostanziate.
    mi dispiace ma un sito a cui non lavora alcun seo sta in alto per una key ultracompetitiva.
    forse proprio per gli interessi economici in gioco diciamo che google sta mecolando un po' a casaccio i risultati tanto a chi serve la posizione pagherà adwords?

  5. #5
    User
    Data Registrazione
    Jan 2018
    Località
    -
    Messaggi
    55
    Dark74 guarda che la serp a me dice ben altro... Iniziando ovviamente qualsiasi ricerca SEMPRE con i cookie eliminati:

    1) dall'estero dove sto attualmente la prima pagina è piena di soli portali e i primi due siti della seconda pagina sono hotel a 3 stelle.
    2) impostando invece la lingua italiana, il primo dei due hotel a 3 stelle appare in ultima posizione nella prima pagina.

    Penso che in ambedue i casi, gli hotel ricevano pochi o nessun clic perché si presume che chi usa quella parola chiave cerca un portale e non un hotel specifico. Questo significa che se c'è l'errore, è sicuramente un errore molto meno grave di quello che dici tu.

    Tutto questo escludendo ovviamente che la parola chiave corrisponda al NOME dell'hotel, come per esempio "Grand Hotel Rimini" perché in questo caso non ci sarebbe alcun errore da parte del motore di ricerca! Google sa benissimo che una piccola parte dei visitatori cerca un hotel con quel nome preciso e pertanto tenta di accontentarli.
    Ultima modifica di 2018; 03-06-18 alle 14:50

  6. #6
    hub
    hub è online
    User
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Località
    Varese
    Messaggi
    678
    Citazione Originariamente Scritto da Dark74 Visualizza Messaggio
    forse proprio per gli interessi economici in gioco diciamo che google sta mecolando un po' a casaccio i risultati tanto a chi serve la posizione pagherà adwords?
    Così entriamo nelle teorie del complotto però anche se oggi non mi stupirei più di nulla, ma non credo possibile per una ragione molto semplice, chiunque si accorgesse di questa cosa solleverebbe un problema mica da ridere con inevitabili ripercussioni.
    Hai provato con un motore alternativo come Bing, tanto per fare un confronto?

  7. #7
    Utente Premium
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    224
    provato proprio adesso.
    con bing di quell'hotel non c'e' traccia almeno nelle prime 4 pagine... non sono andato oltre ma dubito sia presente.
    Zero seo e zero qualità

  8. #8
    Moderatore L'avatar di Sermatica
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Località
    Maleo
    Messaggi
    4,056
    Aggiungi Sermatica su Facebook
    Ciao
    forse vado un po OT ma visto che parli di "Ipotesi evolutiva" faccio un breve commento.

    Con l'avvento dell'"Intelligenza Artificiale" che fa guidare macchine in autonomia, dispone in automatico gli annunci pubblicitari in base al rendimento e mille altre cose che viaggiano in automatico senza alcuna gestione umana io mi aspetto l'arrivo di un Ente che controlli e vigili su questi sistemi completamenti automatici con la possibilità di poter appellarci a loro in caso di ingiustizie "Automatiche".
    MODHelp Center: consigli per il tuo progettoMODE-Commerce
    Consulente con P.IVA: SEO / SEM / Google Business / Amazon - Sermatica.it


+ Rispondi alla Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.