+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 15 di 23

Aprire un'attività, quali costi?

Ultimo Messaggio di michelini il:
  1. #1
    User
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    319

    Aprire un'attività, quali costi?

    prendendo spunto da una vecchia discussione da me aperta:
    http://www.giorgiotave.it/forum/disc...-ma-quale.html
    volevo chiedervi, che costi ci sono per aprire una attività?

    l'idea, per abbattere i costi, sarebbe quella di gestire il tutto da casa.
    Da decidere ancora se sarebbe un'attività individuale o una piccola società con un amico.

    Quali sono i costi standard SICURI da dover sobbarcarsi in caso di apertura di un'attività?

  2. #2
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,945
    Ciao,

    purtroppo è quasi impossibile soddisfare un quesito così generico. Bisogna realmente prima capire i quesiti fondamentali:
    - come
    - chi
    - quando
    - dove
    - perchè
    dell'attività che si vuole andare ad aprire.
    Oggi rispondo a pochio quesiti purtroppo perchè mi chiedete troppo (in buona fede) ;-)

    P.

  3. #3
    User
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    319
    Citazione Originariamente Scritto da i2m4y
    Ciao,

    purtroppo è quasi impossibile soddisfare un quesito così generico. Bisogna realmente prima capire i quesiti fondamentali:
    - come
    - chi
    - quando
    - dove
    - perchè
    dell'attività che si vuole andare ad aprire.
    Oggi rispondo a pochio quesiti purtroppo perchè mi chiedete troppo (in buona fede) ;-)

    P.
    l'idea è ancora in fase di definizione...ad ogni modo in linea di massima vorrei trasformare un forum che gestisco a livello in un portalino di news a tema (informatico), dove pubblicare anche, ed in particolar modo, i banner a pagamento che dovranno consentirmi di ricavare le entrate. Tendenzialmente, come detto, non vorrei almeno per l'inizio, avere uffici e locali vari e svolgere per quanto possibile tutto da casa (i soldi latitano)...dovrei essere solo, ma c'è una remota opzione che possa associarmi con un amico.
    Che spese "certe" ci sono, in ogni caso? ....apertura partita iva, costituzione ditta individuale o società, apertura posizione irpef....quali costi dovrei preventivare, come minimo (anche approssimativamente), per poter partire?

  4. #4
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,945
    Direi che si tratterebbe di una impresa individuale che genererebbe ricavi dalla vendita di propri spazi pubblicitari dunque.

    P.Iva, Registro imprese, posizione previdenziale e poco più.

    Il costo iniziale è di circa 200 euro tra bolli e diritti vari al registro imprese e di circa 300-400 per l'intervento iniziale in queste pratiche del commercialista.

    Paolo

  5. #5
    User
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    319
    anzitutto grazie per la risposta....e per quanto riguarda posizioni irpef e robe analoghe?
    non devo aprirle comunque? quali altri costi devo aggiungere oltre quelli che hai menzionato?

    ps: e se fosse società invece di impresa individuale? a livelli di costi/costituzione cambierebbe qualcosa?

  6. #6
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,945
    Tu cittadino italiano sei naturalmente soggetto all'irpef per i redditi che produci in Italia, non c'è bisogno di alcuna "apertura", ma solo di "riepilogo" in dichiarazione dei redditi.
    L"apertura iva" è già poi sufficiente a farti conoscere al fisco.

    Una società necessita di ben più complessi adempimenti iniziali e dell'intervento del notaio.

    Tanto per darti una idea (vaga ma inidicativa) direi che per una srl con capitale di 20000 euro devi mettere in conto 4500-5000 euro iniziali di puri costi amministrativi una tantum.

  7. #7
    User
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    319
    quindi mi dici che, potendo scegliere, mi converrebbe maggiormente partire sotto forma di impresa individuale e star fermo sui costi di cui al post n.4....in sostanza, sempre vagamente parlando, per un'attività del genere stanzio 1.000€ e posso partire? non ci sono dunque altri oneri "costosi" ?

  8. #8
    User
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    319
    aggiungo (visto che non posso piu editare), bisogna aprire posizioni nel registro inps o cose analoghe? non bisogna versare nulla per queste cose? se si, che ulteriori costi ci sono? .....
    ..scusa le varie domande, ma come avrai capito in questo ambito sono poco ferrato e prima di imbattermi nel commercialista vorrei chiedere info preliminari in queste sede
    Ultima modifica di ccardello; 09-10-06 alle 22:23

  9. #9
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,945
    Certo la sola apertura della posizione inps sarebbe automatica e derivante dalla pratica di apertura al registro imprese... quindi compresa in quel prezzo..... ma poi all'inps, con la normale gestione della tua attività, andranno versati i contributi previdenziali che hanno peraltro anche minimi annuali (circa 2400 euro quest'anno).

  10. #10
    User
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    319
    tirando le somme:
    A) converrebbe, quanto a costi, partire singolarmente sotto forma di impresa individuale.
    B) per aprire devo calcolare, sempre in via approssimativa, circa 3.500€ tra inps e spese di registri vari...(inoltre, mi pare di capire, la spesa inps di 2.500€ andrebbe ripetuta anno per anno).

    Siamo quindi intorno a queste cifre? posso pertanto stimare in 3.500€ circa (conteggio subito l'inps) la spesa "media" quantificabile per una situazione come quella ipotizzata? puoi confermare?

  11. #11
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,945
    Direi che non devi confondere le spese di gestione con quelle di avviamento iniziale.

    1000 circa per l'avviamento

    2500 circa (se avrai il reddito sotto il minimale) di inps + irpef ed irap (a %) sul reddito + circa 80 euro di diritti camerali + costo del commercialista = costi amministrativi di base gestione annua (molto circa).

  12. #12
    User
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Messaggi
    319
    grazie mille, sei stato chiaro e disponibilissimo

  13. #13
    User L'avatar di spaccioman
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Mesagne BR
    Messaggi
    175
    Ciao paolo,
    ho letto un pò di tuoi post circa l'argomento sopra riportato. Io vorrei aprire una partita iva come libero professionista ma i lavori non sono mai assicurati tutti i mesi, né mi assicurano un guadagno tale da poter pagare l'inps regolarmente. Ho sentito parlare di posizione retroattiva nei confronti dell'inps, cioé "si paga quando cominciano ad entrare i soldi sufficienti", è una leggenda metropolitana o effettivamente si può adottare inizialmente questa tecnica? Addirittura un mio amico mi ha detto che lui, avendo aperto una snc con altri due soci, per i primi 3 anni, durante i quali hanno fatto molti sforzi per partire, non hanno pagato inps poiché effettivamente non ce la facevano. E' possibile questo?Grazie mille

  14. #14
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,945
    Ciao,

    il libero professionista è soggetto o a cassa di previdenza privata di categoria o alla "gestione separata INPS professionisti senza cassa".
    Nel primo caso non è possibile rispondere al tuo quesito in quanto ogni cassa privata ha le sue regole, nel secondo caso si paga sul reddito conseguito.... teoricamente dunque a reddito 0 corrispondono contributi = 0.

    Se invece si parla delle gestioni commercianti od artigiani delle imprese.... vi sono contributi fissi minimi che non è possibile rimandare "a quando ci saranno i soldi"..... troppo comodo.

    Poalo

  15. #15
    User Newbie
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Messaggi
    6
    Non sò se è il posto giusto per fare una domanda,però provo a proporla lo stesso

    vorrei creare un sito vetrina,e affiliarmi con diversi siti che propongono quotedi guadagno in base agli utenti ke passando dal sito acquistano o si registrano da loro,tipo ebay mallteam mister price ecc ecc,ora poichè io in realtà nn vendo nulla direttamente ma semplicemente metto la loro pubblicità nel mio sito,e dato che nn ho nessun contatto di compravendita con un utente ma offro semplicemente un reindirizzamento a un sito di vendita,nn avrei dati personali da trattare nulla di nulla, dovrei anke per questo avere partita iva o roba del genere per mettere in piedi questa idea,in pratica una persona vede semplicemente dei prodotti magari vede quale è il più conveniente e compra,però nn da me,è solo un idea astratta,però volevo sapere se c'era qualke pratica legale da sbrigare per rimanere nella legalità.

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.