+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 7 di 7

Inps gestione separata

Ultimo Messaggio di mariovannini il:
  1. #1
    User
    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    55

    Inps gestione separata

    ciao,
    vorrei dei chiarimenti circa la registrazione della mia attività.

    risulto iscritto all'inps come gestione separata, secondo la legge 335.

    però mi chiedo, fiscalmente sono un professionista o una ditta individuale?

    sulle fatture devo mettere il nome dell'attività o il mio nome?

    non ci sto capendo nulla, il mio commercialista dice che devo continuare a mettere sulle fatture il nome della ditta indivuale, solo che facendo una visura la mia ditta individuale non esiste...

    non ci sto capendo più nulla

    chi mi aiuta a capire?

    grazie anticipatamente

    ciao

  2. #2
    OEJ
    OEJ è offline
    Esperto
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    1,834
    Direi che, salvo smentite, sei un professionista privo di cassa previdenziale autonoma, e quindi è normale che non compari in una visura camerale dato che i professionisti non si iscrivono al Registro delle Imprese... Comunque, qual è la tua attività?
    Commercialista on line: vai su www.reteimprese.it/studioaymerich

  3. #3
    User
    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    55
    ciao
    grazie per l'interessamento

    mi occupo di realizzazione di siti internet grosso modo.

    e ho sempre avuto problemi sia in banca nell'incassare assegni intestati all'attività e sia su quei siti di commercio elettronico dove occorreva la visura camerale

  4. #4
    User
    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    55
    nessuno sa dirmi qualcosa?

  5. #5
    Esperto
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    394
    Buongiorno Ares
    Nel tuo quesito occorre chiarire due cose, mentre ti faccio un quadro generale e abbastanza approssimativo del tuo problema.
    1)-Quando apri la partita Iva ti è consentito inserire un nome di fantasia che può richiamare il tuo nome e cognome (ad es. Pinco Pallino, ecc.) oppure la tua attività (ad es. Consulenza siti Arcobaleno, ecc.) oppure tutti e due (dr Pinco Pallino studio siti Arcobaleno, ecc.). Successivamente devi inserire il tuo codice fiscale se sei una ditta individuale, oppure quello della ditta se questa ha una sua autonomia giuridica (Società, associazioni, ecc.).
    Per ditta individuale dal punto di vista fiscale si intende una persona fisica.
    Il fatto che una ditta individuale sia iscritta alla CCIAA dipende dalla attività che esercita (commercianti, artigiani, agenti e rappresentanti, ecc.), perché molte attività, anche se organizzate in forma di ditta individuale, hanno l’obbligo di iscriversi alla Camera di Commercio.
    Tutte le persone giuridiche (società, ecc.) devono essere iscritte alla CCIAA. E’ ovvio che l’apertura di una partita Iva di una persona giuridica deve riportare lo stesso nome di quello depositato in Camera di Commercio.
    Se il tuo lavoro è una attività di carattere professionale (non occorre essere iscritti in albi, ecc. come comunemente si crede) e non rientra in quelle in cui c’è obbligo di iscrizione CCIAA, basta la sola iscrizione alla Partita Iva.
    2)-Il fatto che hai problemi di incasso in banca dipende da come hai aperto il tuo c/c e da come intesti le fatture.
    Probabilmente il tuo cliente pagherà le fatture a “Consulenza siti Arcobaleno” (fattura), mentre il tuo c/c è intestato a “Pinco Pallino” (tuo nome e cognome)
    Quando hai aperto il conto sicuramente la Banca ti avrà chiesto il certificato di iscrizione alla CCIAA e, poiché non lo possiedi, avrà intestato il c/c direttamente a te. Se non vuoi perdere il tuo nome di fantasia devi comunque aggiungere il tuo nome e cognome sotto il nome della ditta ed inserire in fattura o nelle comunicazioni “bonificare a …..… su c/c………….”. Stesso discorso vale per gli assegni. In questo modo non penso che avrai problemi.
    Controlla tutte queste cose e se hai dubbi riscrivi.
    Il tuo commercialista deve sapere se hai aperto una posizione in CCIAA o hai aperto una semplice Partita Iva.
    Comunque se sei iscritto alla Gestione separata Inps sicuramente non puoi essere iscritto alla CCIAA. A meno che tu non sia amministratore della tua società. Questo però è un discorso diverso e non credo che riguardi la tua posizione.
    Spero di essere stato chiaro.
    Saluti

  6. #6
    User
    Data Registrazione
    May 2006
    Messaggi
    55
    ciao
    sei stato super chiaro e soprattutto mi sei stato di molto aiuto, mi hai chiarito un sacco di cose

    dici bene,infatti non sono iscritto alla camera di commercio.

    il problema della banca è questo: fin'ora ho sempre utilizzato il conto privato e fin qui tutto bene, ora però vorrei aprire un conto aziendale online, per farmi fare i pagamenti con pos online, e precisamente con iwbank, durante la registrazione su iwbank mi chiedono una visura camerale essendo un conto business, però chiaramente alla CCIAA la mia attività non risulta.

    a questo punto però invece di registrarmi come ditta individuale posso registrarmi come libero professionista e intestare il conto a "mia attività di tizio e caio" che dici?

    è corretto?

    grazie ancora
    ciao

  7. #7
    Esperto
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Messaggi
    394
    Certamente puoi fare come hai scritto.
    Per aprire un conto di tipo "business" le banche chiedono il certificato di iscrizione CCIAA. Se non sei iscritto puoi aprire un conto a te intestato e gestire gli incassi ed i pagamenti separatamente dalla tua vita privata.
    Saluti.

+ Rispondi alla Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.