+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 10 di 10

Ip condiviso o assegnato?

Ultimo Messaggio di Stuart il:
  1. #1
    Utente Premium
    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    257

    Ip condiviso o assegnato?

    Può cambiare qualcosa al fine del posizionamento, avere spazio in hosting con ip condiviso o assegnato?

  2. #2
    User Attivo L'avatar di lukas
    Data Registrazione
    Aug 2005
    Località
    Südtirol / Alto Adige
    Messaggi
    1,203

    Re: Ip condiviso o assegnato?

    Citazione Originariamente Scritto da furio
    Può cambiare qualcosa al fine del posizionamento, avere spazio in hosting con ip condiviso o assegnato?
    Ci sono due teorie a riguardo, io credo che non cambi niente, anche se personalmente preferisco un IP dedicato.
    Hello Kitty ti amooooo, ma perché non entri a far parte della regia???

  3. #3
    Esperto L'avatar di Stuart
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Località
    Torino
    Messaggi
    3,881
    Il sito con cui collaboro, è stato per 4 anni presso un hoster in Canada, con un Ip condiviso, su una macchina che probabilmente ne ospitava altri 1000.
    Onestamente non abbiamo mai avuto problemi di posizionamento. O meglio, non ci siamo mai sentiti penalizzati in particolar modo.

    Quello che segue è un estratto da un'intervista fatta a Craig Silverstein, Director of Technology, Google. E' una risposta alla domanda specifica "Perchè Google privilegia i siti con IP unico? Per favore non limitarti a negarlo"

    I can't just deny it? What are my other choices? Actually, Google handles virtually hosted domains and their links just the same as domains on unique IP addresses. If your ISP does virtual hosting correctly, you'll never see a difference between the two cases. We do see a small percentage of ISPs every month that misconfigure their virtual hosting, which might account for this persistent misperception -- thanks for giving me the chance to dispel a myth!
    Articolo Originale

    Avere un IP unico, è più una forma di prevenzione contro gli errori di altri webmaster che condividono l'IP (search engine spamming) o contro l'ISP che può malconfigurare l'hosting e quindi Googlebot crede di indicizzare il tuo sito e in realtà ne sta indicizzando un altro.

    Cordialmente,
    Stuart

  4. #4
    L'avatar di Giorgiotave
    Data Registrazione
    Oct 2004
    Località
    Monasterace
    Messaggi
    42,766
    Visita il canale Youtube di Giorgiotave
    Il trattamento attualmente è uguale, ma in un futuro prossimo non escludo un punteggio esterno per fattori particolari come l'ip unico.

    Controlla i corsi base di Search On: SEO, Google Ads e Web Analytics.
    Se ti interessa qualcosa di più avanzato ti consiglio il Social Media Strategies e il Search Marketing Connect.

  5. #5
    User L'avatar di corvo
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Messaggi
    436
    Altro piccolo vantaggio dell'ip non condiviso sta nei tempi di "prima indicizzazione", un nuovo sito viene indicizzato la prima volta in meno tempo, mentre per i virtual host con ip condiviso i tempi iniziali sono un po più lunghi.

  6. #6
    Esperto L'avatar di Stuart
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Località
    Torino
    Messaggi
    3,881
    Un vantaggio non indifferente nell'acquisire un IP unico, è quando trasferisci il sito. Con un Ip unico è pressochè indolore.
    Fai l'upload e tutti i test necessari a verificare il funzionamento di link, script e applicazioni php/mysql (vedi il sito richiamandolo da IP, invece che tramite nome dominio), poi quando sei sicuro, cambi i nameserver, 24/48 ore per propagare i DNS e il gioco è fatto.

    Ah, una cosa che francamente non sapevo e che ci è stata riferita dall'hoster, è che è formalmente proibito dalla ARIN pubblicizzare il proprio numero IP al posto del dominio.

    Cordialmente,
    Stuart

  7. #7
    User L'avatar di xtiger
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Torino
    Messaggi
    525

    Anche io credo...

    Citazione Originariamente Scritto da Giorgiotave
    Il trattamento attualmente è uguale, ma in un futuro prossimo non escludo un punteggio esterno per fattori particolari come l'ip unico.

    che il trattamento sia uguale a patto che il web server risponda bene e L'Ip non sia condiviso con siti bannati o in fase di ban/penalizzazione.

    Certo un Ip univoco ti mette al riparo ma e' pur sempre un costo in piu' che la stragrande maggiornaza delle volte puo' essere omesso.

  8. #8
    User L'avatar di 18carati
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    AR
    Messaggi
    774
    Citazione Originariamente Scritto da Stuart
    poi quando sei sicuro, cambi i nameserver, 24/48 ore per propagare i DNS e il gioco è fatto.

    Stuart
    Addirittura se il dominio è un .com ( ma credo anche un .org o .net) il cambio dei nameserver è cosa di 10 minuti

  9. #9
    User Attivo L'avatar di must
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Gozo, Malta
    Messaggi
    4,347
    Segui must su Twitter Aggiungi must su Google+ Aggiungi must su Facebook Aggiungi must su Linkedin
    Citazione Originariamente Scritto da Stuart
    Un vantaggio non indifferente nell'acquisire un IP unico, è quando trasferisci il sito. Con un Ip unico è pressochè indolore.
    Fai l'upload e tutti i test necessari a verificare il funzionamento di link, script e applicazioni php/mysql (vedi il sito richiamandolo da IP, invece che tramite nome dominio), poi quando sei sicuro, cambi i nameserver, 24/48 ore per propagare i DNS e il gioco è fatto.
    lo e' anche con i vhosts.
    basta andare a scrivere nel proprio file hosts il nuovo ip del nostro sito, e via di test. in *nix basta aggiornare il file /etc/hotsts, in win* potrebbe non bastare aggiornare il file c:\winnt\system32\etc\drivers\services\antani\host s (ma qualcuno ne sapra' sicuramente molto piu' di me, al riguardo).

  10. #10
    Esperto L'avatar di Stuart
    Data Registrazione
    Jan 2006
    Località
    Torino
    Messaggi
    3,881
    Citazione Originariamente Scritto da must
    lo e' anche con i vhosts.
    basta andare a scrivere nel proprio file hosts il nuovo ip del nostro sito, e via di test. in *nix basta aggiornare il file /etc/hotsts, in win* potrebbe non bastare aggiornare il file c:\winnt\system32\etc\drivers\services\antani\hosts (ma qualcuno ne sapra' sicuramente molto piu' di me, al riguardo).
    Vero
    Un po' macchinoso da spiegare a clienti (titolari dei siti), articolisti e segretarie, ma invero funziona.

    Cordialmente,
    Stuart

+ Rispondi alla Discussione

Tag per Questa Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.