+ Rispondi alla Discussione
Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 51 a 100 di 131

Servizi turistici e prenotazioni. Normative.

Ultimo Messaggio di oloap.t il:
  1. #51
    User L'avatar di matadero
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Lucca - La Spezia
    Messaggi
    237
    Citazione Originariamente Scritto da veke87 Visualizza Messaggio
    salve, ragazzi
    anche io mi sto imbattendo con un mio amico in questa avventura pero io tratto del veneto :P
    La mia concorrenza ho gia visto che si dichiara non essere agenzia eppure usa i voucher ... posson essere regolari o no?
    Boh....dovresti postare il link...altrimenti mandamelo in privato...vediamo se ci capisco qualcosa....

    altrimenti fai una segnalazione alla provincia e se c'è qualcosa che non va....multina...chiusura sito...obbligo di non esercitare....
    Ne avrei da segnalare a milioni....ma che voi fà.....

    Prova a mettere il sito e vediamo che metodi usano loro...così capiamo di più anche noi...

  2. #52
    User
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    58
    Citazione Originariamente Scritto da veke87 Visualizza Messaggio
    salve, ragazzi
    anche io mi sto imbattendo con un mio amico in questa avventura pero io tratto del veneto :P
    La mia concorrenza ho gia visto che si dichiara non essere agenzia eppure usa i voucher ... posson essere regolari o no?
    Direi che sono assolutamente fuori legge.
    Emettere un voucher vuol dire che stai intermediando un prodotto turistico.
    Solo un'agenzia di viaggi può intermediare.
    Se succede qualsiasi cosa il cliente si può rivalere su di te per i danni.

    Come ho già detto in precedenza se tutto va bene non ci sono problemi. Ma quando qualcosa va male allora arrivano controlli di tutti i tipi e scattano le denuncie.

  3. #53
    User L'avatar di veke87
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    182
    il sito è http:// www . jesolo booking . com
    Tutto attaccato ovviamente lo ho messo cosi per evitare che epr caso venga fuori su google digitando qualche il dominio... fatemi sapere... Grazie
    Ah per fare piu in fretta a controllare guardate nelle faq. La prima voce dice che loro non sono un agenzia di viaggi... tuttavia piu in fondo parlano di voucher
    Ultima modifica di veke87; 01-12-07 alle 13:47

  4. #54
    User L'avatar di matadero
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Lucca - La Spezia
    Messaggi
    237
    AAHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH!!!!!!!! AIUTO!!!!!

    Allora...premetto che i giudizi da me dati sono pareri personali, che non è mia intenzione danneggiare nessuno.....quindi....

    ...c'è un leggerissimo sospetto che forse....dico forse...avrebbero bisogno di una figura in più....come si chaima?...ah....forse direttore tecnico...ma forse...eh...io non sò niente di queste cose quindi probabilmente mi sbaglio...

    ...ma sai com'è "A differenza dell'agenzia di viaggi, il cliente stesso può cercare, scegliere e prenotare la struttura che desidera."
    Invece noi delle agenzie OBBLIGHIAMO IL CLIENTE A SCEGLIERE L'ACCOMMODATION CHE PREFERIAMO NOI!

    Secondo me non sono colpevoli...perchè non sanno proprio cosa sia una agenzia di viaggi...o forse sono rimasti al concetto degli anni 50.

    Non lo sanno così tanto che pensano che basti scrivere "non siamo un agenzia di viaggi" (eh...attenzione...le adv inculano le persone) e avvisare le persone per essere puliti.

    Non lo sanno così tanto che , appunto non sanno, che le adv non aumentano i prezzi degli hotel, ma prendono una commissione all'hotel come loro

    Non lo sanno così tanto che parlano adirittura di voucher di prenotazione, licenza delle solo adv.

    Non lo sanno così tanto che prendono carte di credito

    Non lo sanno così tanto che impongono delle condizioni di prenotazione!!!!
    CONDIZIONI DI PRENOTAZIONI!!!
    E se uno non vuole pagare cosa possono fare loro? tolgono i soldi dalla carta? E con quale diritto? Che assicurazione li protegge in caso di denuncia?
    La prenotazione l'hanno fatta attraverso loro e i dati li hanno dati a loro, quindi denunciano loro, non l'hotel in caso di problemi!!!


    Tra l'altro hanno anche un atteggiamento antipatico nei confronti delle adv, facendo spesso riferimento al fatto che il loro servizio è gratuito, non aumentano i prezzi ecc ecc...strano...funziona così per tutti...



    Comunque per concludere, non sò se siano regolari o no , dovresti chiederlo a loro o alla provincia...


    AAHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH!!!!!!!! AIUTO!!!!!

  5. #55
    User L'avatar di matadero
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Lucca - La Spezia
    Messaggi
    237
    Madò che botto che farebbero

  6. #56
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    60
    Noto che le FAQ di questo sito di cui parlate sono copiate spudoratamente da un altro importante sito di booking italiano, cambiando solo i nomi. Non hanno neanche la fantasia di scrivere le loro.
    Andrebbero denunciati anche per violazione del copyright.

  7. #57
    User L'avatar di veke87
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    182
    Citazione Originariamente Scritto da matadero Visualizza Messaggio
    Comunque per concludere, non sò se siano regolari o no , dovresti chiederlo a loro o alla provincia...
    Era ironico? :P Mi pare di aver capito che non sono assolutamente regolari...

    Noto che le FAQ di questo sito di cui parlate sono copiate spudoratamente da un altro importante sito di booking italiano, cambiando solo i nomi. Non hanno neanche la fantasia di scrivere le loro.
    Andrebbero denunciati anche per violazione del copyright.
    DI quale sito italiano stai parlando? sicuro si possa fare una cosa del genere?

  8. #58
    User L'avatar di matadero
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Lucca - La Spezia
    Messaggi
    237
    Citazione Originariamente Scritto da veke87 Visualizza Messaggio
    Era ironico? :P Mi pare di aver capito che non sono assolutamente regolari...
    Mi pare anche a me
    e ti ho scritto il perchè...
    Però visto che non li conosciamo e non possiamo avere la sicurezza al 100% di cosa facciano o no....è meglio non sbilanciarsi troppo..

    P.S.: io toglierei anche il link....se è ancora possibile...sai...la gente è strana...


    Anche se probabilmente ne avrebbero solo che da perdere a provare a fare qualcosa...

  9. #59
    User L'avatar di matadero
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Lucca - La Spezia
    Messaggi
    237
    Citazione Originariamente Scritto da inox Visualizza Messaggio
    Noto che le FAQ di questo sito di cui parlate sono copiate spudoratamente da un altro importante sito di booking italiano, cambiando solo i nomi. Non hanno neanche la fantasia di scrivere le loro.
    Andrebbero denunciati anche per violazione del copyright.
    Scusa...puoi mandare in pvt il link del sito che dici tu...così aggiungo anche quello alla Matadero Black List....da usare in casi estremi...

  10. #60
    User L'avatar di veke87
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    182
    Per bypassare la storia di essere un adv... Non si potrebbe fare cosi:
    Fatturare la prenotazione come un servizio di gestione del database in quanto io inserisco una nuova riga nel db che devo ottimizzare .
    Ovviamente la cosa avrebbe un costo fisso.. e rientrerebbe nel contratto proprio come servizio di gestione del db ...
    Inoltre ad ogni prenotazione verra indicato che in caso di problemi riguardanti questa... il sito non si prende alcuna responsabilità su eventuali disguidi o cose così... che ne dite?

  11. #61
    User L'avatar di matadero
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Lucca - La Spezia
    Messaggi
    237
    Citazione Originariamente Scritto da veke87 Visualizza Messaggio
    Per bypassare la storia di essere un adv... Non si potrebbe fare cosi:
    Fatturare la prenotazione come un servizio di gestione del database in quanto io inserisco una nuova riga nel db che devo ottimizzare .
    Ovviamente la cosa avrebbe un costo fisso.. e rientrerebbe nel contratto proprio come servizio di gestione del db ...
    Inoltre ad ogni prenotazione verra indicato che in caso di problemi riguardanti questa... il sito non si prende alcuna responsabilità su eventuali disguidi o cose così... che ne dite?

    Non lo sò...non è così semplice....
    ...il database di chi? mica gestisci i database degli apartamenti?
    Il problema, sei fai come il sito che hai messo, è che risulteresti sempre un intermediario....
    con un costo fisso...boh...forse andrebbe...

  12. #62
    User Newbie
    Data Registrazione
    Dec 2007
    Messaggi
    1
    Citazione Originariamente Scritto da matadero Visualizza Messaggio
    ...il problrma rimane sempre la provvigione....per essere sicuro che un cliente che passa "da te" ha poi acquistato un servizio dovresti rilasciare una specie di voucher di prenotazione...a questo punti diventi ADV con tutto ciò che comporta....altrimenti come fai a sapere se il cliente ha effettivamente prenotato? Lo chiedi all'agenzia tutte le volte?
    Per questo chi non è adv lavora con canoni fissi per la pubblicità... Ciao

    Salve a tutti. Per quel che ne sappia io personalmente, esistono società informatiche che riescono a registrare i tracciati e i percorsi che gli utenti svolgono su internet. Ragion per cui se creo un portale di informazione turistica online, prendo contatti con queste società informatiche, e inserisco link delle strutture ricettive nel mio portale, queste società informatiche riescono a comunicarmi se il cliente è arrivato al sito della struttura passando per il mio portale, e la validità della commissione ha durata di 45 gg dal primo accesso ( se il cliente acquista anche dopo 30 gg, mi viene riconosciuta cmq la commissione). In concreto si tratta di affiliation marketing e sono molte le società che fanno leva su questa nuova tendenza di marketing per completare la loro visibilità sul mercato.

  13. #63
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    60
    Citazione Originariamente Scritto da veke87 Visualizza Messaggio
    Per bypassare la storia di essere un adv... Non si potrebbe fare cosi:
    Fatturare la prenotazione come un servizio di gestione del database in quanto io inserisco una nuova riga nel db che devo ottimizzare .
    Ovviamente la cosa avrebbe un costo fisso.. e rientrerebbe nel contratto proprio come servizio di gestione del db ...
    Inoltre ad ogni prenotazione verra indicato che in caso di problemi riguardanti questa... il sito non si prende alcuna responsabilità su eventuali disguidi o cose così... che ne dite?
    Forse non vi è chiaro che se il servizio che fate è a costo fisso (pubblicità, gestione db, consulenza, promozione) potete fare quello che vi pare. Quello che non si può fare è riscuotere un importo in percentuale sul venduto perchè diventa una commissione su un prodotto turistico. E' come nel normale commercio, se prendi una commissione in percentuale devi essere per forza un rappresentante o comunque un mediatore.

  14. #64
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    60
    Citazione Originariamente Scritto da Migu3l Visualizza Messaggio
    Salve a tutti. Per quel che ne sappia io personalmente, esistono società informatiche che riescono a registrare i tracciati e i percorsi che gli utenti svolgono su internet. Ragion per cui se creo un portale di informazione turistica online, prendo contatti con queste società informatiche, e inserisco link delle strutture ricettive nel mio portale, queste società informatiche riescono a comunicarmi se il cliente è arrivato al sito della struttura passando per il mio portale, e la validità della commissione ha durata di 45 gg dal primo accesso ( se il cliente acquista anche dopo 30 gg, mi viene riconosciuta cmq la commissione). In concreto si tratta di affiliation marketing e sono molte le società che fanno leva su questa nuova tendenza di marketing per completare la loro visibilità sul mercato.
    Si, anche Google Analytics permette di fare questo, ma è sempre necessario che il proprietario del sito dove viene effettuata la vendita (o prenotazione) metta il relativo codice di tracciatura nelle sue pagine, nessuno può spiare il traffico ed i visitatori di un altro sito senza qualcosa di tecnico dentro il sito stesso che trasmetta i dati, o peggio ancora, dentro il browser dell'utente (tipo Alexa toolbar).
    Lo vedo troppo complicato che ogni hotel o struttura ricettiva che contatti si mette a chiamare (e pagare) il suo webmaster per inserire il tuo codice di tracciatura, chi lo fa è solo per grandi/grandissimi numeri.

    L'unico vero controllo è quello verso il cliente, il cliente deve prenotare da te e devi essere tu a comunicare la prenotazione all'hotel. Tutto il resto sono perdite di tempo.

  15. #65
    User L'avatar di matadero
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Lucca - La Spezia
    Messaggi
    237
    Citazione Originariamente Scritto da Migu3l Visualizza Messaggio
    Salve a tutti. Per quel che ne sappia io personalmente, esistono società informatiche che riescono a registrare i tracciati e i percorsi che gli utenti svolgono su internet. Ragion per cui se creo un portale di informazione turistica online, prendo contatti con queste società informatiche, e inserisco link delle strutture ricettive nel mio portale, queste società informatiche riescono a comunicarmi se il cliente è arrivato al sito della struttura passando per il mio portale, e la validità della commissione ha durata di 45 gg dal primo accesso ( se il cliente acquista anche dopo 30 gg, mi viene riconosciuta cmq la commissione). In concreto si tratta di affiliation marketing e sono molte le società che fanno leva su questa nuova tendenza di marketing per completare la loro visibilità sul mercato.
    E' un pò come le campagne di affiliazione.
    Portare clienti potenziali può essere inquadrato come procacciatore d'affari (anche se questa figura ha 2000 limitazioni...tipo incarico temporaneo e altre avevo letto...)
    Nel caso tu porti clienti ad un sito non ci sono problemi...è come la pubblicità...di solito per lavorare a percentuale bisogna essere agenti in qualcosa, a seconda dei campi, tipo lele mora che sarà inquadrato come agente e prende una percentuale sui lavori dei propri assistiti.
    Nel turismo essere agente significa essere agente di viaggi, cioè membro di un agenzia.
    Quindi deve risultare che tu porti gente sul sito non che fai da intermediario.
    IL confine è sottile e quindi non dovresti avere contatti con gli utenti ecc...
    Per la provvigione...inquadrarla come...provvigione per cliente che ha comprato un viaggio....non sò sinceramente in che campo rientrerebbe.

    Comunque questi sistemi (dai vecchi click sui banner con codice di affiliazione per iscriversi all'altro sito) ci sono da tempo...
    Il problema è che in Italia il campo turistico è molto delicato..

  16. #66
    User L'avatar di veke87
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    182

    Davvero?

    Citazione Originariamente Scritto da inox Visualizza Messaggio
    Forse non vi è chiaro che se il servizio che fate è a costo fisso (pubblicità, gestione db, consulenza, promozione) potete fare quello che vi pare. Quello che non si può fare è riscuotere un importo in percentuale sul venduto perchè diventa una commissione su un prodotto turistico. E' come nel normale commercio, se prendi una commissione in percentuale devi essere per forza un rappresentante o comunque un mediatore.
    Se è proprio cosi allora siamo apposto....

  17. #67
    User
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Pescara
    Messaggi
    128
    Citazione Originariamente Scritto da matadero Visualizza Messaggio
    Quindi deve risultare che tu porti gente sul sito non che fai da intermediario.
    IL confine è sottile e quindi non dovresti avere contatti con gli utenti ecc...
    Per la provvigione...inquadrarla come...provvigione per cliente che ha comprato un viaggio....non sò sinceramente in che campo rientrerebbe.
    Quindi il problema sta semplicemente nell'intervento o meno nella comunicazione con il cliente. Se il portale non fa altro che far comunicare i due soggetti, quindi non organizza il soggiorno del cliente, a questo punto non dovrebbero esserci problemi.
    Anche se poi chiede una commissione?

  18. #68
    User
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    67
    Mi sembra che tutti ci stiamo arrampicando sui vetri per evitare la legislazione delle agenzie di viaggio. Sono giunto alla conclusione che finchè non ci sarà una massa critica, gestire viaggi è un miraggio.
    Mi rimane però sempre il dubbio sulla prenotazione ristoranti. Senza occuparsi di trasferimenti o soggiorni dovrebbe essere diverso no? Non vedo problemi di eventuali assicurazioni se qualcosa va male. E qui la commissione potrebbe essere lecita senza essere agenzia?

  19. #69
    User L'avatar di matadero
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Lucca - La Spezia
    Messaggi
    237
    Citazione Originariamente Scritto da arrivederci Visualizza Messaggio
    Mi sembra che tutti ci stiamo arrampicando sui vetri per evitare la legislazione delle agenzie di viaggio. Sono giunto alla conclusione che finchè non ci sarà una massa critica, gestire viaggi è un miraggio.
    Mi rimane però sempre il dubbio sulla prenotazione ristoranti. Senza occuparsi di trasferimenti o soggiorni dovrebbe essere diverso no? Non vedo problemi di eventuali assicurazioni se qualcosa va male. E qui la commissione potrebbe essere lecita senza essere agenzia?
    La prenotazione ristoranti mi sembra qualcosa di "astratto"...nel senso...se io prenoto un ristorante anche a mio nome ciò non comporta necessariamente che io poi vada...non è che ho delle penali...è un modo di fare ma non ci sono regolamenti in merito....
    quindi penso che tu possa fare tutto quello che vuoi....e niente...nel senso che anche il ristorante non ha obblighi...ma ripeto è un caso particolare....non esiste una professionalità....

    Per l'arrampicarsi sui vetri...o sugli specchi ....ti comunico che qui la maggior parte degli utenti abbiamo regolare licenza di adv e diamo consigli in merito alle leggi turistiche

    ciao

  20. #70
    User L'avatar di matadero
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Lucca - La Spezia
    Messaggi
    237
    Citazione Originariamente Scritto da Faxio Visualizza Messaggio
    Quindi il problema sta semplicemente nell'intervento o meno nella comunicazione con il cliente. Se il portale non fa altro che far comunicare i due soggetti, quindi non organizza il soggiorno del cliente, a questo punto non dovrebbero esserci problemi.
    Anche se poi chiede una commissione?
    Allora:

    -intermediazione nel campo turistico è eclusività delle adv (a differenza di altri campi in cui non è necessaria una licenza particolare)
    -la provvigione normalmente è riconosciuta per un servizio svolto.
    Se svolgi un servizio turistico devi essere adv, altrimenti no.
    Se porti clienti a un sito non stai svolgendo un servizio turistico.
    IL problema rimane, per essere pagato a provvigione, come fai a sapere quali trattative sono andate a buon fine senza entrare nella trattativa?
    Te le segnala l'agenzia? Fidatiiiiiiiiiiiiiiii..........
    Il problema è questo....se la prenotazione non la fai tu come fai a sapere che è andata a buon fine????
    Per questo chi fà "pubblicità" si fà pagare per fissi...
    ...e 100 volte che lo ridico...

    ciao

  21. #71
    User
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Pescara
    Messaggi
    128
    Citazione Originariamente Scritto da matadero Visualizza Messaggio
    Allora:
    IL problema rimane, per essere pagato a provvigione, come fai a sapere quali trattative sono andate a buon fine senza entrare nella trattativa?
    Te le segnala l'agenzia? Fidatiiiiiiiiiiiiiiii..........
    Il problema è questo....se la prenotazione non la fai tu come fai a sapere che è andata a buon fine????
    Per questo chi fà "pubblicità" si fà pagare per fissi...
    ...e 100 volte che lo ridico...
    ciao
    La trattativa avviene attraverso il portale, che quindi è a conoscenza della conclusione, ma solo a conoscenza. Quindi si mette a disposizione un mezzo di comunicazione e null'altro, la trattativa avviene direttamente tra cliente e struttura alberghiera.

  22. #72
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    60
    Citazione Originariamente Scritto da Faxio Visualizza Messaggio
    La trattativa avviene attraverso il portale, che quindi è a conoscenza della conclusione, ma solo a conoscenza. Quindi si mette a disposizione un mezzo di comunicazione e null'altro, la trattativa avviene direttamente tra cliente e struttura alberghiera.
    Detto così è semplice ma astratto. In pratica è impossibile da realizzare.
    Anche facendo da mediatore con voucher e tutto, gli hotels da una parte e gli utenti dall'altra cercano di bypassarti, anche dopo che tu li hai messi in contatto, figuriamoci se non sei un vero mediatore.
    Ci sono alberghi che telefonano al cliente e gli propongono di cancellare la prenotazione sul portale promettendo un risparmio, visto che poi non devono pagare le commissioni. Lo stesso gli utenti che vedono il prezzo sul portale e poi telefonano all'albergo chiedendo lo sconto perchè prenotano direttamente.
    La trattativa deve essere "blindata", altrimenti sposti solo aria.

    Cheers.
    Inox

  23. #73
    User
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Pescara
    Messaggi
    128
    Citazione Originariamente Scritto da inox Visualizza Messaggio
    Detto così è semplice ma astratto. In pratica è impossibile da realizzare.
    Anche facendo da mediatore con voucher e tutto, gli hotels da una parte e gli utenti dall'altra cercano di bypassarti, anche dopo che tu li hai messi in contatto, figuriamoci se non sei un vero mediatore.
    Ci sono alberghi che telefonano al cliente e gli propongono di cancellare la prenotazione sul portale promettendo un risparmio, visto che poi non devono pagare le commissioni. Lo stesso gli utenti che vedono il prezzo sul portale e poi telefonano all'albergo chiedendo lo sconto perchè prenotano direttamente.
    La trattativa deve essere "blindata", altrimenti sposti solo aria.

    Cheers.
    Inox
    Supponiamo di trovare il modo di blindarla.
    Se riesco a non intervenire direttamente nella trattativa, facendo quindi colloquiare struttura e cliente, chiedendo poi le commissioni sulle prenotazioni a buon fine, faccio un'attività di adv oppure no?
    La mia domanda non riguarda come controllare l'effettivo esito della prenotazione, bensì sulla possibilità o meno di chiedere commissioni senza essere adv, nel momento in cui non sono io a confezionare il pacchetto soggiorno per il cliente, ma direttamente lui ad usare il portale per effettuare una prenotazione.

  24. #74
    User
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    67
    Si certo Matadero,

    mi riferivo a tutti noi che facciamo domande in questi difficili inizi

  25. #75
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    60
    Citazione Originariamente Scritto da Faxio Visualizza Messaggio
    Supponiamo di trovare il modo di blindarla.
    Se riesco a non intervenire direttamente nella trattativa, facendo quindi colloquiare struttura e cliente, chiedendo poi le commissioni sulle prenotazioni a buon fine, faccio un'attività di adv oppure no?
    La mia domanda non riguarda come controllare l'effettivo esito della prenotazione, bensì sulla possibilità o meno di chiedere commissioni senza essere adv, nel momento in cui non sono io a confezionare il pacchetto soggiorno per il cliente, ma direttamente lui ad usare il portale per effettuare una prenotazione.
    Guarda che non devi convincere nessuno, puoi fare come meglio credi e come pensi sia giusto e lecito. Se la trattativa si svolge nel tuo portale è come se si svolgesse nel tuo negozio, e quindi tu sei il mediatore.
    Ai fini fiscali, se tu chiedi una provvigione vuol dire che in qualche modo hai fatto una mediazione, puoi averla fatta anche al bar, ma se prendi soldi è per un servizio che hai svolto, e al fisco importa solo questo.

    Ricordo anche, che le agenzie di viaggio hanno anche un regime Iva diverso dagli altri, il famoso 74Ter che ha un calcolo dell'Iva diverso da quello classico. Anche se la mediazione pura è soggetta al calcolo normale dell'Iva, chi ad esempio confeziona pacchetti turistici da fornitori diversi o vende più servizi assieme (es. hotel+escursione) è soggetto al regime 74Ter.

    Cercate in rete la legge 217/1983 che mi sembra sia ancora quella che, all'articoo 9, definisce i requisiti per vendere servizi turistici ed essere quindi un agenzia, anche se poi ogni regione ha proprie regole per la domanda di apertura di una attività di questo tipo.

    Tutto questo, non per difendere la categoria o scoraggiare nessuno, semplicemente...a domanda, rispondo.

  26. #76
    User
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Pescara
    Messaggi
    128
    Citazione Originariamente Scritto da inox Visualizza Messaggio
    Guarda che non devi convincere nessuno, puoi fare come meglio credi e come pensi sia giusto e lecito. Se la trattativa si svolge nel tuo portale è come se si svolgesse nel tuo negozio, e quindi tu sei il mediatore.
    Ai fini fiscali, se tu chiedi una provvigione vuol dire che in qualche modo hai fatto una mediazione, puoi averla fatta anche al bar, ma se prendi soldi è per un servizio che hai svolto, e al fisco importa solo questo.
    Cerco solo di capire se gli innumerevoli portali esistenti sul web, vadano tutti inquadrati come agenzia di viaggio.
    Mi pare di aver capito che la differenza sostanziale sia nella richiesta di un corrispettivo fisso (in questo caso si parlerebbe di semplice pubblicità), oppure di una commissione sulla prenotazione.
    Da quanto emerso dai diversi post, sembrerebbe che solo nel secondo caso si rientrerebbe nelle attività di adv.
    Da quanto dici tu, invece, il semplice fatto che la trattativa si svolga all'interno del portale, significa essere adv.
    Esistono portali che chiedono un canone fisso, ma la trattativa avviene all'interno del sito, esclusivamente tra i soggetti interessati, il portale mette a disposizione il solo canale di comunicazione. A questo punto, anche loro sono adv?
    Non voglio cavillare, semplicemente la questione non mi è chiara, ovviamente per mia ignoranza.

  27. #77
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    60
    Citazione Originariamente Scritto da Faxio Visualizza Messaggio
    Cerco solo di capire se gli innumerevoli portali esistenti sul web, vadano tutti inquadrati come agenzia di viaggio.
    Mi pare di aver capito che la differenza sostanziale sia nella richiesta di un corrispettivo fisso (in questo caso si parlerebbe di semplice pubblicità), oppure di una commissione sulla prenotazione.
    Da quanto emerso dai diversi post, sembrerebbe che solo nel secondo caso si rientrerebbe nelle attività di adv.
    Da quanto dici tu, invece, il semplice fatto che la trattativa si svolga all'interno del portale, significa essere adv.
    Esistono portali che chiedono un canone fisso, ma la trattativa avviene all'interno del sito, esclusivamente tra i soggetti interessati, il portale mette a disposizione il solo canale di comunicazione. A questo punto, anche loro sono adv?
    Non voglio cavillare, semplicemente la questione non mi è chiara, ovviamente per mia ignoranza.
    Nessun problema, ma ti consiglio comunque di rivolgerti ad un professionista per verificare anche le normative regionali della tua zona.
    Per quanto ne so io, la differenza è esclusivamente fra compenso a percentuale (che prefigura la mediazione che possono fare solo le adv) e compenso fisso a canone o anche variabile per il servizio reso, come nel caso in cui fai pagare la sola "presenza" sul portale oppure se anche fai pagare un tot per ogni richiesta inviata, ma indipendentemente dal buon fine e dal valore del servizio prenotato.

    Naturalmente, in giro c'è tanta gente che fa come gli pare, anche se tutti quelli che fanno business hanno regolare licenza, soprattuto all'inizio molti fatturano la commissioni indicandole come promozione web o pubblicità.
    Gli unici rischi sono:
    1) Che alcuni albergatori non accettano perchè capiscono che non sei un professionista, e in caso di problemi non dai nessuna tutela, quindi tutte le rogne ricadono sull'albergo (le agenzie ad esempio devono avere obbligatoriamente una polizza assicurativa per la responsabilità civile)
    2) Il primo cliente che si rivolge alla APT per lamentarsi della camera non trovata quando arrivano in albergo (non sono pochi, ti assicuro) e gli chiedono da chi ha prenotato scatta la verifica se sei in regola. Sai, se non sei un adv, gli alberghi ti mettono in cima alla lista degli overbooking giornalieri, tanto non gli puoi dire niente perchè sei tu quello non in regola.
    3) Alla prima verifica fiscale devi arrampicarti sugli specchi per dimostrare che non sono provvigioni ma "pubblicità calcolata in base ai risultati procurati".

    Penso di non poterti dire altro in proposito, altrimenti se sapessi tutto che lo pago a fare il mio consulente?

    In bocca al lupo.

  28. #78
    User L'avatar di matadero
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Lucca - La Spezia
    Messaggi
    237

    chiarimenti dalla provincia

    Sono stato questa mattina in provincia dal responsabile per il turismo, e tra le altr cose, per curiosità, ho chiesto sulla questione dei siti per prenotazione.

    Lui afferma (e tra l'altro è una persona molto competente) che al momento che tu lavori a percentuale diventi mediatore e , nel campo turistico, devi essere adv.

    Se lavori a canone fisso fai solo pubblicità.

    Questo confarma i miei piccoli dubbi.

    Quindi anche se non entri direttamente nella prenotazione, emettendo vaucher ecc, basta che lavori a percentuale e nel turismo devi essere adv.

    State attenti perchè molti hanno il dente avvelenato con internet!!!

    Ciauzzz!!!

  29. #79
    Banned
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    56
    come fa departures.it a pagare i suoi procacciatori ?

    non è la stesa logica che se trovo un utente su internet e ho un contratto di procacciatore con un agenzia e gli bypasso il cliente...
    l'agenzia effettua la transazione e io fungo da intermediatore ?

    in realtà una persona fisica che effettua un operazione di procacciamento..
    non finalizza la transazione...

    la "accompagna" alla finalizzazione...
    poi è onere dell'agenzia pagare il procacciatore.

    Che sia un servizio turistico o un bene di lusso... credo che la logica sia la stessa...

    semmai chi si permette di organizzare / produrre / servizi senza licenza... non è in regola..

    credo in ogni caso che la giurisprudenza sia abbastanza ambigua... da permettere il dilagare di vendite "non corrette"...

    e di parole se ne possono sprecare tante...

  30. #80
    User L'avatar di matadero
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Lucca - La Spezia
    Messaggi
    237
    Non ho capito bene come lavora departures.it
    Loro sono agenzia, pure IATA.
    Dici che hanno dei procacciatori?
    Anche fosse che problema c'è?
    Un procacciatore trova un cliente e l'agenzia fà il resto....lui guadagna in collaborazione temporanea (altrimenti è agente) a cliente, teoricamente non a prenotazione.
    Il punto è che loro sono agenzia e quindi possono fare quello che volgiono. Possono usare i procacciatori per trovare nuovi clienti.

    La differenza che molti siti che lavorano con strutture ricettive a percentuale saltano l'adv. Se "mandassero" clienti ad un'agenzia probabilmente potrebbero farlo. Ma loro li mandano direttamente dai consumatori ai servizi/strutture finali....capisci che in questo passaggio c'è una mediazione.
    O la struttura prende direttamente la prenotazione o se arriva attraverso altri canali che si fanno pagare a "cottimo" nel campo turistico deve esserci per forza un agente di viaggi.
    Poi penso che l'adv possa utilizzare procacciatori, campagne pubblicitarie ecc..per trovare nuovi clienti.
    L'importante che il tutto passi attraverso un agenzia.
    Ultima modifica di matadero; 18-12-07 alle 22:23

  31. #81
    User
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    10

    Confusione e-commerce vs turismo online

    Io credo che in Italia, la grande confusione che oggettivamente esiste, derivi da un enorme buco legisltativo che consente alle aziende di bypassare eventuali normative restrittive. Anch'io sono alla ricerca di una risposta circa un mio progetto di vendita on-line di servizi turistici, ma ancora non ho capito se l'AV è necessaria oppure no. Faccio alcuni esempi per definire il problema ed esporvi meglio i mei dubbi:

    SERVIZI TURISTICI (ST)
    Expedia fa una chiara differenziazione tra Pacchetti turistici e Servizi turistici: "I Servizi di Viaggio non rientrano tra i Pacchetti Turistici poiché la scelta dei Servizi di Viaggio è strutturata nel Sito, così come una tradizionale agenzia di viaggio, in modo che siano gli Utenti a combinare, a seconda delle loro specifiche necessità, la destinazione, la data, il volo (compagnia aerea, prezzo, ecc.) con l'hotel (categoria, collocazione, ecc.) ovvero con l'autonoleggio della macchina, potendo infatti scegliere tra una serie pressoché infinita di combinazioni, non rientrando pertanto quest'ultima nella definizione di combinazione "prefissata" idonea a configurare un Pacchetto Turistico ai sensi della normativa vigente."

    Diamo per assodato che nel nostro progetto (chiamiamolo X) vendiamo servizi turistici (camera di albergo, escursione, guida, transfert, etc.) combinabili autonomanente dagli utenti e quindi, essendo non pre-confezionati, non si tratta di Pacchetti turistici.

    VENDITA ONline ST: a quale titolo?
    EXPEDIA:"In particolare Expedia verifica la disponibilità dei vari fornitori dei servizi di viaggio a pubblicizzare e vendere i loro prodotti sul Sito e successivamente rende gli stessi prodotti accessibili all'Utente secondo le leggi ed alle condizioni applicabili ai singoli fornitori."
    OPODO ITALIA srl, alias OPODO: "Opodo agisce come intermediario tra Voi e terzi fornitori, quali compagnie aeree, hotel, compagnie di assicurazioni, società per il noleggio di auto e altri (i "Fornitori"). Nel momento stesso in cui effettuate una prenotazione sul Sito, e il prodotto o servizio da Voi richiesto è disponibile, il contratto verrà concluso tra Voi ed il Fornitore. Opodo non è parte del rapporto contrattuale".

    Expedia e Opodo si dichiarano apertamente intermediari, ma sottolineano che i contratti di vendita riguardano esclusivamente Utenti e Fornitori

    BOOKING:"Il nostro scopo è quello di facilitare le prenotazioni alberghiere online mettendo in contatto diretto utenti ed albergatori."

    Booking non si dichiara ne intermediario ne AV online. Come corollario vi è una grossa differenza rispetto ai precedenti casi: Booking non trattiene ne percentuali ne importi interi, a differenza di Expedia e di Opodo, fatturando successivamente solo ai Fornitori, dopo aver verificato le "intermediazioni" gestite (arrivi effettivi, noshow, etc.)

    LINK srl, alias RESERVER: "Reserver.it è un portale di prenotazioni alberghiere online; le disponibilità delle stanze di ciascuna struttura presente nel portale è inserite direttamente dagli alberghi. All'atto della prenotazione, vi verrà richiesto il pagamento in carta di credito della prima notte di soggiorno." - "La Link srl non è un tour operator nè una agenzia di viaggi: attraverso i propri siti non propone pacchetti di viaggio ma offre ai singoli alberghi e bed and breakfast affiliati i migliori strumenti online per poter acquisire clienti e proporre singolarmente le proprie offerte."
    LINK srl dice apertamente di non essere un TO e neppure un agenzia. Intrattiene però rapporti commerciali sia con glu utenti (la prima notte di permanenza) che con i fornitori (ai quali rigira il pagamento della prima notte di permanenza decurtato dalla provviggione sulla transazione).

    Come OPODO ITALIA srl, anche LINK srl è una società italiana (con sede a Napoli o Roma credo), così come lo sono VENERE (modello stile booking) e bbplanet (modello ibrido che non prevede la disponibilità on-line e dove i rapporti commerciali sono tra bbplanet e fornitori).

    CONCLUSIONI

    Vista così (e tenendo in stretta considerazione tutte le argomentazioni sostenute all'interno del forum) BOOKING, LINK, VENERE, etc. sembrerebbero FUORI LEGGE, visto che operano da intermediari ma senza alcuna autorizzazione di agenzia di viaggi, instaurando rapporti contrattuali e fiscali non previsti dalla legislazione.

    Limitandoci solo all'Italia (booking è Olandese), è possibile che queste aziende operino a questo livello senza essere certe della legalità del loro modello di business?

    Vista così, l'unico in regola (in Italia) sembrerebbe OPODO, che è autorizzato come AV... e gli altri sono "delinquenti"???

    Chi ne sa di più si accomodi... io faccio davvero fatica

  32. #82
    User
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    10
    Citazione Originariamente Scritto da matadero Visualizza Messaggio
    Sai che hai ragione?????
    Eppure ero sicuro...l'avevo letto un pò di tempo fà......o hanno creato ora l'agenzia di viaggi o mi confondo con un altro sito di questi.....eppure sono sicuro che in uno di questi siti prendessero la percentuale specificando si non essere ADV.

    ciao
    Giusto: VENERE è AV... ma LINK srl NO (come Booking), lo dichiara apertamente. In più Venere non prende soldi direttamente dagli utenti, LINK si.

    ps: Link srl detiene il sito RESERVER, ACCOMODATIONZ, etc.
    ps1: altro modello di business simile è quello di HostelWorld (ma in questo caso siamo a Londra e non in Italia)

  33. #83
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    60
    Citazione Originariamente Scritto da Paoloky Visualizza Messaggio
    Giusto: VENERE è AV... ma LINK srl NO (come Booking), lo dichiara apertamente. In più Venere non prende soldi direttamente dagli utenti, LINK si.

    ps: Link srl detiene il sito RESERVER, ACCOMODATIONZ, etc.
    ps1: altro modello di business simile è quello di HostelWorld (ma in questo caso siamo a Londra e non in Italia)
    Expedia, Bookings e molti altri sono società estere, e dichiarano che l'intermediario è una società estera (per Expedia è Travelscape, e non Expedia Italia srl come sarebbe logico) quindi non soggette ad alcuna normativa Italiana circa l'intermediazione di servizi turistici. Tu stai di fatto comprando all'estero, e questo vuol dire anche che in caso di problemi, il cliente non ha nessuna tutela e non può rivalersi su chi gli ha venduto il servizio, ma solo sul fornitore finale (l'albergo o altro).
    Le società con sede legale in Italia "serie", tipo Venere, LastMinute Italia, EDreams, ITWG, e molte altre, sono tutte ADV.
    I cosiddetti intermediari "tecnici", cioè che a dir loro mettono solo in contatto il cliente con il fornitore e quindi non sono ADV, sfruttano l'ambiguità normativa, ma agiscono comunque illegalmente (a mio parere) nel momento in cui prendono soldi dal cliente. Fino a quando fatturano all'albergo le commissioni come "servizi promozionali web" possono anche andare avanti, ma torno a ripetere ciò che ho scritto in alcuni post precedenti, se prendi i soldi dal cliente sei tu il responsabile e la prima volta che sorgono problemi seri i guai con il fisco sono assicurati. Poi si sa com'è....siamo in Italia

  34. #84
    User
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    10
    Citazione Originariamente Scritto da matadero Visualizza Messaggio
    Senti..il problema è che non conosco i contratti di franchising e non sò la legge cosa tolleri o no.
    Gli incassi dovrebbero centrare poco, è quello che fatturi che conta di più.
    Quando un agenzia intermediaria fà firmare il contratto e, per esempio, vende un viaggio a Parigi di xxxxxtour, che incassi i soldi o no conta poco. L'agenzia dovrà fatturare a xxxxtour la provvigione e xxxxxtour ha, mi pare, tempo 1 mese per inviare la sua fattura al cliente. Quindi, contabilmente, il turista è cliente di xxxxxtour e l'agenzia svolge una mansione (e si fà pagare) per xxxxtour, cioè lxxxtour è cliente dell'agenzia.
    Turista paga----> xxxtour
    xxxxtour paga----->agenzia
    Tu non devi fare fatture al cliente. Tu sei intermediario

    Dal punto di vista legale, però, spesso il turista prende l'agenzia come riferimento, e in caso di problemi si rifà contro di essa. Qui entra in gioco la tua assicurazione che ti protegge e accerta che il problema sia dovuto al tour operator (dato che tu non hai fatto niente di tuo).

    Quando vendi un pacchetto da catalogo nel contratto è specificato, appunto che è un pacchetto da catalogo (c'è il campo apposta), altrimenti è valutato come un tuo servizio diretto.

    Ora, penso che tutte queste cose tu le sappia già, il problema è che bisognerebbe analizzare il contratto di franchising e ciò che permette la legge in questo campo....

    ...stavo guardando le leggi regionali ma non è chiaro in merito del direttore...dovresti chiedere direttamente alla provincia.

    Bella storia... salgo su questo treno per fare una domanda cooerente. Se al giro suddeto sostituiamo ad xxxtour un sempliceservizio di viaggio offerto da un FORNITORE (albergo, attrazione, etc.), ottenendo questa situazione:

    Turista paga----> Servizio di viaggio offerto dal fornitore (SV)
    Fonritore paga----->agenzia

    L'agenzia non deve fatturare al cliente ma solamente al fornitore (a prescindere dal fatto che trattenga o meno parte o tutto l'ammontare del servizio al momento della prenotazione).

    Corretto?

  35. #85
    User
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    10

    "Canone per l'utilizzo del sistema di prenotazione"

    Citazione Originariamente Scritto da inox Visualizza Messaggio
    Expedia, Bookings e molti altri sono società estere, e dichiarano che l'intermediario è una società estera (per Expedia è Travelscape, e non Expedia Italia srl come sarebbe logico) quindi non soggette ad alcuna normativa Italiana circa l'intermediazione di servizi turistici. Tu stai di fatto comprando all'estero, e questo vuol dire anche che in caso di problemi, il cliente non ha nessuna tutela e non può rivalersi su chi gli ha venduto il servizio, ma solo sul fornitore finale (l'albergo o altro).
    Le società con sede legale in Italia "serie", tipo Venere, LastMinute Italia, EDreams, ITWG, e molte altre, sono tutte ADV.
    I cosiddetti intermediari "tecnici", cioè che a dir loro mettono solo in contatto il cliente con il fornitore e quindi non sono ADV, sfruttano l'ambiguità normativa, ma agiscono comunque illegalmente (a mio parere) nel momento in cui prendono soldi dal cliente. Fino a quando fatturano all'albergo le commissioni come "servizi promozionali web" possono anche andare avanti, ma torno a ripetere ciò che ho scritto in alcuni post precedenti, se prendi i soldi dal cliente sei tu il responsabile e la prima volta che sorgono problemi seri i guai con il fisco sono assicurati. Poi si sa com'è....siamo in Italia
    Io francamente rimango molto dubbioso... Alcuni di voi hanno mai dato un occhiata alle fatture di V....E? Abbiamo verificato che si tratta di AV, ma come mai, quando fattura ai fornitori, usa questa dicitura:

    Canone per l'utilizzo del sistema di prenotazione

    Canone che chiaramente è variabile e dipende dal valore delle prenotazioni che il fornitore ha ricevuto per mezzo di venere...

    Magari è tutto in regola, ma volevo capire meglio con voi

  36. #86
    User L'avatar di matadero
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Lucca - La Spezia
    Messaggi
    237
    Venere mi pare sia un adv...

    Parlando con chi dovrebbe controllare il turismo mi dicono sempre che il loro sogno è incularsi Expedia e company ma ci sono svariati problemi come puoi immaginare (giurisdizione, moneys....)

    Però non ti preoccupare che se inizi tu a fare quello che fà Expedia ti mettono anche l'olio di ricino.

    Il Web è libertà e quindi anarchia purtroppo.

    Sai come potete fare per essere adv anche senza licenza on line?
    Prendetevi un server all'estero.
    C'è chi dice che la territorialità è data dalla posizione del server.... :impiccato:

    Vadano tutti a f...

  37. #87
    User L'avatar di matadero
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Lucca - La Spezia
    Messaggi
    237
    Citazione Originariamente Scritto da Paoloky Visualizza Messaggio
    Bella storia... salgo su questo treno per fare una domanda cooerente. Se al giro suddeto sostituiamo ad xxxtour un sempliceservizio di viaggio offerto da un FORNITORE (albergo, attrazione, etc.), ottenendo questa situazione:

    Turista paga----> Servizio di viaggio offerto dal fornitore (SV)
    Fonritore paga----->agenzia

    L'agenzia non deve fatturare al cliente ma solamente al fornitore (a prescindere dal fatto che trattenga o meno parte o tutto l'ammontare del servizio al momento della prenotazione).

    Corretto?
    Certo, se sei intermediario fai un servizio per il fornitore, lavori per lui, e quindi è lui che ti deve pagare non il turista.
    Il fatto di prendere i soldi dal turista è un servizio che fai per il fornitore.
    Naturalmente al turista dovrai dare un voucher o un qualcosa in cui risulta che ha dato i soldi, ma che non ha validità di fattura.

    IL turista spende -100.
    Fornitore fattura +100 (il turista ha fattura di 100 ed è a posto)
    Tu fatturi +10 al fornitore.
    Il fornitore ha fatture: 100 in entrata e 10 in uscita = 90 che sono i soldi che ha avuto realmente in cassa

  38. #88
    User
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    10
    Citazione Originariamente Scritto da matadero Visualizza Messaggio
    Certo, se sei intermediario fai un servizio per il fornitore, lavori per lui, e quindi è lui che ti deve pagare non il turista.
    Il fatto di prendere i soldi dal turista è un servizio che fai per il fornitore.
    Naturalmente al turista dovrai dare un voucher o un qualcosa in cui risulta che ha dato i soldi, ma che non ha validità di fattura.

    IL turista spende -100.
    Fornitore fattura +100 (il turista ha fattura di 100 ed è a posto)
    Tu fatturi +10 al fornitore.
    Il fornitore ha fatture: 100 in entrata e 10 in uscita = 90 che sono i soldi che ha avuto realmente in cassa
    Matadero... grazie mille. Non lo sai, ma mi hai davvero chiarito le idee. Mi stavo arrovellando per capire come fatturare, se emettere scontrini fiscali, etc. etc.

    A questo punto posso rendervi partecipi del mio progetto per verificare l'effettiva "legalità".

    Noi siamo una società di servizi turistici (srl), chiamiamola X. Abbiamo fatto un accordo con una agenzia di viaggi con regolari licenze anche come TO per l'incoming sulla regione dove andremo ad operare... chiamiamola Y.

    Stiamo lavorando ad una sorta di sistema di prenotazione on-line, a conferma immediata, dove l'utente potrà trovare sia accomodation, sia attraction ed altro.

    In senso stretto, andremo a proporre singoli servizi di viaggio (controllati direttamente dai fornitori, così come avviene su booking, su venere, etc.).

    Vorremmo consentire all'utente di decidere lui come acquistare: a) lasciare solo carta di credito e saldare all'arrivo, b) pagare un acconto e saldare all'arrivo, c) pagare tutta la prenotazione in anticipo.

    Tutte le operazioni saranno comuque svolte formalmente dall'Agenzia di viaggi.

    Circa la prima soluzione, la situazione mi era già chiara. Si procede come Venere, emettendo fattura al fornitore dopo verifica eventuali noshow. Il fornitore ti paga secondo la modalità prescelta. Noi non entratteniamo nessun rapporto economico con il cliente.

    Negli altri due casi temevo che la faccenda si complicasse. Visto che prendiamo soldi dai clienti (un acconto o il totale della prenotazione), pensavo che l'agenzia di viaggi dovesse emettere ricevuta fiscale al cliente stesso.

    Grazie alla tua preziosa consulenza invece, capisco che anche nel caso in cui incassiamo sul nostro conto dei soldi, lo facciamo sempre e solo per conto del fornitore e non dobbiamo rilasciare alcun che al cliente (eccetto chiaramente il voucher/mail di conferma d'acquisto). Ce le vedremo in ogni caso solo con il fonritore, al quale manderemo una fattura già pagata e non gireremo alcuna somma (caso acconto), oppure manderemo la fatura della nostra provvigione rigirando il netto della prenotazione (caso pagamento per intero).

    In ogni caso (corregimi se sbaglio), non si tratta di servizi acquistati in precedenza, ma di pura intermediazione di servizi turistici.

    Grazie mille

  39. #89
    User L'avatar di matadero
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Lucca - La Spezia
    Messaggi
    237
    Citazione Originariamente Scritto da Paoloky Visualizza Messaggio
    In ogni caso (corregimi se sbaglio), non si tratta di servizi acquistati in precedenza, ma di pura intermediazione di servizi turistici.

    Grazie mille
    All' inizio pensavo che dicessi "Matadero, grazie per la tua drittona, ora posso dirti che farò un adv nel fondo appena comprato accanto al tuo!"
    Comunque non dirmi la regione che potresti essere concorrente....ma sei mica un Pisano che lavora a Firenze? ...stò indagando....


    "servizi acquistati in precedenza" serve solo a capire se rientra nel regime 74ter, proprio delle adv.
    Ma ciò non ti toglie dal problema....le adv non usano il 74ter per gli hotel ma la commisione al 20% d'iva.

    Voi fate molta confusione, e probabilmente anche i grossi portali fanno finta di non sapere, che una cosa è la definizione di PACCHETTO TURISTICO, una cosa è la definizione di AGENZIA DI VIAGGI O TOUR OPERATOR e un altra cosa e il regime iva per le adv 74TER.

    Sembra che l'adv serva per vendere i pacchetti turistici.
    L'adv serve per produrre e vendere pacchetti, servizi, fare consulenza ecc...

    PER INTERMEDIARE IN UN SERVIZIO TURISTICO BISOGNA ESSERE ADV.
    NON IN UN PACCHETTO, BASTA UN SEMPLICE SERVIZIO.

    Un elettricista non può prendere la provvigione da un hotel. Perchè qualcun altro dovrebbe potere?



    Occhi a fare come i portali perchè loro hanno altri poteri e sono stranieri.
    I vostri voucher devono essere emessi dalla adv, perchè ha l'assicurazione che copre nel caso vada male.

  40. #90
    User L'avatar di matadero
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Lucca - La Spezia
    Messaggi
    237
    Comunque dipende da che le leggi sono regolati i servizi penso.

    L'autonoleggio non è regolato dal turismo.
    Quindi qui potrebbe non entrare l'esclusività delle adv.
    Ma gli hotel rientrano un pochettino...no ?
    E gli apartamenti vacanza? Turismo+Immobiliare, peggio del triangolo delle Bermuda...

  41. #91
    User
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    10
    Citazione Originariamente Scritto da matadero Visualizza Messaggio
    All' inizio pensavo che dicessi "Matadero, grazie per la tua drittona, ora posso dirti che farò un adv nel fondo appena comprato accanto al tuo!"
    Comunque non dirmi la regione che potresti essere concorrente....ma sei mica un Pisano che lavora a Firenze? ...stò indagando....


    "servizi acquistati in precedenza" serve solo a capire se rientra nel regime 74ter, proprio delle adv.
    Ma ciò non ti toglie dal problema....le adv non usano il 74ter per gli hotel ma la commisione al 20% d'iva.

    Voi fate molta confusione, e probabilmente anche i grossi portali fanno finta di non sapere, che una cosa è la definizione di PACCHETTO TURISTICO, una cosa è la definizione di AGENZIA DI VIAGGI O TOUR OPERATOR e un altra cosa e il regime iva per le adv 74TER.

    Sembra che l'adv serva per vendere i pacchetti turistici.
    L'adv serve per produrre e vendere pacchetti, servizi, fare consulenza ecc...

    PER INTERMEDIARE IN UN SERVIZIO TURISTICO BISOGNA ESSERE ADV.
    NON IN UN PACCHETTO, BASTA UN SEMPLICE SERVIZIO.

    Un elettricista non può prendere la provvigione da un hotel. Perchè qualcun altro dovrebbe potere?



    Occhi a fare come i portali perchè loro hanno altri poteri e sono stranieri.
    I vostri voucher devono essere emessi dalla adv, perchè ha l'assicurazione che copre nel caso vada male.
    MATADERO vai tranquillo... altra regione, ben lontana dalla tua fantastica toscana, che per altro conosco bene avendoci vissuto per anni...

    Io sto organizzando il tutto con molta calma e beneficiando di consulenti vari, ma onestamente ho trovato molte più risposte su questo topic...

    Come ti accennavo noi stiamo tirando su un ipermercato dedicato alla vendita di singoli servizi turistici (niente pacchetti), dove saranno i fornitori stessi a gestire disponibilità e prezzi (come la maggior parte dei portali a conferma immediata). Le chiavi della "cassa" saranno in mano ad una AV, che gestirà in completa autonomia l'intermediazione.

    Il mio dubbio era relativo alla fatturazione dei servizi venduti... tu lo hai chiarito quando hai specificando che facendo pura intermediazione, anche incassando parte o tutto l'ammontare della prenotazione, il nostro "riferimento" fiscale resta comunque solo ed esclusivamente il fornitore... ovvero l'AV, una volta incassati i dindi, dovrà sempre emettere fattura solo ed esclusivamente al fornitore secondo modalità diverse: a) fattura da saldare (quando non si incassa nulla per la prenotazione... stile venere, booking, etc.); b) fattura già saldata (quando incassiamo la nostra provviggione come acconto sulla prenotazione); c) fattura già saldata e giroconto del ammontare della prenotazione al netto delle nostre commissioni (quando incassiamo l'ammontare totale della prenotazione).

    E' tutto esatto???

    Detto ciò disponibilissimo a approfondire in privato con te per verificare possibili collaborazioni (l'unione fa la forza )


  42. #92
    User
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Messaggi
    10
    Citazione Originariamente Scritto da matadero Visualizza Messaggio
    PER INTERMEDIARE IN UN SERVIZIO TURISTICO BISOGNA ESSERE ADV.
    NON IN UN PACCHETTO, BASTA UN SEMPLICE SERVIZIO.

    Occhi a fare come i portali perchè loro hanno altri poteri e sono stranieri.
    I vostri voucher devono essere emessi dalla adv, perchè ha l'assicurazione che copre nel caso vada male.
    Certo che è assurdo che grossi sistemi/portali italiani, che fanno addirittura pubblicità sulle reti mediaset, se ne sciaccquino altamente... ci si arriva rapidi: 1 si chiama ...planet, l'altro ...erver - entrambi se ne strafregano delle autorizzazione AV, pur incassando dindi dai clienti per conto dei fornitori, quindi operano come intermediari di servizi turistici.

    Che bel paese questa nostra Italia...

  43. #93
    User L'avatar di matadero
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Lucca - La Spezia
    Messaggi
    237
    Citazione Originariamente Scritto da Paoloky Visualizza Messaggio
    Certo che è assurdo che grossi sistemi/portali italiani, che fanno addirittura pubblicità sulle reti mediaset, se ne sciaccquino altamente... ci si arriva rapidi: 1 si chiama ...planet, l'altro ...erver - entrambi se ne strafregano delle autorizzazione AV, pur incassando dindi dai clienti per conto dei fornitori, quindi operano come intermediari di servizi turistici.

    Che bel paese questa nostra Italia...
    La cosa che non capisco è ora con il potere che hanno e i soldi quanto ci metterebbero ad assumere un direttore tecnico e fare adv?????
    Perchè rischiare?
    Probabilmente a non essere adv ci devono essere dei vantaggi che non comprendo.
    forse è a causa delle assicurazioni e della cauzione che esiste ancora in qualche regione....
    boh...

  44. #94
    User L'avatar di matadero
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Lucca - La Spezia
    Messaggi
    237
    Citazione Originariamente Scritto da Paoloky Visualizza Messaggio
    Io sto organizzando il tutto con molta calma e beneficiando di consulenti vari, ma onestamente ho trovato molte più risposte su questo topic...
    Bisogna che mi metta a fare consulenza, cavolo, invece di quei "formatori" improvvisati che escono dalle mini-lauree che ci sono ora....scienze della a...scienze della b...scienze della c....ma che cavolo servono?

    Citazione Originariamente Scritto da Paoloky Visualizza Messaggio
    E' tutto esatto???
    Sembrerebbe di si.

    Citazione Originariamente Scritto da Paoloky Visualizza Messaggio
    Detto ciò disponibilissimo a approfondire in privato con te per verificare possibili collaborazioni (l'unione fa la forza )
    Mi piace molto la tua idea. Anche eio ne avrei mille da sviluppare ma già devo fare da solo altre mille cose....
    Comunque in qualche modo potremmo collaborare, anche semplicemente on line, spindendoci i siti, essendo a stesso tema ma non concorrenti.
    Rimaniamo in contatto , ciao

  45. #95
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    51
    da profano ho letto con molto interesse la discussione, sinceramente non riesco a comprendere se in Italia le leggi sono fatte a protezione di chi ha già una certa prenetrazione in un mercato e deve "difendere" il proprio territorio dai concorrenti oppure a difesa dei consumatori, leggendo viene il dubbio che sia il primo caso.

  46. #96
    User L'avatar di matadero
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Lucca - La Spezia
    Messaggi
    237
    Citazione Originariamente Scritto da muà Visualizza Messaggio
    da profano ho letto con molto interesse la discussione, sinceramente non riesco a comprendere se in Italia le leggi sono fatte a protezione di chi ha già una certa prenetrazione in un mercato e deve "difendere" il proprio territorio dai concorrenti oppure a difesa dei consumatori, leggendo viene il dubbio che sia il primo caso.
    probabilmente contro chi vuole "improvvisare" e quindi a protezione dei consumatori.

    Se non sei in regola con licenze e assicurazioni sei come il marocchino che ti tampona. Non ha assicurazione e risulta nulla tenente. Chi te le paga le cure e la macchina?

    Come lo tuteleresti il turista tu?

    D' altra parte chi ha già penetrazione nel mercato ha fatto tutta la trafila che dovrebbero fare i nuovi....o no?

    Vogliamo fare come le lauree che fino a 6/7 anni fà erano cose serie e ora una junior ce l'hanno tutti con grave danno della professionalità?

    In America è tutto più semplice vero; chiunque può creare qualsiasi cosa, o quasi. Ma la società lì è totalmente meritocratica, non mafiosa come in Italia, e poi le persone se voglio sopravvivere devono avere assicurazioni proprie per ogni minimo spostamento d'aria. Si tutelano da soli.
    Ultima modifica di matadero; 30-12-07 alle 18:01

  47. #97
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    51
    Citazione Originariamente Scritto da matadero Visualizza Messaggio
    probabilmente contro chi vuole "improvvisare" e quindi a protezione dei consumatori.

    Se non sei in regola con licenze e assicurazioni sei come il marocchino che ti tampona. Non ha assicurazione e risulta nulla tenente. Chi te le paga le cure e la macchina?

    Come lo tuteleresti il turista tu?

    D' altra parte chi ha già penetrazione nel mercato ha fatto tutta la trafila che dovrebbero fare i nuovi....o no?

    Vogliamo fare come le lauree che fino a 6/7 anni fà erano cose serie e ora una junior ce l'hanno tutti con grave danno della professionalità?

    In America è tutto più semplice vero; chiunque può creare qualsiasi cosa, o quasi. Ma la società lì è totalmente meritocratica, non mafiosa come in Italia, e poi le persone se voglio sopravvivere devono avere assicurazioni proprie per ogni minimo spostamento d'aria. Si tutelano da soli.


    Mah...per come la vedo io se un giovane vuole mettere su un portale per intermediare tra hotel e turisti lo deve poter fare senza tante seghe mentali e legislative, sarà poi il mercato a decidere se è in grado di competere con gente che è da più tempo sulla piazza, cosa che non credo sia assolutamente facile anche senza l'ostacolo delle regolette assurde.

    Per tutelare il turista non basterebbe l'obbligo, per il responsabile del portale, di stipulare un'assicurazione di responsabilità civile con un buon massimale ? secondo me sì, almeno in tutti quei casi in cui il portale non incassa soldi dai clienti ma fa solo da mediatore.

    Ma negli altri paesi del mondo come funziona ?
    Ultima modifica di muà; 30-12-07 alle 22:16

  48. #98
    User L'avatar di matadero
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Lucca - La Spezia
    Messaggi
    237
    Citazione Originariamente Scritto da muà Visualizza Messaggio
    Mah...per come la vedo io se un giovane vuole mettere su un portale per intermediare tra hotel e turisti lo deve poter fare senza tante seghe mentali e legislative, sarà poi il mercato a decidere se è in grado di competere con gente che è da più tempo sulla piazza, cosa che non credo sia assolutamente facile anche senza l'ostacolo delle regolette assurde.

    Per tutelare il turista non basterebbe l'obbligo, per il responsabile del portale, di stipulare un'assicurazione di responsabilità civile con un buon massimale ? secondo me sì, almeno in tutti quei casi in cui il portale non incassa soldi dai clienti ma fa solo da mediatore.

    Ma negli altri paesi del mondo come funziona ?
    Dipende dai paesi, ma non si può fare confronti, dipende anche da come funziona il sistema, le leggi, la giustizia, il senso civico, ecc....

    L'assicurazione potrebbe bastare, dato che on line non c'è un contatto diretto con i consumatori, e quindi scambi di informazioni.

    Però ti faccio una domanda:
    Perchè allora non vendere case on line, con una normale assicurazione?

    Tante altre professioni potrebbero essere svolte on line con buoni risultati, mentre nella realtà sono soggette a particolari vincoli.

    Il problema è che on-line il sito + frequentato sarebbe quello del webmaster super ottimizzatore sem seo super-smanetton ecc... ecc.. non quello migliore per i servizi che vai ad aquistare.

    Questo invece ti sembra giusto?

  49. #99
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    51
    Citazione Originariamente Scritto da matadero Visualizza Messaggio
    Dipende dai paesi, ma non si può fare confronti, dipende anche da come funziona il sistema, le leggi, la giustizia, il senso civico, ecc....

    L'assicurazione potrebbe bastare, dato che on line non c'è un contatto diretto con i consumatori, e quindi scambi di informazioni.

    Però ti faccio una domanda:
    Perchè allora non vendere case on line, con una normale assicurazione?

    Tante altre professioni potrebbero essere svolte on line con buoni risultati, mentre nella realtà sono soggette a particolari vincoli.

    Il problema è che on-line il sito + frequentato sarebbe quello del webmaster super ottimizzatore sem seo super-smanetton ecc... ecc.. non quello migliore per i servizi che vai ad aquistare.

    Questo invece ti sembra giusto?


    Innanzi tutto buon anno

    Il confronto con altri paesi sarà pure impossibile ma se in Italia è quasi sempre più complicato che altrove avviare qualsiasi cosa un problema ci sarà...

    I vincoli devono essere imposti se hanno una logica e soprattutto se sono realmente a difesa dei consumatori, al resto dovrebbe pensare il mercato, certo, su Internet un sito on line dovrà essere ben visibile e la capacità di ottimizzarlo sarà importantissima ma, a parte che senza contenuti non farà strada, è già così anche oggi, con tutta quella pappardella di norme che regolano la materia, di certo l'utilizzo di prestanomi non cambierà questo stato di cose.

    Chiedo scusa comunque se mi sono introdotto in una discussione che riguarda un settore che non è il mio e di cui probabilmente mi sfuggono aspetti importanti, la discussione mi è sembrata lo specchio di come funzionano le cose in questo paese e non mi sono trattenuto

    Ciao

  50. #100
    User
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    12

    sito web turistico senza fatture

    Salve,

    questa è la prima volta che scrivo su questo forum, anche se lo consulto spesso perchè lo ritengo interessante.

    Dato l'argomento trattato, vorrei avere alcuni chiarimenti.

    Sto per relizzare un sito turistico nel quale inserirei le strutture ricettive, agriturismi, b&b, case vacanze ecc.

    Le strutture saranno inserite in modo gratuito, senza pagare alcun canone, inoltre sul sito ci sarà un modulo per la richiesta diponibilità che sarà inviata direttamente alla struttura ricettiva, la quale provvederà a contattare direttamente l'utente.

    In poche parole io non farò nessuna intermediazione, quindi non percepirò nessuna somma di denaro da parte delle strutture, voglio solo offrire in modo gratuito il mio sito web.


    Vorrei sapere se per far ciò, bisogna avere delle licenze o partita iva, ma penso di no in quanto non percepisco nessun guadagno.

    Vi ringrazio per la risposta.

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.