+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 4 di 4

Shadow Ban: Twitter censura gli account scomodi?

Ultimo Messaggio di salvatore costanzo il:
  1. #1
    User L'avatar di Africanasoul
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    24
    Segui Africanasoul su Twitter Aggiungi Africanasoul su Google+ Aggiungi Africanasoul su Linkedin

    Shadow Ban: Twitter censura gli account scomodi?

    Ciao a tutti,
    scrivo qui per segnalare una cosa abbastanza preoccupante che in questi giorni sta succedendo: alcuni account sono "shadowbannati",
    ovvero è stata applicata da parte di Twitter una "censura morbida" che consiste in

    • impossibilità di vedere i retweet fatti da altri account o followers dei propri tweet (mancanza di notifica)
    • i link inseriti nei tweet risultato "malicious", pericolosi o contenenti informazioni che potrebbero urtare la sensibilità di altri account
    • riconoscimento dei tweet ad opera di spambot, per cui alla fine bloccati


    Si tratta di un fenomeno che ha colpito anche Donald Trump negli USA e alcuni suoi follower/seguaci nella vita reale come dimostrano queste notizie:



    Oppure chi menziona su Twitter strumenti e servizi di microblogging alternativi allo stesso Twitter



    Su Twitter, sapete molto bene che si creano comunità informali sulla condivisione di una visione del mondo e di argomenti specifici: se andiamo a vedere cosa esce su Twitter con l'hashtag #shadowban

    Posso dirvi con franchezza visto che ci converso quasi tutti i giorni, sono tutti account che hanno una visione molto critica delle istituzioni europee, della politica dell'establishment e della cultura dominante.

    Ora, lungi da me qualsiasi complottismo, ma si tratta di una cerchia di account molto specifica tra cui anche un Presidente di sezione del Consiglio di Stato, che ha una notevole attività di informazione grazie al suo blog Orizzonte48 e che tratta di diritto dell'economia, spingendo molto su Twitter per la diffusione dei suoi articoli.

    Alcune info sullo shadowbanning le troviamo sia qui
    breitbart.com/tech/2016/02/16/exclusive-twitter-shadowbanning-is-real-say-inside-sources/

    che in una fonte interna di Reddit sull'applicazione dello shadowban all'interno del famoso sito di condivisione delle news
    reddit.com/r/ShadowBan/comments/35mkzd/an_unofficial_guide_on_how_to_avoid_being/

    Altro interessante elemento riguarda la volontà di aziende come Facebook e Twitter di aver creato un'associazione "First Draft"
    per regolare la diffusione di "false informazioni" fastweb.it/social/first-draft-una-colizione-per-contrastare-la-disinformazione-dentro-anche-facebook-e-twitter/

    Chiedo un supporto da parte della community perchè venga fatta luce sulla questione e che gli account possano tornare a comunicare in modo libero senza alcuna censura.

    Grazie
    Ultima modifica di Giorgiotave; 24-09-16 alle 10:53

  2. #2
    L'avatar di Giorgiotave
    Data Registrazione
    Oct 2004
    Località
    Monasterace
    Messaggi
    40,156
    Visita il canale Youtube di Giorgiotave
    Ciao Gianluca e grazie per aver portato la tematica qui sul forum gt.

    Sinceramente non conoscevo il termine, ma la pratica assolutamente sì: la usammo nel forum gt dal 2006 in poi.

    10 anni, passa il tempo.

    Certo, noi avevamo e abbiamo ad oggi un'altra filosofia: ci finiscono in questo "gruppo" quelli che creano casini dopo che hanno creato solitamente 3 account per insultare qualcuno. All'inizio vedevano tutto, gli sembrava di postare ma non in realtà non lo facevano. Poi il server dava messaggi strani.

    Diverso è il caso di un uso per censura. Noi abbiamo delle regole molto rigide e agiamo all'interno di quelle, lo staff è formato sulle regole, gli utenti sono avvisati e vengono più volte ripresi e le regole vengono fatte rispettare.

    Perché la libertà d'espressione ha dei limiti. È un po' come nei giochi dove sono le regole a rendere libero il gioco, perché altrimenti finisci di giocare subito.

    Le nostre regole non limitano la tua possibilità di manifestare il pensiero, ma devi rispettare alcune regole:

    - cortesia, tolleranza e rispetto delle persone, razze ed etnie, religioni e fedi e delle differenti culture
    - veridicità quando è possibile (siamo un forum che contiene molte aree dove è possibile verificare alcune informazioni, penso ai Brevetti di Google o alle Leggi)
    - ingiuria e diffamazione, specialmente quando fatte nei confronti di persone e aziende, non sono mai accettate

    Di solito, quando ti iscrivi per la terza volta dopo che sei allontanato e continui a ingiuriare e diffamare qualcuno succede quello

    Però ecco, la nostra è una community matura e consapevole e vorremo che lo fosse sempre di più. Magari più avanti iniziamo a diventare un po' più trasparenti su alcune scelte anche se in passato lo siamo stati eccome.

    Fare lo Shadowban su Twitter lo vedo complesso.

    Perché prima di tutto non hanno educato all'uso di Twitter, hanno fatto solo delle azioni sporadiche, ma la presenza di uno Staff non si è mai sentita.

    Questa mancanza, che hanno tutti gli ambienti sociali, è oramai un evidente pericolo. Problemi loro

    Quindi, applicare lo Shadowban è un doppio errore se a subirlo sono poi correnti di pensiero.

    Grazie per questa bellissima tematica, vediamo di dedicata una puntata o uno spazio su FastForward.

    Giorgio Taverniti Blog. FastForward: su YouTube ogni Martedì!

    Tutta la SEO in 23 ore: 9 diversi moduli tematici, 34 lezioni, questo è il Videocorso SEO del 2017!


  3. #3
    User L'avatar di Africanasoul
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    24
    Segui Africanasoul su Twitter Aggiungi Africanasoul su Google+ Aggiungi Africanasoul su Linkedin
    Citazione Originariamente Scritto da Giorgiotave Visualizza Messaggio
    Ciao Gianluca e grazie per aver portato la tematica qui sul forum gt.

    Sinceramente non conoscevo il termine, ma la pratica assolutamente sì: la usammo nel forum gt dal 2006 in poi.

    10 anni, passa il tempo.

    Certo, noi avevamo e abbiamo ad oggi un'altra filosofia: ci finiscono in questo "gruppo" quelli che creano casini dopo che hanno creato solitamente 3 account per insultare qualcuno. All'inizio vedevano tutto, gli sembrava di postare ma non in realtà non lo facevano. Poi il server dava messaggi strani.

    Diverso è il caso di un uso per censura. Noi abbiamo delle regole molto rigide e agiamo all'interno di quelle, lo staff è formato sulle regole, gli utenti sono avvisati e vengono più volte ripresi e le regole vengono fatte rispettare.

    Perché la libertà d'espressione ha dei limiti. È un po' come nei giochi dove sono le regole a rendere libero il gioco, perché altrimenti finisci di giocare subito.

    Le nostre regole non limitano la tua possibilità di manifestare il pensiero, ma devi rispettare alcune regole:

    - cortesia, tolleranza e rispetto delle persone, razze ed etnie, religioni e fedi e delle differenti culture
    - veridicità quando è possibile (siamo un forum che contiene molte aree dove è possibile verificare alcune informazioni, penso ai Brevetti di Google o alle Leggi)
    - ingiuria e diffamazione, specialmente quando fatte nei confronti di persone e aziende, non sono mai accettate

    Di solito, quando ti iscrivi per la terza volta dopo che sei allontanato e continui a ingiuriare e diffamare qualcuno succede quello

    Però ecco, la nostra è una community matura e consapevole e vorremo che lo fosse sempre di più. Magari più avanti iniziamo a diventare un po' più trasparenti su alcune scelte anche se in passato lo siamo stati eccome.

    Fare lo Shadowban su Twitter lo vedo complesso.

    Perché prima di tutto non hanno educato all'uso di Twitter, hanno fatto solo delle azioni sporadiche, ma la presenza di uno Staff non si è mai sentita.

    Questa mancanza, che hanno tutti gli ambienti sociali, è oramai un evidente pericolo. Problemi loro

    Quindi, applicare lo Shadowban è un doppio errore se a subirlo sono poi correnti di pensiero.

    Grazie per questa bellissima tematica, vediamo di dedicata una puntata o uno spazio su FastForward.

    Ti ringrazio moltissimo Giorgio e tutti coloro che vorranno approfondire la questione, la cosa incredibile ed inquietante è che questo non ti permette di interagire con chi ti menziona lasciando morire la conversazione, il dialogo e lo scambio di idee, ovvero il sale di internet.
    Ti assicuro altrimenti che non sono state mai e dico mai offese persone per motivi razziali, di sesso ma semplicemente una critica politica oppure in chiave satirica es. se io dico a Juncker capo della Commissione Europea "levateje la bottija de vino!" alludendo ai problemi di alcool avuti in passato e presente, cosa sto facendo?
    Per lo più sono critiche politiche di dissenso e contestazione dalla vulgata politica e culturale dominante.
    Credo a breve che un noto economista ne parlerà su La7 per portare all'attenzione il problema della libertà di informazione in rete sui temi politici ed economici.

    Sono assolutamente d'accordo quando dici che lo staff di Twitter non ha educato la community alle regole di confronto sulla piattaforma, la cosa che mi domando è perchè non accertarsi che sia tutto ok? Perchè non contattare l'utente per chiedere spiegazioni?

  4. #4
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jul 2017
    Località
    napoli
    Messaggi
    1
    Ad un amico sta capitando cosi' in questi giorni e solo su alcuni hashtag su twitter,mi ha mandato anche degli screenshot perche non gli credevo.

+ Rispondi alla Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.