+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 48 di 48

Finanze risanate in un anno di governo

Ultimo Messaggio di webdirectory il:
  1. #1
    L'avatar di Giorgiotave
    Data Registrazione
    Oct 2004
    Località
    Monasterace
    Messaggi
    44,423
    Visita il canale Youtube di Giorgiotave

    Finanze risanate in un anno di governo

    E' questa l'affermazione di Romano Prodi: "In un anno di governo, le finanze pubbliche sono state completamente risanate". Fonte Repubblica.

    Cuneo fiscale. Il presidente del Consiglio torna inoltre sull'abolizione del cuneo fiscale annunciata ieri. "Abbiamo diminuito i costi del lavoro in modo significativo cosi' che ci troviamo di fronte a delle risorse in eccesso che mi auguro vengano investite in innovazione, ricerca e sviluppo - dice il Professore - L'intera misura vale 7 miliardi di euro" assicura il premier.

    Cosa ne pensano gli Utenti del Forum GT?
    Condividiamo insieme quel poco che sappiamo, tramite un forum, per lasciare traccia del sapere a chi vuole imparare!

  2. #2
    L'avatar di Giorgiotave
    Data Registrazione
    Oct 2004
    Località
    Monasterace
    Messaggi
    44,423
    Visita il canale Youtube di Giorgiotave
    Ancora Repubblica:

    Volano gli accertamenti fiscali. Nei primi quattro mesi del 2007 si è registrato un significativo incremento degli accertamenti relativi a imposte dirette, Iva e Irap, che sono passati dagli 85.438 dei primi quattro mesi del 2006 a 137.444 (+60,8%). Anche il dato finale del 2006 (419.924) segna un incremento del 14% sull'anno precedente. Lo ha detto il direttore dell'Agenzia delle Entrate Massimo Romano in una conferenza stampa nella quale ha presentato il bilancio dell'attività di controllo.

    E i risultati sembrano "incoraggianti": il 95 per cento dei contribuenti visitati è risultato non in regola. Per quanto riguarda in particolare gli scontrini fiscali sono stati formulati 17.638 atti di contestazione e chiusi 95 negozi. Le richieste per le indagini finanziarie, nello stesso intervallo di tempo, sono state 1.319 ovvero il 114 per cento in più dell'anno scorso. E l'obiettivo è arrivare entro la fine dell'anno a 3mila.

    Sembra che ci siano controlli a tappeto

    Al Sud, vedo molta molta lotta al lavoro in nero e molte aziende, finalmente, si stanno adeguando
    Condividiamo insieme quel poco che sappiamo, tramite un forum, per lasciare traccia del sapere a chi vuole imparare!

  3. #3
    User
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    215
    ritengo che esprimere una opinione a tutte queste affermazioni richiederebbe troppo tempo, per cui mi limito ad una considerazione sul fatto che si sia trovato il 95% dei contribuenti non in regola.

    Secondo me ci possono essere soltanto tre possibilità a giustificare tale stato di cose, come ho già indicato l'altro giorno in altra sezione: o le normative sono troppo complesse, o siamo un popolo di idioti che non sa leggere le normative stesse, o commercainti ed artigiani sono davvero dei ladri per definizione.....

    Se vai a fare un aggiornamento professionale ed il 95% dei partecipanti a fine corso non ha capito nulla, si dice che gli insegnanti non sono stati all'altezza; se ad un medico muore il 95% dei pazienti si dice che quello è un macellaio e non un medico, se però si trova il 95% dei contribuenti visitati non in regola, si riconosce un merito allo stato che ha scovato dei ladroni.........

    A mio avviso tali situazioni rappresentano un dramma, una sconfitta dello stato, non certo una sua vittoria!!
    Ultima modifica di velx; 08-05-07 alle 21:48

  4. #4
    Moderatore L'avatar di paolino
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Località
    San Cipriano Beach
    Messaggi
    5,059
    il problema è che in Italia prevale la logica del più furbo....ultimamente si è cercato di fare un paragone forzato tra quello che è successo in Francia e l'Italia, dicendo che è una sconfitta delle sinistre....

    non si parla però delle peculiarità dei francesi, in sostanza vogliamo noi fare un paragone tra i francesi e gli italiani? no ma dico scherziamo, quella è gente che ama la propria Patria, è gente che ha fatto una rivoluzione mentre qui in Italia leccavano i piedi dei loro padroni esteri

    sugli accertamenti fiscali è giusto che vengano fatti, ormai siamo arrivati al limite, c'è gente che guadagna miliardi e dichiara meno di 9000 € l'anno, così facendo ottiene sgravi, sconti, soldi statali, ecc.....c'erano 300.000 persone che vivevano di partita d'IVA, nel senso che la usavano per truffare l'erario.....

    insomma uno Stato in cui tutti sono furbi e nessuno paga di che campa? Berlusconi sbaglia quando dice che le tasse sono un'espropriazione, quella è la tipica mentalità del capitalista deviato.....alla fin fine le strade sulle quali viaggiamo chi le fa? e gli ospedali chi li costruisce? e i medici chi li paga? è lo Stato, ma vabbè quando deve sborsare ci piace, tanto poi a pagare sono solo i fessi a stipendio fisso, i furbi invece non pagano e usufruiscono lo stesso dei servizi

  5. #5
    Esperto L'avatar di Gorka
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    Ragusa
    Messaggi
    1,681
    Le tasse possono essere sentite come un'espropiazione quando vedi che i soldi pubblici vengono sperperati e "rubati" dai furbetti di turno.

  6. #6
    Esperto L'avatar di autodafe
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    Monza
    Messaggi
    1,848
    Segui autodafe su Twitter Aggiungi autodafe su Google+ Aggiungi autodafe su Facebook Visita il canale Youtube di autodafe
    perlomeno FORSE si inizia a fare "qualcosa" di serio contro il lavoro nero, l'evasione totale etc etc...
    lo so che è una banalità, ma probabilmente se "certe" categorie dove tradizionalmente si annida l'evasione più corposa pagassero il dovuto, la presione fiscale sarebbe un bel po' più morbida per i lavoratori dipendenti e pagheremmo anche meno cari certi servizi...

  7. #7
    Moderatore L'avatar di paolino
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Località
    San Cipriano Beach
    Messaggi
    5,059
    Citazione Originariamente Scritto da Gorka Visualizza Messaggio
    Le tasse possono essere sentite come un'espropiazione quando vedi che i soldi pubblici vengono sperperati e "rubati" dai furbetti di turno.
    su questo non ci piove ma il modo per risolvere questi problemi è lottare e soprattutto andare a votare per chi merita non per chi "ci fa il piacere"....Berlusconi invece propone di fare tutti i furbi, non paghiamo le tasse, così nessuno ce le ruba.....mi pare irrealistico, tant'è che il suo governo le tasse le faceva pagare ma ai dipendenti pubblici

    io vivo in Campania e so bene cosa significa vedere i propri soldi finire nelle tasche dei furbi di turno, anzi vedere dei camorristi dichiarati essere eletti niente di meno che al consiglio regionale....è una vergogna e non c'è altro modo di definire questa situazione....poi però quando si arriva alle elezioni li votano tutti quei camorristi e poi si lamentano che le strade sono invase dai rifiuti....

    purtroppo almeno per certe parti d'Italia mi sa che l'unica soluzione praticabile è quella che propose Mussolini....aveva ragione Bossi quando diceva che l'Italia non è una ma sono tre e che il Nord è costretto a portarsi sulle spalle quella zavorra chiamata Sud....è chiaro che anche il Sud ci sono realtà e persone volenterose, ma sono poche e soprattutto sono schiacciati dall'omertà e dalle mafie.....c'è poco da fare, al Sud lo Stato non c'è

  8. #8
    User
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    215
    ciao, paolino, credo che il tuo discorso, fatto da uno che vive a Napoli, ti faccia onore.

    purtroppo però non sono d'accordo su qualcosa; ne parleremo, perchè ritengo tu possa avere avuto qualche abbaglio, ma siccome da quel che dici sembra che lo spirito critico non ti manca, penso che potremo intenderci.

    nel frattempo sto preparando un mio punto di vista rispetto al tuo primo intervento che già presuppone una argomentazione articolata e purtroppo il tempo per tutto ciò non è molto.
    Spero di poter postare presto....intanto buon lavoro e grazie a chi ha risposto, l'argomento si sta facendo interessante

  9. #9
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Risanamento in un anno????
    Lo zelig è meglio.

    Per ciò che concerne il numeri degli accertamenti è davvero molto semplice farli. Vi spiego.
    Sto avendo da un mese la visita della GdF presso un cliente. Impresa di media dimensione, internazionalizzata, 40 milioni di fatturato, 130 dipendenti circa.
    I rilievi (che poi finiranno in accertamento) sfiorano in alcuni casi il ridicolo. Addirittura quell'organo dell'amministrazione dello Stato non riconosce i pronunciamenti dell'Agenzia delle Entrate (altro organo fiscale) adducendo un laconico: "noi siamo diversi". Il contribuente potrei metter la mano sul fuoco non fa un cent di "nero", ma ciò nonostante si mira a cercare "peli" formali nell'uovo pur di dare sanzioni e dunque "fare i numeri" molto probabilmente richiesti dall'alto.
    Un atteggiamento quasi vessatorio da persone (che nel caso specifico) si stanno dimostrando irragionevoli ed a volte anche davvero molto impreparate giuridicamente.
    "Tanto poi avrete tutto il tempo di smontarli alla commissione tributaria" .... questo il motivetto..... in pratica come dire noi accertiamo, poi verranno smontati ???? non ci interessa.


    Sono capaci tutti di sciorinare numeri e numeri se poi la realtà degli accertamente sottende verifiche fatte al solo scopo di recuperare soldi, comunque, anche quando non esistono i fondamenti giuridico-fiscali per le addotte riprese (ad un occhio anche solo appena appena attento).

    Inoltre v'è da dire che con la pesantissima complicazione data alle già non semplici norme fiscali nell'ultimo anno (innegabile), il susseguirsi di variazioni e di variazioni delle variazioni mi stupisco non siano il 100% dei contribuenti a non essere in regola anche solo formalmente.

    Da tecnico della materia mi sono rallegarto a sentir pronciare quelle parole e sciorinare quei numeri esattamente come farebbe un telespettatore davanti a zelig.
    E questo sarebbe valso ugualmente se a pronciarle fosse stato qualcuno di parte politica avversa..... è proprio una questione tecnicamente insostenibile.

    Paolo
    Ultima modifica di i2m4y; 11-05-07 alle 11:47

  10. #10
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Citazione Originariamente Scritto da paolino Visualizza Messaggio
    tant'è che il suo governo le tasse le faceva pagare ma ai dipendenti pubblici

    Ma scusa su che basi tecniche dici questa cosa ????????
    Matematicamente avranno invece notato la differenza nella più leggera busta paga di gennaio...... con l'abolizione della no tax area che li ha costretti a pagare di più.


    Paolo

  11. #11
    Moderatore L'avatar di paolino
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Località
    San Cipriano Beach
    Messaggi
    5,059
    Citazione Originariamente Scritto da i2m4y Visualizza Messaggio
    Ma scusa su che basi tecniche dici questa cosa ????????
    Matematicamente avranno invece notato la differenza nella più leggera busta paga di gennaio...... con l'abolizione della no tax area che li ha costretti a pagare di più.


    Paolo
    certamente hai ragione sul fatto che le tasse sono aumentat per tutti, però non posso fare a meno di pensare al rimpatrio dei capitali voluto dal governo precedente e a un generale lassismo nei controlli.....

    forse il mio metro di giudizio è alquanto deviato, perchè vivendo in Campania sono abituato a pensare a negoziante=quello che campa di partita IVA, imprenditore=amico dei boss e credimi dalle mie parti le tasse esistono solo sulla carta.....

    da quello che dicono i media il governo attuale starebbe cercando di arginare questi fenomeni e personalmente, almeno tra quelli che conosco, noto una certa preoccupazione dovuta a questo accanimento fiscale.....gli imprenditori dalle mie parti hanno imparato che esiste una cosa che si chiama fattura.....

    se poi sia solo un bluff per farsi belli nei confronti delle banche d'affari e degli investitori esteri questo non lo so

  12. #12
    L'avatar di Giorgiotave
    Data Registrazione
    Oct 2004
    Località
    Monasterace
    Messaggi
    44,423
    Visita il canale Youtube di Giorgiotave
    Citazione Originariamente Scritto da i2m4y Visualizza Messaggio
    Per ciò che concerne il numeri degli accertamenti è davvero molto semplice farli. Vi spiego.
    Per quanto riguarda qui al Sud le cose sono molte diverse e non è per niente lo Zelig.

    Si stanno adeguando in molti, il lavoro in nero sta diminuendo un sacco

    Poi se ti sono capitati alcuni della GDF che hanno fatto quello che hai detto, non significa che quelli stanno dando i numeri come vogliono o che stanno imbrogliando o altro.

    Le verifiche, per quanto mi riguarda qui, non sono fatte per fare soldi

    ed i risultati da noi si vedono eccome

    Condividiamo insieme quel poco che sappiamo, tramite un forum, per lasciare traccia del sapere a chi vuole imparare!

  13. #13
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Bene allora vuol dire che valgono a qualcosa per qualcuno, facciamoli allora geograficamente mirati.

    Ti assicuro che qui vedo imprenditori ligi alle leggi, che spendono migliaia di euro ogni anno per star dietro alla minima modifica normative.... non lasciano sfuggire nemmeno una fattura o scontrino (da anni e anni).... che hanno solo dipendenti in regola e piuttosto non ne prendono che averli irregolari..... che sono attaccati dalla cina sul settore tessile........ e quando vai a calcolare i risultati degli inaspriti "studi di settore" ti accorgi che per lo stato dichiari troppo pochi ricavi...... è davvero una esagerazione, un spremere e tartassare chi sta in azienda 15 ore al giorno.
    O come l'avvocatessa cui non è stata riconosciuta quale esimente dalla congruità agli studi di settore la partorienza..... ma dai!!!!!!!!!

    No, Vi assicuro che nella reltà in cui mi muovo io, le ultime variazioni normative hanno per lo più generato solo un delirio di adempimenti ed assurde pretese fiscali.

    Potrei fare cento esempi..... ma scriverli diviene davvero lungo e tecnicamente complesso.

    Paolo

  14. #14
    Esperto L'avatar di Andrez
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Sull'isola del giorno prima
    Messaggi
    8,801
    Ti assicuro che qui vedo imprenditori ligi alle leggi, che spendono migliaia di euro ogni anno per star dietro alla minima modifica normative.... non lasciano sfuggire nemmeno una fattura o scontrino (da anni e anni).... che hanno solo dipendenti in regola e piuttosto non ne prendono che averli irregolari.....
    ...hem, ma dove, di che Paese stai parlando?

    Probabilmente non di quello dove un Presidente del Consiglio considerava morale e giusto evadere le tasse facendo degenerare un problema evasione già precario

    Perchè sembra che pure quel comunista di Luca Cordero di Montezemolo pensi invece che ad evadere le tasse siano in tanti e che sia criminale l'evaderle.

  15. #15
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Ma infatti nessuno nega che evaderle sia immorale, ingiusto e da reprimere duramente.

    Ma combattere l'evasione delle imposte è cosa assolutamente diversa dal pretenderle contro ogni logica di capacità contributiva (stabilita costituzionalmente).... studi di settore ed Irap insegnano con palese evidenza.

    Aver inasprito uno strumento statistico (studi di settore) per ottenere più gettito equivale a dire "aumentiamo le tasse" non certo a combattere l'evasione..... e allora che si abbia il coraggio di aumentare davvero .... semplicemente.

    Che l'irap non sia stata bocciata alla corte di Giustizia Ue è solo perchè si sono mossi altri Paesi europei, dove vigono imposte simili, timorosi che anche le loro potessero "saltare". Ben due Avvocati, susseguitisi, nella relazione alla Corte avevano bocciato l'imposta..... ma la Corte si è pronunciata per la legittimità. Forse due volte era successo prima, storicamente, che la corte si fosse pronunciata contro le relazioni di un suo avvocato, figuriamoci due...... ma dai!!!!!!!!!!

    Per non parlare della già citata ottusità degli "uffici" su molti temi e procedure..... che chissà perchè negli ultimi tempi si è fatta sempre più evidente e palesemente incoerente. Ricerca a tutti i costi dell'irregolarità formale, per poter sanzionare (si badi ben sanzionare non recuperare imposte non evase)..... è la mia ultima esperienza con la verifica fiscale che vi ho raccontato.

    "e.... ma tanto poi andate a smontare i nostri rilievi alla commissione tributaria"....
    ....cosa significa dover andare a "smontare" le ingiuste pretese del fisco in commissione tributaria (tribunale fiscale) per aver ragione lì ?????!!!!!
    Tipo l'Irap per i piccoli professionisti ??????!!!! Significa buttare dalla finestra soldi pubblici nella difesa dell'indifendibile.

    Determinati atteggiamenti dovrebbero essere addirittura puniti negli organi accertatori.... altro che!!! Buttare e far buttere tempo e risorse non fa certo bene a nessuno.... tanto meno all'economia italiana.

    Se invece servono interventi mirati, anche geograficamente, che si facciano, ma con un preciso, sostenibile e ragionevole costrutto alle spalle, non con raffazzonati e generalizzati interventi che non fanno altro che rallentare tutti coloro che rischiano in proprio.

    Paolo
    Ultima modifica di i2m4y; 12-05-07 alle 00:53

  16. #16
    User
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    215
    Ciao, paolo;
    si, sarà anche il tuo mestiere, ma trovare una parola sbagliata in ciò che dici è davvero una gara dura.....complimenti!!

    Avrei voluto postare una risposta a ciò che scrisse paolino giorni fa, ma ritengo più opportuno sottoporvi subito una considerazione.

    Innanzitutto un ringraziamento ad Andrez per i link che ci offre, ma è mia speranza che con ciò tu, Andrez, abbia voluto indicarci uno dei vari punti di vista e non certo darci indicazione di quelle scritture come fosse quella l'unica verità.

    In effetti quando si tratta di argomenti così importanti come questo che stiamo discutendo qualsiasi voce di stampa schierata non può avere alcuna attendibilità specie se non raffrontata ad altre di parte opposta, mentre soppesare frasi che avrebbe detto questo o quello, che stia di qua o di là, è situazione da potersi accettare nel contesto di tutto un discorso, di tutta una trattazione, meglio ancora se è situazione a cui si è assistito personalmente; purtroppo anche i giornalisti non sono sempre equi e chi scrive su una testata, si sa, da quella testata dipende non solo per lo stipendio ma anche per ciò che può dire, altrimenti si sarebbe trovato dall'altra parte.
    Ancora la mia speranza vuole supporre che questa discussione possa essere basata su ragionamenti propri e non su opinioni di parti già schierate, perchè in tale situazione saremmo soltanto degli emissari di chi ha già deciso ciò che è vero e ciò che non lo è, e credimi mi dispiace, ma fare il portavoce di altri o il difensore di un vessillo non mi interessa, specie in situazioni come quelle attuali già di per se tanto gravi per il paese e tutti noi, e ciò in riferimento alla crisi economica.

    Qui bisogna confrontarsi per aver uno scambio di idee, per crescere, non per dimostrare ciò che scrive questo o quello, tanto per dire "la ragione è mia, guarda, lo dice anche questo giornale........."

    Comunque sono certo che anche tu, Andrez, sia della mia stessa opinione, che anche tu abbia piacere di ragionare e non solo di fare l'emissario di qualcuno, quindi andiamo avanti tranquillamente

    Sulle differenze tra lavoro dipendente e privato credo che ci sarebbe da dire molto, ma al contempo i link che ci ha dato Andrez confermano sempre più la mia idea secondo cui ormai da molto, davvero troppo tempo, ed anche con grande abilità, si sta mettendo la categoria dei dipendenti, spesso denominati "lavoratori" contro quella degli autonomi che per contrapposizione secondo tanti non figurano neanche essere tra i "lavoratori", ma tra i padroni.
    Così un fruttivendolo è accomunato ad un industriale nella loro disgrazia di essere ladri e nella loro condizione di essere mangia pane a sbafo, mentre dall'altra parte, quella dei dipendenti, troviamo un disgraziato che lavora in fabbrica accomunato, nel destino di "lavoratore", quindi poveretto, ad un dirigente comunale, dell'inps, della siae, dell'eni, o di ogni altro simile organismo, tutti dipendenti anch'essi, e quindi, secondo certi punti di vista, tutta gente che stenta.

    Attualmente a mio avviso vive male il piccolo autonomo come il dipendente inteso come piccolo dipendente, ma purtroppo entrambi sono convinti che tutto il male sia dall'altra parte perchè in tal modo ci viene suggerito dai partiti e da certa stampa, di una parte e dall'altra, e così, mentre ci facciamo la guerra tra poveri, i politici di ogni grado e livello se la sbafano alle nostre spalle, cambiano correnti e bandiere come più preferiscono per fregarci meglio, ed ancora accadono i crac come alla parmalat di cui nessuno però sapeva nulla.......

    Tale regia non è nuova, lo spaccare il paese per trarne vantaggio è qualcosa di già visto, un copione già sfruttato vergognosamente negli anni 70 -i cosiddetti anni di piombo- ed il risultato di quella politica è innegabile, sotto gli occhi di tutti, sempre però intesi tutti quelli che vogliono vedere e capire: i morti di quegli anni, molti, sia dall'una che dall'altra parte, sono nei vari cimiteri e le loro tombe hanno una ubicazione, un nome, chi vuole può recarsi a rendere loro omaggio.
    E quella era la bassa manovalanza.

    Sopra quei poveretti c'erano altri, che con il clima di massimale contrapposizione ideologica che allora vigeva, hanno trovato modo per mettere a punto dei piani criminali -ma bisogna dire che anche allora c'erano giornali che appoggiavano anche quelle ideologie; qui però eravamo già un gradino più sopra, e così molti l'hanno fatta franca, diversi sono scappati dalle maglie della giustizia, altri si sono rifugiati all'estero e ritornati da esuli; al contempo i morti sono sotto terra da oltre 30 anni e non potranno tornare nè da esuli nè in altro modo.

    Attualmente siamo allo stesso punto: noi continuiamo, spinti ed accecati da chi soffia ad arte e per proprio mestiere su questo malessere generale, che è grande, a tirarci bassezze l'un l'altro, siamo felici nel veder pubblicato che quella o quell'altra categoria ha ottenuto una stangata e non ci accorgiamo che chi ci manovra se la ride alle nostre spalle, ma loro le stangate non le prendono mai neanche quando si va alle urne; al contempo, passando dalla 1° alla 2° repubblica abbiamo oggi lo stesso numero di partiti se non più di prima-ciascuno dei quali ben foraggiato con i NOSTRI soldi-ed abbiamo anche molti degli stessi visi dei vecchi politicanti, esclusi i deceduti.

    Ma mi sbaglio o si è sempre detto che un popolo distratto è più facile da governare? L'unica capacità sta nel trovare un bel motivo di distrazione; provate a leggere certe notizie che ci da la stampa con quest'ottica; non ci avevate mai pensato?
    Scusate, ma nessuno ha visto quando hanno passato in tv il servizio ove dimostravano che tutti i politici prendono l'indennità per il portaborse anche quando non ce l'hanno -e quindi non è più indennità ma regalia- e che molti di quei signori, quando pagano il portaborse lo fanno in nero?

    Questo è stato denunciato da tempo alla tv, RAI, non mediaset; c'è qualcuno che
    conosce qualche sindacato che si è occupato di ciò, in difesa di quei lavoratori pagati in nero?
    E qualcuno può darci il link a qualche giornale che si sia occupato di questi argomenti?
    O forse anche quella gente non era degna di attenzione? Oh, però a pensarci bene quelli non sarebbero stati dipendenti del ministro, ma avrebbero lavorato come autonomi con partita iva, vabbè, allora.......

    Oppure qualcuno è a conoscenza di qualche indagine a proposito, magari di qualche verbale a qualche ministro........

    A mio avviso si dovrebbe fare un grande cambiamento ad iniziare da chi dirige: guardate rai 2 alle 15 quando da la diretta dal parlamento, l'altro giorno c'erano 6 persone sedute, tutti gli altri assenti. L'ha scritto qualche giornale? no? allora ciò è normale, mentre a me sembra osceno..........ed a mio avviso sono queste le cose di cui doversi preoccupare; anzi, dovremmo essere tutti noi, dalla base, dipendenti e autonomi insieme a spingere perchè qualcosa finalmente possa cambiare, altro che sputarci addosso l'un l'altro. Ma forse questo non accade proprio perchè nessun giornale ha mai scritto che si debba fare!!!!

    Ed ancora, Giorgio, se qualcuno dalle tue parti sta iniziando solo ora a far fatture, abbi tu la determinazione di dirgli che è un mascalzone, un bandito, un indegno, una mondezza, un peso che altri non vogliono più portare; ti prego, diglielo anche per me, perchè chi le fatture le fa, non si identifica con quella gente ed ha le tasche piene di essere sempre e comunque criminalizzato, però poi fai anche una autocritica come ha fatto paolino che già da solo ha individuato i perchè, dei mali della sua zona.
    Qualcuno dice da tempo, ciò che tu ci hai appena comunicato; che in certe zone si vive differentemente non è nulla di nuovo, e perciò qualcuno al nord ogni tanto sbotta, ma anche se tutti i negozi chiusi fossero delle tue parti, quella gente farebbe comunque pena perchè neanche quelli che finora non fatturavano son nati mascalzoni, sono solo dei miseri che non hanno imparato a vivere tra i civili, forse anche perchè come dice paolino -e non solo- al sud lo stato non c'è, mentre è ora che inizi ad esserci, ed anche per educare, oltre che per reprimere, perchè tante situazioni quali la mafia o l'evadere sono proprio conseguenza di una mancata erudizione, anche minima

  17. #17
    Esperto L'avatar di Andrez
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Sull'isola del giorno prima
    Messaggi
    8,801
    Qui bisogna confrontarsi per aver uno scambio di idee, per crescere, non per dimostrare ciò che scrive questo o quello, tanto per dire "la ragione è mia, guarda, lo dice anche questo giornale........."
    E' senza dubbio così.

    Da tempo amo ragionare su queste pagine con il buon Paolo, persona che stimo, preparata e corretta, io dalle mie posizioni di sinistra e lui dalle sue di destra, ed amo gli scambi che spesso ne escono ed i conseguenti sviluppi e commenti degli altri amici, come ora questo di Velx.

    E' buona l'aria che si respira in questa sezione Società Civile,

  18. #18
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Citazione Originariamente Scritto da Andrez Visualizza Messaggio
    E' buona l'aria che si respira in questa sezione Società Civile,
    Cavoli se è buona !!!!

  19. #19
    User
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    215
    si, sono d'accordo, almeno per quel che vedo finora, dato che sono nuovo del forum

  20. #20
    Utente Premium
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Località
    Oristano
    Messaggi
    67
    Ciao a tutti. Anch'io (purtroppo) in questo frangente sono d'accordo con Paolo, nel senso che a causa di questa folle ricerca dell'evasore, assolutamente corretta e legittima, mi ritrovo da qualche giorno a dover combattere con l'agenzia delle entrate che mi ha "invitato" a pagare 11.000 per crediti d'imposta utilizzati e (secondo loro) non dovuti, pena il pignoramento del conto corrente (che peraltro non c'è visto che la società è inattiva da due anni e attualmente in liquidazione). Tengo a precisare che questi crediti d'imposta erano relativi alle nuove assunzioni, utilizzati nel 2002-2003 e spettanti al 100%, e per chi avesse memoria aggiungo che fanno parte di quei crediti concessi con la legge Visco, poi trasformata in Tremonti, etc. che nel 2002 ha messo in crisi centinaia di aziende del sud che avevano fatto affidamento a questi sgravi.
    Per tre anni abbiamo ricevuto le "cartelle pazze" che ci invitavano alla restituzione del credito d'imposta. Quest'anno ci è arrivata la risposta alla prima cartella nella quale l'agenzia dell'entrate comunica che in seguito agli accertamenti fatti dopo consegna di documenti, etc, tutto è risultato regolare.
    Dopo pochi mesi è arrivata quest'altra raccomandata (relativa alla cartella del secondo anno) nella quale non si capisce perché la documentazione portata non è stata recepita. Sì, recepita. Perché pare che il procedimento sia questo: l'agenzia delle entrate va avanti con la procedura anche se quella procedura doveva essere fermata in quanto il contribuente ha prodotto tutta la documentazione per dimostrare la legittimità di ciò che ha fatto. Purtroppo c'è troppo lavoro e quindi molti ricorsi sono ancora lì, ma intanto il pignoramento va avanti...
    E' davvero assurdo, e ancor più perché sono di sinistra e relativamente contenta dell'operato del governo fino a questo punto, ma le tasche da svuotare sono quelle di chi ha rubato, non dei poveri fessi che a sentire certe cifre ogni giorno rischiano un infarto!
    me compresa
    Portati dietro un sorriso e un sospiro. Li userai!

  21. #21
    Esperto L'avatar di FuSioNmAn
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Salerno
    Messaggi
    495
    Far dichiarare gli scontrini fiscali sul 730 dando la possibilità AI PRIVATI CITTADINI (e non solo a chi ha una partita iva!) di scaricare tasse con una deduzione fiscale risolverebbe almeno il 50% dell'evasione!

  22. #22
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Citazione Originariamente Scritto da FuSioNmAn Visualizza Messaggio
    Far dichiarare gli scontrini fiscali sul 730 dando la possibilità AI PRIVATI CITTADINI (e non solo a chi ha una partita iva!) di scaricare tasse con una deduzione fiscale risolverebbe almeno il 50% dell'evasione!

    In America è parzialmente così e sembrebbe funzionare, andrebbe fatto uno studio sul loro sistema per verificarne l'applicabilità in Italia.

    Interessante.

  23. #23
    User
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    215
    si, questo è già un po' che si dice ed a mio avviso sarebbe una buona idea, salvo veder come poi la si applicasse, ma....

    al contrario accade che un lavoratore autonomo che lavora fuori sede non ha possibilità di scaricare le spese; pensate alle località turistiche, quanta gente lavora, soggiorna e consuma al ristorante, per mesi, nell'ambito della sua attività senza poter dedurre niente, e chi affitta le case se la ride....., e tu certo non sei motivato a chieder la ricevuta neanche al ristoratore.

  24. #24
    User
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    215
    Rifacendomi a quanto diceva paolo giorni fa a proposito degli studi di settore ora più aspri, espongo quanto ho appena conosciuto, situazione a mio avviso assai particolare, e di cui credo non molti abbiano ancora conoscenza, tanto che nessuno ancora se ne è apertamente lamentato, almeno in questa sede.

    Parlando con il mio commercialista di altri argomenti, è scaturito un discorso secondario, che quindi è stato fatto in modo non esaustivo, da cui ho sommariamente appreso che la maggior parte delle ditte si troverebbe in serie difficoltà a seguito dell'applicazione dei nuovi parametri relativi agli studi di settore; ancora di più, alcuni tra gli stessi commercialisti, cioè le loro attività, avrebbero difficoltà a rientrare in questi parametri; se si pensa che nessuno di norma paga il commercialista in nero dato che ciò non produce alcun vantaggio, si evidenzia quanto queste norme siano altamente inadeguate.

    In pratica, quindi, chi sino all'anno scorso era nei confronti dello stato un buon contribuente, oggi si trova ad essere un ladro; come si sa, però, il nostro è uno stato democratico, ed un buon governo come quello attuale certamente non lascia i contribuenti senza rimedio.
    Infatti, sempre se ho ben compreso il discorso, chi dovesse trovarsi al di fuori di questi parametri, cioè chi avesse guadagnato meno di quanto il governo ha deciso che quel tizio avrebbe dovuto guadagnare, non ha troppi problemi, può "adeguarsi", ma per far ciò dovrà pagare importi che comunemente si definiscono mazzate.
    Personalmente non so quale sia attualmente la mia posizione , in quanto la mia situazione non è ancora stata valutata, ma tutto ciò mi ricorda qualcosa di già visto, di cui però ben pochi oggi parlano.

    Mi sembra si fosse nel '92 ed il premier era allora Giuliano Amato, lo stesso che oggi è ministro dell'interno. Ancora non era sorta l'alternanza di governo intesa come alternanza centro destra-centro sinistra, l'egemonia della dc era cosa passata, ed i governi erano più o meno tutti della stessa pasta, quindi nessuno poteva dare ad altri la colpa di qualche buco di cassa per quanto alla finanza pubblica, in quanto il colore dei vari governi era molto ripetitivo.

    Ad un certo punto, una mattina ci alzammo e venimmo a sapere che nottetempo da parte del governo era stato effettuato un prelievo su tutti i conti correnti di tutti i cittadini, senza esserci stato preavviso alcuno; non si salvò nessuno, neanche i pensionati o i preti, e l'aliquota applicata mi sembra fosse il 6 per mille.

    Ci fu un'unica consolazione: le parole di una famosa canzone che dice "una mattina mi son svegliato ed ho trovato l'invasor"...già, proprio quello che era successo a tutti noi, vai a dormire con i tuoi soldi e ti svegli che nottetempo il governo ha invaso le tue tasche per trafugarti quanto ha ritenuto più opportuno: una meraviglia, di cui non più di 15gg fa in tv lo stesso Amato ancora si vantava.
    Ma ciò non era tutto: il governo Amato aveva in serbo una sorpresa che fruttò tanti soldi e che oggi il buon Prodi torna a ripetere.

    Infatti, oltre alla sottrazione dai conti correnti, il governo istituì la minimum tax- predecessore degli attuali studi di settore-, in pratica ciascuno doveva dare al governo non in base a quanto aveva guadagnato, ma in base a quanto Amato e colleghi avevano deciso; in quella situazione dovetti pagare quasi otto milioni di lire del 1992, oltre ciò che avrei dovuto pagare in base alla mia contabilità, e così per effettuare tale pagamento dovetti chiedere dei prestiti.

    Certamente c'era anche la possibilità di non pagare, potevi esimerti dalla minimum tax, il governo non passò certo casa per casa col manganello, ma fece conoscere che chi non si fosse adeguato avrebbe subito una verifica fiscale.

    Ora è noto che in tali situazioni qualcuno potrebbe venire e verbalizzare che nel tuo negozio tu hai nascosto un aereo quando lo stesso neanche passerebbe per la porta; ciò sarebbe possibile, accade anche spesso come diceva paolo giorni fa, senza pena alcuna per chi avesse verbalizzato una castroneria, mentre sarebbe poi tutto tuo l'onere di provare il contrario, e ciò a tue spese.
    E così pagammo ciò che il governo Amato, democratico e di sinistra, aveva deciso si dovesse pagare.

    Personalmente ritengo che tra questo tipo di situazioni che io definisco ricatti ed il ricatto che può farti un fotografo per averti sorpreso in situazioni delicate ci sia una sola differenza: il fotografo può essere un mascalzone, i governanti sono sempre onorevoli.

    Per finire una considerazione ed una richiesta: da mesi siamo sottoposti alla menata del tfr per i dipendenti, con tanto di passaggi in tv con costi per le tasche di tutti noi, mentre il governo ha istituito anche un numero verde per chi volesse informazioni, e ciò potrebbe anche essere cosa valida, ma agli autonomi chi da informazioni su cosa fare qualora si trovassero fuori dei parametri del buon Prodi?
    Qualcuno ha il numero verde anche per tali informazioni?

    La richiesta: pubblicizziamo queste cose che non sono nè di destra, nè di sinistra, ma di fatti avvenuti, di vergogne di cui abbiamo già dovuto subire e di cui sembra dovremo ancora subire, e se qualcuno già ha avuto modo di relazionarsi con questi argomenti e potesse darci qualche lume in merito, ad esempio che fare se ti trovi fuori dei parametri, io gliene sarei grato per primo.

  25. #25
    Esperto L'avatar di FuSioNmAn
    Data Registrazione
    Jan 2007
    Località
    Salerno
    Messaggi
    495
    Citazione Originariamente Scritto da velx Visualizza Messaggio
    e tu certo non sei motivato a chieder la ricevuta neanche al ristoratore.
    Ecco perchè risolverebbe. Oggi perchè non lo si pretende uno scontrino? Perchè non ci cambia niente nell'immediato. Ma se pensassimo che indirettamente pagheremo di più di tasse lo pretenderemmo e come.
    Sapendo invece che ogni scontrino è una sconto su quanto si pagherà di tasse vedrai come staremo tutti a pretenderlo anche dopo l'acquisto di una caramella.
    Per me non è manco tanto difficile da attuare. Cosa c'è di tanto complicato?
    Se non erro ne ha parlato Di Pietro una volta.

    Sapevo che era gia in uso in america...ma non capisco perchè va sempre verificato se applicabile una cosa che funziona.
    Vorrei capire di più da te, i2m4y.

  26. #26
    User L'avatar di Bamse
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    711
    Citazione Originariamente Scritto da FuSioNmAn Visualizza Messaggio
    Far dichiarare gli scontrini fiscali sul 730 dando la possibilità AI PRIVATI CITTADINI (e non solo a chi ha una partita iva!) di scaricare tasse con una deduzione fiscale risolverebbe almeno il 50% dell'evasione!
    personalmente, non credo che la tendenza all'evasione fiscale sia endemica in una popolazione, cioè non credo che la propensione all'evasione dell'italiano sia superiore a quella di un tedesco.

    La differenza le fanno le regole.

    Sembra che in Italia non ci si voglia render conto che questo sistema fiscale non potrà mai dare una efficenza maggiore di questa (parlo di % di evasione).

    I termini (%) possono essere variati, ma solo se si sottopone il sistema ad una forza esterna costane (GdF), forza che se sospesa porterebbe di nuovo il sistema ad avere alti tassi di evasione.

    Questo però non è un modo per sviluppare un sistema fiscale, il sistema dovrebbe trovare un naturale equilibrio senza ricorrere ad interventi esterni troppo pensanti (perché la GdF costa ed il suo costo minimizza le entrate fiscali).

    Il sistema detrattivo potrebbe essere una soluzione, è praticato in misura più o meno estesa in tutti i paesi europei eccetto che in Italia.

    Attenzione anche ad attribuire a questo governo molti risultati, in Italia la PA ha una inerzia notevole dovuta alla elevata burocratizzazione, possono passare anni prima che un decreto ministeriale possa essere effettivamente messo in pratica.

    Più o meno servono ca. 5 anni per rendere operativo un decreto ministeriale, questo frena moltissimo l' azione incisiva dei ministri, che preferiscono obbiettivi a brevissimo termine piuttosto che a medio termine i cui le cui "cedole" verrebbero staccate dal ministro successivo.

    la mia impressione è che non ci sia stata alcuna svolta ma solo una maggior spremitura del limone.

    L'aumento della pressione fiscale da sempre ha portato ad un aumento delle entrate nel breve termine ma nel medio lungo comporta una diminuzione delle entrate.

    Il rischio è che molte aziende potrebbero finire più o meno parzialmente all'estero, oppure potrebbero non far rientrare in Italia capitali percepiti all'estero.

    Sperem, ma personalmente il futuro lo vedo molto grigio.

  27. #27
    User
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    215
    personalmente, non credo che la tendenza all'evasione fiscale sia endemica in una popolazione, cioè non credo che la propensione all'evasione dell'italiano sia superiore a quella di un tedesco.
    benchè mi trovi a condividere molto di quello che dici, su questo non sono d'accordo.
    certe popolazioni, primi i tedeschi e poi altri del nord, per mia esperienza diretta hanno un attaccamento, una fiducia nel loro stato, credono fermamente che facendo fare uno scontrino in più ad un negoziante ciò servirà per pagare meno tasse a tutti.

    Qui da noi ormai da troppo tempo c'è la sfiducia al massimo livello: quando vieni a sapere che l'immondizia a Napoli non è un fatto casuale -ma questo è solo un esempio di qualcosa che in italia rappresenta un sistema di vita- dopo che sono stati spesi miliardi con situazioni anche di commissariamento, che quei miliardi non sono serviti a nulla se non ad arricchire pochi, senza che nulla sia cambiato, situazione per cui tutti noi abbiamo pagato, ti rendi conto ulteriormente che chiedendo uno scontrino al negoziante altro non fai che dargli il martello sui piedi, mentre nessuno otterrà mai un guadagno, come versare un secchio di acqua in un mare.

    Qui da noi si è ancora convinti di poter imporre ai contribuenti di pagare le tasse senza al contempo offrire niente in cambio, un po' quello che succedeva al sud con gli spagnoli, i borboni o altrove col papato e via dicendo.

    Purtroppo si deve arrivare a comprendere che soltanto la collaborazione di tutti, basata su un senso civico alto, che a sua volta può esistere soltanto in uno stato MOLTO differente dal nostro, è l'unica situazione per uscire da tale impasse; i metodi repressivi, al contempo, servono unicamente a martellare chi viene controllato, ma mentre controlli quel tipo, altri milioni di cittadini fanno ciò che vogliono, perchè la loro fiducia nel sistema è ormai nulla; e se ancora c'è qualcuno che crede nel proibizionismo....valuti cosa questo produsse nel nuovo continente all'inizio del secolo.

    Al contempo, invece, perchè non destituire A VITA chi si è dimostrato incapace del compito che gli si è affidato? Perchè continuare a pagare pensioni da favola ad amministratori che hanno fatto tutto tranne che l'interesse pubblico? Ma a napoli, tanto per esempio, c'è un sindaco, una giunta? Se si, dovrebbero rispondere, a mio avviso, di disastro in gestione pubblica. Anzichè martellare chi non fa uno scontrino, mandiamo VIA chi non sa amministrare, ma VIA a VITA, e senza pensione, tanto più da favola, così come in pratica succede a chi nella sua azienda facesse fallimento.

    Chi crede di poter andare avanti in tal modo, di qualunque estrazione politica sia, a mio avviso è un illuso
    Ultima modifica di velx; 25-05-07 alle 10:54

  28. #28
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Posto una dato su cui riflettere:

    mi hanno appena comunicato in studio un caso:

    23000 euro di reddito di un neo-webmaster (tutto l'anno 2006),

    versamento di giugno per irpef, addizionali, irap e contributi previdenziali: 10500 euro.

    Mi sembra che la cosa, come ha detta Prodi a proposito di Montezemolo recentemente, "si commenta da se".

    Paolo

  29. #29
    User Attivo L'avatar di Flep
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Località
    Undisclosed city of South America
    Messaggi
    5,747
    Citazione Originariamente Scritto da i2m4y Visualizza Messaggio
    Posto una dato su cui riflettere:

    mi hanno appena comunicato in studio un caso:

    23000 euro di reddito di un neo-webmaster (tutto l'anno 2006),

    versamento di giugno per irpef, addizionali, irap e contributi previdenziali: 10500 euro.

    Mi sembra che la cosa, come ha detta Prodi a proposito di Montezemolo recentemente, "si commenta da se".

    Paolo
    non ho parole...
    Mi sembra un pochino troppo, ma solo un pochino...

  30. #30
    User
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    215
    poveretto, a me fa veramente pena, e lo dico di cuore!! se ti è possibile, Paolo, partecipagli la mia solidarietà, che però certamente non risolve la situazione...........

    A tale proposito, però, vorrei sentire l'opinione di chi sostiene che stiamo andando bene; noi che sosteniamo queste cose, ormai si sa, non siamo altro che detrattori di un buon governo!!

  31. #31
    Esperto L'avatar di Andrez
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Sull'isola del giorno prima
    Messaggi
    8,801
    Il dato posto da Paolo sul quale riflettere appare decisamente eccessivo.

    E' bene quindi che, come in tutte le altre Aree del Forum, quando si riportano dati che 'si commentano da sè' e che comunque mettono in discussione tesi precedenti, si citi la fonte o si riportino i particolari esatti.



    Edit:
    tolto nota attribuita erroneamente a Velx.
    Ultima modifica di Andrez; 28-05-07 alle 20:32

  32. #32
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Sia chiaro che quanto ho io postato NON discende dalle regole fiscali (ancor più dure) di questo ultimo governo.... la differenza tra le precedenti regole e le attuali avrebbe forse, nel caso specifico, portato ad una differenza di versamento di 500 euro.... quindi diciamo irrisoria sul totale.

    In effetti è proprio il sistema fiscal-contributivo in essere ormai da lungo tempo a non invogliare ad intraprendere.... e questo fa male all'economia tutta..... alla minore capacità di competere, alla minor natalità d'impresa, ma anche ai minori posti di lavoro creati.

    Tutta la politica, dx e sx, indistintamente, dovrebbero riflettere sulla questione.

    Paolo
    Ultima modifica di i2m4y; 26-05-07 alle 10:30

  33. #33
    User
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    215
    Andrez, ti ringrazio ti quanto mi dici, ma vorrei capire meglio, dato che non sei stato esplicito, a quale tipo di espressione ti riferisci; ancora indicami per cortesia quali affermazioni ti serve che possa documentare, e quali termini hai ritenuto canzonatori o sarcastici.

    se ritieni doverne parlare in pvt scrivimi pure; attendo tue informazioni

  34. #34
    Esperto L'avatar di Andrez
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Sull'isola del giorno prima
    Messaggi
    8,801
    Grazie ad una chiara descrizione delle sue posizioni, ho potuto comprendere una mia errata interpretazione che ho provveduto ad editare nel precedente post.

    Ringrazio Velx per la collaborazione.

    Invito tutti a continuare l'interessante dibattito.

  35. #35
    User
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    215
    Sono davvero molto sorpreso della franchezza e della onestà che Andrez ha dimostrato a seguito di un equivoco occorso durante la discussione, e ritengo che proprio tali situazioni possano concorrere al meglio a maturare una reciproca fiducia e stima, nonchè a dare un insolito clima di serenità alle discussioni di una sezione del forum già "difficile" per sua natura.

    Essendo da poco in questo forum e non conoscendone i suoi più intimi aspetti, nè i vari frequentatori, non resta che rallegrarsi di tali "scoperte" specie perchè un comportarsi in modo sì franco e leale non è troppo comune a potersi trovare, tutt'altro, proprio tutt'altro, e ritengo che tali eventi siano più validi che un buon bicchiere insieme per quanto ai vantaggi che se ne possono trarre.

  36. #36
    L'avatar di Giorgiotave
    Data Registrazione
    Oct 2004
    Località
    Monasterace
    Messaggi
    44,423
    Visita il canale Youtube di Giorgiotave
    Bankitalia, entrate fiscali al +6,9%
    nei primi quattro mesi del 2007


    ROMA - Entrate fiscali ancora in forte aumento nei primi quattro mesi dell'anno. Le entrate tributarie di cassa tra gennaio e aprile 2007 sono aumentate di 6,7 miliardi rispetto allo stesso periodo del 2006, con un incremento percentuale pari al 6,9%. A fare i conti è la Banca d'Italia nel supplemento Finanza Pubblica del proprio bollettino statistico, secondo il quale, al netto dei fondi speciali della riscossione (cioè dei fondi registrati ma non ripartiti) nei primi quattro mesi dell'anno, sono stati incassati 103.815 milioni di euro contro i 97.118 del gennaio aprile 2006.

    http://www.repubblica.it/2007/06/sezioni/economia/fisco/fisco-bankitalia/fisco-bankitalia.html

    Ovviamente...da Bankitalia


    Condividiamo insieme quel poco che sappiamo, tramite un forum, per lasciare traccia del sapere a chi vuole imparare!

  37. #37
    Lkv
    Lkv è offline
    Esperto L'avatar di Lkv
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Località
    Sardinia, IT
    Messaggi
    1,719
    Questo tesoretto... serve a poco essendo contingente, non e' un aumento strutturale, per cui non bisogna farci troppo affidamento, conviene aspettare prima di utilizzarlo.

    Il ministro Padoa-Schioppa vorrebbe utilizzarlo solo in parte per ridurre il debito e il resto per gli altri due punti del programma economico del governo (equita' e crescita).
    Fonte: ANSA


    Per la crescita sarebbe opportuno una riduzione della pressione fiscale, da effettuare tramite riduzione degli sprechi nella spesa pubblica, per l'equita' una riduzione dell'evasione fiscale utilizzando il risultato di questa riduzione per pensioni, famiglie meno abbienti ecc.
    Essendo la riduzione dell'evasione fiscale e ldegli sprechi nella spesa pubblica due "operazioni" che richiedono per essere attuate minimo 5 anni, credo che equita' e crescita si farano attendere. E visto che la crescita e' indispensabile per trovare le risorse per ridurre il debito, in caso di inversione di tendenza degli scenari europei (per ora economicamente positivi) sara' difficile continuare a contenerlo.
    Provo ad analizzare i possibili utilizzi dell'extra-gettito:
    - equita': spreco inutile, sarebbe una misura momentanea che poco aiuterebbe chi ne ha bisognio, col rischio di sprecare risorse dando a chi invece non ne avrebbe bisogno;
    - crescita: ridurre le tasse a imprese o altre categorie utili a stimolare la crescita per un solo anno, con la paura di una stangata l'anno successivo, non stimolera' la crescita;
    - debito: continuare a ridurre il debito.

    Contando che il debito costa al nostro Paese 70 miliardi di euro l'anno, utilizzare interamente l'extra-gettito per ridurre il debito sembra la scelta migliore a mio avviso.



    Il web e' un organismo vivente, la solidarieta' e' la sua anima!

  38. #38
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Forse il nuovo libro:

    '' Contro le tasse. Perche' abbattere le imposte si puo', si deve, e non e' affatto 'di destra' ''

    Di Oscar Giannino potrebbe essere una saggia e doverosa lettura per i nostri governanti.

    Paolo

  39. #39
    L'avatar di Giorgiotave
    Data Registrazione
    Oct 2004
    Località
    Monasterace
    Messaggi
    44,423
    Visita il canale Youtube di Giorgiotave
    Visco: "Meno tasse dal 2008
    Entrate per 2 miliardi in più"


    L'annuncio del ministro economico nell'audizione in Parlamento
    Cresce a sopresa nel 2007 il gettito rispetto alla previsione del Dpef


    Due miliardi in più di entrate. E meno tasse a partire dal 2008. Riduzione dell'Ici "graduata e generalizzata" e sgravi per gli affitti. Tre notizie che il ministro Vincenzo Visco illustra durante l'audizione alla Commissione Bilancio della Camera.

    Da Repubblica.
    Condividiamo insieme quel poco che sappiamo, tramite un forum, per lasciare traccia del sapere a chi vuole imparare!

  40. #40
    Banned
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    275
    ma... per ora quelle di visco mi sembrano solo parole aimè difficile da metter ein pratica... di fatto c'è una riforma delle pensioni assai scadente che sta per passare e un'economia bocciata dalla commissione europea... buone invece le entrate dall'evasioni fiscali... li un ottimo lavoro

  41. #41
    Lkv
    Lkv è offline
    Esperto L'avatar di Lkv
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Località
    Sardinia, IT
    Messaggi
    1,719
    Se non riducono le spese non riusciranno mai a ridurre le tasse.
    Sul Dpef ho scritto questo articolo se puo' interessare http://www.lkv.it/wp/archives/2007/07/10/dpef-comprenderlo-e-preoccuparsi/

    @webdirectory:
    La commissione non ha bocciato nulla, visto che il Dpef e' previsionale, e' la legge finanziaria che modifica spese ed entrate.
    Al Dpef sono state mosse solo preoccupazioni sulle spese.
    Che le maggiori entrate siano dovute a riduzione di evasione fiscale e' tutto da dimostrare, per ora si sa che e' aumentata la tassazione, l'economia (soprattutto per congiunture internazionali) e' migliorata, e probabilmente sono questi due motivi ad aver creato l'extra-gettito.



    L'evasione fiscale si combatte in un solo modo, facendo diventare meno conveniente evadere, e si puo' fare solo riducendo l'imposizione fiscale e aumentando i controlli, solo l'uno o solo l'altro non hanno effetto.

    Ultima modifica di Lkv; 25-07-07 alle 21:03

    Il web e' un organismo vivente, la solidarieta' e' la sua anima!

  42. #42
    Banned
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    275
    La commissione europea ha mosso preoccupazioni ma ha dato dei segnali di allarme per l'Italia; consideriamola come vogliamo ma se è intervenuta evidentemente c'è qualcosa che non va nell'economia. Io magari la considero una bocciatura; poi se sono solo delle paure staremo a vedere. Il discorso pensioni e gestione del tesoretto non lo vedo affatto bene e considerando la crescita degli altri paesi europei Francia, Germania, spagna, ecc. stiamo andando male. Sono 7 mesi che si parla della riforma pensioni... così non va assolutamente. Vi è una situazione di stallo totale.

  43. #43
    Lkv
    Lkv è offline
    Esperto L'avatar di Lkv
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Località
    Sardinia, IT
    Messaggi
    1,719
    Citazione Originariamente Scritto da webdirectory Visualizza Messaggio
    La commissione europea ha mosso preoccupazioni ma ha dato dei segnali di allarme per l'Italia; consideriamola come vogliamo ma se è intervenuta evidentemente c'è qualcosa che non va nell'economia. Io magari la considero una bocciatura; poi se sono solo delle paure staremo a vedere.
    Le parole hanno la loro importanza e un loro significato, "preoccupazione" e "critica" hanno un significato diverso da "bocciatura".

    Citazione Originariamente Scritto da webdirectory Visualizza Messaggio
    considerando la crescita degli altri paesi europei Francia, Germania, spagna, ecc. stiamo andando male. Sono 7 mesi che si parla della riforma pensioni... così non va assolutamente. Vi è una situazione di stallo totale.
    Ti do ragione sul fatto che ci sia poca capacita' di agire efficacemente.
    Riguardo la Francia e la Germania invece no perche' non sono esenti neppure loro da critiche, nel Rapporto trimestrale dell'area euro diffuso dalla Commissione si legge infatti:
    Ci sono Stati membri [Francia, Grecia, Slovenia, Austria, Germania e Italia Ndlkv] che non hanno ancora raggiunto il loro obiettivo di medio termine e che non stanno perseguendo un aggiustamento strutturale annuale pari ad almeno lo 0,5% del Pil.
    Le critiche riguardanti nello specifico l'Italia, sono sulla difficolta' futura di raggiungere determinati obiettivi, a causa dell'aumento previsto della spesa pubblica.

    Il web e' un organismo vivente, la solidarieta' e' la sua anima!

  44. #44
    Banned
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    275
    perà hanno una gestione interna migliore... vedi tasse, pensioni, sviluppo, ecc. Sicuramente questo li avvantagerà sul PIL in futuro.
    Io vedo L'italia invece in assoluta situazione di stallo nonchè poche riforme fatte male e non conformi ai tempi che corrono. La riforma delle pensioni che vogliono realizzare è lontana anni luce da quella che potrebbe definirsi basilare per i tempi che corrono... scalini, scaloni, ecc. insomma non si può andare in pensione a 58 anni con una vita media degli abitanti che sfiora gli 80 anni... significa pesare sulle casse dello stato per altri 32 anni.... Capisco il venir incontro ai lavoratori usurati.... ma gli altri?
    In Germania oltre ad avere meno tasse, meno iva, meno spesa, ecc. le persone possono andar ein pensione da 65 anni in più ... al passo con la modernizzazione... stesso vale a dire spagna e Francia (qualche anno meno).
    Ultima modifica di Lkv; 26-07-07 alle 17:12

  45. #45
    Lkv
    Lkv è offline
    Esperto L'avatar di Lkv
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Località
    Sardinia, IT
    Messaggi
    1,719
    Citazione Originariamente Scritto da webdirectory Visualizza Messaggio
    perà hanno una gestione interna migliore... vedi tasse, pensioni, sviluppo, ecc. Sicuramente questo li avvantagerà sul PIL in futuro.
    Chissa'! Per certe cose, per altre, hanno anche loro molti problemi.

    Citazione Originariamente Scritto da webdirectory Visualizza Messaggio
    insomma non si può andare in pensione a 58 anni con una vita media degli abitanti che sfiora gli 80 anni... significa pesare sulle casse dello stato per altri 32 anni.
    In realta' questo vale solo per chi va in pensione col sistema retributivo, perche' chi va in pensione col metodo contributivo non pesera' sulle casse dello stato, anche andasse in pensione a 40 anni. Per cui il problema non e' nel lungo periodo ma nel breve medio. Il vero problema e' stato causato nel passato, perche' dal 1995 con la legge Dini sono stati fatti passi in avanti (allora piu' lungimiranti che in Germania, la cui riforma e' di soli 4 anni fa, e che prevede 63 anni che diventano 65, leggi qui)

    L'eta' per la pensione di anzianita' in Italia, secondo quest'ultima riforma, e' fissata in 58 anni dal 2008, eta' che crescera' progressivamente arrivando a 61 anni nel 2013.
    A fronte della quota 95 a luglio 2009 si prevede un'eta' minima di 59 anni mentre dal primo gennaio 2011 si prevede un'eta' minima di 60 anni, dal primo gennaio 2013 si prevede un'eta' minima di 61 anni.

    Ma tutto questo puo' pure trovare una copertura (chissa' come, ma non e' impossibile), non e' cosi' esagerato il costo, si tratta di 10 miliardi di euro divisi in dieci anni.
    Il problema e' che si rimanda ancora la revisione dei coefficienti di trasformazione, prevista dalla legge Dini del 1995, che Maroni ha ignorato nel 2005.


    Il web e' un organismo vivente, la solidarieta' e' la sua anima!

  46. #46
    Banned
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    275
    Ma a me sembra una bozza di accontentino per tutte le parti sociali e i sindacati... di cui la cgil non è rimasta affatto contenta ...
    Iniziare dal prossimo anno ad andare a 58 anni in pensione peserà molto sulle casse dello stato e non sarà giusto per chi non ha l'età per quell'anno: mi sembra una sorta per chi è più fortunato va prima in pensione. L'idea degli scalini e scaloni gli altri stati non l'hanno adottata e per quanto riguarda le pensioni hanno un sistema buono.... non vedo grossi problemi interni in Germania, ne in spagna, ne in olanda, ne in belgio, ne in francia. Preferivo la legge dini. Poteva anche restare come era... perchè questa sorta di "ripescaggio" dei nati prima o dopo per avvantaggiarsi degli scalini e svantaggiarsi degli scaloni? Peserà molto sui cittadini e sulle casse dello stato.
    Ultima modifica di Lkv; 27-07-07 alle 13:38 Motivo: Alcuni termini non sono accettati

  47. #47
    Esperto L'avatar di kaisersose
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Barcellona
    Messaggi
    1,115
    E giusto pagare le tasse,

    pero i nostri politici meno di un anno fa si sono aumentati gli stipendi, qualche tempo addietro altri 4000 euro in piu all'anno e poi vedo gente come L'onoreole Caruso che dichiara di essere nullatenente e quindi dichiara 0 euro.Cosi come avrebbe fatto Corona,

    Quindi i controlli a tappeto per me e giusto che li facciano, pero devono anche controllare gente come il signor Caruso per vedere se realmente è nullatenente e non deve dare niente allo stato.
    Pagare le tasse è giusto, pagare le macchine, le case e tutti i privilegi dei politici non mi sembra giusto.

    Secondo me il governo Prodi sbaglia perchè non tutti siamo "furbetti" e non tutti abbiamo redditi non dichiarati come corona (vorrei tanto averli quei redditi ).
    Per aprire un conto in banca mi hanno fatto tutte le paranoie del mondo e ogni volta mi nominavano la nuova finanziaria, i nuovi controlli c'è piu rigidita etc.etc. a momenti rinunciavo a aprire un conto( e vi garantisco che non ho redditi elevatissimi, anzi),

    poi scopro dai giornali che la banca in questione ( BNL) sela giocavano destra da una parte( fiorani et company) e sinistra dall'altra ( Fassino D'alema e consorte).

    Penso che sia queso il vero problema,noi ogni volta dobbiamo seguire lo stato e le sue leggi , ma il vero problema in italia e che chi fa le leggi non le segue, o meglio ancora le fa a proprio piacimento.

    Vedi legge pecorella oppure le recenti leggi sulla privacy e le intercettazioni.
    Welcome to Italy................

    :=)

    Comunque ho molto apprezzato quello che ha fatto Bersani con le liberalizzazioni, lui almeno qualcosina cel ' ha fatta risparmiare sul serio.

  48. #48
    Banned
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    275
    Citazione Originariamente Scritto da kaisersose Visualizza Messaggio
    [...]
    Beh come non quotarti
    Ultima modifica di Lkv; 04-08-07 alle 13:08 Motivo: non serve quotare tutto

+ Rispondi alla Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.