+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 26 di 26

Chi paga l'IVA o la ritenuta d'acconto nella prestazione occasionale?

Ultimo Messaggio di guadagnaeuro il:
  1. #1
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Genova
    Messaggi
    3

    Chi paga l'IVA o la ritenuta d'acconto nella prestazione occasionale?

    Salve a tutti, questo è il mio primo post.

    Ho letto sia qui nel fourm che con google, ma continuo a non capire una cosa.

    Vi faccio l'esempio pratico che mi riguarda.

    Io svolgo una prestazione occasionale e non continuativa (non supero i 5.000 € annui, anzi se mi citate le norme aggiornate a riguardo). Sono pensionato e NON posseggo partita IVA

    Vorrei incassare 1.000 € netti.

    Ho scaricato il modello di ricevuta di prestazione occasionale e non continuativa e lo compilo così:

    Corrispettivo lordo + € 1.250
    Ritenuta d’Acconto 20% - € 250
    Importo netto = € 1.000

    Ma non capisco:
    1) la ditta mi deve bonificare 1.250 € oppure 1.000 € ?
    2) se la ditta di deve bonificare 1.250 € io a chi e come faccio a versare i 250 € di ritenuta d'acconto?
    3) se invece la ditta di deve bonificare 1.000 € chi e come versa i 250 € di ritenuta d'acconto?

    Vi prego di rispondere chiaramente alle tre ultime domande, grazie mille.
    Passegua

  2. #2
    Consiglio Direttivo L'avatar di lorenzo-74
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    13,234
    Segui lorenzo-74 su Twitter Aggiungi lorenzo-74 su Facebook
    Ciao passegua e benvenuto nel Forum GT.
    Innanzitutto nel titolo parli di iva; considera che l'iva non si applica alle prestazioni occasionali. Per applicare l'iva devi avere una partita iva (scusa il gioco di parole).

    Per quanto riguarda la ritenuta d'acconto il tuo cliente ti bonificherà 1000 euro e provvederà a versare lui stesso per tuo conto la ritenuta di 250 euro all'erario. Entro il 28 febbraio dell'anno successivo ti rilascerà una certificazione che quella ritenuta è stata effettivamente versata e ti sarà utile ai fini fiscali al momento di fare la dichiarazione dei redditi. Infatti si chiama ritenuta D'ACCONTO perchè costituisce un acconto delle tasse che dovrai allo stato. In fase di dichiarazione scomputerai ciò che lo Stato si è già preso con le varie ritenute subite e pagherai la differenza (sempre se ci sia da pagare).
    Ultima modifica di lorenzo-74; 10-09-12 alle 14:21

  3. #3
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Genova
    Messaggi
    3
    Citazione Originariamente Scritto da passegua Visualizza Messaggio
    Salve a tutti, questo è il mio primo post.

    Ho letto sia qui nel fourm che con google, ma continuo a non capire una cosa.

    Vi faccio l'esempio pratico che mi riguarda.

    Io svolgo una prestazione occasionale e non continuativa (non supero i 5.000 € annui, anzi se mi citate le norme aggiornate a riguardo). Sono pensionato e NON posseggo partita IVA

    Vorrei incassare 1.000 € netti.

    Ho scaricato il modello di ricevuta di prestazione occasionale e non continuativa e lo compilo così:

    Corrispettivo lordo + € 1.250
    Ritenuta d’Acconto 20% - € 250
    Importo netto = € 1.000

    Ma non capisco:
    1) la ditta mi deve bonificare 1.250 € oppure 1.000 € ?
    Quindi provo a rispondermi da solo.
    Risposta 1) La ditta mi deve bonificare 1.000 €
    Citazione Originariamente Scritto da passegua Visualizza Messaggio
    2) se la ditta di deve bonificare 1.250 € io a chi e come faccio a versare i 250 € di ritenuta d'acconto?
    Risposta 2) Non devo fare niente perché la ditta mi bonifica 1.000 € (vedi risposta 1)
    Citazione Originariamente Scritto da passegua Visualizza Messaggio
    3) se invece la ditta di deve bonificare 1.000 € chi e come versa i 250 € di ritenuta d'acconto?
    Risposta 3) vedi risposte 1) e 2) poiché la ditta deve bonificarmi 1.000 € sarà lei che verserà, dopo, la ritenuta d'acconto di 250 € e mi farà avere la relativa ricevuta ai fini fiscali.
    Citazione Originariamente Scritto da passegua Visualizza Messaggio
    Vi prego di rispondere chiaramente alle tre ultime domande, grazie mille.
    Passegua
    Prego, non c'è di che!
    Ultima modifica di passegua; 10-09-12 alle 16:31

  4. #4
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Località
    Genova
    Messaggi
    3
    Citazione Originariamente Scritto da lorenzo-74 Visualizza Messaggio
    Ciao passegua e benvenuto nel Forum GT.
    Innanzitutto nel titolo parli di iva; considera che l'iva non si applica alle prestazioni occasionali. Per applicare l'iva devi avere una partita iva (scusa il gioco di parole).

    Per quanto riguarda la ritenuta d'acconto il tuo cliente ti bonificherà 1000 euro e provvederà a versare lui stesso per tuo conto la ritenuta di 250 euro all'erario. Entro il 28 febbraio dell'anno successivo ti rilascerà una certificazione che quella ritenuta è stata effettivamente versata e ti sarà utile ai fini fiscali al momento di fare la dichiarazione dei redditi. Infatti si chiama ritenuta D'ACCONTO perchè costituisce un acconto delle tasse che dovrai allo stato. In fase di dichiarazione scomputerai ciò che lo Stato si è già preso con le varie ritenute subite e pagherai la differenza (sempre se ci sia da pagare).
    Grazie per la risposta.
    Innanzi tutto nel titolo parlo sia di iva che di ritenuta d'acconto, infatti la seconda va bene.

    "Chi paga l'IVA o la ritenuta d'acconto nella prestazione occasionale?"

    Ho quindi cercato di interpretare la tua risposta rispondendomi da solo più sopra, spero di aver capito bene.

    Risposta 1) La ditta mi deve bonificare 1.000 €

    2) se la ditta di deve bonificare 1.250 € io a chi e come faccio a versare i 250 € di ritenuta d'acconto?

    Risposta 2) Non devo fare niente perché la ditta mi bonifica 1.000 € (vedi risposta 1)

    3) se invece la ditta di deve bonificare 1.000 € chi e come versa i 250 € di ritenuta d'acconto?

    Risposta 3) vedi risposte 1) e 2) poiché la ditta deve bonificarmi 1.000 € sarà lei che verserà, dopo, la ritenuta d'acconto di 250 € e mi farà avere la relativa ricevuta ai fini fiscali.

  5. #5
    User Newbie
    Data Registrazione
    Feb 2013
    Località
    Torino
    Messaggi
    1

    e se il cliente non é italiano?

    Salve a tutti, aggiungo un paio di domande...

    Se il cliente che mi paga non é italiano ovviamente mi pagherá il lordo e poi mi dovró occupare io di dichiarare.

    Per la ricevuta c'è un modulo proforma che mi possa scaricare e compilare? Se no che contenuti ci devo mettere? Le note per rimborsi spese le invio a parte (immagino di non dover pagare una tassa sui rimborsi spese)?

    Grazie,
    Alessandro

  6. #6
    User Newbie
    Data Registrazione
    May 2014
    Località
    Peschiera Borromeo
    Messaggi
    1
    Salve a tutti è la prima volta che scrivo e spero di essere chiara, semplice e sintetica.
    Avrei bisogno di un chiarimento . Ho un fornitore che mi fa fattura con IVA e ritenuta d'acconto.
    Questo costo io lo dovrò poi rifatturare al mio cliente.
    Per non rimetterci, quanto gli devo fatturare? l'imponibile netto oppure l'imponibile comprensivo dell'importo della rietnuta d'acconto?
    Spero di essere stata chiara.
    grazie della vostra risposta
    EmaBona

  7. #7
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Località
    termoli
    Messaggi
    809
    Ciao EmaBona e benvenuta nel forum,
    per non rimetterci dovresti fatturare l'imponibile al lordo della ritenuta.
    Ti faccio un esempio numerico: se il tuo fornitore ti ha fatturato 1.000 + iva 220 - ritenuta Euro 200, si presuppone che tu abbia versato euro 1020 al fornitore ed euro 200 di ritenuta di acconto dovrai quindi rifatturare 1000 euro!
    MODConsulenza Fiscale
    Antonio Cariello - Commercialista www.montiseram.it

  8. #8
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Località
    bologna
    Messaggi
    3
    Salve, io ho un quesito "opposto": sono un privato e ho chiamato un'agenzia per la pulizia delle mie scale che mi ha fatto fattura con ritenuta d'accont0: imponibile euro 120, iva 22% euro 26,40, totale euro 146,40, ritenuta d'acconto 4% euro 4,80
    Vorrei sapere questi 4,80 euro di ritenuta d'cconto se li devo versare e a chi e come.
    Grazie
    Thomas

  9. #9
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Località
    termoli
    Messaggi
    809
    Citazione Originariamente Scritto da ranimi Visualizza Messaggio
    Salve, io ho un quesito "opposto": sono un privato e ho chiamato un'agenzia per la pulizia delle mie scale che mi ha fatto fattura con ritenuta d'accont0: imponibile euro 120, iva 22% euro 26,40, totale euro 146,40, ritenuta d'acconto 4% euro 4,80
    Vorrei sapere questi 4,80 euro di ritenuta d'cconto se li devo versare e a chi e come.
    Grazie
    Thomas
    Solitamente la ritenuta d'acconto al 4% si applica in caso di lavori svolti presso un condominio. Parliamo di casa privata o di condominio?
    MODConsulenza Fiscale
    Antonio Cariello - Commercialista www.montiseram.it

  10. #10
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Località
    bologna
    Messaggi
    3
    Citazione Originariamente Scritto da ascariello Visualizza Messaggio
    Solitamente la ritenuta d'acconto al 4% si applica in caso di lavori svolti presso un condominio. Parliamo di casa privata o di condominio?
    casa privata (*)
    nel frattempo ho scritto all'impresa di pulizia che non credo di poter fare da sostituto d'imposta e ho chiesto di modificare la fattura e togliere la ritenuta in modo che io possa pagare loro il lordo, ma non mi hanno ancora risposto...
    grazie!

    (*)
    in realtà abito in un condominio dove l'assemblea ha deciso per l'autogestione delle pulizie scale quindi ciascun condomino deve provvedere da sè durante il periodo assegnato (concordiamo tra noi). L'anno scorso avevo ingenuamente fatto intestare la fattura al condominio anche se l'avevo pagata io ed è saltato fuori un casino contabile e l'amministratore ha detto che dovrei pagare un extra per fargli gestire la fattura della pulizia scale nel mio turno. Non ho intenzione di pagarlo per cui ho chiesto all'impresa di fare fattura a me come privato, ma hanno messo la ritenuta...

  11. #11
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Località
    termoli
    Messaggi
    809
    Citazione Originariamente Scritto da ranimi Visualizza Messaggio
    casa privata (*)
    nel frattempo ho scritto all'impresa di pulizia che non credo di poter fare da sostituto d'imposta e ho chiesto di modificare la fattura e togliere la ritenuta in modo che io possa pagare loro il lordo, ma non mi hanno ancora risposto...
    grazie!

    (*)
    in realtà abito in un condominio dove l'assemblea ha deciso per l'autogestione delle pulizie scale quindi ciascun condomino deve provvedere da sè durante il periodo assegnato (concordiamo tra noi). L'anno scorso avevo ingenuamente fatto intestare la fattura al condominio anche se l'avevo pagata io ed è saltato fuori un casino contabile e l'amministratore ha detto che dovrei pagare un extra per fargli gestire la fattura della pulizia scale nel mio turno. Non ho intenzione di pagarlo per cui ho chiesto all'impresa di fare fattura a me come privato, ma hanno messo la ritenuta...
    Adesso si spiega l'equivoco...sollecita fattura corretta. Il condominio può essere sostituto di imposta ma un soggetto privato no!
    MODConsulenza Fiscale
    Antonio Cariello - Commercialista www.montiseram.it

  12. #12
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Località
    bologna
    Messaggi
    3
    Citazione Originariamente Scritto da ascariello Visualizza Messaggio
    Adesso si spiega l'equivoco...sollecita fattura corretta. Il condominio può essere sostituto di imposta ma un soggetto privato no!
    L'agenzia mi ha mandato la fattura senza ritenuta

    Grazie!

  13. #13
    User
    Data Registrazione
    Aug 2014
    Località
    Napoli
    Messaggi
    102
    Una volta che si compila la fattura di prestazione occasionale con o senza bollo in base a ciò che dice la legge, che si fa? si spedisce tale fattura alla ditta? è la prima volta che la faccio. Grazie

  14. #14
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Località
    termoli
    Messaggi
    809
    Citazione Originariamente Scritto da Gj90 Visualizza Messaggio
    Una volta che si compila la fattura di prestazione occasionale con o senza bollo in base a ciò che dice la legge, che si fa? si spedisce tale fattura alla ditta? è la prima volta che la faccio. Grazie
    Direi proprio di si!
    MODConsulenza Fiscale
    Antonio Cariello - Commercialista www.montiseram.it

  15. #15
    User
    Data Registrazione
    Aug 2014
    Località
    Napoli
    Messaggi
    102
    Grazie,
    per la ritenuta d'acconto invece è sempre presente tra un privato e un azienda? è del 20% giusto?

  16. #16
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Località
    termoli
    Messaggi
    809
    confermo
    MODConsulenza Fiscale
    Antonio Cariello - Commercialista www.montiseram.it

  17. #17
    User
    Data Registrazione
    Aug 2014
    Località
    Napoli
    Messaggi
    102
    Avrei un'altra domanda, visto che uno dei limiti della fattura è quella di lavorare massimo 30 giorni per la stessa azienda, va scritta sulla fattura il periodo di lavoro? Lo chiedo perchè nei modelli da compilare che ho non c'è questa voce.

  18. #18
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Località
    termoli
    Messaggi
    809
    Non è un dato obbligatorio. Però è possibile scrivere per quale periodo di tempo è stata svolta la prestazione.
    MODConsulenza Fiscale
    Antonio Cariello - Commercialista www.montiseram.it

  19. #19
    User Attivo
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Messina
    Messaggi
    1,695
    Buonasera Dottore Cariello

    Anch'io ho notato che nelle ricevute di prestazione occasionale soggette a ritenuta d'acconto fanno indicare il periodo in cui si è svolta la prestazione (il mese e l'anno) ma non specificano i giorni di lavoro effettivi dunque mi chiedevo anche io se puo essere un problema la non indicazione del numero dei giorni nella ricevuta.

    La ringrazio per i suoi preziosi interventi fiscali, leggo spesso i suoi interventi e ne faccio tesoro.

    Un Cordiale Saluto
    SUPERADV.COM Affiliazione Per Siti Internet - ADVHITS.COM Pubblicità Per Siti

  20. #20
    Moderatore
    Data Registrazione
    Jun 2012
    Località
    termoli
    Messaggi
    809
    Citazione Originariamente Scritto da guadagnaeuro Visualizza Messaggio
    Buonasera Dottore Cariello

    Anch'io ho notato che nelle ricevute di prestazione occasionale soggette a ritenuta d'acconto fanno indicare il periodo in cui si è svolta la prestazione (il mese e l'anno) ma non specificano i giorni di lavoro effettivi dunque mi chiedevo anche io se puo essere un problema la non indicazione del numero dei giorni nella ricevuta.

    La ringrazio per i suoi preziosi interventi fiscali, leggo spesso i suoi interventi e ne faccio tesoro.
    Un Cordiale Saluto
    Come dicevo l'indicazione dei giorni non è obbligatoria.
    L'indicazione esatta del periodo di lavoro rende la ricevuta più completa.
    MODConsulenza Fiscale
    Antonio Cariello - Commercialista www.montiseram.it

  21. #21
    User Attivo
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Messina
    Messaggi
    1,695
    Grazie Dottore Cariello come sempre preciso e gentile, la ringrazio ancora.

    Un Cordiale Saluto
    SUPERADV.COM Affiliazione Per Siti Internet - ADVHITS.COM Pubblicità Per Siti

  22. #22
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Località
    Senago
    Messaggi
    2

    Ritenuta d'acconto tra due privati

    Buongiorno.
    Mi aggiungo alla discussione in quanto avrei bisogno di chiarimenti in merito a due prestazioni occasionali effettuate come privato.
    In parole semplici sono un neofita e ho effettuato due prestazioni di accompagnamento escursionistico per due gruppi di persone e da ognuna ho percepito un compenso di € 25 per la prestazione.
    Io non posseggo partita IVA in quanto sono lavoratore dipendente, ma svolgo occasionalmente l'attività di accompagnatore di media montagna professionista regolarmente abilitato,
    la legge consente nel mio caso di svolgere la libera professione contemporaneamente all'attività di lavoratore dopendente di società privata.
    Adesso vorrei sapere però alcune cose, dovendo fare ritenuta d'acconto,:
    - chi deve versare la ritenuta, io o i singoli clienti?
    - la ritenuta in questo caso sar° del 20%?
    - il versamento come avviene, tremite modulo F24 e con quale codice?
    - entro quanto tempo va versata la ritenuta d'acconto in questo caso?

    Ringrazio per le eventuali delucidazioni che saprete darmi

  23. #23
    User Attivo
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Messina
    Messaggi
    1,695
    Buonasera @Trekkingalp

    I privati non sono sostituti di imposta dunque non possono trattenere e versare le ritenute d'acconto dunque lei dovra indicare in ricevuta importo totale e il cliente privato paga importo totale senza alcuna ritenuta, poi lei nella sua dichiarazione dei redditi paghera eventuali imposte (se dovute).

    Rispondo alle sue domande:
    1) I clienti quando sono azienda o professionisti * (sono sostituti di imposta che trattengono le ritenute e le versano allo Stato)
    2) La ritenuta d'acconto è del 20% sul totale della prestazione, la prestazione occasionale non è soggetta ad iva invece.
    3) Il versamento avviene tramite modello f24 con codice 1040 seguito dal periodo (esempio periodo 092016 oppure 00092016) a cui si riferisce e importo della ritenuta da versare.
    4) Entro il 16 del mese successivo al pagamento.

    NOTA * alcuni tipi di azienda e professionisti potrebbero non essere ugualmente sostituti di imposta come gli aderendi al regime forfetario dunque va verificato prima se il cliente è oppure non è sostituto di imposta (dunque obbligato a trattenere e versare le ritenute d'acconto).

    Le mando un Saluto
    SUPERADV.COM Affiliazione Per Siti Internet - ADVHITS.COM Pubblicità Per Siti

  24. #24
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2016
    Località
    Senago
    Messaggi
    2
    Buona sera.
    Guadagnaeuro volevo ringraziarla per la cortese risposta.
    Saluti

  25. #25
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jan 2018
    Località
    Sassari
    Messaggi
    1
    Vorrei accodarmi e chiedere una delucidazione, non ho partita iva e sono un lavoratore dipendente
    ho fatto un lavoro con ritenuta d'acconto e mi è stato versato il lordo e non il netto che dovrei fare?
    quel 20% come dovrei pagarlo?

  26. #26
    User Attivo
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Messina
    Messaggi
    1,695
    Buonasera

    A Giugno dell'anno successivo in cui ha incassato il compenso in sede di dichiarazione dei redditi se è a debito dovra effettuare il versamento delle imposte tramite f24.

    Dunque se risultera a debito (si vedra dopo i conteggi) provvedera lei a pagare le imposte.

    Saluti
    SUPERADV.COM Affiliazione Per Siti Internet - ADVHITS.COM Pubblicità Per Siti

+ Rispondi alla Discussione

Tag per Questa Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.