Non so se avete notato le grandi novità di Android Q, io ho riassunto le migliori qui.

La cosa molto interessante in termini di cosa cambia sono tutte le opzioni che ora sono gestite dal telefono direttamente con un controllo maggiore dell'utente, per esempio la gestione della pubblicità. Certo, è di Google, c'è un conflitto pazzesco.

Però quello che veramente è interessante che ci fa capire quanto un dispositivo può diventare centrale sono i sottotitoli dei video e audio. Di default, è il sistema che li gestisce e non le piattaforme. In un futuro, per esempio, potremmo smettere di mettere i sottotitoli alle cose perché saranno i dispositivi a metterli alle cose.