+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 13 di 13

Splittare un sito più generalista migrandolo in più siti verticali

Ultimo Messaggio di zidane1984 il:
  1. #1
    Utente Premium
    Data Registrazione
    Jan 2005
    Messaggi
    208

    Splittare un sito più generalista migrandolo in più siti verticali

    Ciao a tutti.

    Avevo un vecchio sito di appunti universitari del settore elettronica che , per link in ingresso che ha raccolto nell'arco di oltre 10 anni grazie ai suoi contenuti , risultava ben posizionato nonostante non fosse stato più aggiornato. Così , dopo che ho avviato un'attività nel settore, ho pensato di aggiungerlo alle attività aziendali , riportandolo in vita con nuovi contenuti "informativi" e crendo una cartella e-commerce.

    Le risposte di Google , dopo la modifica , sono buone in termini di visite verso le pagine informative mentre per la sezione e-commerce direi sono appena discrete, ma capisco che c'è molta concorrenza. Tasso di conversione dell'e-commerce molto basso , ma non aiuta il nome a dominio , che non ricorda per niente all'utente un e-commerce ( il dominio è www.ingegneria-elettronica.com perché appunto nasce come un sito di informazione universitari a) .

    Considerate inoltre che il settore elettronica è molto vasto , come il relativo e-commerce : per far qualche esempio ci sono i settori "domotica" , "automazione" , "strumentazione" , ecc

    Sto pensando quindi di "splittare" il sito in più siti specifici e in particolare sono indeciso fra queste opzioni :

    1) lascio la sezione informativa sul sito attuale e migro solo la cartella e-commerce
    2) lascio la sezione informativa e migro l'e-commerce , in più e-commerce settoriali ( automazione , domotica , strumentazione , ecc )
    3) splitto tutto il sito in più siti verticali , composti da una sezione "informativa" ed una "e-commerce"
    4) lascio tutto così com'è , magari cambiando il nome a dominio in uno che faccia capire la possibilità di acquistare anche sul sito

    Secondo voi qual'è la soluzione migliore , sia per l'esperienza dell'utente che per il posizionamento su Google ?

    Ringrazio anticipatamente.

  2. #2
    Utente Premium L'avatar di SkyLinx
    Data Registrazione
    Jun 2017
    Località
    Espoo, Finland
    Messaggi
    421
    Io estrarrei definitivamente la parte ecommerce in un sito a se' stante con un dominio piu' adatto, magari linkandolo con banner etc dal sito esistente. Sul singolo ecommerce vs multipli dipende.... quanto sono diverse le categorie? (non conosco la materia). Se sono molto, molto diverse allora forse ti conviene separarle in piu' siti "specializzati".

  3. #3
    Moderatore L'avatar di Sermatica
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Località
    Maleo
    Messaggi
    3,732
    Aggiungi Sermatica su Facebook
    Ciao
    calcola che con un nuovo dominio partiresti da zero, io lavorerei a livello di conversione sul sito mettendo un bel logo, chat, call to action visibile da mobile....
    MODConsigli ed aiuti per il sitoConsulente con P.IVA: SEO / SEM / Google Business / Amazon - Sermatica.it

  4. #4
    User L'avatar di DigiAssist
    Data Registrazione
    Jul 2018
    Località
    Milano
    Messaggi
    80
    Ciao,

    Se il posizionamento su google del sito è buono io ti sconsiglierei di splittare l’e-commerce dalla sezione informativa e piuttosto concentrarti a capire come puoi migliorare il tasso di conversione.

    Ho dato una rapida occhiata al sito e volevo darti un consiglio in base a quello che ho visto:

    Rendi più perspicua la sezione e-commerce nell’header della pagina creando un menù con tutte le categorie di prodotti e qualche banner con immagini grandi e alt title. In questo modo fai capire all’utente che il sito è principalmente un E-commerce.

    Spero di esserti stato utile!

  5. #5
    User
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    roma
    Messaggi
    22
    Aggiungi dt854 su Facebook
    Ciao oronzo, allora...
    Io tenderei a massimizzare quanto di buono è stato fatto e minimizzare lo sforzo sul nuovo.
    Toglierei la parte ecommerce da li e curerei il sito vecchio per mandare traffico sul sito nuovo, ecommerce, da realizzare.
    Se i settori da coprire sono molto diversi mi organizzerei con sottodomini dedicati per i vari settori.
    In questo modo il sito nuovo prende il traffico dal vecchio, è univoco quindi ti agevola il lavoro di seo o marketing ma poi si dirama senza fare confusione tra i vari settori.

    Quindi hai 2 siti:

    ingegneria-elettronica.com a se stante, che invia traffico a:

    elettroqualcosa.boh (il nuovo ecommerce) che contiene nella sua pancia:
    - domotica.elettroqualcosa.boh
    - mozzarelledibufala.elettroqualcosa.boh
    - eccecc.elettroqualcosa.boh
    ma questo elettroqualcosa.boh, pur avendo aree ben specifiche, è visto dai motori come un singolo sito web e questo ti permette di tirarlo su in maniera molto efficiente.
    Analisi SEO gratis su analisiseo.org

  6. #6
    Moderatore L'avatar di Sermatica
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Località
    Maleo
    Messaggi
    3,732
    Aggiungi Sermatica su Facebook
    Citazione Originariamente Scritto da dt854 Visualizza Messaggio
    Ciao oronzo, allora...
    elettroqualcosa.boh (il nuovo ecommerce) che contiene nella sua pancia:
    - domotica.elettroqualcosa.boh
    - mozzarelledibufala.elettroqualcosa.boh
    - eccecc.elettroqualcosa.boh
    ma questo elettroqualcosa.boh, pur avendo aree ben specifiche, è visto dai motori come un singolo sito web e questo ti permette di tirarlo su in maniera molto efficiente.
    Ma facendo in questo modo il posizionamento e aumento Trust dei siti richiederà più risorse.
    MODConsigli ed aiuti per il sitoConsulente con P.IVA: SEO / SEM / Google Business / Amazon - Sermatica.it

  7. #7
    User
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    roma
    Messaggi
    22
    Aggiungi dt854 su Facebook
    Citazione Originariamente Scritto da Sermatica Visualizza Messaggio
    Ma facendo in questo modo il posizionamento e aumento Trust dei siti richiederà più risorse.
    Sicuramente è un compromesso.
    D'altronde quello che vuole fare è complesso.
    Deve valutare tra le varie soluzioni, tutte hanno vantaggi e svantaggi.
    Analisi SEO gratis su analisiseo.org

  8. #8
    Utente Premium
    Data Registrazione
    Jan 2005
    Messaggi
    208
    Grazie a tutti delle risposte e scusate se rispondo a mia volta solo ora.

    Come mi avete fatto notare , quel che vorrei fare è complesso, però lo ritengo un passo inevitabile : aumentare le conversioni con l'attuale nome a dominio ( come suggeriscono Sermatica e Digiassist ) è molto difficile per il fatto che chi vi arriva non si aspetta di trovarsi in un e-commerce , anche modificando pesantemente la struttura.

    Ho escluso , anche grazie ai vostri consigli , le opzioni 2) e 3) e mi sto orientando su :

    1) migrare la sezione e-commerce in un nuovo sito ( distinguerei magari i vari settori con scelte cromatiche nel layout )
    4) migrare tutto su un nuovo dominio

    Sermatica , quando dici che il nuovo dominio partirebbe da zero , ma il redirect 301 se fatto correttamente non dovrebbe trasferire anche la domain authority ? Per la cartella o per l'intero dominio.
    Ultima modifica di oronzo_canà; 23-12-18 alle 20:40

  9. #9
    Moderatore L'avatar di Sermatica
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Località
    Maleo
    Messaggi
    3,732
    Aggiungi Sermatica su Facebook
    Ciao
    in teoria i 301 trasferiscono il trust ma questo è sicuro per migrazioni complete di un dominio (dove si comunica il cambio dominio a Google) e non parziali, e per i 301 interni. Per migrazioni a altri siti, come nel tuo caso, la cosa è dubbia. Da quel che ho visto su siti in cui sono state fatte migrazioni parziali la cosa è lunga e nel mio caso sono ancora posizionate le vecchie pagine, anche dopo mesi.
    MODConsigli ed aiuti per il sitoConsulente con P.IVA: SEO / SEM / Google Business / Amazon - Sermatica.it

  10. #10
    Utente Premium
    Data Registrazione
    Jan 2005
    Messaggi
    208
    Grazie mille , credo proprio che farò il trasferimento dominio.
    Poi vedrò come gestire i vari settori all'interno del nuovo dominio.
    Vi tengo aggiornati , se vi può interessare come caso di studio

  11. #11
    User L'avatar di zidane1984
    Data Registrazione
    Jun 2018
    Località
    Cagliari
    Messaggi
    18
    Un consiglio, lascia perdere il trasferimento su un nuovo dominio. Se le visite sono buone lascia tutto com'è, magari migliorando grafica e varie e crea e-commerce a parte. Una volta fatto questo potrai inserire banner, link e varie per far finire i tuoi visitatori sull'e-commerce per gli acquisti
    Primi su Google - www.primoin24ore.com

  12. #12
    Utente Premium
    Data Registrazione
    Jan 2005
    Messaggi
    208
    Zidane1984 , le visite sono buone a livello di pagine informative ma non nello shop.
    Qualsiasi nuovo articolo di tipo informativo viene ben digerito da google e posizionato in SERP , i prodotti molto meno.
    Anche se la concorrenza è quasi più alta per le pagine informative.

    Il tuo consiglio è dovuto ad esperienze negative di trasferimento domini ?
    Se si , sono interessato ad info a riguardo , anche in privato se vuoi.
    Perché , come dicevo sopra , al momento sono orientato al trasferimento dominio ... e sto pensando addirittura a trasferire tutto su un dominio col mio nome aziendale. Se il trust fosse trasferito anche al brand , anche le occorenze del mio nome aziendale aumenterebbero .

    Attualmente cercando direttamente il nome della mia azienda ( ENG Service ) , il sito di ingegneria compare con la pagina "chi siamo" in terza posizione dopo il sito del mio core business ( quello dove punta anche la scheda Google Business ) e dopo pagine gialle.

  13. #13
    User L'avatar di zidane1984
    Data Registrazione
    Jun 2018
    Località
    Cagliari
    Messaggi
    18
    Io personalmente non sono mai per un cambio così radicale (si, ho avuto esperienze negative in merito al trasferimento di domini), questo perchè se hai una base su cui lavorare può tranquillamente continuare a far andare il vecchio sito, nel frattempo creare un altro dominio e piano piano farlo crescere.
    Spostare tutto direttamente è molto rischioso a mio avviso.
    Una cosa non esclude l'altra come ho detto prima e cioè lasci andare tutto cosi com'è senza trasferire il dominio e nel frattempo crei un'altra creatura in parallelo.
    Questo ovviamente è il mio parere, dettato dalle mie esperienze in passato.
    Primi su Google - www.primoin24ore.com

+ Rispondi alla Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.