Buonasera,
il mio compagno presto si trasferirà da me, in un'altra regione.
Nella sua, è socio dipendente di una società sas gestita dal fratello che è il responsabile, ha firmato un atto dal notaio qualche mese fa, ha il 25% ma percepisce anche la busta paga e versa contributi trimestrali.
Per non danneggiare il fratello vorrebbe non levare la sua firma dalla società pur non lavorando più come dipendente e svolgere un lavoro nella mia regione.
Ho letto che in tal caso sarebbe vincolato solo a un part time, è giusto?
Ci sono altri vincoli fiscali o rischi cui andrebbe incontro, anch'io un giorno sposandoci e unendoci "patrimonialmente", o può tranquillamente mantenere questa partecipazione societaria?
Conviene parlarne con un commercialista?
Grazie dell'aiuto che spero vorrete darmi.