+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 28 di 28

Contratto a Progetto e legge Biagi

Ultimo Messaggio di gingonet il:
  1. #1
    User Newbie
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    1

    Contratto a Progetto e legge Biagi

    Ciao a tutti

    Vorrei avere informazioni chiare e semplici sul contratto a progetto:

    Come é tassato?

    1 Il committente funge sempre da sostituto di imposta?

    2 Se percepisco un compenso inferiore a 5000 euro per 6 mesi, devo comunque pagare l'irpef e l'inps? E se poi mi rinnovano il contratto e mi danno altri 5000 euro per 6 mesi, come si calcolano le imposte? Ricado sempre nella fattispecie di contratto a progetto?

    3 Puó esistere un contratto di lavoro autonomo occasionale dove il collaboratore si senza partita IVA? O si ricade nella fattispecie del contratto a progetto?

    4 Un prestatore d'opera o consulente senza partita IVA, che tipo di contratto occasionale puó stipulare, e a quale tassazione é sottoposto?

    Qualsiasi chiarimento ulteriore é benvenuto...

    Grazie mille
    Maria Elena

  2. #2
    User L'avatar di xayzer
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Località
    Matino (LE)
    Messaggi
    92

    la 3

    Posso rispondere alla domanda 3:

    Si può lavorare a progetto senza partita IVA. L'ho fatto per qualche mese, per cui ne sono certo.

    Attendiamo le risposte degli altri quesiti

  3. #3
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,945

    Re: Contratto a Progetto e legge Biagi

    Citazione Originariamente Scritto da mari2006
    1 Il committente funge sempre da sostituto di imposta?

    2 Se percepisco un compenso inferiore a 5000 euro per 6 mesi, devo comunque pagare l'irpef e l'inps? E se poi mi rinnovano il contratto e mi danno altri 5000 euro per 6 mesi, come si calcolano le imposte? Ricado sempre nella fattispecie di contratto a progetto?

    3 Puó esistere un contratto di lavoro autonomo occasionale dove il collaboratore si senza partita IVA? O si ricade nella fattispecie del contratto a progetto?

    4 Un prestatore d'opera o consulente senza partita IVA, che tipo di contratto occasionale puó stipulare, e a quale tassazione é sottoposto?

    Qualsiasi chiarimento ulteriore é benvenuto...

    Grazie mille
    Maria Elena
    Ciao e benvenuta.

    1) Si, e rilascerà regolare busta paga e CUD.

    2) Si. Paghi Irpef ed INPS che sono trattenuti dal datore di lavoro. Rientreresti nella c.d. No tax area per un solo reddito di COCOCOPRO di 5000 e dunque in sede di conguaglio d'imposta vedresti la tua tassazione definitiva di molto ridotta od azzerata (dipende anche da latri fattori).
    Il contratto di cococopro è rinnovabile. Avrai in tal caso reddito di 10000 e vi sconterai le imposte ordinariamente tramite le trattenute del committente ed eventuale conguaglio finale (in dipendenza dei tuoi redditi, deduzioni e detrazioni potresti amche dover fare la dichiarazione dei redditi).

    3) esistono vari tipi di lavoro autonomo occasionale, leggi il topic importante "Le collaborazioni occasionali- Sintesi" e non abbisognano di P.Iva.

    4) Leggi il post che ti ho consigliato

    Paolo

  4. #4
    User Newbie
    Data Registrazione
    Feb 2007
    Messaggi
    1

    tassazione contratto in italia

    Salve,
    volevo un'informazione relativa alla tassazione.
    Mi sono laureato da circa un anno e sto attualmente lavorando presso un'azienda che ha
    sede a san marino. Il contratto è a progetto ed applica una tassazione sullo stipendio
    lordo del 15 % (non sono previsti contributi).
    Mi è stata fatta un'offerta presso un'altra azienda sempre con contratto a progetto, ma mi
    hanno comunicato solamente lo stipendio giornaliero lordo e non mi rendo bene conto di
    quanto sia la tassazione da appliacare. Pensavo che fosse all'incirca il 23 %. Mi saprebbe
    dare ulteriori chiarimenti?
    Grazie per la disponibiltà

  5. #5
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,945
    Come é tassato?

    Irpef ed addizionali irpef come il lavoro dipendente.

    1 Il committente funge sempre da sostituto di imposta?

    Se egli lo è sicuramente, direi il 99,9% dei casi, non me ne vengono in mente ora di diversi anche perchè è difficilmente configurabile una cocopro con un soggetto privato come committente.

    2 Se percepisco un compenso inferiore a 5000 euro per 6 mesi, devo comunque pagare l'irpef e l'inps? E se poi mi rinnovano il contratto e mi danno altri 5000 euro per 6 mesi, come si calcolano le imposte? Ricado sempre nella fattispecie di contratto a progetto?

    Se quello è il contratto quello è l'inquadramento fiscal-previdenziale: Irpef, addizionali irpef e contributi previdenziali INPS sina dai primi euro, salvo deduzioni e detrazioni.

    3 Puó esistere un contratto di lavoro autonomo occasionale dove il collaboratore si senza partita IVA? O si ricade nella fattispecie del contratto a progetto?

    Il lavoro autonomo occasionale è, per sua natura, titpicamente senza partita iva.... che denota invece le attività abituali. C'è un topic in rilievo apposito.

    4 Un prestatore d'opera o consulente senza partita IVA, che tipo di contratto occasionale puó stipulare, e a quale tassazione é sottoposto?

    Leggi il topic in rilievo.

    Paolo

  6. #6
    Non iscritto
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    3

    due mesi sotto contratto a progetto

    Salve, ho lavorato per due mesi sotto un contratto a progetto e vorrei sapere se comunque mi spetta il CUD e come funziona per le tasse....insomma devo farmi rilasciare comunque il CUD dall' azienda? Grazie.

  7. #7
    Consiglio Direttivo L'avatar di lorenzo-74
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    13,234
    Segui lorenzo-74 su Twitter Aggiungi lorenzo-74 su Facebook
    Ciao Lilia e Benvenuta nel Forum GT.
    Certo, il tuo ex datore di lavoro ti dovrà rilasciare il Cud, l'anno prossimo (verso marzo); con le tasse sei a posto, visto che te le ha versate lui...

    Ciao

  8. #8
    Non iscritto
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    3

    ok

    grazie ma con la dichiarazione dei redditi? Questo è il mio prim contratto, non ho mai lavorato prima....Inoltre è stato un contratto a progetto rinnovato di mese in mese...

  9. #9
    Consiglio Direttivo L'avatar di lorenzo-74
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    13,234
    Segui lorenzo-74 su Twitter Aggiungi lorenzo-74 su Facebook
    se non hai altri redditi il cud è la tua dichiarazione dei redditi; solo se devi denunciare altri redditi dovrai, a seconda dei casi, fare l'unico il il 730.
    Ciao

  10. #10
    Non iscritto
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    3

    ancora grazie

    mille grazie per le delucidazioni, siete stati molto grntili......A presto.

  11. #11
    Banned L'avatar di fabioalessandro
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Pavia/Napoli
    Messaggi
    1,331
    se il co.co.pro è rinnovato dallo stesso commitente ci penserà lui a tutto (cioè unico cud)
    mentre in caso di più co.co.rpo
    si può chiedere ad uno dei committenti di applicare le ritenute tenendo conto degli altri cud
    poi presentare 730

  12. #12
    User Newbie
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    3
    Buongiorno,a proposito di contratto a progetto vorrei sottopormi il mio quesito con la speranza di ricevere una risposta molto gradita.
    Ho due contratti a progetto con due committenti diversi,uno dell'importo di 6000 complessivi euro per la durata del progetto,l'altro pari 9600 auro annui.
    come saranno tassati singolarmente questi due redditi in termini di contributi previdenziali ed in termini irpef?dovrò fare il 730 ho questi due redditi saranno già tassati dal sostituto d'imposta?potreste aiutarmi?grazie mille

  13. #13
    Banned L'avatar di fabioalessandro
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Pavia/Napoli
    Messaggi
    1,331
    i redditi vengono tassati sul cumulo
    cioè devi sommare i 2 redditi e poi applicare le imposte
    sicuramente i 2 committenti applicano le imposte singolarmente
    quindi a giugno del 2008 dovrai fare il 730 se avrai in piedi almeno uno dei 2 contratti altrimenti farai unico
    per inps entrambi fanno ritenute di 1/3 del 23%
    per uqnto riguarda la previdenza non devi fare nulla

  14. #14
    User Newbie
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    3
    grazie per la risposta fabio,quindi i due committenti tratterranno sia l'1/3 di contributi previdenziali sia la ritenuta d'acconto,in sede di dichiarazione poi farò eventuali conguagli a debito o a credito.Ma l'1/3 di contributi previdenziali a mio carico sul progetto da 6000 euro si fa sull'intero importo o solo sull'eccedenza dei 5000 e quindi su 1000?perchè leggevo che c'è una sorte di zona esentasse come le collaborazioni occasionali a 5000 euro,vale anche per i CO.CO.Pro?potreste spiegarmi meglio?
    e nel caso di controtta a prestazione d'opera cosa cambierebbe?
    grazie mille
    buonagiornata

  15. #15
    Banned L'avatar di fabioalessandro
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Pavia/Napoli
    Messaggi
    1,331
    per i co.co.pro non ci dovrebbe essere questa zona di esenzione (ma non sono sicurissimo a dei miei clienti la trattenuta l'hanno applicata infatti nel 2008 dovrei informarmi meglio)
    cmq se vai sul sito dell'inps c'è una sezione dedicata ai co.co.pro e alla relativa previdenza

  16. #16
    Consiglio Direttivo L'avatar di lorenzo-74
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    13,234
    Segui lorenzo-74 su Twitter Aggiungi lorenzo-74 su Facebook
    No. Il contratto cocopro richiede l'iscrizione preliminare alla gestione separata e il versamento dei contributi; visto che ti dovranno dare una busta paga, potrai controllare anche li.
    ciao

  17. #17
    User Newbie
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    6

    Ciao

    Ciao, innanzitutto mi presento, piacere Alessandro
    E' il mio primo post in questo forum e spero di trovare un aiuto.
    Ho tre quesiti da porvi:
    1) sto passando da un contratto a tempo indeterminato a uno di tipo a progetto (sigh ahimè, spero nella prospettiva di carriera.. ). Il mio nuovo contratto prevede 9600 euro annuali. Ho letto che la tassazione è al 18%, che un 1/3 lo pago io e un 2/3 il committenti, è esatto? quindi io pagherei circa 500 euro di tasse?
    2)per iscrizione alla gestione separata cosa si intende detto in termini pratici?
    3)nel contratto di adesso (indeterminato) ho diritto alla tredicesima che viene corrisposta a dicembre. Le dimissioni posso darle il 15 novembre e terminerei con il preavviso per fine novembre. Oltre alla liquidazione, ho diritto anche alla tredicesima o per il fatto che finisco il lavoro dieci giorni prima del bonifico della stessa, non mi spetta? Ovviamente è calcolata su tutto l'anno, sono lì da parecchi anni.

    Grazie a chi può darmi un aiuto su queste domande

    ciao
    Ale

  18. #18
    Banned L'avatar di fabioalessandro
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Pavia/Napoli
    Messaggi
    1,331
    1) la previdenza è al 23.5% (1/3 a tuo carico)
    2) vai all'inps compili un foglio tutto qui
    3) la 13 è calcolata sui mesi effettivi di lavoro prestato

    scusa ma ti conviene passare da indeterm. a co.co.pro?
    perderesti un sacco di vantaggi a favore di un sacco di svantaggi

  19. #19
    User Newbie
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    6
    Grazie per la celere risposta

    23.5? Avevo letto 18% fino a 39000 euro lordi circa..Ho letto qualcosa di vecchio?

    Non mi conviene no, ma lo vedo come un rischio in ottica futura. Il contratto a tempo indeterminato ce l'ho per un lavoro fatto durante il corso di studi (addetto vendita). Ora mi manca un esame alla laurea e mi hanno proposto un lavoro inerente a quello per cui ho studiato (marketing). Quindi sono "costretto" a rinunciare al tempo indeterminato, sperando che valga la pena nel lungo periodo.

    Quindi la tredicesima (totale più o meno)la prendo insieme alla liquidazione giusto?

    grazie
    ciao

  20. #20
    Banned L'avatar di fabioalessandro
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Pavia/Napoli
    Messaggi
    1,331
    si

  21. #21
    User Newbie
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    3
    Ciao, scusate se mi intrometto ma mi sto ponendo un quesito che potrebbe legarsi..
    sono un lavoratore dipendente iscritto ad un ordine professionale.. il mio datore di lavoro mi richiede prestazione che necessita di uso di timbro..
    - non posso fare prestazione occasionale in quanto iscritto ad un ordine
    - non posso aprire partita iva in quanto sono prestazioni "occasionali" che non mi farebbero mai rientrare negli studi di settore..e a quanto mi dicono se lo studio di settore prevede 100 e io dichiaro 1 mi fanno pagare le tasse anche sui 99 rimanenti.
    - mi rimane il lavoro a progetto ..
    _ma e' fattibile che la fattura venga rilasciata dallo stesso mio titolare?..e nel caso mi dovrebbero rilasciare 2 o piu' CUD a seconda di quanti lavori sono?
    _e' indifferente sia che l'importo sia <5000 sia > .. si sa mai..mi preparo per un futuro?
    _se decidessero di pagarmi con qualcosa di materiale di pari valore si complicherebbero la vita?

    Direi che di carne al fuoco ne ho messa abbastanza...
    Ringrazio chiunque sia in grado di farmi un po' di chiarezza!
    Ciao!
    Visto il giorno non posso che augurarvi BUONE FESTE !

  22. #22
    Consiglio Direttivo L'avatar di lorenzo-74
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    13,234
    Segui lorenzo-74 su Twitter Aggiungi lorenzo-74 su Facebook
    ciao and.mar e Benvenuto nel Forum GT
    Direi non è nemmeno fattibile il contratto a progetto (è escluso per prestazioni professionali).

    Se ritieni di avere un basso volume d'affari potresti aprire partita iva col nuovo regime dei minimi (guarda qui) dove non sei soggetto a studi di settore, e quindi bypassi il problema di eventuali adeguamenti.

    ciao e buone feste anche a te

  23. #23
    User Newbie
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    3
    Ciao Lorenzo,
    grazie mille per le delucidazioni; adesso mi leggo il topic che mi hai consigliato e la circolare.
    Ma una domanda gia' mi sorge...anche in questo caso bisogna inserire in fattura la % per l'ordine?

    Grazie! e buon anno!

  24. #24
    Consiglio Direttivo L'avatar di lorenzo-74
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Roma
    Messaggi
    13,234
    Segui lorenzo-74 su Twitter Aggiungi lorenzo-74 su Facebook
    Ciao And Mar.

    Scusa... che intendi per "percentuale per l'ordine" - forse il contributo previdenziale del 2% o 4%.
    Se è questo, si... va inserito.
    Facci sapere.
    Ciao

  25. #25
    User Newbie
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    3
    contributo previdenziale .. e' esattamente quello a cui facevo riferimento; grazie per la precisazione!
    Quindi bisogna eseguire una normale fattura (suppongo che bisognera' indicare che va fatta a persona che rientra nel nuovo regime fiscale, indicando la legge di riferimento), che poi andra' considerata in gestione separata inps..

    Grazie!

  26. #26
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    1

    diversi contratti co.co.co e detrazioni

    Salve,
    questa è la mia situazione per il 2007:

    -dal 11/2006 al 11/2007 borsa di ricerca azienda X
    -da 11/2007 al 2010 contratto co. co. co triennale azienda X (con iscrizione gestione separata INPS)
    -nel 2007, da Gennaio a Giugno ho avuto 3 contratti co. co. co. con l'Università Y, tutti già liquidati. Ho richiesto le detrazioni d'imposta da lavoro dipendente (da quanto ho capito fiscalmente i co.co.co sono assimilati); le ho richieste dopo aver ricevuto il pagamento del primo contratto, perché non trovavo il modulo giusto. Il modulo l'ho consegnato a Ottobre 2007 all'Università, e nel pagamento degli altri 2 contratti penso siano state applicate (lo stipendio totale era più alto del netto).
    - sempre nel 2007, da Ottobre a Dicembre, un co. co. co. non ancora liquidato (sarà liquidato nel 2008)

    Ora devo compilare il modulo per le detrazioni per il nuovo contratto triennale con l'azienda X. Chi segue la parte fiscale mi dice "chiedi sempre le detrazioni, poi in sede di dichiarazione sistemiamo crediti/debiti". In particolare, in questo modulo, mi dice di indicare che ho diritto alle detrazioni dall'11/2007 (data inizio del contratto triennale).Voi che mi dite?
    Il problema è che io, nel 2007, ho richiesto le detrazioni per lavoro dipendente all'Università che le ha applicate; richiederle, sempre per il 2007, al committente del contratto triennale "nuovo" (azienda X) crea problemi?

    p.s. fra l'altro nel modulo per la dichiarazione potrei barrare alla sezione "CHIEDE" varie voci tra cui congualio etc; il mio "consulente" non mi ha indicato di barrare nulla.

    Mi scuso per l'eventuale mancanza di dati significativa. Grazie in anticipo.

  27. #27
    User Newbie
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    1
    ciao mi chiamo francesca.

    lavoro con il contratto a progetto della durata di 3 mesi e mezzo. ho ricevuto le prime due buste paga e vedo che sono stata tassata del 37% in una e del 34% circa nella seconda...ho lavorato in passato con lo stesso tipo di contratto ma venivo tassata del 23% circa, qualcuno sa dirmi come mai una tassazione cosi alta questa volta?
    grazie
    francesca

  28. #28
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    3

    cocopro rinnovato tacitamente

    ciao a tutti
    vorrei alcune delucidazioni in merito alla mia posizione di "cocoproista" se avete tempo e voglia...

    ho iniziato una cocopro a 1750 netti-mese dal nov 2004 con scadenza dic 2006. il contratto prevede tacito rinnovo per uguale periodo salvo variazioni concordate da committente e collaboratore.

    quante volte e per quanto tempo tale contratto si può rinnovare tacitamente per portare a compimento il progetto indicato?

    che tipo di rischi corre il committente nei confronti di una presunta mascherata posizione di lavoro dipendente che potrebbe essere accertata da un controllo INPS (o da chi è preposto a farlo) ?

    quali ragioni, motivazioni o incentivi potrebbe avere il committente a 'regolarizzare' la mia posizione in 'dipendente/quadro' quale efffettivamente è ?

    se non è troppo vi saro' grato per le vostre delucidazioni.
    ciao e complimenti per la vs passione.

+ Rispondi alla Discussione

Tag per Questa Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.